Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

  • Annunci

    • VS Info

      Nuova versione VecchiaSignora.com: nuovo login e nuove funzioni   10/01/2018

      Benvenuti nella nuova versione di VecchiaSignora.com. L'aggiornamento all'ultima versione disponibile vi permetterà un'esperienza d'uso moderna e velocizzata dei contenuti del forum. Abbiamo così deciso di raccogliere alcune delle nuove funzioni a vostra disposizione.   Nuovo login In questa nuova versione del forum non esistono più gli username ma soltanto i nomi visualizzati. Questo significa che per effettuare l'accesso al forum il nome utente che dovete utilizzare è quello che vedete accanto ai vostri post! Ovviamente resta invariata la vostra password d'accesso           Nuova modalità provvedimenti Modalità provvedimenti completamente rivoluzionata. È presente una lista di infrazioni standard alla quale corrisponderà un punteggio di provvedimento. Raggiunti i 10 punti di provvedimento il ban è automatico e irreversibile. Ogni punto di provvedimento può avere una sua scadenza. Indipendentemente dall'entità del provvedimento, l'utente sanzionato sarà obbligato ad accettare il provvedimento ricevuto prima di poter di nuovo interagire nel forum     Per uniformare le vecchie sanzioni alle nuove abbiamo deciso di resettare tutte le barre dei provvedimenti. Si riparte tutti da zero qui, ferme restando le sospensioni e i ban già assegnati.     Citazioni parziali Tra le nuove funzioni di questa versione del forum una della più utili sarà sicuramente quella che permette di citare soltanto una parte selezionata di un post. Basta soltanto selezionare il testo al quale si vuole rispondere e poi cliccare su "cita questa parte"         Menzioni dirette Altra utilissima funzione del nuovo forum sarà sicuramente la menzione diretta; all'interno di un post è sufficiente digitare la @ e poi il nome dell'utente, scegliendo dal menu a cascata, per far apparire una menzione diretta. L'utente menzionato riceverà una notifica.       Emoticon istantanee L'istantaneità di utilizzo di questa nuova versione del forum è palese anche nell'inserimento delle emoticon nei messaggi: basta digitare il codice relativo e verrà immediatamente visualizzata la relativa emoticon durante la composizione del messaggio
          Inserimento media   L'inserimento di un media non è mai stato così istantaneo. Basterà solo incollare il relativo link nell'editor per veder comparire immediatamente il contenuto che si vuole inserire nel post. Questa funzione permette così la visualizzazione istantanea di foto, video, tweet, post di Facebook, altri topic del forum e molto altro!
            Queste e molte altre sono le nuove funzioni del forum. Non vi resta che provarle e iniziare a postare! Usate questa discussione per commentare la nuova versione del forum!

baggio18

Utenti
  • Numero contenuti

    637
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni con più "mi piace"

    1

L'ultima giornata che baggio18 ha vinto risale al 8 Febbraio

baggio18 ha ottenuto più mi piace in un giorno nei suoi contenuti!

Reputazione Comunità

3.974 Guru

Su baggio18

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno
  • Provenienza
    Lega Nazionale Dilettanti reg. Abruzzo

Visite recenti

15.632 visite nel profilo
  1. [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    No, ma modric va per i 33 e il Real mi pare che pende molto da isco(per me il mpv 2017), ed un giocatore che può spostare gli equilibri in più potrebbe far comodo...poi il Real storicamente agli equilibri di campo fa sempre poca attenzione, se può prendere una stella lo fa e basta.... in più Zidane conosce bene Pogba, e il Real se con tutta probabilità quest'anno non vincerà nulla, sara costretto a fare un colpo mediatico che tralaltro non fanno da un paio d'anni... anche per tenere a bada i proprietari e gli investitori...e i tifosi in generale.... Se Pogba dovesse voler lasciare il mu (cosa non scontata cmq) secondo me la squadra maggiormente indiziata è il Real...
  2. [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Sarri vs Gasperini sono agli antipodi, ma venendo alla Juve con allegri che fa una "zona mista", se vogliamo chiamarla così, chi proviene da anni di Gasperini dovrebbe adattarsi meglio rispetto a chi è cresciuto con Sarri Io penso che fare una zona pura ti può aiutare a nascondere Delle pecche che magari qualcuno ha individualmente, quindi questi sistemi sono una manna per giocatori mediocri o scarsi... Ma con questo non voglio dire che baresi era scarso o che lo sia rugani, semplicemente che crescendo non ha sviluppato caratteristiche da difensore totale, e questo è un peccato perché adesso occorrerà un bel po' di tempo per fargli sviluppare determinati aspetti di tattica individuale difensiva.... Il problema non è Sarri, che è un maestro senza dubbio , il problema è chi ancora adesso fa fare la zona si bambini di 12 anni....o gli schemi... Poi non mi stupisco che ci sono utenti che scrivono che Pogba non è buono perché è troppo solista e non lo si può infilare in un sistema di gioco codificato Sono gli effetti del sacchismo che durano tutt'ora, che antepone la tattica collettiva/di reparto a quella individuale Non dico che la tattica collettiva non serva, e bisogna diffidare da chi dice che non serve a nulla, ma noi italiani diamo troppa importanza a quella dimenticandoci che il punto di partenza sono i giocatori , che devono avere tante soluzioni a disposizione scegliendo quella più idonea alla situazione È un processo cognitivo e situazionale, le abilità di percezione/decisione/esecuzione, che si allenano da bambini (open skills), perché se hai un allenatore che ti dice quello che devi fare e basta, magari impari a giocare ma non a decidere....in pratica bisogna allenare il "perché" lo faccio e non il "cosa faccio"..
  3. [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    l'Atalanta marca praticamente a uomo quasi a tutti campo, è un sistema particolare che usa Gasperini e ci vuole tanta applicazione, Caldara si è sempre distinto in marcatura e nei duelli 1vs1 ed anzi ne è venuto fuori un grandissimo difensore che spesso ha messo la museruola a grandi attaccanti... La difesa a 3 di Gasperini cmq non è mai una difesa a 3 perché spesso coinvolge un quarto o addirittura quinto uomo.. se giocano contro attacchi a tre punte Chi veniva esaltato dal sistema difensivo in cui giocava era rugani, non Caldara, con la zona pura di Sarri che se ne frega degli avversari e segue solo il pallone , infatti quello che manca a rugani è la cattiveria in marcatura. Per giocare con Gasperini ci vuole tanta applicazione, l'Atalanta marca a uomo ma gioca principalmente sugli anticipi e sugli intercetti, ed è la squadra in serie a che ha intercettato più palloni, questo vuol dire che chi ci gioca ha grande attenzione e sapienza tattica..
  4. [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Ma veramente volevo dire altro, la volontà della Juve nel cederlo è lapalissiana altrimenti semplicemente le trattative non vanno in porto, se le tre parti non remano tutte dalla stessa parte, ma questo non c'entra perché volevo dire altro, e quindi l'ho tralasciato, perché rispondevo a chi diceva che Pogba dovrebbe andar via dal Mu perché non vince, ma Pogba non ha di certo avallato il Manchester perchè avrebbe vinto di più rispetto alla squadra in cui si trovava prima, non volevo accampare scuse per una cessione che comunque a me non ha fatto male più di tanto, sia perché ho sopportato Baggio e Zidane sia perché Pogba è ancora un incompiuto(altro giocatore che allegri ha stra valorizzato, ma anche conte prima di lui l'ha fatto sbocciare) e quindi nemmeno minimamente paragonabile ad altre cessioni che abbiamo fatto in passato, sia perché ingenuamente pensi che con quei 100 e rotti metti a posto la squadra, ma è un ragionamento che non sempre va bene... Chiaramente se si pensa che ad oggi manca proprio un giocatore come lui dispiace, ma qui torniamo al solito discorso che le squadre vincenti tendenzialmente i giocatori top cercano di trattenerli... Anche se al giorno d'oggi è più difficile , girano molti più soldi e cifre a tre zeri sono la normalità.... come si evolve il calcio in campo si evolve anche il mercato, purtroppo peggiorando..si fa fatica ad inquadrare un giocatore dal prezzo del cartellino ..
  5. [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Ma quando Pogba ha scelto il mu comunque immaginava che non era un passo in avanti dal punto di vista professionale, anche perché all'epoca il mu faceva l'Europa League (che ha vinto sculando), magari è stato convinto da qualche progetto tecnico ma la scelta che ha fatto è stata più un capriccio economico e psicologico insieme (come per dire mi avete lasciato andare da marmocchio e avete visto come sono diventato). se Pogba si dovesse stufare del Manchester per tanti motivi (uno su tutti che gioca poco), secondo me l'indiziato maggiore è proprio il Real Madrid, se dovesse rimanere Zidane pogba si troverebbe un connazionale come allenatore, in più il Real non fa colpi mediatici da un paio d'anni, e se quest'anno come probabilmente accadrà non vincerà nulla, saranno costretti a comprare un nome grosso e ad effetto, per placare gli animi degli investitori e l'ambiente in generale, anche perché tatticamente un giocatore del genere al real manca, e devono anche pensare a ravvivare un centrocampo che comunque schiera un 33enne titolare e che senza isco perde molto in inventiva ed imprevedibilità.
  6. [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    7) di certi tifosi che appellano gli altri che non la pensano come loro come casi umani da studiare o campioni di tressette Già cacciarti dal topic sarebbe un bel miracolo, almeno vai a fare le tue campagne denigratorie altrove non sporcando un angolo dove si può parlare di calcio tranquillamente
  7. Azzo che commento illuminante, sei proprio un espertone, allora magari mi spieghi perché se bastano gli schemi per vincere e giocare bene il psg ha pagato 200 milioni per Neymar, bastava prendere il maestro Sarri (uscito ai gironi di cl e volontariamente suicidatosi in Europa League perché due competizioni non le sa gestire) + insigne , sarà perché nonostante tutto la tattica collettiva viene DOPO quella individuale, e forse parlare continuamente di tattica (non avendo nemmeno le conoscenze di base visto che non sapete nemmeno la differenza tra schemi analitici ed allenamenti situazionali) e di moduli questo aspetto ve l'ha fatto leggermente dimenticare.
  8. da questo punto di vista anche piuttosto condivisibile(ma non offre giustificazioni per dei risultati al di sotto delle potenzialità, diciamo che le lacune europee di conte in quel periodo non erano solo quelle relative a benfica), mi si spieghi perchè a Conte si "perdona" questa mancata qualificazione mentre allegri è definito come quello che "ha preso 7 pere in finale di CL". Come vedi non se ne esce più, semplicemente ci vorrebbe equilibrio nei giudizi cosa che non hanno nè gli haters di allegri, nè quelli di Conte.
  9. ritengo dani alves uno dei più grandi giocatori in circolazione, non tanto per le doti tecniche(che sono comunque superiori alla norma) ma per la mentalità "superiore" che ha, nel senso che lui a differenza della maggior parte dei giocatori è uno che si esalta e si motiva nelle grandi partite, non prende paura o non gli viene la tremarella come gran parte degli altri giocatori. e queste son doti più importanti della tecnica o della tattica a mio parere. mi dispiace molto averlo perso, ma ovviamente avrà avuto le sue ragioni(ha sempre detto di voler girare il mondo, ha trovato una squadra molto competitiva, una città affascinante, ha ritrovato Neymar, ed uno stipendio molto più alto delal Juve, etc), allegri ovviamente non l'ho tirato fuori io ma l'han tirato fuori i suoi detrattori(e tu sei un attivista), e ne è venuto fuori che dani alves è andato via dalla Juve "per colpa d'allegri", discorso alquanto opinabile o comunque non proprio corrispondente ai fatti. Le critiche ovviamente ci stanno, e sono uno dei mezzi che sprona al miglioramento, perchè lo dico per esperienza un allenatore non va avanti se non si mette in autodiscussione sempre anzi soprattutto quando si vince. ma un conto son le critiche(alcune legittime, altre meno), un altro sono gli insulti(incapace, non sa allenare, etc), perchè un conto è criticare un allenatore che non fa il calcio che ci piace un altro è invece insultarlo o dagli dell'incapace, anche perchè direi che se uno è incapace mi sembra un pò difficile che ottenga quello che ha ottenuto allegri. Poi ogni allenatore è diverso da un altro e a mio parere non esiste quello geniale o quello scarso, semplicemente ognuno ha delle caratteristiche principali e più sviluppate di altre che lo rendono più adatto ad allenare una squadra piuttosto che un'altra. C'è chi insegna, chi invece sa gestire, chi integralista e chi invece più fluido, chi allena per schemi e chi per principi. chi cerca di integrare. C'è chi è adatto alla provincia e chi invece più adatto a rapportarsi con giocatori di alto profilo. etc etc. ma gran parte degli allenatori professionisti, ad alti livelli, ha delle capacità indiscutibili, poi c'è quello che piace di più o piace di meno, ma di certo non mi permetto di offendere come fate voi, anche perchè son consapevole di capirne 1/10000 di calcio anche rispetto ad un Pecchia qualsiasi. Detto questo se il primo parametro di valutazione per un allenatore fosse l'estetica di gioco(e anche qui si dovrebbe fare un discorso su cosa vuol dire "bel gioco"), direi che Zeman e Galeone sono stati i migliori allenatori di tutti i tempi o sicuramente tra i più capaci. quindi direi di sì c'è un grosso problema di base nel tifoso medio juventino, e non credo che questo problema sia che non apprezza più Dani Alves.
  10. il discorso semplice è che non possedere un'identità precisa come squadra, ad esempio come il napoli o il City che fanno pressing alto e gioco a terra, non vuol dire di conseguenza non saper giocare a calcio o non averne inculcati i principi di gioco. ci sono squadre che hanno un'identità precisa e la mostrano sempre, perchè gli allenatori lavorano su quello, altre squadre invece scelgono altre strade per arrivare al risultato, magari prendendo in considerazione una fluidità tattica ed una capacità di adattamento al di sopra della media. la Juve ha fatto questo, ma anche il Real di Zidane fa questo, rinunciando ad una certa "estetica" di gioco per essere più funzionale, infatti il real è stata la decima squadra della champions league per possesso palla medio(fonte Osservatorio statistico UEFA). detto ciò, la Juve generalmente gioca un calcio conservativo, non ha fatto sempre partite di alto livello estetico, ma dire che non sa pressare alto o non sa giocare è falso, perchè è una squadra che ha fatto vedere anche pressing alto o possessi prolungati, a seconda delle esigenze, certo non l'ha fatto mai con continuità perchè non è quello il marchio di fabbrica della Juve, e presumo sia questo atteggiamento che vi manda in confusione o vi fa affermare che "il gioco fa schifo". Fermo restando che una squadra che gioca da schifo è un parere o meglio un gusto, è ovvio però che un tecnico che non ha conoscenze/capacità di certo non arriva a quei risultati, perchè magari una vittoria può essere casuale ma più vittorie in più anni tendenzialmente non avvengono mai per caso, e sotto sotto avvengono perchè ci sono delle capacità, gestionali, tattiche/tecniche, conoscenze metodologiche, capacità di analisi etc. poi le vittorie avvengono in più maniere, e non c'è una formula precisa per vincere, c'è chi lo fa dando un'identità precisa alla propria squadra, chi invece vince prendendo altre strade, cercando di creare una squadra con più fluidità e che sappia masticare più sistemi di gioco, o maniere diverse di giocare, alternandole di partita in partita o addirittura durante i novanta minuti stessi. io credo che allegri abbia avuto questa ultima ambizione, tralaltro cosa da sottolineare sostenuta quasi sempre da ottimi risultati(anche se se lo si dice si viene tacciati come risultatisti o di tifosi che guardano il televideo, ma vabbè....quelli acculturati siete voi, per carità...) ovvero di cercare di far controllare dai suoi giocatori gli sviluppi tattici delle partite, i suoi ritmi, o di "incalanare" la tendenza del match a seconda di quello che era più congeniale, delle proprie esigenze. Se si analizza per esempio il cammino europeo dell'anno scorso, tu dici che la Juve "non sa fare pressing alto", ma contro il barcelona, per esempio, che è una squadra che è tornata a fare costruzione bassa palla a terra dopo il periodo con Enrique, allegri ha impostato nelle fasi iniziali dei doppi match un pressing ultra offensivo con squadra altissima, pressing che tralaltro ha propriziato i goal di Dybala. Nell'arco del match poi la Juve ha alternato fasi di pressing alto ad una difesa bassa e posizionale. contro i francesi del monaco invece, che erano praticamente bravi solo a fare gioco in ampi spazi in transizione, la juve ha giustamente fatto due partite di "controllo", con squadra bassa a non dare profondtià, con schieramento posizionale e non ha mai sofferto il monaco infatti, bravo solo ad attaccare in contropiede. La Juventus è una squadra senza identità precisa, che ha cambiato spesso approccio , decidendo di partita in partita cosa le conveniva fare, cercando non tanto di dominare "il gioco" ma di dominare la partita dal punto di vista tattico, dando alla partita l'indirizzamento tattico che più le faceva comodo. questa è una grande dote, che ha portato risultati e vittorie, ed è una dote tanto quanto un gioco "collaudato" di una squadra, perchè ogni squadra ha le proprie idee e le mette in pratica come meglio crede, e non è detto che una squadra con un gioco definito sia meglio di una squadra che invece si adatta all'avversario e alle caratteristiche dei giocatori. poi è chiaro che se a qualcuno piace il gioco del napoli, o di guardiola, non può piacere allegri, la differenza è che tutti questi allenatori hanno delle capacità, seppur diverse, e hanno diverse caratteristiche, ma la vostra insistenza nel dare dell'incapace ad allegri o addirittura nel denigrare i suoi successi è davvero meschina ed è condizionata ovviamente dal pregiudizio, e dal gusto personale. Tralaltro nel calcio è anche abbastanza difficile definire i parametri del "bel gioco", perchè ognuno può avere i propri, se si fissano un paio di paletti si può definire "bel gioco" un gioco in grado di far subire meno occasioni da goal possibili e creare più occasioni da goal possibili, e questo può essere raggiunto in diverse maniere, non c'è una strada precisa e tracciata per ottenderli, e non c'è una formula magica anche perchè se ci fosse banalmente utilizzerebbero tutti quella. se gli schemi fossero la panacea di tutto magari poi mi si deve spiegare perchè il PSG prende neymar a 200 milioni, quando poteva prendere Politano+Di francesco, oppure Insigne+Sarri. invece la mia convinzione socratiana è proprio quella di non capirne nulla di calcio e saperne poco o nulla, ed è proprio questo che mi spinge a studiarlo, a leggere ed a informarmi nel tempo libero per quanto posso. A differenza vostra che sparate invece sentenze random su schemi, allenatori scarsi e bravi, adatti ed inadatti. Penso che il mio sia proprio un atteggiamento umile a differenza del vostro, che parlate di calcio e schemi senza sapere la differenza magari tra uno schema ed un allenamento situazionale, e dando dell'incapace ad Allegri. io non mi son mai permesso di dar dell'incapace a nessun professionista nel calcio che conta ad alti livelli, a differenza vostra, proprio perchè non mi permetterei di farlo sapendo proprio che rispetto a quelle persone ne capisco 1/100000. Siete voi che date dell'incapace ad Allegri, di conseguenza mi vien da pensare che quelli capaci siete voi e per dare giudizi di questo genere siete su un piedistallo, evidentemente avete i mezzi e le conoscenze adatte per farlo. Mi sembra che a volare basso e con un pò più d'umiltà non devo essere io ma chi giudica dall'alto dando patenti di competenza ad allenatori in Serie A, basando i propri giudizi sul gusto personale (non mi piace il gioco). questi sono i loro discorsi e le loro argomentazioni profondissime, che ci vuoi fare.
  11. leggiti qualcosa sulla didattica nel calcio e poi magari riprovaci, questo è proprio un post che dimostra una conoscenza vaga dell'argomento. tra chi lavora per principi e chi per schemi la differenza è abissale sebbene il risultato possa sembrare simile ovviamente, agli occhi di chi vede la partita. Lavorando sui principi, l’apprendimento si basa sulle capacità "intellettive" del giocatore, e il cosiddetto automatismo(gesto tecnico/comportamento) è memorizzato in maniera "plastica" ovvero permette di riutilizzare o addirittura modificare il gesto in situazioni diverse, in posizioni diverse. C'è una didattica che prevede lo sviluppo e l'assimilamento dei principi secondo una progressione bene precisa di eserticazioni SITUAZIONALI, dal facile al difficile, con correzzioni ed ERRORI CONTINUI, cercando ovviamente di risolvere queste problematiche condizionali, situazionali, strategici etc, aumentando così il BAGAGLIO del giocatore(tecnico, tattico, cognitivo). in questo modo si raggiungono gli obiettivi di tecnica individuale, di reparto e di squadra. il processo che porta alla soluzione è inteso come lo sviluppo della creatività e del saper ragionare del giocatore. Se si lavora per schemi invece, la didattica è analitica, l'apprendimento è meccanico e più rigido, perchè sono io allenatore che dò direttamente la soluzione. Il gesto è già automatismo, ed è FISSO, ripetuto per molte volte fin quando lo stesso stimolo ne fa conseguire la STESSA risposta. L'adattamento dell'apprendimento è forse più forzato, perchè è analitico, senza avversari e non è situazionale, con le famose sagome, una forma didattica più distante dalla realtà e dal contesto della partita. Questo non significa che gli schemi siano il male assoluto, perchè dal punto di vista didattico e per alcuni obiettivi può essere anche utile utilizzare attività schematiche con soluzioni prestabilite, ma è chiaro che dal punto di vista della FORMAZIONE del giocatore, ad uno a cui dai soluzioni prestabilite avrà più difficoltà a trovarne atuonomamente in partita, in situazioni diverse. Se vogliamo fare un esempio, non come il tuo senza senso di Pirlo, che è ovviamente finalizzato alla tua tesi(Allegri=incapace), possiamo farlo. esempio, Obiettivo dell'allenamento: liberare Douglas Costa sul lato debole, per consentirgli di avere più spazio nell 1vs1, dopo una costruzione sul lato opposto per attirare l'avversario all'uscita in pressione sul lato forte, e cambio di gioco. METODO ANALITICO/SCHEMI Allenamento 11vs0 Si piantano 10 sagome in campo per simulare l'avversario. Si schiera in campo la Juve, con Douglas costa a sinistra. Si spiega lo schema, che può essere una manovra iniziale in difesa, con un classico giropalla dei difensori, che va a chiudersi sul lato destro. La palla arriva a Cuadrado, che l'appoggia a Pjanic che verticalizza per Dybala che viene incontro. Dybala riceve palla all'altezza della trequarti di destra, e sventaglia di sinistro verso il lato di Douglas Costa, che nel frattempo si è allargato per prepararsi a ricevere palla. Douglas costa riceve palla, dribbla la sagoma e crossa in mezzo per Khedira/higuain/mandzukic che sono entrati in area a chiudere l'azione. METODO SITUAZIONALE/PRINCIPI DI GIOCO L'obiettivo è lo stesso, ma lo si raggiunge in maniera diversa. L'allenamento è situazionale, ovvero sempre con partite a tema e con avversari "veri". Posso dividere il campo della partita in più quadrati, almeno 3 uno di fianco all'altro, e organizzare una partitella a due tocchi in cui c'è l'obbligo per tutti i giocatori di fare 4-5 passaggi all'interno di un quadrato(costruzione sul lato opposto) ma dopo 4-5 passaggi bisogna per forza passare il pallone ad un compagno che si apposta nel quadrato più lontano(CAMBIO DI GIOCO). Ogni squadra che ci riesce fa un punto. L'allenatore è attivo nella correzione dei gesti e delle scelte. E' chiaro che lo schema avrà più percentuale di successo SUBITO, nel senso che dopo un paio di pomeriggi a provare quello sviluppo, vedrò da SUBITO dei risultati apprezzabili. L'allenamento situazionale invece richiederà più tempo di immagazzinamento, perchè ci vogliono settimane o addirittura mesi prima che un giocatore con quel metodo abbia inculcati i principi della manovra sul lato forte+cambio di gioco, ma ce li avrà inculcati SEMPRE e potrà SEMPRE metterli in pratica, non in relazione ad uno schema preciso e ad uno stimolo preciso. Ma già con il barcelona, con dybala che ha fatto 10 cambi di gioco, che sono un'enormità, s'è visto il progresso sotto questo punto di vista, dopo 3 mesi non dopo uno.
  12. ovviamente queste cose le dite perchè voi conoscete benissimo i metodi didattici, la didattica calcistica, e sapete benissimo la differenza tra l'insegnamento per principi o per schemi, cosa cambia per il giocatore l'appicazione di un metodo o di un altro, la velocità con cui viene assimilato, le conseguenze tecnico/tattiche che comportano nel giocatore, e nella sua capacità di scelta, etc etc...
  13. il mio era un commento volutamente provocatorio e dimostra che non hai letto tutti i miei messaggi se mi definisci come "quelli che si preoccupano di elencare i risultati"; i commenti ''seri'' e spero costruttivi li ho scritti prima e sono abbastanza lunghi, non voglio riproporli per pietà e per non annoiare. detto ciò, i famosi risultati sono raggiungibili con più strade, se ce ne fosse solo una o il calcio fosse una formula applicherebbero tutti quella, ma il calcio è opinabile e ci sono diverse filosofie, tutte hanno i loro pregi e difetti. solitamente comunque chi arriva a un risultato, a maggior ragione chi ne ottiene tanti, è perchè probabilmente ha delle conoscenze buone/ottime, a livello tattico, tecnico, gestionale o di analisi, e non è detto che chi sappia insegnare calcio poi vinca o che chi non lo sappia fare non riesca a vincere, ma probabilmente utilizza delle "armi" diverse. Sulla questione di "insegnare" calcio in un TOP club, specie italiano, mi sono già espresso nei miei papiri precedenti. ed ho già detto che al giorno d'oggi, nei top club, s’insegna poco e non si può dedicare molto tempo alla cura degli aspetti didattici perché il risultato è come una carabina puntata addosso, quindi in gran parte dei casi non si perde tempo ad insegnare calcio mandando avanti un progetto preciso. Se uno vuole insegnare lo può fare ancora nei settori giovanili o nei dilettanti, un pò meno alla Juventus o al Real Madrid. Per quanto mi riguarda un allenatore bravo è quello che sa costruire e creare un certo tipo di calcio, ma è anche quello capace a prendere delle "scorciatoie" adattandosi, per portare comunque a casa il risultato. dimenticate anche che per costruire, creare e proporre un certo tipo di calcio, che è chiaramente una soddisfazione, c'è bisogno anche di continuità e di pazienza, cosa che alla Juve non c'è quasi mai stata, in questi ultimi tre anni sicuramente non c'è stata la continuità di uomini per proporre un progetto, visto che ogni anno s'è smantellato un reparto e rifondato. è impossibile far questo se prima non programmo una didattica, e non porto il giocatore a pensare in un certo modo attraverso degli step di lavoro, e per far questo c'è bisogno di tempo e di continuità, soprattutto poi se un allenatore ha dei metodi che non si affidano all'apprendimento meccanico per schemi ripetuti e quindi alla memorizzazione automatica del gesto tecnico, ma all'apprendimento tramite principi di gioco, che sono più difficoltosi da raggiungere per un giocatore, ma che a lungo andare per esperienza personale posso dire che garantiscono risultati migliori e formano meglio il giocatore.
  14. C'è gente che ha anche il coraggio di mettere in dubbio le credenziali di Allegri. Roba da matti A proposito, l'altro giorno ha disputato la sua ennesima gara da allenatore della Juventus, unico allenatore della storia a vincere due scudetti al primo anno con due squadre diverse, uno dei pochi a vincere 3 scudetti di fila, a fare due finali di champions in 3 anni, unico allenatore a far due double scudetto+coppia italia di seguito, a passare(probabilmente) 8 volte di fila i Gironi di champions League. Anche con il Milan, con giocatori che non erano proprio i migliori in europa nel ruolo. No, perchè era ormai finito oppure non è più un allenatore Inutile a dirsi, gran rendimento e tante vittorie.
  15. immagino che quindi ti divertivi più l'anno dello scudo di Eriksonn che non con Zeman. menomale, pensavo di non essere l'unico pazzo che diceva che ai tifosi piace vincere, ma sai qua è pieno di esteti e di palati fini usciti tutti da. Corso di Coverciano, che schifano scudetti e finali di champions.
×