Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

IlGianni

Utenti
  • Content count

    309
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

174 Buona

About IlGianni

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

2,210 profile views
  1. Come ho avuto modo di scrivere in altre discussioni ho la sensazione che il giocattolo si sia rotto e che per aggiustarlo occorre procedere con una pulizia generale. Partendo da chi ci ha reso grandi e che ha indubbiamente perso negli ultimi due/tre anni il bandolo della matassa: Agnelli. Se invece di giocare con i altri bambini a fare l'Eurolega e a inserire nel CDA aziendale amici, signorsì e figurine si fosse preoccupato di Juve, di progetti di crescita e di sostenibilità della crescita non avremmo fatto 2 passi avanti per poi farne 10 indietro. Nedved (giocatore che ho adorato) è una figurina, spesso smentita nelle parole, Cherubini e Arrivabene non capisco che meriti e competenze abbiano ma temo che stiano gestendo qualcosa più grande di loro, gli allenatori (ahimè tutti gli ultimi tre) sono stati parafulmine per gli errori commessi. Errori in fase di mercato che possono capitare (si sbaglia a valutare un calciatore, si spera che Ramsey sia in grado di stare in piedi su due gambe etc). I vari DS non hanno denuto conto un aspetto fondamentale per essere calciatori della Juve: essere prima di tutto uomini, non mollare mai, avere rispetto di tutti ma paura di nessuno. Di uomini così nella rosa ne conto massimo 3/4..
  2. Io vedo un gran pessimismo che non mi piace per nulla. la squadra è amalgamata in modo assolutamente migliorabile e gli ultimi due anni non hanno certo aiutato l'autostima e le certezze. però proviamo a fare un esercizio: De Ligt, Bonucci e Chiellini: il primo una certezza, i secondi sono i professori che ci hanno aiutato a vincere l'europeo. Locatelli: gran giocatore, già di esperienza e che migliorerà ancora; Rabiot: nazionale francese che se messo nelle condizioni di giocare il suo calcio vale tre Matuidi; Arthur: nazionale brasiliano che l'hanno scorso non ha giocato. Kulu, Chiesa, Kaio Jorge e Kean: volevamo i giovani? a parte Kean che non mi piace (parere personale e confutabilissimo) gli altri emergeranno Dybala e Morata: Croce e delizia della squadra. Se ingraneranno e faranno una stagione come nelle loro possibilità ci toglieremo delle soddisfazioni. Allegri: a mio avviso deve fare il punto di forza. Deve fare l'Allegri e far giocare questa squadra di rimessa, farla correre e così potremmo diventare letali.. Ditemi quali altre squadre, Inter a parte, hanno le stesse potenzialità
  3. 7 - Locatelli - Centrocampo 7 perché anche se in entrata non ci sono stati botti particolari e in uscita non abbiamo venduto gli esuberi, siamo riusciti a schivare Pjanic, Icardi e altre vecchi bidoni dell'ultimo momento e perché siamo, in condizioni economiche di evidente difficoltà, riusciti a tenerci De Ligt, Chiesa e Dybala. L'ideale per me sarebbe stato riuscire a cedere Ramsey per Paredes e in quel caso il voto sarebbe stato anche più alto
  4. IlGianni

    I problemi che si vedono in campo nascono spesso fuori

    concordo su quanto scritto da chi ha aperto il topico e aggiungo una cosa ulteriore: io ricordo che la Juve comprava prima uomini poi giocatori. I bambocci (leggi Cassano, Balotelli e compagnia bella) venivano lasciati ad altre squadre.. Ora sono estremamente preoccupato che torni Kean (a me tecnicamente non piace ma soprattuto non piacciono i comportamenti), che si cerchi Icardi (che per carità la butta dentro ma è esattamente il contrario di un uomo squadra) e, finisco, che ci sia tutta questa necessità di comprare straniero (ovviamente è più difficile fare amalgama quando non si parla la stessa lingua, vero Ronaldo?).
  5. IlGianni

    Cristiano Ronaldo capocannoniere di Euro 2020

    Ovviamente nessuno discute la grandezza assoluta di Ronaldo ma il post è impeccabile! Lancio una provocazione ulteriore e so già che alzerà un polverone: io mi terrei stretto come seconda punta (falso nove) anche Bernardeschi che sia nei piazzati che nei rigori non è affatto male.
  6. Milnekovich per Demiral: lo prendiamo a 10 + un primavera e vendiamo Demiral a 40 facendoci anche una bella sopravvenienza. Da sottoscrivere ad occhi chiusi
  7. IlGianni

    È morto Giampiero Boniperti

    RIP 😪
  8. Icardi non lo vorrei neppure in cartolina. Giochi in 10, non ha neppure più la vena realizzativa di qualche tempo fa, crea casini e gioca un calcio ormai giurassico.
  9. Confermerei Pirlo in mancanza di un nome di peso e di esperienza (Klopp, Ten Hai) ma con una condizione fondamentale: che ci lasci Ronaldo. Sia chiaro nulla contro il più grande di tutti i tempi, nulla contro la sua statura e le sue qualità sopra ogni possibilità di critica. Ronaldo è un lusso che la Juve non può più (e forse non ha mai potuto) permettersi. Occorrono 11 + 3 (5) giocatori in campo che si aiutino, che abbiano ruoli definiti e posizioni in campo. Ronaldo è una splendida anomalia che vuole accentrare su di se il gioca, che non copre la fascia sinistra, che non rientra e cannibalizza le risorse della squadra. Il Real Madrid dei tempi d'oro aveva un telaio e un centrocampo che poteva permettersi un giocatore di questo tipo, la Juve non ce l'ha e dubito possa averlo in futuro. Senza Ronaldo i 3/4 davanti (ammesso che rimangano gli stessi e io farei la firma per avere Chiesa, Kulu, Morata e Dybala) si aiutano, coprono meglio il campo e si esprimono al meglio delle loro potenzialità. E' ora di svoltare e lasciare andare un grandissimo che però non ci ha permesso di fare il salto sperato verso la Champion
  10. l'ultima volta che ho guardato una trasmissione rai c'erano ancora le prove di trasmissione dopo il termine delle trasmissioni. che problema vuoi che sia
  11. IlGianni

    Quale allenatore?

    Sarà rifondazione, spero anche a tutti i livelli societari partendo dal presidente per cui, considerando che nella rifondazione occorre fare un piano bi-triennale mi piacerebbe un allenatore in grado di fare scelte anche sul mercato, con un idea e una filosofia di gioco e con un certo carisma nei confronti della rosa che necessariamente sarà molto rinnovata e formata anche da giocatori meno da copertina e più funzionali. Detto questo mi piacerebbe Klopp, ma punterei su Ten Hag
  12. La Juve di Lippi vinceva con una squadra solida e in controllo. Mi divertiva molto. La Juve di Zoff non vinceva molto ma non mi dispiaceva come giocava. La Juve di Conte mi piaceva per la grinta e spesso anche per il gioco, così come le prime di Allegri. Perdere non diverte ma a volte bisogna rendere merito all'avversario
  13. assolutamente d'accordo sul fatto che ognuno la pensi come vuole.. ma il calcio io lo vedo come un divertimento, un passatempo e un gioco. Se non mi diverto non l'ha ordinato il dottore di seguirlo.. Poi c'è chi ne fa una questione di vita o di morte..
  14. Io trovo questa discussione piuttosto sterile: Che ci importa del bel gioco a noi ci basta vincere.. Vincere per vincere è come fare a gara con gli amici per vedere chi ce l'ha più lungo (mi scusino le signore e signorine del forum..) Il calcio, che vi piaccia o meno, è spettacolo, divertimento, emozioni e chi paga per uno spettacolo paga per divertirsi e, magari se si diverte vince anche.. Chi è interessato solo a vincere è solo un collezionista di trofei, uno che quando parla con gli amici snocciola i numeri e non le emozioni, la passione e, a volte anche le sofferenze, che lo sport sa dare.. Sai che mi frega dei avere 39, 43 o 54 scudetti? Invece mi interessa che le 2 ore che spendo siano spese bene, con uno spettacolo decoroso e che mi stimoli a vedere anche la partita successiva. Se almeno con Pirlo avessimo giocato bene sarei più sereno anche nei risultati
  15. Ieri Guardiola, giocando senza centravanti, e quasi senza attaccanti, ha dato una prova magistrale di bravura: la squadra sapeva esattamente cosa fare, i giocatori si aiutavano e sviluppavano un gioco corale senza troppe primedonne (alcune relegate in panchina). Serve un allenatore che sappia cosa fare e che convinca i giocatori a correre per il campo e non a passeggiare. io preferirei un allenatore straniero di polso, oppure un allenatore tra quelli che sono stati proposti con un'idea di gioco (e con qualche giocatore funzionale): De Zerbi o Italiano.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.