Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

BoJay Horseman

Utenti
  • Content count

    121
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

85 Buona

About BoJay Horseman

  • Rank
    Short muzzle

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Hollywoo

Recent Profile Visitors

242 profile views
  1. La relazione dell’organismo di vigilanza alla procura federale esamina gli scambi della Juventus e l’affare Osimhen-Napoli 27 Ottobre 2021 Roma — Sessantadue trasferimenti di mercato, concentrati tra il 2019 e il 2021, sono oggetto di una relazione finita sul tavolo della Procura federale. Scambi a prezzi alti, a volte altissimi, senza che si muovesse davvero un solo euro. O quasi. La Covisoc (Commissione di vigilanza sulle società di calcio) ha inviato al Procuratore della Figc Giuseppe Chinè e per conoscenza al presidente Gravina una relazione sulle plusvalenze degli ultimi due anni. Invitando ad approfondirne la natura. Per l’organo di vigilanza che monitora i bilanci, quegli affari sembrano incidere in modo significativo sui conti, evidenziando delle criticità. La relazione è generica: denuncia un sistema. Ma un allegato — con nomi, cognomi e soprattutto numeri — descrive tutte le operazioni più rilevanti. In particolare, quegli scambi in cui sono entrati calciatori valutati cifre significative senza una reale ragione sportiva. Franco Tongya e Marley Aké, che Juve e Marsiglia hanno scambiato per 8 milioni (quindi a saldo zero), giocano rispettivamente nella quarta serie francese e in Serie C. Oppure i quattro calciatori del Napoli che il Lille si è preso per 20 milioni nell’affare Osimhen: tre sono tornati in Italia, due in Serie D, uno in C, un altro è al Lille senza aver giocato mai. Nella maggior parte dei casi, una delle società coinvolte è la Juventus (sullo stesso tema si è mossa la Consob): i trasferimenti interessati sono 42, ma in particolare ci sono 21 calciatori scambiati per 90 milioni. Operazioni che però hanno fatto circolare realmente poco più di 3 milioni, producendo benefici a bilancio per il club bianconero di oltre 40. Ci sono poi anche gli affari con l’estero: Pjanic-Arthur col Barça, Cancelo-Danilo col City, cifre elevate per giocatori però di prima fascia. Certo le plusvalenze sono eredità di un mercato diverso da quello di oggi: l’allentamento del Fair play finanziario e la possibilità di spalmare le perdite su più esercizi hanno ridotto drasticamente la necessità di ricorrervi. Ma per anni hanno costituito per tutti un elemento chiave della contabilità. Basti pensare che la Federcalcio, nel suo report annuale sui conti, separa i ricavi netti dai ricavi da plusvalenza. Il motivo è che non si tratta di introiti prevedibili: come pianificare la cessione di un calciatore? C’è però un’altra domanda davanti a cui la stessa Covisoc deve arrendersi: come stabilire se il valore di uno scambio è congruo? Uno scoglio su cui si sono arenate anche le indagini della procura di Milano del 2018 su Inter e Milan. Ora la palla passa a Chinè, già in una posizione scomoda per il doppio incarico di procuratore federale e di capo Gabinetto al Mef (dimenticò di inserire l’incarico in Federcalcio tra le possibili cause di incompatibilità, salvo aggiungerlo in un secondo momento). Ora avrà l’onere di indagare. Repubblica.it
  2. Basti pensare alla famosa valigetta di Preziosi. Ho sempre trovato incredibile che sia lui che Masiello, trovati con le mani nella marmellata, non solo non siano stati radiati, ma abbiano subito squalifiche più brevi di quella di Moggi.
  3. Senza dubbio, se vincessero i partenopei si vanterebbero del successo per altri 30 anni (ancora parlano dello scudetto di Maradona…).
  4. Il problema è che il Milan con tutta probabilità sarà fuori da ogni competizione europea, e questo consentirà loro di dedicare tutte le energie al campionato.
  5. Allo United il 3-5-2 è improponibile, credo che giocherà in modo simile al Chelsea, con tre uomini offensivi. Altrimenti troppi giocatori in rosa di talento non sarebbero utilizzabili.
  6. C’è da dire che questi video raccolgono sempre il meglio dell’allenamento. Chiaramente non inseriscono stop errati, svirgolate e tutto il resto.
  7. BoJay Horseman

    Kaio Jorge

    Lo proverei più spesso, considerando che Kean e Morata stanno dando un contributo davvero scarno alla nostra causa.
  8. Qualche post fa un utente ha detto una sacrosanta verità a mio parere, Cristiano avrebbe dovuto trasformarsi in un nuovo Altafini è così sarebbe stato decisivo anche sino a 40 anni, perché nessuno ha mai avuto la sua capacità nel segnare in ogni possibile modo. Però lui è molto orgoglioso e vuole giocare ogni volta tutte le gare e nello stesso modo in cui le giocava 7/8 anni fa, impossibile perché lo spunto e il dribbling per le lo scorrere inesorabile del tempo si perdono. Resto dell’idea che l’unico allenatore che abbia saputo valorizzarlo al 100% dopo i 30 anni sia stato Zidane, che lo centellinava a dovere risparmiandogli diverse partite della Liga per sfruttarlo nei big match di Champions. Meno quantità ma più qualità.
  9. Lo United ha tantissima qualità nella rosa, c'è da dire che giocare insieme a questo Cristiano non è semplice, perché ti costringe a correre il doppio. Un dato che dovrebbe far riflettere è che se Solskjaer verrà mandato a casa sarà il 5 allenatore diverso in 4 anni per il portoghese.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.