Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

maur

Utenti
  • Numero contenuti

    1.382
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Comunità

1.396 Eccellente

1 follower

Su maur

  • Titolo utente
    Titolare

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Il mito di Conte incapace in Europa nasce in effetti proprio per le prestazioni in EL. Tutto sommato aveva alternato gare sbagliate a partite buone, quello che ci si aspettava da una Juve che si riaffacciava nell'Europa seria dopo parecchio tempo. Ma le 3 sfide di EL contro Trebisonda, Lione e Benfica furono desolanti dal punto di vista del gioco e il ritorno in casa coi portoghesi la classica goccia che fa traboccare il vaso.
  2. Certo che vale anche il contrario, ci mancherebbe!!!! Sono, in un caso o nell'altro, proiezioni del proprio pensiero in una situazione ipotetica, quindi vale (quasi) tutto. E' piuttosto una questione di probabilità: siccome Allegri sta vincendo quasi tutto, il margine a disposizione dell'allenatore "estetico" è ridottissimo; la cosa più probabile sarebbe vincere qualcosa in meno giocando decisamente meglio. Potrebbe anche essere un compromesso accettabile.
  3. Si ma alla fine sono due facce della stessa medaglia: si tratta essenzialmente di non farsi trovare impreparati quando si perde la palla. Sia Conte (gli ultimi 2 anni) sia Allegri hanno quel concetto in mente, cioè una visione "difensiva" del gioco. I ritmi bassi favoriscono un gioco più ordinato e lineare, i capovolgimenti di fronte portano anarchia in campo; più tieni la partita dentro i binari più aumentano le possibilità di vittoria della squadra più forte, più la partita diventa imprevedibile più il risultato diventa imprevedibile. Quante volte abbiamo sentito Allegri ripetere che bisogna intercettare e non contrastare perché nel contrasto non si sa dove può andare a finire la palla? E se vuoi intercettare non vai ad aggredire alto in modo ossessivo, al contrario retrocedi e stringi gli spazi aumentando la possibilità di intervenire chiudendo una linea di passaggio. Soprattutto quando sei avanti nel punteggio. E allo stesso modo in fase di possesso non ti butti in avanti ma fai salire tutta la squadra girando la palla e tenendo i reparti vicini in modo da limitare i contropiede avversari. Ed ecco i tanti 1-0, 2-0 o 2-1. Questo tipo di gioco può non piacere, anzi è probabile che non piaccia, nessuno è obbligato ad abbracciarlo come una fede, e infatti non piace molto neanche a me. Da qui a dire che con un altro allenatore e un altro tipo di gioco vinceremmo le stesse cose facendo miglior figura ci passa un oceano.
  4. Il FPF nasce per evitare che faccendieri e intrallazzatori entrino nel calcio per guadagnarci e lascino terra bruciata quando si stufano, e il concetto è tuttora validissimo. Cosa succede se Suning porta il bilancio dell'Inter a 500 mil con immissione di denaro fresco ogni anno e poi all'improvviso si defila perchè ha raggiunto il suo scopo, perchè ha individuato altre strategie di penetrazione o anche perchè il Partito gli dice "basta"? Tutti sarebbero d'accordo nell'accogliere a braccia aperte i soldi che arrivano, perfino l'UEFA, ma Valencia, Leeds e altri esempi illustri tipo la squadra russa che prese Eto'o e poi scomparve dopo 2 anni, ammoniscono a stare attenti. Il problema della forbice che dici tu esiste eccome, ma togliere il FPF sarebbe pericolosissimo. Al limite meglio tassare i più ricchi per diminuirne lo strapotere, ma poi come li redistribuisci quei soldi? Edit. Mi ero dimenticato il concetto più importante: ci vuole pazienza e competenza; si può arrivare in alto anche col FPF, solo che ci vuole tempo. La ricerca di scorciatoie è sempre pericolosa, ma il Milan è abituato a fregarsene delle regole.
  5. Stai perdendo di vista la discriminante principale: la distanza da cui parte il pallone. Se il pallone arriva da 20 metri o addirittura di più, come nel caso di un corner, non ci sono scusanti: hai tutto il tempo di togliere la mano e se non lo fai è rigore, non possono esserci discussioni su questo, tutte le polemiche di questi giorni si basano su aria fritta. Nessuno devia la palla, né nel primo caso né nel secondo, quindi sono entrambi rigori. Can salta per prendere di testa la palla che arriva da 25 metri; sbaglia valutazione e la prende con la mano: come può non essere rigore? Dice "Ma Ekdal gli dava fastidio". Certo, l'avversario è lì per darti fastidio, te lo dicono la prima volta che, a 7 anni, giochi la prima partitella .... Allo stesso modo Ferrari, braccio largo o meno, non può accampare scusanti se non toglie la mano, il cross arriva da ancora più lontano e non ci sono deviazioni che gli cambiano la traiettoria. Ad ogni corner ci sono capannelli in area e nessuno si permette di prendere la palla con le mani giustificandosi con la presenza dei capannelli. Il paragone con Biraschi non è corretto perchè la palla parte da più vicino e non c'è il tempo materiale per togliere la mano; a quel punto valgono le considerazioni sull'ingombro, sul braccio aderente e così via. Ma non valgono su un cross che arriva da Marte. Quello di Berna a Cagliari è un caso limite: la palla arriva violenta da una decina di metri, forse un po' meno, lui ha effettivamente il braccio largo ma cerca di toglierlo senza riuscirci. In queste condizioni si può valutare benignamente il tentativo di toglierlo (come ha fatto l'arbitro) oppure severamente il braccio troppo largo. Ma nei 2 casi attuali il regolamento è chiarissimo, e infatti i 2 rigori sono stati concessi dopo che ben 2 arbitri li hanno visti dal campo e dalle immagini TV.
  6. Però il segnalinee un fuorigioco di 2 metri me lo deve vedere subito, senza ricorrere al VAR, no? Se non lo ha segnalato a causa dell'incertezza del contrasto tra Defrel e Sandro allora andarlo a rivedere rientra perfettamente nello spirito del gioco; se invece non lo ha proprio visto (come parrebbe) allora hai ragione tu ma l'errore rimane colossale.
  7. Secondo me invece i rigori c'erano entrambi, e infatti sono stati concessi entrambi dopo che ben 2 arbitri li hanno visti in campo e alla moviola. Dobbiamo partire dal fatto che il cross proviene dal calcio d'angolo (in tutti e due i casi) e non viene deviato da nessuno; quindi ci sono 20-25 metri di traiettoria da quando parte il tiro a quando la palla tocca la mano: in questo caso se ti fai sbattere la palla sul braccio è rigore, fine delle discussioni. Naturalmente sia Can che Ferrari hanno l'attenuante di essere stati coperti da compagni o avversari durante il percorso della palla ma ciò non basta ad evitare il rigore. Sarebbe stato diverso se Ekdal nel primo caso o uno dei tanti giocatori davanti a Ferrari nel secondo avessero toccato la palla modificandone la traiettoria; allora sì che la discriminante sarebbe diventato il braccio largo e il movimento congruo. Nel primo caso sarebbe stato rigore perchè Can aveva il braccio largo, nel secondo no perchè Ferrari aveva il braccio più aderente al corpo.
  8. Appunto. Per questo dicevo che il discorso è delicato, e mandare avanti lo sport a fare da battipista non mi sembra la cosa più sensata.
  9. Il discorso è delicato, però fino a che la Turchia e le squadre turche continuano a giocare tranquillamente con tutti direi che la decisione di non disputare la coppa a Jedda sarebbe incoerente con il comportamento generale. Naturalmente la Turchia è solo un esempio, ci sono tante situazioni di oppressione in giro per il mondo e nessuna nazione viene sportivamente ghettizzata, a quanto mi risulta. Mi pare la solita invenzione radical-chic secondo cui chi dovrebbe dare il segnale educativo è sempre "qualcun altro", diverso da chi lo propone; ci sarebbe un'espressione molto colorita per inquadrare la faccenda ma non voglio aggirare i filtri ...
  10. Perchè in Italia piove a dirotto 😊
  11. Per me il problema è l'atmosfera che si respira intorno al calcio in Italia. I play off sarebbero la sublimazione delle polemiche, della dietrologia, del complottismo; penso che creerebbero veramente una questione seria di ordine pubblico. Hai detto bene: i play off li hanno inventati gli americani che concepiscono lo sport essenzialmente come spettacolo; quando in Italia arriveremo alla stessa concezione metteremo anche noi i play off, è un passo inevitabile. Difficilmente invece avverrà il primo presupposto, quello di abbassare i toni ed avvicinarsi allo stadio con approccio pacifico e ludico: gli italiani considerano la guerra una partita di calcio e la partita di calcio una guerra. Meglio diluire le emozioni in 30+ partite che in un unico episodio.
  12. maur

    Juventus - Napoli 3-1, commenti post partita

    E tu, sempre a mo' di sfottó, inviagli il tabellino, o anche la classifica
  13. maur

    Juventus - Bologna 2-0, commenti post partita

    Credo che avesse già un inizio di pubalgia, non ricordo esattamente. Però l'inizio della stagione successiva lo ha visto ancora balbettante fino a che non si è operato.
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.