Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Nibbler

Utenti
  • Content count

    2,879
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Nibbler last won the day on October 30 2018

Nibbler had the most liked content!

Community Reputation

2,309 Guru

2 Followers

About Nibbler

  • Rank
    Titolare

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Nibbler

    Podio dei gol più belli della nostra storia

    quando vedo quel passaggio, io vado in estasi! semicit
  2. Nibbler

    Podio dei gol più belli della nostra storia

    l'esterno di Nedved contro l'ajax: due video per tutte le angolazioni: https://www.youtube.com/watch?v=8O6GHrPvumQ
  3. Nibbler

    Podio dei gol più belli della nostra storia

    Platini all'Ascoli fu onirico
  4. Nibbler

    CR...7OO!

    La ha appoggiata piano
  5. Cosa c'è di meglio per iniziare la settimana, di aprire il forum della JUVENTUS e trovare informazioni su un omuncolo prescritto e sulla sua squadra di accattoni?
  6. Le 'aspirine' durante il mondiale 98 devono aver avuto effetti deleteri sui neuroni del Rosicomeno Io non ricordo di aver goduto così tanto per il calcio. Specialmente per lui
  7. dov'è il circo cinese?!?!?!!?!?!??!! ...È solo la prima di tante osservazioni schiette, che passano anche da quel fatidico 5 maggio 2002. Lo scudetto perso — Ricorda Ronaldo: "Una delle più grandi delusioni in vita mia, non ricordo di aver mai pianto così con altre squadre. C’era grande attesa dei tifosi, dopo anni che vinceva la Juve, nella maniera in cui vinceva la Juve in quel periodo". (merdazza dello sport) qualcuno ricordi al rosicomeno che nel 1998-99 hanno vinto i meravigliosi, nel 1999-2000 la lazie grazie alla piscina di perugia e nel 2000-2001 la maggica dei cambi di regolamento in corsa. Poraccio, le 'aspirine' del prefinale mondiale 1998 devono oramai aver intaccato i neuroni
  8. Mazzola parlaci della volata scudetto del 1971 A dividere il Napoli e il suo primo Scudetto della storia c’era un miracolo. Tutto da scrivere e da realizzare. Nel primo tempo, la gara sorrise largamente agli Azzurri, che passarono in vantaggio con Altafini al 40° e beneficiarono della superiorità numerica per l’espulsione del difensore nerazzurro, Burgnich. Nel frattempo, il Milan balbettava a Vicenza (alla fine ne uscirà con un risicato 1-1). San Siro si fece rovente. Il Napoli, con un uomo in più, era chiamato a difendere un vantaggio importantissimo e delicato. L’unico risultato utile era la vittoria, che nella Milano nerazzurra mancava dal 1958 (1-0, gol di Pesaola). Nel secondo tempo accadde l’imponderabile. O, per meglio dire, quanto di più prevedibile potesse verificarsi, soprattutto a causa di una direzione arbitrale del signor Gonella alquanto discutibile. Nel giro di tre minuti, l’Inter ribaltó il risultato con una doppietta di Boninsegna, capocannoniere a fine campionato con 24 gol. Al 12° Gonella assegnó un rigore discutibile per un presunto fallo di ostruzione (sì, di ostruzione: avete letto bene) di Panzanato su Mazzola. Tre giri di lancette dopo, Zoff commise uno dei suoi rari errori in carriera, non trattenendo un colpo di testa centrale e apparentemente innocuo del centravanti interista. Il Napoli tentó invano di ribaltare le sorti di quell’incontro, ma non ci fu verso. La legge di San Siro, in un modo o nell’altro, fu nuovamente rispettata e fatta rispettare. A confermarlo, a distanza di 40 anni, fu l’allora capitano dell’Inter, Sandro Mazzola che, in un’intervista rilasciata a Repubblica, ammise di aver fatto visita all’arbitro Gonella all’intervallo di quella partita: “Ero furibondo. Ho ben presente il senso del mio intervento: arbitro, lei sta favorendo il Napoli, si dia una regolata perché qui finisce male. Feci una cosa proibita dal regolamento. Sbagliata. Con un arbitro internazionale come Sergio Gonella. La partita era di quelle decisive. Finito il primo tempo, mentre i compagni sono nello spogliatoio, io mi dirigo in quello dell’arbitro Gonella. Entro come una furia e lo aggredisco verbalmente. Rammento di avergli detto che non poteva arbitrare in quel mondo, che ci stava penalizzando gravemente e di aver usato qualche espressione colorita il cui senso era: o si dà una regolata o da San Siro usciamo tutti fritti: noi, perché perdiamo partita e scudetto e lei, perché con il suo arbitraggio sarà stato il principale responsabile della sconfitta”. Ammissione di colpa o confessione che sia, in fondo quel che cercava Sandrino lo trovò lungo la via.
  9. Probabilmente è un tifoso juventino. Il fatto che sia stato inquadrato al Meazza esultare ad un nostro gol fa quantomeno sorridere Noi però sogniamo sia un parente di Suning, che dimostrerebbe la competenza sportiva dello smilionatore. Non distruggeteci il sogno
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.