Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Chromium

Utenti
  • Content count

    909
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

616 Eccellente

About Chromium

  • Rank
    Primavera

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

8,217 profile views
  1. Ma chiudere settori dello stadio non va contro la capienza ridotta al 5% Nel senso, il 5% e' calcolato sul totale con l'assunto che l'intero stadio e' aperto. Se tu chiudi settori, allora il 5% dovrebbe essere calcolato sulla rimanente capienza. Altrimenti apro un settore solo, e tutti ammassati assieme
  2. Con Grosso, Bonfantini, Staskova e Hurtig quelle del Pomigliano sembrano delle nanette...
  3. Infatti e' semplicemente quello piu' in vista per i giocatori che rappresenta. Abbiamo visto in questi giorni atteggiamenti decisamente peggiori... Procuratori che si accordano con la societa' acquirente per una stecca in cambio di un contratto piu' basso per il loro rappresentato (LOL), La societa' che rappresente Vlahovic che chiede per il rinnovo 20% sulla eventuale vendita (a LORO, non al calciatore) manco fossero loro i proprietari del cartellino Il settore va regolamentato ASAP
  4. Nel secondo tempo scriverai da sinistra a destra?
  5. La tizia del Milan si chiama Piemonte perche' non hanno pagato i diritti?
  6. Interessante articolo dal Corriere circa una richiesta di risarcimento da parte di de Vrij contro la societa' che lo rappresentava fino a poco fa In pratica la Seg, durante il trasferimento a parametro 0 all'Inda, ha concordato con i cartonati una 'stecca' per loro da 7.5 milioni a patto che il contratto di de Vrij non superasse determinate cifre. In pratica la Seg ha anteposto il proprio interesse all'interesse del loro assisitito Articolo completo: Stefan de Vrij fa causa alla Seg: contratto con l’Inter «svantaggioso», chiesto un risarcimento di 22 milioni di Salvatore Riggio Il difensore dell’Inter ha citato in giudizio l’agenzia che lo assisteva fino a poco tempo fa per arricchimento illecito. Il caso sarà discusso dal Tribunale di Amsterdam a febbraio. Ora l’olandese è assistito da Mino Raiola (Getty Images) Stefan de Vrij ha citato in giudizio la Seg (Sports Entertainment Group), che lo assisteva fino a poco tempo fa, e ha chiesto un risarcimento per arricchimento illecito. Il caso sarà discusso dal Tribunale di Amsterdam a febbraio. Questo è quanto riporta il quotidiano olandese «De Telegraaf». Non si è fatta attendere la controreplica di Kees Vos, il direttore della Seg, che considera tutto questo «una ridicola iniziativa» del difensore dell’Inter, arrivato in nerazzurro dalla Lazio a parametro zero nell’estate 2018. Sempre secondo Vos «de Vrij guadagna cinque volte di più a Milano rispetto a prima e si è lasciato sussurrare da terzi che non avremmo dovuto guadagnare nulla ed è arrivato a crederci». Infine, ai tempi del passaggio all’Inter la Seg non aveva nessun accordo con il calciatore e de Vrij era a conoscenza di tutto questo: «Ma comunque non eravamo tenuti a informarlo», hanno fatto sapere. Da dove nasce questa diatriba? Secondo il difensore, la Seg quando si è seduta intorno a un tavolo a trattare con l’Inter, invece di rappresentarlo, ha trovato un accordo con il club di viale Liberazione, guadagnandoci 7,5 milioni di euro dal trasferimento. Ma per far scattare questo bonus, de Vrij con il suo contratto di cinque anni non avrebbe dovuto superare la cifra di 50 milioni di euro. Da ricordare che l’olandese firmò con l’Inter un contratto quinquennale da 37,5 milioni di euro. Naturalmente, appena ne è venuto a conoscenza (dopo un anno e mezzo dal suo trasferimento), de Vrij è andato su tutte le furie. Ed è per questo che ha citato in causa la Seg chiedendo la differenza tra il suo stipendio attuale di 37,5 milioni di euro e lo stipendio massimo di 50 milioni di euro, inclusi parte dei guadagni dei vari bonus della Seg stessa, che all’epoca avrebbe inserito una percentuale, fissata al 7,5%, su una possibile rivendita. Arrivando a una richiesta totale di 22 milioni. Da parte sua, l’avvocato di de Vrij afferma che la Seg ha anche violato le regole Fifa per gli agenti. A causa della situazione all’Inter, de Vrij correrebbe anche il rischio di ricevere ulteriori accertamenti e sanzioni dal fisco italiano. Una storia finita male quella tra il nerazzurro e la Seg, che lo ha assistito per quasi tutta la sua carriera, fin dall’età di 16 anni. Ora il difensore è assistito da Mino Raiola ed è in scadenza nel 2023 con il club nerazzurro.
  7. Chromium

    Juventus - Napoli 1-1, commenti post partita

    Saper allenare? Avere delle idee? A che pro? Tanto se perdi la colpa e' del fatto che non hai la top 11 del campionato. Metti in campo gente random in posizioni random, per le sostituzioni usi i bussolotti e a fine mese incassi.
  8. Chromium

    Juventus - Napoli 1-1, commenti post partita

    18 milioni lordi l'anno per l'assoluto nulla. Visto che l'importante e' la rosa, e senza 11 campioni non si arriva quarti, tanto valeva spenderli per un ottimo centrocampista e prendere uno Juric o un Italiano qualunque...
  9. No. Il risparmio e' limitato (3 milioni lordi se paghiamo a meta'), e a giugno ritorna non consentendoti di pianificare il sostituto perche' quello 'slot' rimarrebbe occupato (uno entra e uno esce). Fai solo un favore a lui in vista mondiali.
  10. A me Kovacevic piaceva parecchio, mi dispiacque quando venne ceduto (come si fa a non amarlo dopo la doppietta a san siro con l'Inda...)
  11. Ma lordi o netti? Perche' c'e' sempre sta confusione visto che all'estero ragionano sempre sul lordo
  12. In termini di bilancio tra acquisti e cessioni quindi la Juve e' decima, avendo speso molto ma essendo anche la squadra che ha venduto/incassato di piu. Ma la parte interessante e' verificare quante siano state le transazioni in entrata ed in uscita. Date un occhio alla differenza tra le italiane e tutte le altre nella classifica delle prime 15: Guardate se consideriamo il numero totale... Sono solo squadre italiane, con la prima non italiana il Benfica... Il Parma ha effettuato piu' di 2500 transazioni tra entrate ed uscite.
  13. 1. Un limite alla percentuale sul trasferimento Giusto, poi si puo' discutere sulla percentuale. 2. Un’unica commissione Giusto, ma si scontra col punto successivo. Se pago io la commissione, tu lavori per me... Meglio se la commissione e' divisa equamente tra venditore e acquirente. 3. Procure singole Vedi sopra 4. Un nuovo sistema di solidarietà per parametri zero Irrealizzabile. Nel momento in cui il contratto scade non esiste piu' alcun vincolo tramite il quale una societa' sia costretta a pagarne un'altra 5. Solo le Società autorizzate a trattare Giusto, pensavo ci fosse gia' una normativa in tal senso... 6. Durata dei contratti più lunga Si puo' anche fare... Tanto poi e' il calciatore a decidere se vuol firmare per 5, 6 o 15 anni... Zzi suoi se firma un decennale con Lotito. 7. Un limite alle commissioni Giusto, poi si puo' discutere sulla percentuale. 8. Altre fonti di guadagno per i procuratori No. La vedo come una mossa per limitare i calciatori a sponsorizzazioni in linea con quelli del club.
  14. Verissimo, bisogna applicarlo all'intero sistema calcio, non solo alla Serie A. Visto che l'idea originaria e' di Infantino, davo per scontato che la modifica debba essere globale
  15. Algoritmi e criteri oggettivi non sono difficili da trovare (eta', presenze in una determinata lega, assist, gol, etc.) ma con due conseguenze. Se le squadre saranno costrette a vandere ad un massimale rispetto al valore 'oggettivo', allora: 1. Devasti tutte le medio/piccole che campano nella vendita dei giovani del vivaio (che non potranno piu' essere venduti per il potenziale, ma per quel che hanno fatto sino ad allora, cioe' poco) 2. Con i cartellini ad un prezzo piu' o meno definito (praticamente delle clausole), si arricchiscono ancora di piu' i procuratori ed i giocatori stessi.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.