Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Loz

Utenti
  • Content count

    3,637
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by Loz

  1. capisco l'odio anti-inter per Ronaldo, ma il ragazzo - nei pochi anni di carriera - ha fatto veramente le onde 2 palloni d'oro, 2 volte campione del mondo di cui 1 da assoluto protagonista con doppietta in finale. Gli è mancata la Champions ma, per dire, a livello di palmares fa ombra a Maradona. E a detta di tutti, per anni è stato letteralmente immarcabile io credo che a un certo punto scenderà di livello Messi, soprattutto se la sua carriera avrà un declino trovo del tutto assurda la presenza di Ronaldinho nella 2° formazione e - non per essere juventino - mi chiedo perché non ci sia Del Piero, che ha vinto 1 mondiale, 1 Champions, Intercontinentale segnando, Supercoppa europea con doppietta, titoli nazionali a non finire, segnando a catinelle...
  2. 1 uscita su 1 singolo errore dell’olandese. Di che miracoli (al plurale) stai parlando? Non mi parlare dell’ultimo tiro che lì il polacco si è solo divertito
  3. Questo forum è popolato in gran parte dall’equivalente calcistico degli “umarell”, come si dice a Milano. Quei vecchi che stanno a guardare i cantieri e non va mai bene quello che viene fatto. E ovviamente non hanno la minima idea di quello che stanno vedendo.
  4. panchinaro centrale è il suo ruolo perfetto vedi che controllo visivo attivo che ha da lì...vede tutto il campo benissimo
  5. ma sì, dai cosa vuoi che siano 10, 15, 20 anni giocati in un ruolo quando puoi spostarti in un altro in 5 minuti?
  6. come ho scritto nell'altro mio post, a inizio discussione, Maradona è stato superiore a chiunque altro e in un modo che non ha avuto eguali prima e dopo, solo nel 1986. Diciamo per un anno e mezzo, toh. Poi, per i successivi 3 anni, è stato un grandissimo (capocannoniere l'anno dopo in Serie A, per dire), senza però portare il Napoli a superare squadre con giocatori di livello enorme (il Milan degli olandesi, l'Inter dell'89) ma comunque facendo arrivare il Napoli sempre secondo e alla vittoria di una Uefa, fino all'ultimo scudetto. Dopo questo, basta. Il mondiale '90 è stato di basso livello per lui (un grande assist per Caniggia, poi solo sceneggiate nei prepartita, fino agli inni nazionali della semifinale) e ha praticamente smesso. Ora. La longevità è un elemento fondamentale? Non lo so. So che Pelé ha iniziato da professionista a 16 anni e per 20 è stato il migliore. Il migliore di tutti, con 3 mondiali vinti, il primo a 17 anni segnando in finale, l'ultimo a 30, segnando in finale. So che chi l'ha marcato, che fosse un ragazzino o una stella del firmamento, è crollato di fronte alla sua classe e al suo talento. Tutto sta alla sensibilità di ciascuno nel ritenere, in cuor suo, cosa voglia dire essere "il migliore". Io mi sono commosso nel vedere Maradona, sia quando ero bambino e lo vedevo con la magliettina azzurra e i pantaloncini cortissimi irridere le difese di mezzo mondo, sia nei video di oggi. Ma per me ci sono altri elementi. Quando vedo Ronaldo che segna 2 gol contro il Cagliari con una ferocia pari a quella della partita contro l'Atletico, penso che non ci sia nessuno migliore di lui e credo che in questo c'entri tantissimo un'etica che per me è un elemento fondamentale. Ma ognuno la vede come vuole
  7. Maradona è stato talmente grande nell’unico anno in cui è stato fuori categoria per tutti (da giugno 1986 a giugno 1987) che merita un posto nell’Olimpo. Al di fuori di quel periodo è stato un giocatore bellissimo (per altri 3 anni prima e 3 anni dopo) e, direi, basta. Già nell’88 c’erano giocatori indiscutibilmente più incisivi e dominanti (Van Basten, per dire). Al mondiale ‘90 Maradona fu poco più che comparsa, a un’età ancora giovane e fresco di Uefa. Il dominio tecnico, tattico, mentale di giocatori come Messi e CR7 dura da decenni, ma loro non hanno fatto fare il salto di qualità a squadre di basso livello (Napoli e Argentina al cospetto di URSS, Germania Ovest, Brasile...). CR7 più di Messi, per me, ma la vittoria del mondiale messicano mette Diego sopra tutti. Però, ripeto, è durato un soffio di vento
  8. va beh, lui dice tutto e il contrario di tutto, ma la sua storia è quella che ho descritto
  9. ti sbagli proprio tanto e ti basterebbe andare a leggere quali sono i giocatori di Raiola per vedere come stanno le cose Verratti è con Raiola da 3 anni e il motivo per cui ha mollato Di Campli è perché quest'ultimo non riusciva a trattare col PSG. Verratti vuole stare al PSG, Raiola lo fa stare al PSG. Donnarumma è un altro: voleva stare al Milan, è rimasto al Milan. Raiola fa gli interessi del suo assistito e nello scempio gestionale del Milan, ha fatto perfettamente il suo lavoro. Romagnoli è un altro di Raiola. Sta al Milan da 5 anni: non se ne vuole andare e non se ne andrà. Manolas, 5 anni alla Roma finché hanno avuto i soldi per tenerlo, poi un passaggio al Napoli normalissimo. Idem Lukaku, non ha fatto il giro delle squadre sotto Raiola. E poi Matuidi...ti sembra uno per cui Raiola ha preso per il collo le squadre? Chi voleva fare il giro a raccattar soldi (Balotelli, Ibrahimovic) l'ha fatto. Ma pure Pogba ha cambiato 2 squadre in croce... È che Raiola gode di cattiva pubblicità, invece è solo uno che fa molto, molto, molto bene il suo lavoro. Non è contro le squadre.
  10. È PIENO di giocatori di Raiola che rimangono anni e anni nelle squadre Ambrosini, Verratti, Insigne...anche Pogba mica cambia ogni 2 anni... Basta inventarsi cavolate: Raiola fa trovare squadre a quelli che vogliono andarsene.
  11. non dico che il girone fosse difficile dico solo che la prima partita di Champions fu la 5° di Pirlo come capo allenatore, con 3 neo-acquisti, senza una caterva di giocatori normalmente titolari nella stagione precedente (Ronaldo, de Ligt, Sandro, Dybala), con Cuadrado a sinistra... e vincemmo 2-0 poteva andare molto, molto diversamente. Invece è andata benissimo. E' questo che va sottolineato e non dato per scontato
  12. come al solito ci sarà chi sminuisce questo risultato che invece è stato ottenuto con un allenatore all'esordio assoluto, tanti giovani da inserire, una marea di assenze per infortuni e covid. Il tutto in 4 partite "secche". è un grande risultato e bisogna andarne fieri
  13. Loz

    Il bilancio dopo 12 partite in questa stagione

    veramente noi stiamo giocando con una difesa piuttosto alta (soprattutto quando non giocano Bonucci e Chiellini), riaggressione immediata (i dati mostrano che siamo tra i primi e tra i più veloci) e occupazione orizzontale degli spazi (in particolare nelle ultime 2-3 partite, dopo il primo periodo di adattamento).
  14. Loz

    Il bilancio dopo 12 partite in questa stagione

    considerando un allenatore all'esordio, l'acquisto di tanti giovanissimi (Kulu, Chiesa, McKennie, Arthur), condizioni fisiche precarie (12 partite e abbiamo avuto fuori per almeno 2 partite una caterva di giocatori: Chiellini, Bonucci, Demiral, de Ligt, Dybala, Ronaldo, Ramsey, Alex Sandro...e sicuramente ne dimentico alcuni), il bilancio secondo me è assolutamente positivo. Qualificati alla fase finale con 2 partite di anticipo e nella parte alta della classifica in Serie A dove, con tutto il rispetto, secondo me il Milan crollerà (anche le prossime senza Ibra saranno importanti), così come il Sassuolo. La Roma di solito a marzo è spompa e cala. Chi mi ha stupito di più è Pirlo, che mostra competenza e duttilità nel trasformare la squadra, oltre che un buon ascendente sui giocatori che fanno quello che viene chiesto loro. Per un allenatore all'esordio assoluto, che si è presentato con una tesi a Coverciano tra il ridicolo e il comico, è sorprendente vedere invece con quanta competenza è riuscito a definire le distanze tra i reparti, i tempi di gioco, il pressing e la rinuncia al pressing, l'occupazione dei mezzi spazi e delle corsie. Ora serve che si definiscano ancora meglio le relazioni tra i giocatori. Abbiamo visto ieri sera come Ronaldo-Bernardeschi si comportassero diversamente da Ronaldo-Chiesa (quest'ultimo ha provato molto più spesso ad accentrarsi), per fare solo un esempio. Dybala deve trovare il suo spazio nell'attacco a 2 e può farlo solo se accanto a sé ha un giocatore con competenze offensive (McKennie è molto più conservativo, ma era necessario schierare lui per permettere coperture che Dybala non può fare. Con Kulusevski alla sua destra, Dybala potrebbe svariare molto di più di quanto non abbia fatto ieri: Kulu, infatti, si è proposto anche centralmente, cosa che McKennie non ha fatto e non può fare). Aspetto anche di vedere Ramsey, che può essere un'arma importante - come fu nelle primissime uscite. Faccio notare che in queste 12 partite, la Juve ne abbia persa solo 1 (UNA), contro il Barça...
  15. Loz

    Con Arthur la palla è in banca

    Ma lascia perdere. Gente che non ha idea di cosa sia il calcio
  16. Loz

    Il topic dell'NBA 2021

    C’è da dire che l’ego di The Glove e del mailman non potevano stare nello stesso palazzetto di Kobe e Shaq. Qui parliamo di una squadra costruita per uno one-shot smontata (Rondo, Howard, McGee...) e rimontata (Harrell, Gasol, Schroeder)... meglio, tra l’altro.
  17. Il recente articolo di Ultimouomo sulla situazione della Juve è molto chiaro: La Juve è impostata per stare alta e stare compatta. Non lo è quando i difensori scappano indietro, lo è quando i difensori tengono la linea. È abbastanza evidente quali difensori hanno la tendenza a stare avanti e quali invece si rifugiano indietro più rapidamente. Sarri ci ha provato, senza riuscirci. Allegri sapeva che la forza della BBC stava nella difesa posizionale a 15 metri dalla porta, ma oggi non puoi più fare così, sia perché i senatori sono 5 anni più vecchi, sia perché è una impostazione che non paga, soprattutto in Europa. De Ligt e Demiral tutta la vita. Danilo perfetto, speriamo in Sandro. Bonucci e Chiellini di backup, di altissimo livello.
  18. vedremo probabilmente ci sono da tenere in conto una marea di fattori, compresi quelli di relazione, di spogliatoio, di equilibrio noi vediamo solo quello che accade in campo
  19. secondo me non puoi permetterti di parlare così a un utente che - se andassi a leggere i miei 3.400 messaggi - cerca sempre di argomentare. non ho voglia di "avere ragione a tutti i costi"; semplicemente guardo le partite e cerco di farlo con un po' di competenza tattica. certamente abbiamo 4 difensori centrali fortissimi. tra questi 4 ce ne sono alcuni più adatti alle necessità della squadra e altri meno. Bonucci, per come vedo io questa squadra, è l'ultimo dei 4 difensori per utilità, capacità tattiche e tecniche. Che abbia partecipato alla vittoria di una quindicina di trofei è certamente fondamentale, ma per avere una stella allo Stadium quando si ritirerà, non necessariamente per essere titolare in una squadra dove ci sono giocatori più forti e più adatti. Io spero che, come Buffon, anche Bonucci riesca a capire quando è il momento di farsi un po' da parte, essere un tassello importante senza essere protagonista a tutti i costi. Lo spero, ma la storia della sua carriera non è che racconti di un giocatore propenso a fare un passo indietro...
  20. ma secondo me c'è poco da far battute io provo sempre ad argomentare, non c'è una antipatia innata (per quanto si stia parlando dell'uomo che zittisce i suoi compagni di squadra indossando la fascia o che manda a quel paese il suo allenatore), semplicemente la constatazione, dopo anni di partite, che Bonucci è un tipo di difensore che trascina indietro linea e squadra, che con lui c'è bisogno di maggiore attenzione difensiva da parte del centrocampo, che se viene puntato in 1vs1 è tempo di preghiere e che ha la tendenza a rallentare la squadra per andare al suo ritmo in fase di impostazione. per questo parlo di 3 anni di balzo in avanti quando non gioca lui, perché sabato si è vista una squadra proiettata in avanti, fisicamente più aggressiva e che "giostra" più velocemente, senza venir meno alla precisione (le statistiche di una sola partita non sono molto significative, ma De-de hanno avuto 92% e 100% di passaggi completati e un numero molto più basso di passaggi lunghi, tra l'altro anche con buona precisione - 80% - mentre Bonucci in media sbaglia di più e, per citare una partita di pari difficoltà, contro lo Spezia fece 12 passaggi lunghi completandone 5...). è una cosa che viene detta spesso, bisogna anche prenderne un po' atto guardando le partite poi che Bonucci sia comunque un difensore d'élite non ci piove, ma per come gioca questa squadra e per come dovrebbe giocare (e, secondo me, per come avrebbe dovuto giocare la Juve di Sarri), Bonucci non dovrebbe essere la prima scelta
  21. Perché non sono tutti di livello assoluto. Perché senza Bonucci si fa un balzo in avanti di tre anni a livello tattico, oltre ad avere finalmente gente in campo in grado di marcare (e col tuo nick dovresti apprezzare chi sa marcare). Tutto ciò mascherato da un buon piede
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.