Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Sign in to follow this  
AllenIverson

Juventus Primavera 2015/2016: Campionato | Coppa Italia | Uefa Youth League - calendario, risultati e classifica

Recommended Posts

Campionato Primavera 2015/2016 - Girone A

 

NUaMmCJ.jpg

  • ANDATA

[12 09 15] Juventus - Modena 3-0 | (Romagna - Pozzebon(2)) | Cronaca e Video Highlights

[19 09 15] Torino - Juventus 1-1 | (Clemenza) | Cronaca e Video Highlights | Foto-Gallery

[26 09 15] Juventus - Trapani 4-0 | (Favilli (3) - Pozzebon) | Cronaca e Tabellino |

[04 10 15] Virtus Entella - Juventus 2-1 | (Muratore) | Cronaca e Tabellino |

[17 10 15] Pro Vercelli - Juventus 1-4 | (Favilli - Pozzebon (2) - Vitale) | Cronaca e Video Highlights |

[24 10 15] Juventus - Carpi 4-0 | (Blanco Moreno - Kastanos - Pozzebon - Morselli) | Cronaca e Tabellino |

[31 10 15] Sampdoria - Juventus 4-1 | (Severin) | Cronaca e Tabellino |

[08 11 15] Juventus - Sassuolo 4-0 | (Clemenza (2) - Favilli - Romagna) | Cronaca e Video Highlights |

[21 11 15] Juventus - Fiorentina 1-0 | (Pozzebon) | Cronaca e Tabellino | Foto-Gallery

[28 11 15] Novara - Juventus 2-4 | (Cassata - Favilli (2) - Udoh) | Cronaca e Tabellino |

[05 12 15] Juventus - Livorno 2-1 | (Pozzebon (2)) | Cronaca, Tabellino e Video Highlights |

[12 12 15] Spezia - Juventus 0-4 | (Clemenza (2) - Vadalá - Favilli) | Cronaca e Tabellino |

[20 12 15] Juventus - Genoa 2-0 | (Macek - Favilli) | Cronaca, Tabellino e Video Highlights |

  • RITORNO

[16 01 16] Modena - Juventus 1-2 | (Cassata - Clemenza) | Cronaca, Tabellino e Video Highlights

[23 01 16] Juventus - Torino 2-1 | (Favilli - Morselli) | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste | Foto-Gallery

[31 01 16] Trapani - Juventus 0-2 | (Di Massimo - Lirola) | Cronaca, Tabellino e Video Highlights

[06 02 16] Juventus - Virtus Entella 2-1 | (Lirola - Cassata) | Cronaca, Tabellino e Video Highlights

[14 02 16] Juventus - Pro Vercelli 3-0 | (Pozzebon (2) - Di Massimo) | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste | Foto-Gallery

[20 02 16] Carpi - Juventus 1-2 | (Favilli - Di Massimo) | Cronaca, Tabellino e Video Highlights

[27 02 16] Juventus - Sampdoria 1-1 | (Kastanos) | Cronaca, Tabellino e Video | Foto-Gallery

[06 03 16] Sassuolo - Juventus 3-2 | (Kastanos (2)) | Cronaca, Tabellino e Video Highlights

[19 04 16] Fiorentina - Juventus 1-3 | (Favilli (2) - Didiba) | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste | Foto-Gallery

[02 04 16] Juventus - Novara 1-0 | (Vadalá) | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste

[23 04 16] Livorno - Juventus 2-1 | (Kastanos) | Cronaca e Tabellino

[30 04 16] Juventus - Spezia 3-0 | (Favilli (2) - Bove) | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste

[07 05 16] Genoa - Juventus 5-2 | (Didiba (2)) | Cronaca e Tabellino

 

 

FASE FINALE - QUARTI DI FINALE

[29 05 16] Juventus - Empoli 4-2 | (Favilli (2) - Pozzebon - Cassata) | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste | Foto-Gallery

 

 

FASE FINALE - SEMIFINALE

[01 06 16] Juventus - Torino 1-0 | (Pozzebon) | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste | Foto-Gallery

 

 

FINALE SCUDETTO

[04 06 16] Roma - Juventus 7-6 d.c.r. (1-1 d.t.s.) | (Kastanos) | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste | Foto-Gallery

 

 

 

 

Classifica Campionato Primavera 2015/2016 - Girone A

 

q5gnNKc.png

 

1-2 Qualificate alla Fase Finale | 3-4 Play Off | 5 Play Off per le due migliori quinte

Edited by AllenIverson
Aggiornato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Coppa Italia Primavera 2015/2016

 

qPtLL4w.jpg

 

 

 

1° e 2° TURNO

[23 09 15] Juventus - Como 3-2 | (Vitale - Udoh - Clemenza) | Cronaca e Tabellino | Foto-Gallery

[28 10 15] Juventus - Sampdoria 2-1 | (Blanco Moreno - Clemenza) | Cronaca e Tabellino | Foto-Gallery

 

OTTAVI di FINALE

[17 11 15] Spezia - Juventus 1-2 | (Bove - Toure) | Cronaca e Video Highlights

 

QUARTI di FINALE

[10 01 16] Genoa - Juventus 0-3 | (Favilli (2) - Clemenza) | Cronaca, Tabellino e Video Highlights

 

SEMIFINALE

[27 01 16] Fiorentina - Juventus 0-1 | (Kastanos) | Cronaca, Tabellino e Video Highlights

[10 02 16] Juventus - Fiorentina 3-1 | (Clemenza - Morselli - Kean) | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste | Foto-Gallery

 

FINALE

[07 04 16] Juventus - Inter 0-1 | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste | Foto-Gallery

[13 04 16] Inter - Juventus 2-1 | (Kastanos) | Cronaca, Tabellino e Video Highlights | Foto-Gallery



 

 

GgBFZgA.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uefa Youth League 2015/2016

 

sYTQTIe.jpg

 

 

 

GRUPPO D

[15 09 15] Manchester City - Juventus 4-1 | (Favilli) | Cronaca e Tabellino | Foto-Gallery

[30 09 15] Juventus - Siviglia 0-1 | Cronaca, Tabellino e Video Highlights | Foto-Gallery

[21 10 15] Juventus - Borussia Mönchengladbach 2-1 | (Clemenza (2)) | Cronaca e Video Highlights | Foto-Gallery

[03 11 15] Borussia Mönchengladbach - Juventus 3-2 | (Cassata - Kastanos) | Cronaca e Video Highlights | Foto-Gallery

[25 11 15] Juventus - Manchester City 2-1 | (Kastanos (2)) | Cronaca, Tabellino, Video Highlights e Interviste | Foto-Gallery

[08 12 15] Siviglia - Juventus 1-0 | Cronaca, Tabellino e Video Highlights | Foto-Gallery

 

 

 

 

 

GGUGSaI.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 15/16 - 1ª Giornata : JUVENTUS - MODENA 3-0

[sabato 12 Settembre 2015]

 

La prima di campionato degli Under19 bianconeri si è conclusa 3-0 a favore di Romagna e compagni, in virtù delle reti nella ripresa proprio del Capitano e della doppietta di Pozzebon.

Fin dall’inizio è la Juventus a fare la partita, costruendo azioni pericolose e buone trame di gioco. Come quella che poco prima del quarto d’ora porta al tiro Cassata, che con una gran conclusione colpisce la traversa.

Non cambia il filo del discorso nella ripresa: i bianconeri colpiscono ancora il legno orizzontale, questa volta con Parodi sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Al minuto 67, finalmente, la Juve passa: l’assist è del nuovo arrivo Vadalà, la rete è di Romagna, oggi Capitano, grazie a una conclusione di testa. La partita si è sbloccata, gli spazi si allargano e i bianconeri raddoppiano, dopo soli tre minuti. Splendida iniziativa di Kastanos, che con un grande assist libera al tiro Pozzebon per il gol del 2-0. Prima della fine del match c’è ancora tempo per il terzo sigillo dei bianconeri, secondo personale di Pozzebon, al 90’ minuto.

Nonostante il risultato, tuttavia, quello visto al campo Ale&Ricky di Vinovo è stato un match non facile, giocato contro un avversario che ha provato a difendere il risultato e colpire in velocità, sfruttando le ripartenze. Il primo tempo è stato una frazione di gara preparatoria al seconda, in cui il pallone è finito in fondo al sacco finalmente e, a quel punto, si sono aperti gli spazi giusti per poter concretizzare ulteriormente ed assestare il colpo del ko finale.

Pure essendo all’inizio della stagione, la nostra Primavera a tratti ha gestito palla e gara nel modo coerente, nella ripresa, cogliendo una vittoria che soddisfa e dà morale in vista delle difficoltà che andrà ad affrontare nel corso della stagione.

«Non era facile oggi, ci abbiamo messo la giusta mentalità e il giusto atteggiamento – conferma con soddisfazione Mister Fabio Grosso – Bravi tutti, gli autori dei gol ma non solo: l’importante è continuare a lavorare insieme, come squadra: con questo atteggiamento potremo fare grandi cose».

Martedì ecco giungere l’esordio stagionale in Youth League, che la Juve affronterà con due defezioni importanti (Macek e Clemenza): «Con tutti i ragazzi a disposizione cercheremo di fare la partita, conoscendo la forza di un avversario che già l’anno scorso ha recitato un ruolo da protagonista in Europa», è stato il commento del Coordinatore Tecnico del Settore Giovanile, Stefano Baldini.

«Affronteremo una squadra molto forte, ma anche noi abbiamo le nostre possibilità, possediamo le qualità per fare bene», gli ha fatto eco Fabio Grosso.

Dopo la gara di Manchester, sarà subito tempo di derby: il 19 settembre alle 13 la Juve affronterà il Toro, campione d’Italia di categoria.

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS (4-2-3-1): Vitali; Lirola, Parodi, Blanco Moreno, Zappa (63' Pozzebon); Romagna, Muratore; Vadalà (80' Pellini), Kastanos, Cassata; Udoh (87' Morselli)

A disp.: Del Favero, Consol, Beruatto, Vogliacco, Severin, Touré, Bove, Coccolo, Eleuteri

All. Fabio Grosso

 

MODENA: Benedettini, Righi, Laskir, Mariani (81' Pollastri), Setti, Zucchini (81' Ristori), Corti (63' Sabba), Natali, Franco, Hardy, Didiba

A disp.: Bonadonna, Braccioli, Luppi, Macchi, Rizzuto, Dolcini, Teggi

All. Simone Pavan

 

Marcatori: 67' Romagna (Assist: Vadalá), 70' e 90' Pozzebon (Assist: Kastanos, Muratore)

Ammoniti: 53' Udoh

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uefa Youth League, 1ª Giornata : MANCHESTER CITY - JUVENTUS 4-1

[Martedì 15 Settembre]

 

Un esordio difficile, un risultato che penalizza eccessivamente i ragazzi della Primavera, autori di una buona prova contro il Manchester City nella prima giornata di Youth League. In attesa di vedere in campo le due prime squadre, i ragazzi di City e Juve hanno regalato questo pomeriggio un bello spettacolo al numeroso pubblico presente nella città inglese.

E dire che per i bianconeri, stasera con la terza divisa, l’inizio è eccellente: al nono minto è Favilli a sbloccare il tabellino, ma non c’è quasi tempo di esultare, perché dopo sette minuti viene espulso Parodi (rosso diretto).

È un episodio, questo, che cambia la partita: passano infatti altri sei giri di lancette e il City pareggia, con Nemane. Il match si mantiene sui binari dell’equilibrio fino a fine primo tempo, i bianconeri, pur in 10, reggono bene e non rinunciano a costruire. Poi, a inizio ripresa, accade un altro episodio decisivo: Cassata, ammonito a fine della prima frazione, rimedia un altro giallo e deve lasciare il campo.

Juve che resta in nove, Manchester che passa in vantaggio due minuti dopo con Roberts. Match finito? Tutt’altro, i bianconeri restano in partita, grazie anche alle splendide parate di Del Favero. Solo verso la fine la stanchezza prende il sopravvento e, fra l’87’ e il 94’, il City passa altre due volte, con Patching e Nmecha.

Un punteggio sicuramente troppo duro, che non abbatte i ragazzi di Fabio Grosso, il quale a fine partita analizza con lucidità: «Sapevamo che sarebbe stato difficile anche in 11 contro 11, figuriamoci in 9 – le sue parole - Detto questo la squadra ha retto bene fin quando non è stata troppo stanca. È un aspetto positivo. Devo comunque fare i complimenti al Manchester City, ha giocato molto bene».

Si torna in campo in Youth League il 30 settembre, contro il Siviglia

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

MANCHESTER CITY: Grimshaw, Maffeo, Humphries, Adarabioyo, Duhaney, Garcìa A., Kongolo (55' Nmecha), Garcìa M. (92' Wood), Roberts, Ambrose, Nemane (78' Patching)

A disp.: Gunn, Oliver, Fernandes, Faupala

All. Patrick Vieira

 

JUVENTUS: Del Favero; Lirola, Parodi, Vogliacco, Cassata; Muratore, Romagna, Vitale (89' Kastanos); Vadalà, Favilli (74' Udoh), Pozzebon (51' Coccolo)

A disp.: Consol, Pellini, Morselli, Bove

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 9' Favilli (J), 22' Nemane (MC), 52' Roberts (MC), 88' Patching (MC), 90'+5 Nmecha (MC)

Ammoniti: 29' Vitale (J), 42' Cassata (J), 56' Vadalá (J)

Espulsi: 16' Parodi (J) per aver interrotto una chiara occasione da rete, 50' Cassata (J) per doppia ammonizione

 

FOTO-GALLERY

 

006.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 15/16 - 2ª Giornata : TORINO - JUVENTUS 1-1

[sabato 19 Settembre 2015]

 

La Juve inizia il match con la difesa a quattro Lirola-Zappa-Romagna-Parodi; Blanco, Muratore e Vitale a centrocampo ed il tridente offensivo Vadalà, Kastanos e Favilli, già in gol nell’ultima gara di Youth League a Manchester.

Il canovaccio del primo tempo è un po’ quello di tutta la gara: bianconeri che mantengono saldo il pallino del gioco, fanno girare palla, creando possesso e provano ad aprire spazi nella serrata difesa di un Toro che, sornione, attende l’errore della Juve per ripartire in velocità e colpire.

E’ proprio seguendo questo copione che va in gol la squadra di Longo alla fine del primo tempo, quando un disimpegno errato della difesa bianconera innesca l’assist filtrante per Debeljuh: il croato, classe ’96, non tradisce le aspettative del n. 9 sulle spalle e fulmina Vitali in uscita, scattando sul filo del fuorigioco.

La prima frazione di gioco, intensissima ma con poche occasioni da rete, aveva visto una Juve ordinata e paziente in fase di creazione di gioco, con Romagna in evidenza anche in fase di interruzione delle trame di gioco avversarie (come al 28’, quando ferma una ripartenza granata), Favilli bravo a fare sportellate lì davanti (la sua buona lena verrà premiata nella ripresa) e lo scambio frequente tra i due esterni d’attacco, Vadalà e Kastanos, per non dare punti di riferimento alla difesa avversaria.

Il Torino si fa pericoloso al 10’, ma la mischia in area con susseguente tiro del 10 granata si risolve con un calcio d’angolo. I padroni di casa vanno ancora vicini al vantaggio con un calcio di punizione, qualche minuto più tardi, respinto dalla barriera juventina sopra la traversa. Ma i ragazzi di Grosso crescono in sicurezza: al 34’ Muratore finalizza un’azione manovrata Favilli-Vitale-Vadalà ma spara troppo alto, mentre a stretto giro il Torino ribatteva con Candelloni, ad un soffio dal tap-in vincente in area di rigore bianconera.

La ripresa si apre senza cambi ed in crescendo, con le due squadre che pigiano sull’acceleratore in maniera progressiva, sapendo che la seconda frazione sarebbe stata lunga e potenzialmente piena di sorprese.

Così è, ad iniziare dai cambi tentati da Grosso per raddrizzare la gara: Vitale per Clemenza e Udoh per Vadalà. Una mossa che si rivela vincente.

Due minuti più tardi, infatti, il neo entrato originario di Cittiglio impegna seriamente il portiere del Toro, andando vicino al vantaggio. Un’azione antifona della rete del pareggio, che vede protagonista ancora il centrocampista bianconero, di lì a poco: al 70’, infatti, Favilli ruba palla con caparbietà al Torino che prova a ripartire; l’appoggia a Clemenza il quale, di piatto, manda un colpo da biliardo in fondo al sacco e la folla di tifosi bianconeri in visibilio.

Le due squadre scivolano verso il 90’ schierate a specchio. Grosso getta Beruatto – ex vivaio della Fiorentina – nella mischia al posto di Zappa, e la partita è vibrante nonostante il gran caldo. E’ pur sempre un derby, ed entrambe le formazioni lo vogliono portare a casa. Il Toro si getta in avanti, la Juve ribatte colpo su colpo e prova l’affondo a sorpresa con Udoh, fermato in fuorigioco, ma non c’è nulla da fare. La vittoria nel primo Derby della Mole stagionale rimane ancora tutta da assegnare.

«Sono entrato con lo spirito giusto, cercavamo di fare anche il 2-1, ma purtroppo non è arrivato», ha dichiarato uno dei migliori in campo juventini, Clemenza, ai microfoni di Sportitalia a fine match. «Sotto l’aspetto del gioco abbiamo dominato noi nel primo tempo, soffrendo un po’ sotto l’aspetto fisico ma non certo su quello tattico».

Gli ha fatto eco, a stretto giro, Fabio Grosso, che ha ammesso di non avere alcun rammarico per il risultato. «Sono contento della prestazione della squadra, abbiamo imposto il nostro gioco, soffrendo sporadicamente su qualche ripartenza ma abbiamo dimostrato di avere le qualità per fare un grande campionato», ha detto il mister dopo il fischio finale. «Tre giorni fa abbiamo giocato bene tecnicamente contro una grande formazione, in Youth League, e oggi abbiamo comandato la gara meritando almeno il pareggio».

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

TORINO: Zaccagno; Carissoni, Auriletto, Mantovani ©, Procopio; Osei, Segre, Zenuni, Candellone (84' Berardi); Debeljuh, Gjuci (74' Edera)

A disp.: Cucchietti, Stanghellini, Benedetti, Morello, Origlio, Tindo, Martino, Geraci, Tobaldo, Kobon

All. Moreno Longo

 

JUVENTUS: Vitali; Lirola, Parodi, Blanco Moreno, Zappa (78' Beruatto); Romagna ©, Muratore, Vitale (66' Clemenza); Kastanos, Vadalá (66' Udoh); Favilli

A disp.: Del Favero, Pellini, Vogliacco, Coccolo, Severin, Bove, Pozzebon, Cassata, Toure

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 44' Debeljuh (T), 72' Clemenza (J)

 

Ammonizioni: 60' Parodi (J), 86' Carissoni (T), 90' Beruatto (J)

 

 

FOTO-GALLERY

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Coppa Italia Primavera 15/16 - 1° Turno : JUVENTUS - COMO 3-2

[Mercoledì 23 Settembre 2015]

 

Parte forte la squadra di Grosso, che nel primo tempo, e in particolare nella prima mezz’ora, sfiora più volte il gol, senza trovarlo. E come recita un vecchio adagio del calcio, “gol sbagliato, gol subito”: il Como passa, in modo piuttosto inatteso, al 27’ della prima frazione di gioco, con Cortesi.

La reazione bianconera è immediata e si concretizza cinque minuti dopo con il gol del pareggio di Vitale, e poi ancora, a due giri di lancette dal fischio finale del primo tempo, con la rete di Udoh, che aggancia un pallone non facile e porta in vantaggio i suoi.

Le squadre vanno al riposo con la Juve meritatamente in vantaggio e, al rientro in campo, i bianconeri sembrano chiudere il match, con Clemenza al nono minuto. È però un rigore per il Como, ottenuto per fallo di Blanco, a riaprire i giochi: lo segna al 18’ Cortesi che così porta a casa una doppietta personale. L’ultima mezz’ora di gioco vede non tanto il Como rendersi pericoloso cercando il pari, ma la Juve controllare e legittimare il punteggio, sfiorando anche un paio di volte la marcatura.

Bene così, dunque, come conferma Mister Fabio Grosso a fine partita: «Avevamo voglia di fare una bella partita, ci siamo riusciti a tratti, forse avremmo dovuto metterci più veemenza. Abbiamo però avuto una buona reazione, rimettendo in piedi un match che sembrava complicarsi, siamo stati bravi anche a limitare il ritorno degli avversari».

È un periodo impegnativo per i ragazzi bianconeri, che giocano ogni tre giorni: «Siamo la Juve, abbiamo l’onore di indossare una maglia prestigiosa e il piacevole onere di giocare tantissime partite. Certo, questo porta a un grande dispendio di energie, soprattutto mentali – spiega il Mister - Ma i ragazzi stanno rispondendo bene e lo hanno fatto anche oggi. Siamo un gruppo formato da elementi bravi e con ottima prospettiva, l’obiettivo è crescere ancora».

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS: Del Favero; Cassata (59' Eleuteri), Blanco Moreno, Parodi, Beruatto; Muratore (64' Pellini), Bove, Vitale; Clemenza ©, Udoh (77' Vadalá), Pozzebon

A disp.: Vitali, Coccolo, Romagna, Vogliacco, Severin, Toure, Morselli, Kastanos, Zappa

All. Fabio Grosso

 

COMO: Maimone, Talarico, Caputo, Calviello, Rorato, Scaglione, Mandelli, Salaroli (46' Moleri - 87' Mutton), Cortesi ©, Mangili, Cicconi

A disp.: Del Gaudio, Triveri, Labano, Morelli, Melesi, Belluzzi, Fusi, Salomoni, Bonaiti, Cassina

All. Galia e Ardito

 

Marcatori: 27' Cortesi ( C), 32' Vitale (J), 43' Udoh (J), 54' Clemenza (J), 63' ® Cortesi ( C)

 

Ammoniti: 35' Cicconi ( C), 41' Cassata (J), 69' Blanco Moreno (J), 71' Moleri ( C)

 

FOTO-GALLERY

 

12045566_1501769536802341_1973992398177374687_o.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 15/16 - 3ª Giornata: JUVENTUS - TRAPANI 4-0

[sabato 26 Settembre 2015]

 

Due vittorie con ampio margine, un pareggio nel difficile Derby della Mole: non si può dire che non sia iniziato bene il campionato della nostra Primavera, che oggi a Vinovo ha centrato un bel poker contro il Trapani, e che in classifica occupa adesso le zone alte, all’inseguimento dello Spezia.

La vittoria contro la squadra siciliana matura nella ripresa, ma ha le sue radici nel primo tempo: dopo un gol sfiorato al sesto minuto con Pozzebon, è lo stesso autore del tiro a mettere sui piedi di Favilli la palla che sblocca il match, tre minuti dopo.

Durante la prima frazione di gioco i bianconeri non solo controllano, ma vanno più volte vicini alla rete del raddoppio, che arriva invece appena rientrati dallo spogliatoio, dopo due soli giri di lancette, ancora con Favilli, sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Al quarto d’ora della ripresa è ancora Favilli a mettere a segno la sua tripletta personale, coronando un sabato che definire eccellente è dire poco. Il match sostanzialmente si chiude qui, ma nell’ultima mezz’ora di gioco c’è gloria, meritatissima, anche per Pozzebon, che segna la rete del 4-0 a cinque giri di lancette dal triplice fischio.

«Proponiamo gioco, abbiamo coraggio e grandi qualità: con l’atteggiamento giusto riusciamo a concretizzare, come abbiamo fatto oggi – Così Mister Fabio Grosso a fine partita - Ci sono sempre cose da migliorare, ma la nostra partenza è ottima. Per me è importante non tanto il modulo con cui giochiamo, quanto l’atteggiamento, il modo con il quale scendiamo in campo». Non c’è però tempo per riposare: alle viste c’è la sfida contro il Siviglia, in Youth Cup. «Sarà una partita difficile, abbiamo qualche ragazzo fuori, ma siamo una bella rosa e vogliamo fare bene».

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS: Vitali; Parodi, Blanco Moreno, Severin (62' Coccolo), Zappa (62' Clemenza), Cassata, Romagna ©, Vitale, Kastanos, Pozzebon, Favilli (77' Morselli)

A disp.: Del Favero, Consol, Beruatto, Pellini, Vogliacco, Eleuteri, Toure, Bove, Muratore

All. Fabio Grosso

 

TRAPANI: Loliva, Tumminelli, Cosentino, Mulè, Lombardo © (66' Beninati), Gardet, Bulades, Marino, La Piana (59' Mistretta), Gastone, Pampalone (56' *)

A disp.: Cascione, Canino

All. Francesco Di Gaetano

 

Marcatori: 9', 47' e 60' Favilli (J), 85' Pozzebon (J)

 

Ammoniti: 23' Zappa (J), 24' Tumminelli (T)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uefa Youth League 15/16, 2ª Giornata : JUVENTUS - SIVIGLIA 0-1

[Mercoledì 30 Settembre]

 

La Primavera della Juventus cede al Siviglia nel secondo turno di Youth League. Si gioca a Vercelli, allo stadio Silvio Piola: i bianconeri sono reduci da un buon percorso nelle ultime giornate di campionato e vogliono dare continuità a quel che di buono si era visto anche a Manchester due settimane fa, nonostante la sconfitta.

Per una buona metà del primo tempo i bianconeri tengono fede al loro obiettivo: buoni i dialoghi offensivi, specialmente sulla fascia sinistra, anche se non portano reali pericoli alla porta del Siviglia.

Sono invece gli andalusi, alla prima vera sortita offensiva, a passare in vantaggio: triangolazione sul lato sinistro, palla in mezzo dove Shved batte Del Favero da pochi metri. L’episodio cambia il match ma non le ambizioni bianconere: il Siviglia controlla il risultato, la Juve tenta invano di trovare la via del pareggio.

Nella ripresa c’è ancora spazio per un gran numero di Del Favero, che a pochi minuti dal termine para un rigore a Sanchez, e per una buona notizia al 33’: il ritorno in campo di Macek, dopo un lungo infortunio.

 

Dal punto di vista del punteggio non accade più nulla, il Siviglia sbanca Vercelli e continua a punteggio pieno, così come il City che ha battuto anche il Borussia Monchengladbach, prossimo avversario dei bianconeri.

«C’erano i margini per poter fare un buon risultato, è stata una buona partita – commenta Mister Fabio Grosso a fine partita – Peccato. Adesso non possiamo più sbagliare, cercheremo di ottenere il massimo da ogni match che giocheremo. L’esperienza di questo torneo è comunque molto utile per i ragazzi».

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS: Del Favero; Zappa, Vogliacco, Romagna ©, Severin, Eleuteri (70' Kastanos); Pellini (70' Pozzebon), Muratore, Bove (78' Macek); Clemenza, Favilli

A disp.: Consol, Coccolo, Toure, Morselli

All. Fabio Grosso

 

SIVIGLIA: Soriano; Juanmi, Eliseo, Amo, Genaro, Gonzalo, Brice ©, Sanchez (90'+3 Mena Rodrìguez), Colmenero (89' Martìn), Nané, Shved (57' Cera)

A disp.: Pérez, Felipe, Chuma, Romero

All. Agustín López Páez

 

Marcatori: 24' Shved (S)

 

Ammoniti: 33' Eleuteri (J), 55' Vogliacco (J), 87' Muratore (J), 90' Juanmi (S)

 

Note: 83' Del Favero (J) para un rigore a Sanchez (S)

 

FOTO-GALLERY

 

 

https://www.facebook.com/video.php?v=879845832051850

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 15/16 - 4ª Giornata: VIRTUS ENTELLA - JUVENTUS 2-1

[Domenica 4 Ottobre 2015]

 

La Primavera di Mr. Grosso perde di misura, proprio nei minuti finali. A Chiavari, contro l’Entella, è un match combattuto sotto tutti i punti di vista, basti pensare che, a fine primo tempo, le due squadre lasciano il terreno di gioco in 10 contro 10, in virtù delle espulsioni di Romagna (24’ minuto) prima e di Cirrincione poi (41’). Si fanno vedere comunque i bianconeri alla mezzora con un tiro di Kastanos bloccato da Salvalaggio. È l’Entella a sbloccare il tabellino qualche minuto dopo con Puntoriere, ma la Juve c’è e lo conferma con il pareggio, al 17’ della ripresa, di Muratore, su assist di Favilli. La partita resta combattuta e la Juve adesso ci crede, cercando in tutti i modi di espugnare il campo dell’Entella. A tre minuti dal 90’, però, arriva la beffa: è ancora Puntoriere a siglare quello che, nonostante si giochi ancora per 5 minuti oltre il 90’, è il gol partita.

 

TABELLINO

 

VIRTUS ENTELLA: Salvalaggio, Scionti, Sgarra, Cirrincione, Pellizari, Ferrante, Castagna (86' Di Paola), Sene, Moreo (65' Semprini), Lafuente (46' Coppola), Puntoriere

A disp.: Balistreri, Rivara, Stefanelli, Censini, Battaglia Busac, Alluci, Ahmed Kadi, De Martini, Ciceri

All. Gianpaolo Castorina

 

JUVENTUS: Vitali; Zappa (86' Pozzebon), Blanco Moreno, Parodi, Cassata; Romagna ©, Muratore; Kastanos, Clemenza (77' Macek), Vadalá (39' Severin); Favilli

A disp.: Del Favero, Consol, Beruatto, Pellini, Vogliacco, Coccolo, Morselli, Toure, Eleuteri

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 32' Puntoriere (VE), 62' Muratore (J), 87' Puntoriere (VE)

Espulsi: 24' Romagna (J), 40' Cirrincione (VE)

 

 

12140920_1038097669563091_1194204444502550958_o.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 15/16 - 5ª Giornata: PRO VERCELLI - JUVENTUS 1-4

[sabato 17 Ottobre 2015]

 

La Primavera scende in campo a Vercelli e, con una prova brillante, porta a casa un netto successo.

E dire che il match per i ragazzi di Grosso non si mette bene: trascorrono solo 8 minuti e la Pro Vercelli è in vantaggio, grazie a Bresciani, che va in rete pochi istanti dopo la rete sfiorata dai bianconeri con Favilli.

La Juve non si scompone, al 14’ va vicina al pareggio con un pallonetto di Pozzebon, ma la partita è molto divertente da entrambi i lati: basti pensare che al 19’ minuto la Pro colpisce un palo con Picone Chiodo.

Accade, però, che alla mezz’ora la Juve si scateni: nel giro di 9 minuti i bianconeri mettono a segno ben tre gol, con Favilli prima (33’, colpo di testa da calcio d’angolo), con Pozzebon poi (40’) e infine con un gran tiro a giro di Vitale al 42’ della prima frazione di gioco.

La Pro Vercelli, come è logico, accusa il colpo, nella ripresa tenta di rientrare in corsa ma la Juventus controlla molto bene. Anzi, c’è ancora tempo, a dieci minuti dalla fine, per la seconda rete personale di Pozzebon, che conclude nel modo migliore la prestazione sua e di tutta la squadra.

I bianconeri scendono di nuovo in campo mercoledì, in occasione della sfida europea di Youth League contro il Borussia Monchengladbach.

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

PRO VERCELLI: Capello, Moretti ©, Vernero, Ferrando, Picone Chiodo, Rosano (46' Monteleone), Bresciani (79' Soster), Ianniello, Gouri Joane, Foglia (65' Papa), Cabella

A disp.: Lubbia, Sperandio, Montuori, Caronte, Lovin, Cino, De Bonis, Zanaboni

All. Luca Salvalaggio

 

JUVENTUS: Audero ©; Blanco Moreno, Parodi, Severin, Zappa, Cassata, Muratore, Vitale (68' Macek), Clemenza (68' Toure), Pozzebon, Favilli (79' Vadalá)

A disp.: Vitali, Beruatto, Pellini, Vogliacco, Coccolo, Kastanos, Lirola, Eleuteri, Morselli

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 8' Bresciani (PV), 33' Favilli (J), 40' e 81' Pozzebon (J), 42' Vitale (J)

Ammoniti: 9' Bresciani (PV), 21' Vitale (J), 74' Toure (J)

 

https://www.facebook.com/video.php?v=886961494673617

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uefa Youth League 15/16, 3ª Giornata: JUVENTUS - B. MÖNCHENGLADBACH 2-1

[Mercoledì 21 Ottobre 2015]

 

Non poteva che arrivare in un modo più emozionante la prima vittoria della Juventus in Youth League, allo stadio “Silvio Piola” di Vercelli: con un gol al 90’ contro il Borussia, che premia una partita di quantità e qualità da parte dei ragazzi di Grosso. La decide Clemenza, che nel primo tempo aveva anche aperto le marcature; in mezzo, il pareggio di Eckert.

Andando per ordine: la Juve legittima con il gol in zona Cesarini un match nel quale si è resa pericolosa molto più dei suoi avversari (ben 20 i tiri in porta contro 13, secondo le statistiche UEFA). Bianconeri meritatamente in vantaggio, dopo una mezz’ora nella quale hanno portato moltissimi attacchi dalle parti del portiere Moritz, al 38’ con Clemenza, che sfrutta un assist di Cassata.

I tedeschi reagiscono e fra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa si rendono pericolosi: la loro pressione è di fatto il preludio al gol del pareggio, firmato da Eckert, su assist di Rizzo dopo 3 minuti nella seconda frazione di gioco.

È un match che diventa complicato, nel quale ognuna delle due squadre può da un momento all’altro fare la giocata decisiva. E la giocata decisiva arriva nel momento più bello per la Juve: al 90’. Stavolta è Macek l’autore dell’assist per il gol decisivo di Clemenza, che segna con un gran tiro a giro di sinistro.

«Una vittoria bellissima - esulta Grosso a fine partita – Anche perché avevamo raccolto meno di quanto meritato finora in questa competizione; oggi abbiamo avuto un grande inizio ma da parte dei ragazzi c’è stato anche il merito di non mollare dopo il gol del pareggio del Borussia. Sono contentissimo di quello che abbiamo proposto, di come lo abbiamo fatto: siamo ancora dentro alla Youth League, vogliamo fare il massimo e andare il più avanti possibile».

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS: Del Favero; Severin (63' Macek), Parodi, Romagna ©, Zappa (72' Coccolo), Cassata, Muratore, Vitale, Clemenza, Pozzebon (91' Lirola), Favilli

A disp.: Consol, Pellini, Kastanos, Morselli

All. Fabio Grosso

 

B. MÖNCHENGLADBACH: Moritz; Hoffmanns, Abrosimov, Van Der Berg, Lieder ©, Ferlings, Holtby, Ndenge, Rizzo (66' Beckers), Simakala, Eckert

A disp.: Holtmanns, Clasen, Schütz, Odendahl, Mischenko

All. Flath

 

Marcatori: 38' e 90' Clemenza (J), 48' Eckert (BM)

 

Ammoniti: 41' Holtby (BM), 50' Severin (J), 60' Hoffmanns (BM), 87' Cassata

 

https://www.facebook.com/video.php?v=887517417951358

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 15/16 - 6ª Giornata: JUVENTUS - CARPI 4-0

[sabato 24 Ottobre 2015, ore 14.30]

 

Un sabato memorabile per gli U19 bianconeri che, allo Juventus Center, hanno battuto i pari età del Carpi in maniera netta, creando una gran quantità di palle gol giocando con personalità e consapevolezza dei propri mezzi. In virtù del successo odierno, firmato dalle reti di Blanco Moreno, Kastanos, Pozzebon e Morselli, i ragazzi di Grosso si portano a quota 13 in 6 partite di campionato, superando lo Spezia al terzo posto (contestualmente battuto dalla Fiorentina). Partono subito forte i giovani juventini, che creano immediatamente problemi alla formazione avversaria capitanata dal portiere Liotti con Macek (di testa). Un preludio al gol, sempre su azione aerea, di Blanco Moreno. Pozzebon, Kastanos e Vitale aumentano la pressione bianconera nel primo tempo, e si va al riposo con la Juve in vantaggio ma non certo stanca di attaccare.

La ripresa si apre nuovamente sotto il segno della nostra U19: Kastanos raddoppia, Blanco Moreno va vicinissimo alla doppietta personale (ancora di testa), e chiudono i conti Pozzebon (su assist di Lirola) e Morselli, su appoggio della ispirata punta bianconera – autore di sei gol nelle ultime sei partite. Ci sarebbe ancora gloria nel finale per Favilli e Macek, ma il 4-0 è un risultato che fa contenti gli spettatori giunti a Vinovo e soprattutto mister Grosso.

«Abbiamo fatto una bella partita, siamo partiti molto bene, soprattutto a livello mentale. Sono contento», ha dichiarato il tecnico a fine gara ai microfoni di JTv.«Sono state create tante occasioni, ma poi abbiamo allentato un attimo, ci siamo assestati un poco nel primo tempo per poi disputare un’ottima ripresa».

Come intensità è stata sicuramente una delle migliori Juve Primavera viste in questa prima parte di stagione, nonostante alcuni cambi nella formazione iniziale. Qualche sostituzione d’altronde era inevitabile, visto il calendario che propone impegni ogni tre giorni in questa fase dell’anno. La risposta di chi è sceso in campo è stata esemplare. «Siamo in tanti, abbiamo grandi qualità quest’anno. Dobbiamo essere tutti uniti, e sfruttare le occasioni per fare punti quando si presentano», ha aggiunto Grosso, che ha avuto parole di elogio per Morselli e Pozzebon, ma non solo..

«Il singolo viene fuori quando la squadra fa delle belle cose. Sono contento per Nicolò e per la squadra. Morselli è un ragazzo giovane dalle enormi qualità, come quelle di tutti i ragazzi, anche quelli che oggi non hanno avuto l’opportunità di giocare ma l’avranno nel prossimo futuro».

Quello dell’U19 è un campionato molto equilibrato, quest’anno, che sembra riflettere quello della Serie A TIM. «Abbiamo le qualità per fare bene, ma la base è sempre l’atteggiamento. Quando lo mettiamo in campo, riusciamo a tirare fuori le qualità che abbiamo. Oggi è successo, a tratti, ed il risultato è arrivato».

Ora ogni pensiero è rivolto alla gara di mercoledì di Coppa Italia Primavera, un match da dentro o fuori contro la Sampdoria, partita da dentro o fuori. «Le qualità le abbiamo, l’importante è affrontare la partita con atteggiamento giusto». Quello di oggi, per intenderci.

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS: Audero; Blanco Moreno, Romagna ©, Lirola, Beruatto; Pellini, Macek, Vitale (64' Muratore); Kastanos (74' Toure), Morselli, Pozzebon (83' Favilli)

A disp.: Vitali, Zappa, Bove, Severin, Parodi, Udoh, Clemenza, Cassata, Coccolo

All. Fabio Grosso

 

CARPI: Liotti ©, Zinani L., Rizzo, Manez (56' Sana), Melani, Granatiero (74' Tedesco), Ceci, D'Orazio, Sallustio, Conti, Carraro (50' Saric)

A disp.: Abagnale, Zinani G., Varoli, Bequiraj, Tammaro, Sula

All. Enrico Bortolas

 

Marcatori: 5' Blanco Moreno (J), 49' Kastanos (J), 70' Pozzebon (J), 77' Morselli (J)

 

Ammoniti: 27' Carraro ( C ), 33' Zinani ( C ), 46' D'Orazio ( C ), 78' Muratore (J)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Coppa Italia Primavera 2015/2016 - 2° Turno: JUVENTUS - SAMPDORIA 2-1

[Mercoledì 28 Ottobre 2015, ore 14.30]

 

Una gara dominata, giocata con carattere ed entusiasmo, ha permesso alla Juventus Primavera di qualificarsi per gli ottavi di finale della TIM Cup di categoria battendo al campo Ale&Ricky la Sampdoria, prossima avversaria anche in campionato. La storia di Juve-Samp è quella di una partita vissuta all’arrembaggio per tutta la prima parte del match, in cui il parziale di 1-0 è addirittura limitante per gli U19 bianconeri, e con qualche affanno in più (ma non abbastanza da compromettere la qualificazione) nella ripresa, quando è arrivato il momentaneo pareggio blucerchiato ed il gol vittoria di Clemenza.

E’ del centrale spagnolo Carlos Blanco, alla seconda rete consecutiva tra campionato e Coppa Italia, il gol del vantaggio juventino al 43’. Una marcatura che è la degna conclusione dei tanti assalti portati alla porta di Cavagnaro per tutta la prima frazione di gioco, come il tiro di Favilli al 4’, finito poco alto; la traversa colpita dal fantasista Clemenza al 17’ o il palo di Zappa, centrato al 30’.

La ripresa, in cui a detta del mister Grosso la Juve è stata «un po’ più egoista», si apre con una azione personale di Vitale sulla sinistra, autore di una conclusione respinta dal portiere avversario. Ancora Clemenza scheggia il legno al 25’, ma è solo un modo di affinare la mira in quanto, dopo il momentaneo pareggio di Bacigalupo, è sempre lui a trascinare alla vittoria i suoi segnando il suo quinto gol stagionale - dopo la doppietta in Youth League e le reti contro il Como (TIM Cup) ed il Torino. Tutte dal peso specifico altissimo.

Vitale e due volte Pellini si rendono ancora pericolosi, ma il punteggio non cambia: 2-1 e passaggio turno bianconero.

«Le vittorie servono sempre. Oggi sono stato contentissimo di quello che abbiamo costruito nel primo tempo», ha commentato Fabio Grosso ai microfoni di Sportitalia dopo il match, parlando di una partita dai due volti. «Avremmo potuto fare meglio nel secondo, ma in ogni gara c’è da migliorare. Prendiamo quello che abbiamo fatto di positivo, cercando di riproporlo alle prossime uscite e di migliorare invece ciò che si può far meglio».

«Mi è piaciuto l’atteggiamento con cui abbiamo iniziato e proseguito primo tempo», ha aggiunto il mister. «Abbiamo creato tante occasioni da gol. L’1-0 nel primo tempo ci sta stretto come risultato, e nel secondo siamo stati un pizzico più egoisti»

Con questo successo, in gara secca da dentro fuori, ed il 2-0 sul Borussia di Youth League la Juve è pienamente in corsa su tutti e tre i fronti. «Abbiamo una squadra con grandi potenzialità», ha rimarcato il tecnico campione del Mondo a Berlino. «Sappiamo che ci sono tante partite da disputare e vogliamo stare dentro tutte le competizioni. Oggi ci siamo riusciti, vincendo. In campionato veniamo da una striscia positiva, quindi sono contento di quanto stiamo proponendo: abbiamo qualità, e oltre ad esse cercheremo di mettere sempre più l’atteggiamento giusto».

Migliore in campo? «Non mi piace parlare di singoli, quando la squadra fa buona partita escono fuori le qualità di ciascuno», la risposta di Grosso alla domanda dei cronisti a bordo campo.

La sorte vuole che la Primavera torni in campo nuovamente sabato contro la Sampdoria, questa volta in Liguria e per il campionato. «In una partita di calcio nulla è scontato: si partirà da 0-0, e ci saranno squadre di ragazzi che vogliono entrambe vincere. Dobbiamo metterci grande sacrificio ed umiltà: è un’altra tappa del nostro percorso».

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS: Del Favero; Blanco Moreno, Romagna ©, Lirola, Zappa; Muratore, Macek (80' Pellini), Vitale; Clemenza (93' Toure), Pozzebon, Favilli

A disp.: Vitali, Beruatto, Parodi, Severin, Bove, Morselli, Kastanos, Udoh, Cassata, Coccolo

All. Fabio Grosso

 

SAMPDORIA: Cavagnaro; Gilardi, Guida, Varga; Dotto, Calò (63' Bacigalupo), Matulevicius, Baumgartner (71' Cioce), Serinelli ©; Ponce (84' Tommasini), Vrioni

A disp.: Gallino, Coselli, Ferrazzo, Garrè, Bondi, Di Nardo

All. Marco Masi

 

Marcatori: 42' Blanco Moreno (J), 72' Bacigalupo (S), 77' Clemenza (J)

 

Ammoniti: 34' Muratore (J), 40' Varga (S), 77' Blanco Moreno (J), 70' Clemenza (J), 88' Pozzebon (J)

Espulsi: 68' Varga (S) per doppia ammonizione

 

FOTO-GALLERY

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 15/16 - 7ª Giornata: SAMPDORIA - JUVENTUS 4-1

[sabato 31 Ottobre 2015, ore 13.00]

 

Parte bene la Juve, che passa dopo pochi minuti: al settimo è Severin che irrompe su una palla in area e, da difensore, si trasforma in bomber. Palla in rete e Juve subito avanti: i bianconeri nel primo tempo a tratti sono incontenibili, sfiorano il raddoppio con Favilli, e ci vanno vicini più di una volta con Clemenza. Il match sembra indirizzato verso una vittoria della Signora che però, nella ripresa, subisce un inatteso quanto prepotente ritorno della Samp.

Passano solo due giri di lancette e i blucerchiati pareggiano con Ponce, che devia un tiro da lontano alle spalle di Vitali. Lo stesso attaccante doriano si ripete, undici minuti dopo, con una gran botta all’incrocio dei pali da centro area. La Juve accusa il colpo, e ne deve subire ancora un altro al 20’, con Vrioni, che dopo un dribbling mette alle spalle di Vitali.

I ragazzi di Grosso riordinano le idee, provano a rientrare nel match con Favilli che sfiora il palo di testa al 39’, ma inevitabilmente si espongono al contropiede, come quello di Vrioni che al 41’ si invola, salta Vitali in uscita e di fatto chiude il tabeliino.

«Una partita da dimenticare per il risultato, ma da ricordare per gli spunti che dobbiamo trarne – il commento di Mister Grosso nel post partita – Abbiamo dimostrato tutte le nostre qualità nel primo tempo, ma il calcio non perdona, non puoi giocare in questo modo nella ripresa. Ci siamo fatti sorprendere da una Samp che ha messo in campo il giusto atteggiamento e quando fai così emergono le qualità. Dobbiamo migliorare, oggi dovevamo e potevamo fare meglio, ma ci rialzeremo subito, a partire dalla prossima gara»

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

SAMPDORIA: Massolo; Guida, Matulevicius, Tissone, Massa; Bacigalupo, Cioce (55' Dotto), Serinelli; Calò (93' Garrè), Ponce (78' Baumgartner), Vrioni

A disp.: Cavagnaro, Gallino, Gilardi, Ferrazzo, Oliana, Bondi, Di Nardo, Tommasini

All. Marco Masi

 

JUVENTUS: Vitali; Blanco Moreno, Parodi, Severin; Beruatto (59' Udoh), Cassata, Pellini, Macek (74' Kastanos), Vitale (78' Muratore); Clemenza, Favilli

A disp.: Del Favero, Vogliacco, Romagna, Zappa, Lirola, Toure, Pozzebon

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 7' Severin (J), 48' e 58' Ponce (S), 65' e 87' Vrioni (S)

 

Ammoniti: 34' Cioce (S), 52' Favilli (J), 59' Clemenza (J), 80' Udoh (J), 94' Vrioni (S)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uefa Youth League 15/16, 4ª Giornata: B. MÖNCHENGLADBACH - JUVENTUS 3-2

[Martedì 3 Novembre 2015, ore 13.30]

 

Non riesce la grande rimonta da 3-0 a 3-3 alla Primavera, che lascia la Germania con una sconfitta di misura e qualche rimpianto. Non crea dispiacere infatti solamente il risultato finale e l’andamento di quei pazzeschi minuti, dal 90’ al 92’, nei quali i bianconeri vanno a segno due volte.

C’è rammarico anche per l’intero andamento del match, come racconta Mister Fabio Grosso dopo il triplice fischio: «Siamo andati sotto di due reti in un primo tempo nel quale abbiamo giocato molto bene, sfiorando il gol più volte. Tant’è vero che io nell’intervallo ci credevo, e anche i ragazzi».

Ma andiamo con ordine. Il Borussia colpisce subito, con un rigore di Ndenge dopo soli 3 giri di lancette dal fischio d’inizio. La Juve non accusa il colpo e reagisce immediatamente: a lunghi tratti crea difficoltà al Borussia e spesso, con Favilli e Clemenza, va vicina al pareggio. Al 35’, però, su assist di Rizzo, è ancora Ndenge a colpire, per il 2-0 per i padroni di casa.

Come raccontava il Mister, i ragazzi vanno al riposo convinti di potercela fare, ma la rete di Holtby al sesto della ripresa inevitabilmente “taglia le gambe” ai bianconeri.

O almeno così pare: infatti il match non è ancora finito, tutt’altro: la pressione si mantiene alta (a fine partita saranno 18-16 i tiri per la Juve), fino a quei due minuti, dal 90’al 92’, nei quali prima Cassata (Assist di Favilli) e poi Kastanos regalano l'illusione di potere completare una clamorosa rimonta.

Così non è, e se come si diceva resta da un lato il rammarico, dall’altro non mancano segnali positivi, come spiega Grosso: «Purtroppo le chance di andare avanti in Youth League non sono molte: dobbiamo sbagliare di meno ed essere più cattivi sottoporta, ma sono convinto che possiamo riprenderci in fretta. I ragazzi hanno dimostrato di esserci, di non mollare, non era facile rimettere in piedi una partita del genere».

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

B. MÖNCHENGLADBACH: Nicolas; Hoffmanns (84' Milo), Clasen ©, Van Den Berg, Schütz, Ferlings, Holtby, Ndenge, Rizzo, Simalaka (71' Herzog) , Eckert (77' Schikowski)

A disp.: Holtmanns, Abrosimov, Benger, Szymanski

All. Flath

 

JUVENTUS: Del Favero; Parodi, Romagna ©, Lirola, Zappa; Muratore (49' Pellini), Macek, Vitale; Clemenza (61' Kastanos), Pozzebon (74' Cassata), Favilli

A disp.: Consol, Severin, Coccolo, Udoh

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 4' ® e 35' Ndenge (BMG), 51' Holtby (BMG), 90' Cassata (J), 92' Kastanos (J)

 

Ammoniti: 3' Zappa (J), 36' Vitale (J), 36' Eckert (BMG), 74' Parodi (J), 77' Clasen (BMG)

 

 

FOTO-GALLERY

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 15/16 - 8ª Giornata: JUVENTUS - SASSUOLO 4-0

[Domenica 8 Novembre 2015, ore 11.00]

 

Quattro a zero al Sassuolo, che praticamente non oppone resistenza: un punteggio netto, arrivato grazie a i gol di Clemenza, autore di una doppietta, Favilli e Romagna.

La Juve, che scende in campo con una t-shirt dedicata a Simone Muratore, vittima di un infortunio, risolve il match praticamente già nel primo tempo, partendo subito forte: i bianconeri si fanno vivi nei primi minuti dalle parti del portiere emiliano con Kastanos e Cassata. Le azioni pericolose del primo quarto di gara sono il preludio alla rete del vantaggio, messa a segno da Clemenza al 25’ su calcio di rigore, assegnato per un fallo di mano.Sbloccata la partita, la Juve gioca bene e va vicina in più di una occasione al raddoppio, con Macek e Cassata. Al 42’ del primo tempo ancora Clemenza protagonista di una splendida azione personale e dell’assist che manda in rete Favilli. Con il punteggio di 2-0 e con un bel gioco mostrato in campo, i bianconeri vanno al riposo. Nella ripresa il copione praticamente non cambia. La Juve, ormai in controllo, non smette di cercare di colpire e il Sassuolo, praticamente, non risponde: lo fa solo al 33’ della ripresa, con una punizione di Abelli che si stampa sulla traversa di Audero. È il momento di chiudere definitivamente il match: ci pensano ancora Favilli e Clemenza, insieme a Udoh, che se ne va sulla destra, crossa per Favilli. Il suo colpo al volo è sulla traversa, vincente è il tap-in di Clemenza, che segna la doppietta personale. Prima del fischio finale, c’è ancora gloria anche per Romagna, che sfrutta una ribattuta del portiere del Sassuolo Vassallo su una insidiosissima punizione di Pellini. Molto belle le parole di uno degli autori dei gol, Favilli, ai microfoni di Sportitalia: «Siamo un bel gruppo, siamo tutti bravi ragazzi e amici fra di noi. Andiamo avanti così, era importante ripartire bene, ci siamo riusciti con una gran partita, soffrendo quando c’era da soffrire».

«Sono molto contento – così Mister Fabio Grosso – Ho visto molte cose belle e alcune da migliorare. Posso dire che ancora una volta l’atteggiamento è stato determinante, specie nei momenti difficili. Bene l’approccio alla gara, il nostro modo di proporci, il nostro livello tecnico: insomma una ottima partita». Relativamente agli aspetti da migliorare: «Nella ripresa potevamo, specie all’inizio, essere più padronidel campo. Comunque sono contento, a questi ragazzi riconosco qualità grandi, ma per esplodere nel calcio che conta serve molto altro. Giochiamo moltissime partite e spesso la difficoltà è soprattutto mentale: su quello dobbiamo continuare a lavorare»

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS : Audero; Blanco Moreno, Romagna, Lirola, Zappa; Pellini, Macek (88' Bove); Kastanos, Cassata (79' Udoh), Clemenza (85' Toure); Favilli

A disp.: Vitali, Beruatto, Parodi, Eleuteri, Coccolo, Pozzebon, Vadalá, Morselli, Vogliacco

All. Fabio Grosso

 

SASSUOLO : Vassallo, Adjanpong, Masetti, Abelli, Ferrini, Ravanelli, Pierini (50' Zanini), Parisi (79' Tinterri), Aracri, Broh, Zecca (70' Bruschi)

A disp.: Costa, Ghizzardi, Saccani, Erlic, Rossini, Kondic, Franchini, Caputo, Bellei

All. Paolo Mandelli

 

Marcatori: 25' ® e 82' Clemenza (J), 43' Favilli (J), 94' Romagna (J)

 

Ammoniti: 25' Broh (S), 54' Zappa (J), 66' Cassata (J)

 

https://www.facebook.com/video.php?v=894676713902095

Share this post


Link to post
Share on other sites

Coppa Italia Primavera 2015/2016 - Ottavi di Finale: SPEZIA - JUVENTUS 1-2

[Martedì 17 Novembre 2015, ore 14.30]

 

Bella vittoria per la Primavera bianconera, che va a vincere al “Federghini” di La Spezia al termine di un match molto impegnativo, deciso da un gol di Toure al quarto d’ora della ripresa.

Che i bianconeri siano scesi in campo per vincere lo si nota fin dai primi minuti: a metà del primo tempo un’azione corale viene finalizzata da Udoh con un bel cross dalla sinistra, su cui Bove è pronto a trafiggere il portiere dello Spezia. Uno a zero per la Juve.

Lo stesso Udoh tenta anche la via del gol personale, con una conclusione a fine primo tempo, su cui si oppone Fontana. La Juve conclude la prima frazione di gioco meritatamente in vantaggio ma al ritorno in campo è lo Spezia a colpire: sugli sviluppi di un calcio d’angolo al quinto minuto, Barbato batte Audero e costringe i ragazzi di Fabio Grosso a ricominciare tutto da capo. Il match resta equilibrato e avvincente, e l’episodio decisivo arriva al sedicesimo: conclusione da fuori area di Toure, Fontana è battuto e la Juve torna in vantaggio. Quanto sia importante la Coppa per i bianconeri lo dimostra la grande esultanza della squadra, che sommerge letteralmente il match winner di giornata.

Quello di Toure è infatti il gol partita: i bianconeri nella mezz’ora finale contengono i tentativi dei padroni di casa e anzi vanno vicini a chiudere il match con Pozzebon e Pellini. Finisce 2-1 per la Juve, che ora attende ai quarti la vincente fra Torino e Genoa.

«Non è stata una gara semplice, lo Spezia è aggressivo, gioca con intensità, la abbiamo vinta con il cuore, l’atteggiamento e le qualità – così Filippo Romagna a caldo – Siamo un bel gruppo, stiamo andando molto bene».

«Questa è una squadra con grandi doti: dobbiamo riuscire a mettere sempre in campo il temperamento che abbiamo dimostrato oggi – le parole di Fabio Grosso a fine partita – Avremmo potuto stare più attenti e in questo modo fare meno fatica, ma comunque è andata molto bene. Tutti si fanno trovare pronti, disputando grandi partite, è un bel segnale. Sono contento quando i giocatori mi “mettono in difficoltà” nelle scelte come è accaduto oggi». E sabato c’è la Fiorentina. Così il tecnico bianconero: «Teniamo da mesi un ritmo altissimo sotto un punto di vista mentale, occorre essere bravi a ricaricare le pile»

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

SPEZIA : Fontana, Cito (67' Cecchetti), Salomone, Schiattarella, Terminello, Barbato, Antezza, Maggiore, Galelli, Panatti (82' Krauz), Filipovic (51' Paccagnini)

A disp.: Correa Bolizan, Tardo, Bonati, Cerri, Grieco, Ferri, Paljk, Loho

All. Fabio Gallo

 

JUVENTUS (4-3-3): Audero; Romagna, Coccolo, Lirola, Zappa; Pellini, Toure, Bove; Cassata, Pozzebon, Udoh (83' Vadalá)

A disp.: Del Favero, Vitali, Beruatto, Vogliacco, Parodi, Serverin, Morselli

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 22' Bove (J), 51' Barbato (S), 62' Toure (J)

Ammoniti: 79' Cassata (J), 81' Pozzebon (J), 81' Terminello (S), 90' Schiattarella (S)

 

https://www.facebook.com/492528794116891/videos/897386573631109

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 15/16 - 9ª Giornata: JUVENTUS - FIORENTINA 1-0

[sabato 21 Novembre 2015, ore 13.00]

 

Era il match da non sbagliare e la Juve non lo ha fallito. I bianconeri di Fabio Grosso proseguono un periodo molto positivo, passato in settimana dalla vittoria esterna di La Spezia in Coppa Italia e mantengono l’imbattibilità casalinga superando a Vinovo la Fiorentina.

Ma il successo è importante soprattutto perché quello di oggi pomeriggio era il bigmatch, era prima (Fiorentina) contro terza (Juve), era l’occasione per accorciaresensibilmente la classifica. E così è stato, grazie a una rete di Pozzebon nella ripresa: nell’esultanza dei bianconeri a fine partita c’è tutto l’entusiasmo di essere a un solo punto da una formazione finora imbattuta e di avere capito di essere una grande squadra.

È un match come si può immaginare complicato, quello di Vinovo: le due squadra danno vita a un primo tempo equilibrato, consapevoli del fatto che ogni errore può essere fatale. La prima frazione di gioco si chiude con una occasione per parte, entrambe verso la fine: prima Audero vola a salvare il risultato su un colpo di testa di Minelli da distanza ravvicinata, poi Udoh si fa strada con il fisico, si presenta solo davanti a Makarov e tenta di batterlo di esterno, ma l’uscita del portiere viola è determinante.

Nella ripresa la Juve entra decisa a dare tutto, e raccoglie presto i frutti: su azione di calcio d’angolo al 17’ è Pozzebon a sbucare da dietro e insaccare da posizione ravvicinata.

I bianconeri ora sono chiamati a difendere un risultato fondamentale e ci riescono molto bene, anche quando verso metà della frazione restano in dieci per l’espulsione di Kastanos. Una vittoria di gioco, di intensità e di carattere, elogiata, giustamente, da Fabio Grosso a fine partita: «Fondamentale, un match che ci porta a meno uno dalla vetta. Ma soprattutto importante per come abbiamo vinto: con un carattere eccezionale, una dote che forse in passato era mancata. Con queste caratteristiche possiamo fare grandi cose. Bravi tutti i ragazzi e ovviamente bravo Nicolò».

Nicolò ovviamente è Pozzebon, el hombre del partido: «Dedico il gol a mio fratello, oggi è il suo compleanno – sorride – Sono felicissimo per la rete ma soprattutto per la prestazione della squadra e per questa vittoria, così importante per il nostro campionato».

 

juventus.com

 

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS : Audero; Blanco Moreno, Romagna ©, Lirola, Zappa; Pellini, Macek, Cassata; Clemenza (81' Toure); Pozzebon (65' Vadalá), Udoh (59' Kastanos)

A disp.: Del Favero, Vitali, Beruatto, Parodi, Severin, Vadalá, Bove, Morselli, Coccolo, Vogliacco

All. Fabio Grosso

 

FIORENTINA : Makarov; Boccardi (86' Caso), Bagadur, Diallo (86' Mosti), Ranieri; Bitunjac (65' Valencic), Minelli, Diakhate; Mlakar, Bangu, Chiesa

A disp.: Cerofolini, Masiero, Sanna, Baroni, Benedetti, Dabro, Trovato, Tacconi, Buonavita

All. Federico Guidi

 

Marcatori: 63' Pozzebon (J)

Ammoniti: 21' Bitunjac (F), 30' Pellini (J), 44' Bagadur (F), 44' Pozzebon (J), 49' Cassata (J), 50' Boccardi (F), 83' Toure (J), 92' Chiesa (F)

Espulsi: 75' Kastanos (J)

 

 

 

FOTO-GALLERY

 

pozzebon_jfiorentna.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uefa Youth League 2015/2016, 5ª Giornata: JUVENTUS - MANCHESTER CITY 2-1

[Mercoledì 25 Novembre 2015, ore 14.00]

 

Due settimane fa si parlava di una Youth League quasi ai saluti finali per la Primavera di Fabio Grosso. E invece no. I nostri Under 19 si impongono a Vercelli per 2-1 con una gran prova contro la capolista Manchester City e tornano prepotentemente in corsa per il passaggio del turno, perché in Germania il Siviglia viene bloccato dal Monchengladbach.

Tradotto: spagnoli a 8 punti, bianconeri a 6, in attesa dello scontro diretto dell’ultima giornata, a Siviglia. Vincendo, il turno lo passerebbe la Juve.

E se lo meriterebbero, i ragazzi di Fabio Grosso, che sembrano non volersi fermare: passaggio del turno in Coppa Italia, vittoria contro la capolista Fiorentina in campionato, adesso successo di prestigio e giochi riaperti in Europa.

Otto tiri per parte nel match del “Silvio Piola”, ma quelli dei bianconeri sono nettamente più decisivi, se si pensa che il City accorcia le distanze solo dopo lo scoccare del 90’ minuto di gioco.

Andando per ordine: i nostri ragazzi sbloccano il match al minuto 26, dopo una prima fase di partita equilibrata, con un City deciso a dire la sua e impegnare la retroguardia bianconera. Il primo episodio che spacca la partita è la gran rete di Kastanos, che infila il portiere del City con una conclusione imprendibile. La Juve ora gioca bene e sfiora il raddoppio in più di una occasione: raddoppio che arriva verso il quarto d’ora della ripresa, a firma ancora di Kastanos su assist di Macek. Il man of the match a fine partita commenta così: «Sono doppiamente felice, anche perché la scorsa partita sono stato espulso. Adesso faremo di tutto per vincere a Siviglia». Così commenta i suoi gol: «Sulla prima rete non ero nemmeno molto coordinato, ma l’importante è stato vedere la palla superare il portiere. Il secondo è stato un tiro più potente, sono davvero soddisfatto».

L’ultima fase di partita vede i bianconeri controllare e subire la rete della bandiera da parte dei Citizens solo al 92’ minuto, con Ambrose. Contemporaneamente, il Monchengladbach pareggia contro il Siviglia, riaprendo il discorso qualificazione: il poker subito in Inghilterra all’inizio del torneo non è mai sembrato così lontano.

«Siamo davvero in un bel periodo, abbiamo un grande atteggiamento, ci tenevamo a vincere e a riaprire il discorso qualificazione e lo abbiamo fatto – così Mister Grosso dopo il triplice fischio – Loro sono un’ottima squadra ma noi stiamo crescendo continuamente, possiamo giocarci la qualificazione, abbiamo grandi qualità. Lavoriamo perché questi giocatori possano affermarsi in futuro, è il mio augurio per tutti i ragazzi».

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS : Del Favero; Parodi, Coccolo, Lirola, Zappa; Romagna © (75' Clemenza), Toure, Macek (69' Cassata); Kastanos; Vadalá, Udoh (63' Favilli)

A disp : Consol, Bove, Morselli, Kean

All. Fabio Grosso

 

MANCHESTER CITY : Gunn; Oliver, Humphreys, Bullock (65' Nmecha), Duhaney; Smith-Brown, M.Garcia, Kongolo (57' Patching); Roberts (77' Faupala), Nemane, Ambrose ©

A disp.: Grimshaw, Coverney, Wood, Fernandes

All. Patrick Vieira

 

Marcatori: 27' e 60' Kastanos (J), 90'+2 Ambrose (MC)

Ammoniti: 45' Duhaney (MC), 62' Bullock (MC), 89' Favilli (J)

 

FOTO-GALLERY

 

[VIDEO] Highlights e interviste post-partita a Kastanos e Mr. Fabio Grosso:

 

https://www.facebook.com/video.php?v=900252610011172

 

https://www.facebook.com/video.php?v=1640831939466970

 

https://www.facebook.com/video.php?v=1640828376133993

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 2015/2016 - 10ª Giornata: NOVARA - JUVENTUS 2-4

[sabato 28 Novembre 2015, ore 14.30]

 

Non poteva chiedere un regalo di compleanno migliore ai suoi ragazzi, Mister Fabio Grosso. Quattro gol, una vittoria, una prestazione convincente e Fiorentina superata.

Infatti la squadra viola, prima fino a oggi con un solo punto di vantaggio sui bianconeri, dopo essere stata avvicinata grazie alla vittoria di Vinovo la settimana scorsa, pareggia a Genova contro il Genoa e viene superata dalla Juve, ancora seconda dietro l'Entella, nuova capolista

Funziona tutto in casa bianconera, a cominciare ovviamente dal reparto offensivo, che manda in gol tanti giocatori e soprattutto produce molte reti: anche oggi, a Novara, la Juve mette in campo un predominio di gioco fin dai primi minuti. Un forcing che poi dà i suoi frutti in due minuti, prima della mezz’ora: al 24’ Cassata porta in vantaggio i bianconeri, dopo una bella azione corale orchestrata da Lirola e Clemenza. Lo stesso Clemenza serve due minuti dopo l’assist per il 2-0 di Favilli. Arriva abbastanza a sorpresa la rete di Parravicini per il Novara, che riapre la partita a cinque minuti dal fischio finale del primo tempo, complice una deviazione che inganna Audero.

Ma la Juve c’è, non molla un centimetro, e al ritorno dagli spogliatoi, dopo sette minuti, è di nuovo in gol, ancora con Favilli, che colpisce di testa, in modo imparabile, un cross di Zappa. Il Novara rischia la capitolazione definitiva pochi minuti dopo con un gran tiro di Vadalà, fuori di poco, ma riesce a stare a galla, tornando a una sola lunghezza di svantaggio al 63’, ancora con Parravicini. Nessuna paura, però, per i bianconeri: la rete del poker è confezionata dal duo Lirola (assist) e Udoh (gol), al minuto 81.

Una rete che significa, definitivamente, vittoria.

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

NOVARA : Pacini; Antonielli (79' Lukanovic), Bove, Collodel, Leontini ©, Burbi, Guatieri (46' Pavesi), Lattarulo, Parravicini, Bolis (72' Bollini), Ramponi

A disp.: Frattini, Davighi, Sanokho, Muslimovic, D’Astoli, Ruzzittu, Salvatore, Agyemang, Confortini

All. Giacomo Gattuso

 

JUVENTUS : Audero; Blanco Moreno, Parodi, Lirola, Zappa; Romagna ©, Macek (83' Toure), Cassata; Clemenza (74' Bove), Vadalá (74' Udoh), Favilli

A disp.: Del Favero, Vitali, Beruatto, Vogliacco, Coccolo, Severin, Pozzebon, Morselli, Eleuteri

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 24' Cassata (J), 26' e 52' Favilli (J), 40' e 63' Parravicini (N), 81' Udoh (J)

Ammoniti: 60' Zappa (J), 72' Vadalá (J), 82' Bollini (N), 90' Lukanovic (N)

 

CU6KYJGWIAI2LLc.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 2015/2016 - 11ª Giornata: JUVENTUS - LIVORNO 2-1

[sabato 5 Dicembre 2015, ore 14.30]

 

Mancava ancora, in questa stagione, una vittoria così per la nostra Primavera. Una vittoria raggiunta in otto minuti, dall’83 al 91’ minuto, con una doppietta personale (di Pozzebon). Una vittoria che, soprattutto, significa primato in classifica, poiché dopo la Fiorentina, agguantata la settimana scorsa, i bianconeri superano anche l’Entella, bloccato dal Torino sull’1-1.

A livello di tabellino succede tutto nella ripresa, ma il primo tempo non è per niente noioso. Tre le palle gol nei primi 20 minuti, due per il Livorno e una per i bianconeri (Pozzebon a tu per tu con il portiere amaranto, che gli respinge il tentativo verso la porta).

Gli ospiti sono venuti a Vinovo a fare tutt’altro che una partita difensiva: lo conferma il loro atteggiamento in tutto il primo tempo, lo certifica il gol del vantaggio, poco dopo lo scoccare dell’ora di gioco, con Buselli, sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Per la prima volta, quantomeno nelle ultime settimane, la Juve deve fare i conti con un match in salita e con poco tempo per recuperarlo. Ci provano, i bianconeri: prima con Macek e poi con Pozzebon, ma a dieci minuti nulla si è ancora sbloccato. Poi, al minuto 83, una grande azione in solitaria di Vadalà propizia la rete del pareggio, proprio di Pozzebon. Il finale è a dir poco pirotecnico: dopo due minuti dal gol ancora Vadalà sfiora la rete decisiva, con una conclusione che impegna severamente il portiere livornese. La rete decisiva comunque è nell’aria, e ci pensa, un minuto dopo il novantesimo, ancora Pozzebon su assist di Lirola.

Vittoria, primato, entusiasmo: il weekend della #JAcademy non poteva cominciare meglio.

«Bene per il risultato e per la classifica, anche se possiamo e giocare meglio di come abbiamo fatto oggi – commenta Mister Grosso a fine partita – Ci prendiamo questi tre punti per tutte le volte in cui abbiamo raccolto meno di quanto meritato». E adesso il Siviglia: «Vogliamo restare dentro una fantastica competizione come la Youth League, la trasferta in Spagna sarà fondamentale, affrontiamo una squadra forte ma so che saremo pronti»

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS : Audero; Lirola, Blanco Moreno, Severin (51' Cassata), Beruatto; Romagna ©, Toure (51' Macek), Bove; Pozzebon, Vadalá, Favilli (63' Clemenza)

A disp.: Del Favero, Consol, Coccolo, Parodi, Vogliacco, Morselli, Udoh, Zappa, Eleuteri

All. Fabio Grosso

 

LIVORNO : Pulidori; Brizzi, Benassai (53' Piantini), Buselli, Macera ©, Gemmi, Morelli, Bani, Cragno (51' Testa), Bartorelli, Sagnini (80' Ettajani)

A disp.: Romboli, Guastapaglia, Dell'Aversana, Poggi

All. Stefano Brondi

 

Marcatori: 63' Buselli (L), 83' e 91' Pozzebon (J)

Ammoniti: 33' Severin (J), 57' Buselli (L), 60' Gemmi (L), 72' Macera (L), 78' Cassata (J), 93' Piantini (L)

 

https://www.facebook.com/video.php?v=1643226412560856

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uefa Youth League 2015/2016, 6ª Giornata: SIVIGLIA - JUVENTUS 1-0

[Martedì 8 Dicembre 2015, ore 14.00]

 

Finisce l’avventura europea della nostra Under 19: i ragazzi di Mister Grossoperdono a Siviglia di misura, per uno a zero e si rendono protagonisti comunque di una buona prestazione, non sufficiente però per passare il turno. Aveva bisogno di una vittoria contro gli andalusi, la Juve, in quello che era un vero e proprio spareggio per proseguire la Youth League: infatti le due squadre sono arrivate all’ultima giornata della fase a gironi con un distacco di due soli punti in classifica a favore del Siviglia.

Se però si pensa che i padroni di casa oggi siano scesi in campo per amministrare il vantaggio in graduatoria, giocando in difesa, ci si sbaglia: nel primo tempo la partita è equilibrata e piuttosto intensa, con occasioni da entrambi i lati. A ben guardare la partita, se si vuole sintetizzare, sono due gli episodi decisivi del match, che avvengono in meno di un quarto d’ora. A fine primo tempo Cassata si vede sventolare davanti il cartellino rosso e lascia la Juve in dieci, e la sfida si mette davvero in salita quando, al minuto 12 della ripresa, Sanchez porta in vantaggio i suoi.

La Juve ha bisogno di due reti, ma non le trova: è anzi il Siviglia ad andare vicino un paio di volte al raddoppio nei minuti finali. Ultimo squillo, però, per i bianconeri: gran botta dal limite di Kean Moise, neo entrato, che costringe il portiere del Siviglia a una bella parata in corner.

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

SIVIGLIA : Juan Soriano; Sedeño, Juanmi, Eliseo, Amo, Genaro (52' Raúl), Brice ©, Gonzalo, Sánchez (79' Colmenero), Nané (69' Mena), Shved

A disp.: Sánchez (PT), Pérez, Romero, Vicente

All. Agustín López Páez

 

JUVENTUS : Audero; Coccolo, Parodi, Zappa, Lirola Kosok; Romagna ©, Macek (64' Vadalá), Kastanos; Cassata, Clemenza (84' Kean), Udoh (56' Pozzebon)

A disp.: Consol, Vogliacco, Merio, Bove

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 57' Sánchez (S)

Ammoniti: 11' Genaro (S), 33' Gonzalo (S), 36' Macek (J), 60' Raúl (S), 74' Shved (S), 74' Kastanos (J), 87' Vadalá (J), 93' Colmenero (S)

Espulsi: 44' Cassata (J) per un "testa a testa" con un avversario

 

FOTO-GALLERY

 

https://www.facebook.com/video.php?v=1643913425825488

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 2015/2016 - 12ª Giornata: SPEZIA - JUVENTUS 0-4

[sabato 12 Dicembre 2015, ore 14.30]

 

Non ha lasciato scorie la sconfitta di Siviglia in Youth League: la nostra Primavera riprende a vincere e lo fa in modo più che convincente, rifilando quattro reti alloSpezia.

Dopo qualche settimana dalla vittoria in Coppa Italia, i bianconeri tornano sul campo del Centro Sportivo Federghini, e se nella scorsa occasione la vittoria era stata sudata, questa volta in pratica non c’è partita. La Juve parte subito con l’acceleratore schiacciato, nella prima metà del primo tempo si fa viva pericolosamente con Clemenza, Vadalà e Favilli. È proprio Clemenza a portare in vantaggio i suoi al minuto 42, con uno splendido tiro dai 25 metri su calcio di punizione.

Sbloccato il match a pochi minuti dal riposo, la Juve riparte nella ripresa decisa a chiudere il match. E lo fa con la prima rete in bianconero di Guido Vadalà, che nelle ultime settimane si era fatto notare spesso per le sue giocate pregevoli: l’argentino segna al quarto su assist di Zappa.

La Juve a questo punto può controllare agevolmente e regala spettacolo: al 28’ della ripresa Favilli conclude un’azione strepitosa iniziata da un tacco di Clemenza per Macek, che crossa in mezzo un pallone perfetto.

C’è gloria ancora per Clemenza, che dieci minuti dopo conclude uno scambio stretto con Pozzebon, e insacca con un sinistro nell’angolino.

Gol, spettacolo, risultato e primato: non poteva iniziare meglio il weekend della #JAcademy.

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

SPEZIA : Fontana; Ferri, Salomone, Schiattarella, Loho, Grieco, Maggiore, Panatti, Vignali ©, Vatteroni, Filipovic

A disp.: Correa, Goprou, Cito, Tardo, Bonati, Cerri, Cecchetti, Bordini, Barbato, Cupini, Monti

All. Fabio Gallo

 

JUVENTUS : Audero; Blanco Moreno, Parodi, Lirola, Zappa; Romagna ©, Macek, Cassata; Clemenza (85' Bove); Vadalá (66' Pozzebon), Favilli (85' Udoh)

A disp.: Del Favero, Vitali, Beruatto, Toure, Vogliacco, Coccolo, Severin, Morselli, Eleuteri

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 40' e 82' Clemenza (J), 49' Vadalá (J), 73' Favilli (J)

 

Ammoniti: 14' Filipovic (S), 38' Blanco Moreno (J), 57' Schiattarella (S), 85' Monti (S)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campionato Primavera 2015/2016 - 13ª Giornata: JUVENTUS - GENOA 2-0

[Domenica 20 Dicembre 2015, ore 11.00]

 

Lo aveva detto nel pre partita il Team Manager della Primavera Gianluca Pessotto: «Vincere oggi e chiudere davanti a tutti in graduatoria sarebbe il giusto premio per i ragazzi, che stanno facendo un grande lavoro. Poi, questo primato andrà implementato nel corso del 2016». Detto, fatto: sono sufficienti i primi 45 minuti ai ragazzi di Fabio Grosso per chiudere la pratica Genoa e restare in testa al loro girone del Campionato Primavera.

Anzi, a essere precisi i primi 35 minuti, dato che la seconda rete della Juve arriva a dieci giri di lancette dal riposo. Ma andiamo per ordine: pronti, via, bianconeri subito in avanti. Il portiere del Genoa si avventura in un dribbling difensivo e viene punito da Vadalà, che intercetta, ma soprattutto da Macek, che porta in vantaggio la Juventus.

Con una partenza del genere, la Juve si trova subito nella situazione di poter amministrare il match, pronta a colpire se necessario. Accade al 35’, con un gran cross dalla sinistra di Clemenza sul quale irrompe Favilli che calcia sotto la traversa.

In buona sostanza, la partita termina qui: la Juve disputa un buon primo tempo, nella ripresa amministra con ordine, non rinunciando ad alcune buone giocate, come quella di Vadalà che al 59’ impegna severamente il portiere genoano dopo uno spunto personale.

Non c’è modo migliore per concludere il 2015 per i ragazzi di Grosso, che contro il Genoa terminano l’anno e contro il Genoa ricominceranno il 2016: appuntamento il 10 gennaio in trasferta per la Tim Cup.

«Una buona partita, era il risultato che volevamo e siamo molto soddisfatti - così il Mister a fine partita - A tratti ci siamo mossi bene occupando gli spazi. Abbiamo anche commesso qualche errore, ma ci sta». Sguardo al 2016: «Abbiamo una rosa di qualità, fin qui ci siamo espressi bene, con il nuovo anno dobbiamo continuare e fare anche meglio».

 

juventus.com

 

 

TABELLINO

 

JUVENTUS : Audero; Blanco Moreno, Parodi, Lirola, Zappa; Romagna ©, Macek, Cassata; Clemenza (78' Pozzebon); Vadalà (62' Kastanos), Favilli (85' Udoh)

A disp.: Del Favero, Vitali, Beruatto, Toure, Vogliacco, Pellini, Severin, Bove, Morselli

All. Fabio Grosso

 

GENOA : Sommariva, Ierardi, Mahrous (46' Parente (85' Matarese)), Delli Carri, Palesi (65' Benedetti), Sene Anibal, Corsinelli, Fassone, Ghiglione, Chicchiarelli, Piscopo

A disp.: Bellussi, Capotos, Marghi, Nuti, Quaini, Ricozzi, Andriuoli, Faccioli

All. Stefano Bettella

 

Marcatori: 1' Macek (J), 35' Favilli (J)

 

Ammoniti: 61' Parente (G), 66' Corsinelli (G), 83' Ghiglione (G), 84' Fassone (G), 89' Cassata (J)

 

https://www.facebook.com/492528794116891/videos/910171519019281

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.