Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

maur

Utenti
  • Content count

    3,610
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1,800 Guru

2 Followers

About maur

  • Rank
    Titolare

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. A me preoccupa la filosofia generale che ormai Allegri non cambierà più. Cuadrado non deve andare alla bandierina come lui suggerisce, Cuadrado ha compagni liberi e tempo per il passaggio, deve onorare il gioco del calcio e fare la cosa giusta, o almeno tentarla. Il minimalismo della bandierina, se non ci sono più la BBC e Buffon, non porta da nessuna parte. Vi ricordate quando tirare in porta contro la Juve era un'impresa? Adesso qualunque squadra avversaria ci fa 15-20 tiri: a che serve speculare sul risultato se non sei in grado di difenderlo?
  2. Anche il Chelsea a Madrid continuava ad attaccare dopo il 3-0. Non esistono le formule vincenti, le partite si vincono in campo.
  3. Forse sbaglio ma ieri sera la squadra ha giocato a ritmi diversi e in queste situazioni si aprono molti più spazi, vitali per un monopiede un po' macchinoso come lui. Il gioco lento e rimasticato delle ultime settimane esalta i suoi difetti e minimizza i suoi pregi, ha bisogno di campo su cui sprigionare i cavalli del suo motore. Penso che dipenda più da questo che dall'assetto tattico.
  4. Si, la differenza fisica è evidente ma siamo anche poveri di talento. Adesso è entrato Leone che si sta comportando meglio degli altri.
  5. Quintali di errori di esecuzione, come i fratelli maggiori. Anche quelli più tecnici non sfuggono alla regola.
  6. Una marea di passaggi sbagliati in rifinitura, sembra di vedere la prima squadra. Dal punto di vista fisico invece la squadra è dinamica e pressa molto.
  7. maur

    Juventus - Milan 0-3, commenti post partita

    Può darsi che sia ora di rifondare completamente, le rifondazioni richiedono tempo per ottenere risultati ma restituiscono nuove motivazioni a tutta la baracca. Solo che farlo adesso sarebbe come imboccare a caso una via d'uscita da un labirinto, le probabilità che sia quella giusta sono decisamente poche. Prima bisognerebbe, secondo me, togliere di mezzo tutti gli orpelli che ci hanno castrato nell'ultimo biennio, la ricerca del gioco, le fisime estetiche, la fissazione per il possesso palla e ammennicoli vari: rimettere la vittoria al centro del villaggio, come direbbe Garcia. E come secondo passo servirebbe un allenatore vero, non un teorico: uno capace di fiutare la partita, di motivare i giocatori, di cambiare la tattica, insomma uno che sappia fare l'allenatore. Voglio farti notare una cosa: per mesi Pirlo ci ha detto che la mancanza del periodo di preparazione e la frequenza esagerata delle partite hanno impedito alla squadra di esprimersi al meglio, bene, dal giorno dell'eliminazione dalla CL il tempo per allenarsi e capire bene gli schemi e le cose da fare c'è stato ... e lì è iniziato il vero tracollo. Una partita come il ritorno col Porto adesso sarebbe miracolosa, quello che la squadra è stata capace di combinare a Firenze, a Udine e col Milan è assolutamente allucinante, e nessuno si sta salvando, non c'è un solo giocatore che stia rendendo nella media delle sue possibilità. Una valutazione sul valore dei giocatori, fatta oggi, sarebbe catastrofica, occorre prima riattaccare i cocci affidando la squadra ad uno che non la distrugga dall'interno.
  8. maur

    Juventus - Milan 0-3, commenti post partita

    Il fatto è che noi giochiamo al contrario: corriamo quando hanno la palla gli avversari e camminiamo quando ce l'abbiamo noi. Ora, è evidente che camminando non si creano pallegol, è evidente a tutti tranne che al nostro mister. Ma la cosa che mi lascia esterrefatto è la nostra disorganizzazione difensiva, se va a vuoto il primo pressing difendiamo come una squadra juniores, tutti corrono dietro la palla e nessuno la prende. Anche a difesa schierata commettiamo errori da dilettanti, esempi più recenti i gol di Molina e Rebic, e ovviamente prendiamo almeno un gol a partita. Abituato a 8 anni di Conte e Allegri questi ultimi due mi sembrano un incubo. A valle di ciò vanno inseriti gli errori tecnici puerili dei giocatori, di tutti i giocatori cominciando da Szczesny per finire a Ronaldo. E se tutti i giocatori sbagliano, il sospetto che molto dipenda dalla confusione che c'è in campo è forte.
  9. maur

    Udinese - Juventus 1-2, commenti post partita

    La piccola differenza è che Allegri faceva 95 punti a campionato vincendo così.
  10. maur

    Udinese - Juventus 1-2, commenti post partita

    Abbiamo ruminato calcio per 90' ricavando solo il tiretto di Dybala, abbiamo fatto due ripartenze veloci e ottenuto un gol e un'azione sprecata da Cuadrado solo perché voleva per forza passarla a Ronaldo. Un allenatore vero avrebbe capito da mesi.
  11. maur

    Atalanta - Juventus 1-0, commenti post partita

    Bene, adesso il bel giuoco ce l'abbiamo, abbiamo giocato alla pari con l'EuroAtalanta. Però non abbiamo più il risultato, peccato. Ma tanto a noi dello scudetto non ce ne frega niente, giusto? Vogliamo vincere la CL giocando all'attacco, quindi siamo sulla buona strada ... 🙄
  12. maur

    Cagliari - Juventus 1-3, commenti post partita

    Per fare il salto di qualità dobbiamo indovinare l'ultimo e il penultimo passaggio nelle ripartenze, segneremmo caterve di gol anestetizzando le amnesie difensive. Emblematico il passaggio di Rabiot a centro area con 4 juventini che venivano a rimorchio da soli, e nel primo tempo su tutti i cross a rimorchio di Kulusevski non c'era mai nessuno.
  13. Se non ha dietro una società che vuole prenderlo il Bosman di turno non va da nessuna parte, al massimo può chiedere di essere svincolato e restare fermo. Se tutti rispettano le regole, le regole funzionano; credo che abbiano come riferimento le leghe americane in cui il Commissioner ha poteri amplissimi come garante degli interessi collettivi.
  14. Il messaggio mi sembra chiaro: giocheremo come all'andata, il discorso della pazienza significa proprio questo. Passaggi interminabili e pochi tiri in porta, nella speranza di non regalare palloni sanguinosi ai loro attaccanti. A questo proposito mi preoccupa molto Arthur, che sabato non era assolutamente in condizioni di giocare, basteranno 3 giorni in più a renderlo presentabile? La mia sensazione è che prenderemo un gol, come contro Ajax e Lione, perciò non ci resta che puntare al 3-1, altro che pazienza.
  15. Non ce n'è uno che faccia due cose buone consecutive, se indovinano la prima sbagliano inevitabilmente la seconda.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.