Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

endriux

Utenti
  • Content count

    360
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

180 Buona

About endriux

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

4,404 profile views
  1. Per chi compra, l’ammortamento generato su di un valore artificiosamente gonfiato è un costo che abbatte l’utile o gonfia le perdite. In ogni caso è un valore sottratto al gettito fiscale.
  2. Adesso abbiamo gli stessi sotto mentite spoglie che si divertono a giocare ai soldatini, scherzando con il fuoco sulla pelle di tutti noi e contro Costituzione...e nel frattempo approvano norme per cibo a base di insetti, valuta digitale, limitazioni all'uso delle auto e case green in barba all'art 47 della Costituzione "La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l'esercizio del credito."
  3. Se non sapete di contabilità, fisco e partita doppia non commentate perché bisogna avere tutti gli elementi per capire e ragionare senza fidarsi di quello che dicono i giornali..
  4. Genio, Visto che ne sai perché non motivi le tue affermazioni? Prima che tu vada avanti ed entri in un campo che non conosci facendo figuracce.... Ti Riporto da SkySport - 21 giu 2022 - 13:57 (puoi trovarlo in rete) >>>> Il prezzo di Osimhen è stato di 71,246 milioni più 10 milioni di bonus. Pagamento in 5 anni. Nell’operazione, 4 tesserati del Napoli sono passati al Lille con queste valutazioni: Palmieri, 7 milioni; ora gioca con la Nocerina in D Karnezis, 4.8 mln e ora svincolato Manzi, 4 mln e adesso alla Turris in serie C Liguori, 4 mln; gioca ad Ercolano in Eccellenza >>> Ebbene Genio, dimmi, la nocerina in D ha pagato Palmieri più di 7 milioni? Non credo E' stato dato in prestito per un anno alla Nocerina e poi svincolato.... -> 7 milioni meno gli ammortamenti di minusvalenza al lille... . Il 37enne Karnezis portiere ora ritirato ha fatto fare €5.13m di plusvalenza al Napoli e quasi lo stesso di minusvalenza al Lille. Sono tutte minusvalenze che il Lille ha messo in tasca non pagando imposte al fisco francese... Devo andare avanti? Prima o poi la plusvalenza di qualcuno deve diventare minusvalenza o ammortamenti di qualcuno altro...
  5. ^^^^ Abbastanza caciara soprattutto se si insiste con le intercettazioni come strumento probatorio... ^^^^ Comunque quello che è successo alla Juve negli ultimi anni sembra un bel lavoro fatto dall'interno scientemente...esattamente come il 2006...
  6. Una norma che possono sfruttare solo i club che redigono i bilanci seguendo i principi contabili italiani (OIC) e non quelli internazionali (IFRS), quindi – per fare un esempio concreto – la Juventus non è stata in grado di usufruire di questa possibilità. Ma quali sono le società che hanno usufruito del DL Agosto in questo senso? E qual è stato l’effetto complessivo sui loro bilanci? [...] tra le big il Milan ha deciso di sfruttare questa strada, con la valutazione del marchio che è stata aggiornata e stimata intorno ai 200 milioni di euro (l’ultima risaliva al 2005 ed era pari a 35 milioni di euro). Dati più precisi saranno comunque disponibili a seguito dell’assemblea degli azionisti che sarà convocata tra il 20 e il 26 ottobre. Anche l’Inter nel bilancio 2020/21 ha rivalutato marchio e library per 212 milioni di euro circa, con una riserva di rivalutazione (al netto delle relative imposte differite) pari a oltre 203 milioni. Complessivamente, quindi, dal patrimonio netto negativo per 36,949 milioni al 30 giugno 2020, l’Inter al 30 giugno 2021, nonostante un risultato consolidato negativo per oltre 245 milioni, aveva un patrimonio netto positivo per 53,451 milioni. La cifra più alta tra i club di Serie A riguarda però l’Udinese, che non si è limitata al marchio ma ha aggiunto anche stadio, immobili industriali e calciatori (il caso De Paul sopra citato). Per il club friulano una rivalutazione di 233 milioni di euro e una riserva di rivalutazione di 226 milioni circa. Tra le big del massimo campionato italiano chiude il Napoli, il cui valore del marchio «iscritto in bilancio al 30 giugno 2021 è pari ad euro 75.000.000». Anche in questo caso l’effetto della rivalutazione era visibile sul patrimonio netto – per 72.500.000 euro, al netto dell’imposta sostitutiva del 3% –, passato a oltre 140 milioni al 30 giugno 2021, contro i 126,5 milioni di euro al 30 giugno 2020, nonostante le perdite superiori ai 58 milioni di euro del 2020/21. Rivalutazione marchi Serie A – Dall’Inter al Lecce Di seguito tutti i club che hanno sfruttato la chance offerta dal DL Agosto: Udinese, 2019/20 – 233.009.715 euro (riserva di valutazione: 226.019.423 euro) Inter, 2020/21 – 212.141.000 euro (riserva di valutazione: 203.867.123 euro) Milan, 2021/22 – 200.000.000 euro Napoli, 2020/21 – 75.000.000 euro (riserva di valutazione: 72.750.000 euro) Sampdoria, 2020 – 61.921.000 euro (riserva di valutazione: 56.682.471 euro) Torino, 2020 – 59.600.000 euro (riserva di valutazione: 57.807.052 euro) Genoa, 2020 – 51.353.807 euro (riserva di valutazione: 50.202.468 euro) Cagliari, 2020/21 – 24.275.429 euro (riserva di valutazione: 23.547.165 euro) Lecce, 2020/21 – 17.750.000 euro (riserva di valutazione: 16.462.945 euro) TOTALE – 935.050.951 euro (riserva di valutazione: 707.338.647 euro) Calcioefinanza.it
  7. Farsi fare la morale da uno che ha come nickname Machiavelli... è un mondo alla rovescia... <<E NELLE AZIONI DI TUTTI LI UOMINI, E MASSIME DE’ PRINCIPI, DOVE NON È IUDIZIO A CHI RECLAMARE, SI GUARDA AL FINE. FACCI ADUNQUE UN PRINCIPE CONTO DI VINCERE E MANTENERE LO STATO: E’ MEZZI SEMPRE FIENO IUDICATI ONOREVOLI E DA CIASCUNO SARANNO LAUDATI.>> [IL PRINCIPE, XVIII, 6-7]
  8. Non ci siamo capiti. Cosa dice il nostro ex presidente in una telefonata rubata, estratta dal contesto, non significa nulla. Con quelle parole poteva pure riferirsi a qualcosa che aveva pestato "sotto". Se usiamo le intercettazioni come metro di giudizio allora siamo tutti colpevoli di qualcosa. Non credo di ricordare di quante persone ho detto peste e corna al telefono e se qualcuno mi avesse intercettato probabilmente dovrei già essere in galera per qualcosa che ho solo detto in un momento di rabbia. Quindi con me, che ho già vissuto il 2006, le intercettazioni usate con frasi estratte a caso dal contesto NON ATTACCANO. Il punto di vista di questo topic è diverso: le plusvalenze sono meno gravi delle minusvalenze di chi ha comprato a prezzi gonfiati che nessuno sta considerando. Torniamo al discorso nella sua sede originaria: ho venduto pjanic a xx milioni. Significa che qualcuno ha valutato le sue prestazioni xx milioni e a parte transfermarkt che ipotizza valori plausibili chi può dire quanto valga veramente un giocatore? E' tutto opinabile. Per me una cosa "unica al mondo" (che non ha prezzi di listino, valori ufficiali di mercato, etc) vale poco, per te tanto. Chi può dire chi ha ragione. Se negoziamo e concordiamo un prezzo liberamente nessuno può dire niente. Chiudiamo la transazione e nessuno può discutere sul valore che soggettivamente abbiamo dato a quel bene. Questo è stato sempre il criterio usato finora per chiudere le inchieste precedenti. >> Il contratto di compravendita, disciplinato nel nostro codice civile all’art. 1470 c.c., è il contratto attraverso il quale una parte (il “venditore” o “alienante”), trasferisce la proprietà di un bene o di un altro diritto a un’altra parte (il “compratore” o “acquirente”), la quale si obbliga a pagare un corrispettivo (il “prezzo”). >>> Nessuno dice con certezza quale debba essere quel prezzo. Chiudiamo l'affare e cosa può succedere? Vendo quel bene a meno del valore iscritto (al netto del fondo ammortamento) in bilancio: sto facendo minusvalenza e quindi avrò un effetto negativo sul reddito in conto esercizio che potrebbe portare ad una perdita e quindi a non pagare le tasse sul reddito stesso. Eludo la tassazione, in questo paese sono un furbo. Vendo quel bene a più del valore iscritto (al netto del fondo ammortamento) in bilancio: sto facendo plusvalenza e quindi avrò un effetto positivo sul reddito in conto esercizio che potrebbe portare ad un utile e quindi a pagare le tasse sul reddito stesso. Pago le tasse, in questo paese sono un fesso. In questo caso non solo cedo un servizio (il diritto alle prestazioni sportive di un atleta) ma risparmio anche il suo emolumento annuale previsto dal contratto a cui ero legato. Altro effetto positivo sul reddito. Con questo meccanismo delle plusvalenze non creo denaro, semplicemente ho un impatto positivo sul reddito economico e fiscale dell'impresa. Non vorrei smontare il paese dei balocchi in cui vivete ma tutto il mondo (dall'arte, ai beni collezionatili, alle società quotate o meno) si basa su valutazioni contabili che possono risultare opinabili e/o quanto meno discutibili, nascoste dietro la parvenza di oggettività. E poi faccio notare che creare valore rivalutando beni è previsto della normativa civilistica e fiscale. Ad esempio il D.L. 104/2020 ha previsto la possibilità di rivalutare un singolo bene pagando una imposta sostituiva del 3% (pagabile a rate in 3 esercizi). In particolare, la rivalutazione deve poggiare su uno dei seguenti criteri: -stima secondo il valore d’uso; -stima secondo il valore corrente (c.d. “fair value”) che faccio senza contraddittorio al massimo con un perito che pago per valutare quello che mi fa comodo. Sul bene rivalutato poi si potrà avere un ammortamento che abbatterà il reddito di impresa negli esercizi successivi e una minusvalenza se lo venderò a meno del valore attribuito. Usando le tue parole. E' un inganno contabile? Forse si, forse no. Chi può dirlo? Dipende...ma è legale. L'unica cosa certa che nulla è come sembra ed è tutto un grande show o una grande illusione.
  9. Davvero divertentissimo. Sopravvalutate tante cose, tipo la presunta grandezza del nonno, e ne sminuite tante altre, tipo la certa complicità del nipote. Vivete in un mondo delle favole in cui, ve lo devo dire, non c'è alcun "e vissero felici e contenti" per noi. Mentre per loro in ogni caso sì. Non è bastato il 2006 a far capire come funziona?
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.