Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Search the Community

Showing results for tags 'conferenza stampa'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2019-2020
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendars

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Found 4 results

  1. Finalmente si riparte. Dopo la lunga pausa per le Nazionali la Juve torna a correre. Domani, contro il Genoa, si ricomincia a fare sul serio e come sempre è vietato sbagliare: sarà decisivo riattaccare subito la spina. Allegri, come ogni vigilia, presenta la partita in conferenza stampa dall'Allianz Stadium. Si comincia alle 12:00, vi riportiamo in tempo reale la diretta di Tuttojuve.com. Lo stato dell'arte della rosa qual è? Ci sono un po' di giocatori che stanno rientrando, i vari De Sciglio, Douglas e Spinazzola come stanno? La rosa è al completo? Stanno bene, normale a qualcuno manchi minutaggio. Spinazzola ha fatto 50 minuti mercoledì in amichevole, normale non sia in forma campionato. De Sciglio sta bene, Douglas Costa pure, gli mancano i minuti. Gli altri stanno bene tranne Khedira che speriamo di riaverlo a Empoli o contro il Manchester qui a Torino. Ci si può aspettare un Dybala dall'inizio visto che ieri si è allenato col gruppo? Può darsi che giochi. Devo vedere la situazione e valutare le condizioni dei centrocampisti. Di conseguenza poi sceglierò gli uomini d'attacco. L'unico che riposerà sicuramente domani è Chiellini. Rappresenta una novità aver inanellato tante vittorie di fila soprattutto all'inizio? Ci tiene? Non è questione di tenerci, è che questi momenti sono pericolosi. Quando si viene da 10 vittorie e c'è la sosta della Nazionale, cui faccio i complimenti e sono contento di come ha giocato perché si continua a dire che non ci sono giocatori e la Nazionale va male e tutto è un disastro. Alla fine ci crediamo anche noi. Se uno ti dice tutti i giorni che sei cretino, anche se tu non ti senti tale a un certo punto ci pensi "ma non sarò un cretino veramente?". La Nazionale ha fatto bene con l'Ucraina e con la Polonia, giocando un calcio bello, piacevole, e poi vincendo la partita. Con ragazzi giovani che hanno iniziato un nuovo corso. Vediamo le cose in positivo. Per quanto riguarda noi l'ho detto già alla squadra. Questo è un momento dove la troppa positività abbassa l'energia. Tutti dicono che la Juve vincerà tutte le partite da giocare da qui al 1 giugno, ma non è così. Perché domani abbiamo una partita difficile. Solo una volta negli ultimi 4 anni abbiamo vinto più di 1-0 col Genoa qui. Noi dobbiamo tenere un profilo basso, lavorare e pensare di partita in partita. Ora abbiamo un altro step di sei gare in cui ci giochiamo il passaggio del turno in Champions e in campionato il calendario sulla carta potrebbe permetterci di rubare dei punti. Inutile girarci intorno: domani c'è Inter-Milan, vincere ci permetterebbe di allungare su una delle due e mettere pressione al Napoli. In questo momento bisogna essere bravi a rientrare in campionato con la giusta attenzione perché la partita dopo la sosta è la più pericolosa. Contro un Genoa che ha cambiato allenatore. De Sciglio ha possibilità di partire titolare? Magari a sinistra. Se gioca domani gioca a sinistra. Devo valutare Alex Sandro che nell'ultima partita in Nazionale non ha giocato e quindi sono abbastanza riposati. Lei è stupito di avere una distanza simile sulle inseguitrici? Qualcuno può pensare che è un campionato noioso se vince sempre la Juve? Noioso non è, bisogna vincerle tutte. Tra noi e il Napoli pesa lo scontro diretto. Se avessimo pareggiato qui i punti sarebbero solo tre e tutto sarebbe diverso. Ci sono tanti punti. Noi dobbiamo vincere e non è semplice e per farlo dobbiamo mettere da parte tutte le cose positive che non c'entrano con il calcio. Noi dobbiamo rientrare in campo per vincere e per vincere servono corsa, testa e la tecnica che ce l'abbiamo. Come sta Cristiano Ronaldo, le accuse possono avere impatto sul suo rendimento? Dove si trova meglio nel suo sistema di gioco? È molto sereno e sta lavorando bene, poi non posso rispondere su cose non mie, sono cose personale. Sull'altra, si è inserito con grande umiltà, ha portato attenzione e senso di responsabilità a una squadra che l'ha sempre avuto. Poi fa gol, che è quello che sa fare meglio di tutti, oltre agli assist. Domani sfidate un giocatore rivelazione, Piatek. Come l'avete studiato e come avete studiato il Genoa di Juric, che fin qui non ha giocato partite? Il giocatore è una sorpresa e sta facendo molto bene. È un catalizzatore di palloni dentro l'area perché la palla arriva sempre dove c'è lui in area. Per quanto riguarda il Genoa di Juric, non l'abbiamo mai visto, sarà una sorpresa, ma non penso sarà lontano dal Genoa di Juric quando lo allenava. Sarà aggressivo e servirà una partita fisica. Come procede la crescita di Kean? In questo momento è alla Juve, sta facendo bene, cresce e si allena bene. Si sta responsabilizzando per l'età che ha e come caratteristiche dopo Mandzukic il centravanti è lui. Domani può essere il turno di Perin? No, domani gioca Szczesny. Sono molto contento di come sta lavorando Perin e arriverà il suo momento. Douglas Costa come sta fisicamente e quanto minutaggio ha nelle gambe? Più facile vederlo a partita in corso o dall'inizio? Più facile vederlo a partita in corso. Ha mezz'ora nelle gambe, non gioca da due mesi. Ha lavorato bene, ma gli manca minutaggio e lo troverà piano piano. C'è una cosa in cima alle altre che secondo lei nel calcio italiano bisognerebbe fare? È passato un anno dall'interim, che priorità dovrebbe avere questo nuovo corso? La priorità è quella di fare. Nella vita c'è da fare, non da chiacchierare. Io credo che questo nuovo corso debba solamente fare. Per il bene del calcio italiano e per il futuro non solo del calcio ma anche della società italiana. Sui bambini. Dovranno organizzarsi con idee senza pensar di mandare missili sulla luna. Domani può giocare Bentancur titolare? Lo vede più vice Pjanic o più mezz'ala? Da mezz'ala ha fatto bene, ha fatto gol con buoni tempi di inserimento. In questo momento è adatto a giocare da mezz'ala con magari Emre Can al centro della difesa. Poi può magari giocare a due quando giocheremo con due mediani.
  2. L'Udinese come ultimo ostacolo prima della sosta; vincere a Udine per coronare l'avvio perfetto, toccando la doppia cifra di successi consecutivi tra campionato e Champions League. Spenta la musica europea la Juve torna a concentrarsi sugli affari interni e alle 12.00 Massimiliano Allegri presenterà la sfida in programma domani alle 18.00. Tuttojuve.com vi riporta in diretta le parole del tecnico bianconero: Come sta Crisitano Ronaldo alla luce delle ultime vicissitudini? Sta bene. Riguardo alle vicissitudini. Lo conosco da tre mesi, quello che posso dire è che in 15 anni di carriera ha mostrato grande professionalità dentro e fuori dal campo e serenità dentro e fuori dal campo. E oltre a questo è uno che si è dedicato e si dedica molto anche al sociale e questo la dice tutta. Per quanto riguarda il campo invece è pronto per rientrare. Nella coesistenza tra Dybala e Ronaldo chi dei due si deve adattare di più all'altro? Non è questione di adattarsi, è questione di conoscersi meglio giocando insieme. Giocare senza centravanti sicuramente è diverso. Hanno giocato insieme Mandzukic, Ronaldo e Dybala, possono giocare insieme e capiterà due dei tre perché abbiamo tantissime partite e devo farli recuperare. Punto sulla situazione degli infortunati? Come sta De Sciglio? Khedira out, conferma? Confermato Khedira out. Stiamo facendo valutazioni per capire quando potrà rientrare. De Sciglio è a disposizione. Rugani è out e Douglas Costa rientra con il Genoa, perché è praticamente a posto e rientrerà con la squadra la settimana prossima dopo la sosta. Ritiene a breve, o già da domani eventualmente, di poter impiegare Perin tra i pali? Domani gioca Szczesny, anche se Perin sta molto bene, si allena bene e ha dimostrato in casa col Bologna. Ritiene la Juve sia più convinta dei propri mezzi? È una rosa che è stata migliorata molto e questo è merito della società. Poi più forte o non più forte lo vederemo a fine anno, quando se avremo vinto saremo stati più bravi dell'anno scorso. Anche perché per migliorare quanto fatto da questa squadra negli ultimi 4 anni manca solo una cosa: la Champions. Con 4 scudetti, con i 3 della gestione Conte, 4 Coppe Italia, manca solo la Champions, che non è facile. Ma adesso dobbiamo pensare a chiudere domani nel migliore dei modi queste prime 10 partite per poi riposare un poco e affrontare il secondo step di novembre, dove avremo una gara in meno e poi dopo l'altra sosta il filotto di dicembre. Domani è una partita pericolosa, perché veniamo da 9 vittorie e potrebbe esserci, ma non ci sarà, un po' di rilassamento. Domani ci sarà da lottare, sarà una squadra fisica, difficilmente a Udine vengono fuori belle partite. Giocheremo alle 6, quindi la palla correrà meno, domani anche se verrà fuori una brutta partita tecnicamente dovremo portarla a casa. Al di là di Ronaldo, c'è qualche attaccante che riposerà? O giocano tutti e tre insieme o uno tra Mandzukic e Dybala starà fuori. Devo valutare perché Cuadrado sta bene e ha trovato un po' più di fiducia dopo l'assist. Bernardeschi, nonostante i miei rimproveri, e non volevo assolutamente sminuire la Fiorentina, che quest'anno è una bella squadra che gioca bene, ma ho solo detto un dato di fatto. Quando sei alla Juventus il peso specifico di ogni pallone che tocchi è maggiore di quello di qualsiasi altra squadra, e in mezzo c'è anche la Fiorentina. Alla Juve ogni contrasto, ogni pallone che non passi per essere egoista, cambia. Perché ti può far vincere o perdere il campionato, o la Champions, o la Coppa Italia o la Supercoppa. Molto semplice, non è che ho offeso qualcuno. Però Federico l'altra sera... ma non l'ho detto solo a lui, anche a giocatori arrivati da altre squadre. Quando arrivi alla Juve devi fare un salto di qualità. Perché alla Juve è differente. come quando uno gioca bene e poi magari dopo tre giorni è in panchina, perché le energie che si sprecano alla Juventus sono maggiori. Vincere alla Juventus è un obbligo. Due precisazioni: una su Khedira. Poteva essere evitato questo infortunio? Si è parlato anche di uno staff medico che frenava e invece il giocatore voleva giocare. Lui era a posto, è rientrato e si è infortunato di nuovo. Vediamo l'entità dell'infortunio, potrebbe anche non essere niente. Sarà più riposato per la seconda parte di stagione. Abbiamo Bentancur in grande crescita, Emre Can che sta bene, Cuadrado e Bernardeschi che magari possono fare la mezz'ala. Che Ronaldo non sarebbe andato in Nazionale lei lo sapeva? E quanto in questi giorni gli starete vicino? Che tipo di ambiente state cercando di creare? Della Nazionale lo sapevo, ha concordato con ct e presidente della federazione di non andare e per noi è meglio perché lavora con noi. Per quanto riguarda la protezione della Juve è giusto che gliela dia in un momento delicato, ma lui ha talmente le spalle larghe che è concentrato su domani. Stadium più silenzioso ultimamente.... I tifosi ci sono sempre vicini. Da quando sono arrivato alla Juve dico sempre che ogni momento va vissuto con entusiasmo. Non abbiamo sempre la possibilità di vivere questi momenti. Il presente va vissuto con grande entusiasmo. La squadra, la società, negli ultimi anni ha dato grande soddisfazione. Vincere non è mai semplice, anzi è sempre complicato, basta vedere la gara di domani. Preparare le partite psicologicamente per chi vince 9 gare di seguito non è semplice e abbiamo bisogno di tutto l'entusiasmo che c'è dentro l'Allianz Stadium. Finora le è piaciuta di più la Juve con la difesa a tre o a quattro? Fino a questo momento se non sbaglio non siamo mai stati due partite consecutive senza fare gol. Non abbiamo preso gol con la Lazio e col Bologna, ma non sono state di seguito. Bisogna lavorare su noi stessi, mettere il paraocchi come i cavalli e andare, senza guardare chi ci sta intorno. Volevo chiederti se domani Bentancur può giocare titolare. Domani ha possibilità di giocare. Oggi vedrò l'allenamento, valuterò la situazione e deciderò. Domani è una partita in cui l'aspetto fisico e l'aspetto mentale diventano determinanti. Anche l'anno scorso pur vincendo 6-2 la squadra era in controllo della partita, poi c'è stata l'espulsione, siamo andati sotto poi c'è stata la reazione ed è stata una partita strana. L'Udinese è una squadra ben messa, che gioca sulle riprtenze. Loro vengono da due sconfitte noi da 9 vittorie e bisogna alzare il tiro per non pagare dazio domani. Domani è uno spartiacque importante per noi. Per chiudere bene le prime 10 partite della stagione e per rimanere con il vantaggio immutato sulle altre squadre. Poi ci sono tante partite da vincere. Avverte preoccupazione intorno a lei? E lei personalmente è preoccupato per l'esito delle indagini che coinvolgono Ronaldo? L'ho detto prima, io vedo Cristiano sereno. Ieri ha fatto un buon allenamento e hanno fatto una sfida lui, Mandzukic, Kean e Cancelo con i tiri in porta. Era sereno ed è pronto a rientrare. Ripeto quello che ho detto prima, la professionalità e la serenità dentro e fuori dal campo di Ronaldo sono indiscutibili. Tuttojuve.com
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.