Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Gabriel84

Utenti
  • Numero contenuti

    359
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Comunità

617 Eccellente

1 follower

Su Gabriel84

  • Titolo utente
    Esordiente
  • Compleanno 02/10/1984

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Monza

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Non siamo in EL. Capita sempre a qualche prima di beccare una seconda forte. È capitato a noi a sto giro ma fortunatamente oggi siamo nella condizione di non temere nessuno. Penso siano più tristi loro di beccare noi agli ottavi l'anno della finale in casa. Emotivamente sarà anche una bella partita perché il singolo gol potrebbe essere decisivo. Magari non un grande spettacolo ma questo è più un problema di chi guarda da disinteressato.. È vero che l'Atletico non è esattamente quello di qualche anno fa, ma resto convinto che in un dentro fuori di questa importanza risfodereranno le loro carte migliori. Possiamo sicuramente passare ma ci vorrà una Juve che fa la Juve. Non vedo l'ora che si (ri)parta.
  2. Gabriel84

    Cristiano Ronaldo: parliamone

    Il problema non è Allegri, il problema è che prima non c'erano i forum. Trapattoni ha perso una finale in un periodo calcistico dove dovevamo vincere facile. E sarebbero state almeno 3 coppe campioni di fila che però il tempo e la storia hanno trasformato nella favoletta della coppa coppe e della targa uefa. Roba ridicola rispetto a quello che potevamo portare a casa. Lippi è dio con 3 finali perse su 4. Tutte le 3 finali perse aveva la squadra più forte. La squadra del 2005 e del 2006 viene osannata quando già stava giocando in un campionato di morti e in Europa esce con Liverpool ed Arsenal in maniera ridicola. Ma il problema è Allegri. Quello che ci ha regalato doppiette a non finire è che ha perso solo due partite veramente male: l'andata col real lo scorso anno e la finale di Cardiff.
  3. Apro questo topic per riassumere un po' di tematiche che in questo periodo sono state affrontate. Partendo dalla "qualità" del nostro campionato mi permetto di dissentire da qualsiasi commento che lo vede al di sotto di campionati come la bundes e sul livello della lingue 1. Gli episodi non valgono mai a prescindere. La Roma l'anno scorso non era tra le 4 migliori d'Europa come lo Shalke, ad esempio, non è superiore né a all Inter né al Napoli. Ogni annata fa storia a sé, Ma sopratutto i campionati vanno divisi tra squadre di prima fascia e non. (ovvero la differenza tra i valori massimi e quelli medio-bassi) Il ranking manco è perfetto ma direi che ad oggi la nostra posizione è giusta. L'Inghilterra non ha una Juve (ne City ne tantomeno il Liverpool secondo me sono al nostro livello ) però ha indubbiamente una batteria di squadre buone e molto buone che noi non abbiamo. La Spagna ha 3 squadre delle quali se vogliamo 2 sono simil Juve e la terza (sulla carta) è comunque più forte di qualsiasi altra italiana. Non significa che il campionato sia necessariamente più difficile (perché a differenza della premier, la Liga dal quarto posto in giù non la vedo molto diversa da noi) però il valore delle tre di testa rende la competizione in linea almeno teorica più avvincente (anche se nei fatti lo è stato poche volte) Qualsiasi altro campionato non è in alcun modo paragonabile. Tolto per singole squadre (la Germania a volte due quando azzecca il Dortmund) la nostra seria A è nettamente superiore. E lo è anche nella molto poco precisa classifica uefa. Il problema vero di questa serie A è sostanzialmente che noi siamo troppo più forti degli altri. Ma il livello medio non è affatto così disastroso. Se giocassimo contro un mare di pippe un fuoriclasse come Cristiano farebbe grappoli di gol ogni domenica. Se non li fa non è perché si è rincretinito, ma perché gioca in uno dei primi 3 campionati d'Europa. Qui si è passati dalle stelle degli anni 80 a considerarci spazzatura... Non è così. (o meglio ci sono stati degli anni in cui siamo calati vistosamente ma ora siamo in netta ripresa). Discorso due: "e ma gli anni 90" Gli anni 90 sono stati una farsa. Tanzi, Cragnotti e Gori hanno mangiato alle spalle delle gente, senza nessuna capacità e hanno allestito squadre senza soldi. Questo non è livello alto, questa è delinquenza. I Sensi per vincere hanno fatto debiti che la Roma a sta pagando ancora oggi. E qui mi riallaccio anche ad un discorso molto recente che dice "una città come Roma potrebbe essere un eccellenza assoluta" No. O meglio non in determinati punti. Non basta la storia ed il Colosseo. La Roma non ha trovato investitori manco quando vinceva una serie A ancora di alto livello coi vari Batistuta in squadra. Così come non li aveva mai trovati la Fiorentina (e parliamo di una certa Firenze) che quello stesso giocatore lo ha avuto per anni. Non funziona così. Il calcio va dove vanno i soldi. E i soldi vanno dove ci sono gli investitori e i consumatori. Se (ad esempio) i tifosi della Roma non vogliono più un Pallotta, è perché vogliono un nuovo Sensi. (ovvero uno che spende soldi che non ha). Così come un Parma o una Lazio. Quelle non sono state delle eccellenze, per niente. Le 7 sorelle degli anni 90 non sono un pregio. Sono una roba di cui vergognarsi. Oggi siamo ad un punto dove il calcio sta diventando sempre più uno sport planetario. Tutti i campionati (eccetto la premier che si è costruita un impero tutto suo) arriveranno a livelli simili. Il Barcellona ad esempio appena chiude Messi lo salutiamo. Rimarranno il Real, Noi, il Bayern e le inglesi. (Più il psg finché lo sceicco ha voglia). Basta. Il gota del calcio è questo. Perché queste sono le uniche squadre che vanno avanti da sole. Secondo me ci stiamo avviando verso una sostanziale situazione di noia dove le antagonista saranno sempre le medesime. Certo è bello essere tornati nel cerchio che conta ma il problema che si dovrà affrontare è grosso. Così non c'è più competizione a livello nazionale. Ed il calcio senza passione è destinato a morire. Presto o tardi.
  4. Qualche anno fa ovviamente avrei gradito un sorteggio morbido. Ma oggi penso che siano più le altre che vogliono evitare noi. E io mi voglio godere più serate europee affascinanti possibili. Quindi dico Liverpool o Atletico. Anche se spero negli inglesi perché l'Atletico dopo le delusioni in quelle due incredibili finali spero possa cullarsi un po' il sogno di andare avanti con la finale in casa. Per affrontare Shalke, Lione e simili c'è l Europa League che fortunatamente non facciamo lol
  5. Gabriel84

    Circo inter - Fanno ridere dal 1908

    Attento che adesso arriveranno in massa tutti i fanatici che passano la giornata a cercare su Google dove si sta parlando del loro gold preferito lol E ti diranno che in Hades lo raggiunge perché fa uno strato di cartavelina ghiaccciata sul ginocchio di shaka asd
  6. Io "temo" le italiane (come detto in realtà più i prescritti per tanti motivi.. Il Napoli in vista di una sfida del genere si autodistruggerebbe da solo lol) perché sono partite che prendono la logica e la buttano nel wc XD Al di là delle differenze tecniche uno Juve-Inter si quarti sarebbe da 1 X 2. Ed è un eventualità che preferirei evitare a monte. Quindi spero in un Barcellona in ciabatte. (purtroppo gli spurs sono capaci di non vincere lo stesso lol)
  7. E infatti ho scritto "sia mai che agli ottavi sculino", quindi passino, e poi ce li troviamo contro lol
  8. Sono io che preferirei non incontrare l'Inter lol Sia mai che agli ottavi sculino... Perché una partita contro di loro in ambito europeo, malgrado la nostra superiorità, potrebbe essere un brutto tranello. "Timore" che invece non riesco ad avere in un ipotetica sfida col Napoli.
  9. Ci può stare. Infatti molti palloni d'oro sono discutibili. Se avessero premiato Drogba non sarebbe stato uno scandalo. Però il calcio è sempre uno sport di squadra, il calciatore migliore può anche non vincere. Ad esempio per me nel 1998 avrebbe dovuto vincere il Ronaldo brasiliano. Autore di una stagione oggettivamente fantastica e senza dubbio superiore a quella di Zidane. Poi l'ha vinto un fuoriclasse che ha deciso una finale mondiale e ci può anche stare. Ma non premiare quel Ronaldo.. Insomma lol Se poi pensiamo che secondo arrivò Suker... Alla fine comunque penso che 4 a testa per Messi e Ronaldo sarebbero stati più giusti, ma meno no. La continuità che hanno avuto in un lasso di tempo così lungo è giusto che sia riconosciuta.
  10. No aspetta. Non fraintendere. È ovvio che in campo vanno i giocatori e quando ci sono questi è più facile vincere. Io discutevo il fatto che l'allenatore non conti o conti solo per una percentuale bassa. O meglio discutevo il fatto di farne una regola. Perché come detto ci sono squadre come quelle che ho elencato che mai avrebbero ottenuto gli stessi risultati con altri allenatori. Quindi nel loro caso l'incidenza del ct passa tranquillamente anche il 50% perché sono di fatto i primi artefici di quei successi. Ovviamente non è una regola, così come non è una regola che contino poco. Sono tantissimi i fattori per i quali l'incidenza di un allenatore è più o meno alta. A volte può anche essere più motivazionale che tecnica. A me conte ad esempio non piace proprio come ct, ma sono straconvinto che il primo scudetto non lo vincevamo manco con la fusione tra Lippi e Guardiola in panchina. In quello scudetto c'è tantissimo di Conte perché si è trovato in una situazione dove ha potuto il 110% del suo potenziale. (caratteriale, come senso di appartenenza, conoscenza della Juve vincente etc etc) Come dico sempre il calcio andrebbe valutato caso per caso e con la dovuta conoscenza. Perché per certi versi è uno sport atipico. (punteggio basso,non vince necessariamente il più forte etc) D'altronde nessuno sa chi allenava il Brasile del 70 ma tutti sanno chi è Clough lol
  11. Dillo all'Inter, al Porto, al Nottingham Forest e al Derby, all'Atletico etc lol Pensate davvero che queste squadre avrebbero fatto gli stessi risultati con altri allenatori? Certo in campo di vanno i giocatori. Ma in parte, a volte, nel calcio, le partite si vincono fuori dal rettangolo verde. (e non mi riferisco ad arbitri o altre scemenze lol)
  12. Ma guardiola vi ha rubato la ragazza? lol Cioè finché si parla di gusti è un conto (il suo gioco può non piacere, manco a me come detto piace) ma quando si parla di valore come ct... Diamine non so chi (forse masula) l'ha messo assieme ad Allegri. E giusto per... Io sono felicissimo di Allegri che reputo un buonissimo ct. Ripeto: Se gli mettono a disposizione milioni per fare le squadre o gli affidano i progetti tecnici di squadre già grandi (come al Bayern) un perché c'è. Mica certe società pagano guardiola quello che viene pagato per beneficenza. Tanti allenatori hanno allenato squadre fortissime, (e con esse hanno vinto) non è il primo e non sarà l'ultimo, ma non tutti sono considerati come Guardiola. Luis Enrique ha vinto tutto nel 2015 ma il suo Barcellona non sarà mai minimamente accostato a quello del 2009 ad esempio. E la differenza non sta solo nella giocatori, perché quello del 2015 aveva "solo" un tridente Suarez, Neymar, Messi. Lasciate stare dai, Guardiola è un genio schiavo del suo stesso io, ma sempre un genio rimane. Si diceva anche che il suo calcio non potesse esistere fuori da quel Barcellona ma invece è esistito sia in Germania che in Inghilterra. I risultati poi dipendono da mille fattori e soprattutto nel calcio non sono scientifici. Io poi sono il primo a preferire allenatori meno geniali ma più pragmatici, ma ciò non può diminuire in nessun modo il varole di Guardiola. Altrimenti chiudiamo tutto e andiamo a casa dai.
  13. Guardiola (che preciso: a me fa un gioco che proprio non piace) come allenatore è semplicemente geniale. Ha però il difetto principe di questa tipologia: È schiavo del suo steso genio che pone al di sopra di tutto. E nel calcio a volte serve del sano pragmatismo. Semplicemente perché ci sono situazioni che lo richiedono. Ma guardiola non lo accetterà mai, andrà sempre dritto per la sua strada e continuerà inevitabilmente anche a perdere partite che invece potrebbe vincere. E se ha allenato squadre forti e gli hanno messo a disposizione milioni per farle non è mica un demerito. C'è un motivo. Ed il motivo è che parliamo come detto di un allenatore di livello assoluto.
  14. Dybala è un bellissimo talento e un grande giocatore. (Probabilmente non è un fuoriclasse epocale ma chissenefrega) Il suo problema per quello che posso vederne/capirne io dall'esterno è il fatto di essere sostanzialmente una punta. Un po' atipica se vogliamo per alcune cose ma non è chiaramente un esterno né un trequartista. Dybala è il classico giocatore che sta nei due davanti nel 4-4-2. (poi girato come volete per fare i numerini, ma insomma quel modulo con due attaccanti che possono essere due prime punte, una punta più fisica e l'altra più tecnica etc etc ). Infatti io fondamentalmente penso che proprio il 4-4-2 sia il miglior modulo per questa juventus. Certo capisco che rinunciare a Manzukic non sia facile. È quel tipo di giocatore che si fa preferire dai ct in genere. Però noi abbiamo una bella batteria di ali e terzini che è un po' un peccato non sfruttare a pieno. Soprattutto con una mediana che per acciacchi vari avrebbe bisogno di più rotazione e con due soli posti si riuscirebbe a preservare al meglio tutti. Poi ovvio l'ampiezza della rosa permette tranquillamente diversi moduli in base agli stati di forma che devono essere sfruttati. Però una volta vorrei vederla una Juve cosi: Cancelo Bonucci Chiellini Sandro Bernardeschi due in mezzo Costa Dybala Ronaldo
  15. Decisione di una federazione debole. Indipendentemente da come finirà ci saranno altri casini. Per me c'era solo una cosa da fare: Non assegnare il trofeo. Tanto quella è l'unica cosa che forse possono capire, ovvero che con certi comportamenti ottieni solamente di non vincere una coppa che invece potevi portare a casa. E parlo in generale perché li la situazione è abbastanza identica.. Con la finale di ritorno invertita sarebbero successe le medesime cose. Non sono i tifosi del River è in generale il modo di vivere il calcio del sud America che è malato.
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.