Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

muro di scudi

Utenti
  • Content count

    4,767
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

2,903 Guru

About muro di scudi

  • Rank
    Ai Vist Lo Lop

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    carrara

Recent Profile Visitors

10,333 profile views
  1. Il prossimo allenatore con Ronaldo un anno in più,paratici che deve fare plusvalenze e compra giocatori random,auguri.
  2. muro di scudi

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    sarri sarebbe allenatore perfetto per una rifondazione,ma ovviamente si andrà avanti coi veterani fino alla putrefazione,vedi rinnovo matuidi
  3. muro di scudi

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    all in sulla coppa italia daje
  4. muro di scudi

    Lione - Juventus 1-0, commenti post partita

    Passiamo di riffe o di raffe eppoi fuori ai quarti con chiunque
  5. Siamo come i film di Alberto sordi
  6. La Spezia, 26 febbraio 2020 - La direzione sanitaria dell’ospedale policlinico San Martino di Genova ha reso noto che alle 3.30 di stamani (26 febbraio) un uomo proveniente dallo Spezzino "è entrato in contatto con alcuni profili operativi presso il nostro pronto soccorso, denunciando un forte dolore toracico; i nostri operatori sono subito intervenuti, prendendo in gestione l’uomo che però, durante l’anamnesi, ha dichiarato di essere venuto in contatto a sua volta con il paziente 1 della Spezia". L'uomo è stato trasportato nel reparto di malattie infettive e i 19 operatori del pronto soccorso sono stati accompagnati in isolamento fiduciario precauzionale, come da protocollo, nei nuovi ambienti dedicati del pronto soccorso e sono in attesa dei risultati del tampone a cui è stato sottoposto il paziente sospetto.
  7. Marina di Massa, 26 febbraio 2020 - Sono scappati da Codogno e si sono rifugiati al mare, lontano da ogni divieto e da ogni controllo. Sono le 10/12 famiglie di Codogno che sono venute, in silenzio, quasi in “clandestinità“, a vivere alla Partaccia, nella zona dei campeggi. Sono fuggite dalla “zona rossa“ lombarda , focolaio del coronavirus, per rifugiarsi qui a Massa, nelle classiche “seconde case“. A peggiorare le cose, dato che in questo modo hanno infranto ogni tipo di divieto imposto a chi abita o frequenta le “zone rosse“ in Lombardia e Veneto, c’è un secondo dato. Le autorità di pubblica sicurezza avrebbero saputo di quanto accaduto non per una sorta di autodenuncia, ma da altre fonte. In parole povere: dopo essere “evasi“ da Codogno, uomini e donne non avrebbero segnalato la loro presenza all’Autorità sanitaria, magari mettendosi da soli in quarantena. Avrebbero preferito tacere, fare finta di essere “turisti fuori stagione“. Ma la loro presenza, a questo punto si può dire per fortuna, non è passata inosservata e qualcuno ha segnalato l’arrivo dei “fuggiaschi“. E Asl e Polizia di Stato ieri hanno raggiunto la Partaccia per isolare le famiglie, le loro case e mettere tutti in quarantena. Impossibile, per adesso, stabilire se tra loro c’è qualche portatore sano del Coronavirsus. A dirlo sarà la prova tampone, in quanto, come ormai tutti sappiamo, il termometro non basta. Uno può avere la febbre e avere solo una banale influenza e il suo vicino, all’apparenza sanissimo e senza alcuna variazione di temperatura, essere portatore sano del virus.La nazione
  8. se trovo pieno pieno inizio a fare la mano morta per svagarmi
  9. Dalla giornata di ieri un gruppo di nove persone provenienti da Codogno è in isolamento volontario a Montemarcello. Dopo aver lasciato la località lombarda, "chiusa" per il coronavirus, hanno raggiunto il borgo della Val di Magra dove hanno una casa. "Stiamo predisponendo l'ordinanza di quarantena - conferma a CDS il sindaco di Ameglia, Andrea De Ranieri -. Il gruppo sarà... Leggi la notizia integrale su: Citta della Spezia
  10. «La Regione non allestisce alloggi per gli operai cinesi» Mario NeriPRATO. O ci fornite strutture in cui far svolgere la quarantena ai dipendenti o li lasceremo in giro senza alloggio. Non così crudo, ma è più o meno questo il succo del messaggio fatto recapitare da alcuni imprenditori cinesi di Prato al governatore Enrico Rossi e alla task force incaricata di gestire l'emergenza coronavirus in Toscana. È lo stesso Rossi a dare la misura dell'allarme e a chiedere che nessuno torni in Toscana. «Sentiamo dire di alcune centinaia di persone che starebbero per tornare dalla Cina senza avere una casa e che chiedono a noi di istituire centri di isolamento a Prato. Sia chiaro: non allestiremo strutture temporanee che risolvano problemi di domicilio per chi non ne ha uno adeguato, come invece ci viene chiesto dagli imprenditori cinesi di Prato che adesso annunciano di voler negare gli alloggi a chi rientrerà dalla Cina, generando così situazioni di sfruttamento e illegalità. Se ne restino in Cina». «No a soluzioni fai-da-te - avverte l'assessore all'immigrazione Simone Mangan - Non possiamo creare una soluzione che rischia di richiamare quella della famosa nave da crociera Diamond». Insomma, no a un Lazzaretto. È stato Xu Qiulin, detto Giulin, noto rappresentante della comunità cinese, a dichiarare che 600 cinesi starebbero per rientrare ma non avrebbero un posto. Di fatto un aut aut che rischia di incrinare i rapporti fra la Regione, comunità e diplomazia cinese in un momento di massima fibrillazione e, appunto, generare paura e caos. Certo, sopratutto dopo la scia di polemiche innescata dalle accuse del virologo Roberto Burioni al presidente e al ministero per non aver imposto l'isolamento obbligatorio a chi rientrava, ma anche perché le parole di Rossi sembrano confermare le preoccupazioni sollevate da giorni da Stefano Mugnai e Erica Mazzetti. Per i due parlamentari di Forza Italia a Prato c'è «un rischio infezione più alto perché molti cinesi vivono e lavorano nei capannoni». Insomma, il far west delle fabbriche-dormitorio esiste ancora. E in fondo finora si sa che a Prato sono rientrate circa 1500 persone. E quelle sono o hanno già finito la quarantena. Ma all'appello ne mancano ancora mille. Lasciare che anche solo una, magari contagiata, non sappia dove svolgerla potrebbe avere conseguenze enormi. Rossi lo sa bene: «Le disposizioni del ministero - dice - parlano di una quarantena a domicilio volontaria sotto sorveglianza e solo in casi eccezionali le Asl hanno l'obbligo di disporre soluzioni alternative». Quindi, continua, « invito la comunità cinese e il console a garantire che chi è senza domicilio adeguato non ritorni. La questione ha un evidente risvolto nazionale, chiederò che anche il governo intervenga». Il pressing degli imprenditori arriva dopo giorni di caccia infruttuosa. Solo due giorni fa, con un'ordinanza, il sindaco dell'Abetone Diego Petrucci ha di fatto vietato ai proprietari di case e alberghi di affittare ai cinesi. Intanto, in Maremma, a Sorano, Pitigliano e Castell'Azzara, i sindaci hanno fatto scattare un'ordinanza di chiusura delle scuole per un un caso sospetto di infezione per un'infermiera piacentina che nei giorni scorsi è tornata a trovare i genitori. --il tirreno
  11. Prato, 24 febbraio 2020 - Sotto le note di Gigi Paoli, va in scena l'assalto alle casse del supermercato. Di solito il lunedì mattina al "super" di Prato, viale Leonardo Da Vinci, è il deserto o quasi invece nella settimana del coronavirus più virulento in tutta Italia ecco che alle 9 all' Esselunga di Pratilia c'è la coda ovunque. "Par d'essere a Natale" dice una commessa. " E invece ci scappa la terza guerra mondiale ma batteriologica" le fa eco una pratese 70enne. I clienti più numerosi? I cinesi di Prato. Diversi con mascherina d'ordinanza. Acquistano di tutto a partire da litri e litri di acqua naturale. I pratesi hanno dato invece l'assalto alla pasta. Resta l'integrale. E di tutti i tipi. Perché ora c'è da salvare la pelle mica fare la dieta a zona.
  12. muro di scudi

    L'annuncio di Matuidi: "Resto alla Juventus un altro anno"

    Costa più rinnovare a matuidi o andare a prendere castrovilli a 60mln🏃
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.