Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

effepi02

Utenti
  • Content count

    102
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1,058 Eccellente

About effepi02

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. effepi02

    Chiarimento caso doping

    Aggiungo una cosa che spero serva a chiarire meglio la questione: alla Juve fu contestato anche la modalità di approvigionamento dei farmaci che mi pare di ricordare erano acquisite in confezioni ospedaliere (e da qui il patteggiamento del farmacista...). Ma questo è un reato più "amministrativo" che penale (sarebbe stato penale nel caso si fossero acquisiti così farmaci stupefacenti). La seconda cosa che ricordò Guariniello contestò ai medici della Juve fu la somministrazione dei farmaci senza una ragione terapeutica ed infatti sequestrò tutte le cartelle cliniche dei giocatori per vedere se alla somministrazione corrispondesse una necessità terapeutica registrata nella cartella. Tra i reati contestati mi pare ci fosse anche una violazione del D.Lgs. 626 (sicurezza dei lavoratori). Partendo da questi presupposti credo si possa fare un discorso più ampio. Il farmaco in sè non va demonizzato: è vero che serve ed andrebbe somministrato nei casi di reale bisogno, ma è anche vero che nella pratica comune si prendono farmaci senza il consulto del medico (aspirine, tachipirina, aulin, maalox, ecc.ecc.) e forse senza una reale necessità. Ma nel caso specifico bisogna considerare che la Juve aveva a disposizione un pool di medici che, si presume, agivano secondo deontologia medica. Basterebbe una considerazione: se un medico di cui mi fido mi prescrive un farmaco per curare una patologia o una situazione di stress, penso che lo faccia per il mio bene e non c'è bisogno che intervenga un procuratore della repubblica che, in teoria, ha meno conoscenze nel campo. Ricordo che durante il processo uscirono delle assurdità del tipo "se un giocatore è infortunato si deve attendere che guarisca senza sottoporlo a dosi massicce di antidolorifici e medicine". Se parliamo del problema dal punto di vista puramente "etico" diciamo che quello che emerse non depose a favore dello sport in generale e del calcio in particolare. Ma sarebbe sbagliato non considerare invece che stiamo parlando di un'attività che smuove interessi miliardari sia da parte delle società che da parte degli stessi giocatori. Quindi la fretta di rientrare da un infortunio o di superare un periodo di particolare stanchezza unita all'importanza dei risultati spinge medici e giocatori ad utilizzare ciò che la scienza mette loro a disposizione, seguendo le indicazioni e le controindicazioni del caso, ivi incluse quelle dell'antidoping. Volendo sottilizzare qualsiasi farmaco che favorisca una guarigione più veloce e/o che consenta di giocare anche in condizioni menomate è di per sè doping, perchè è indiscutibile che sentirsi meglio o non sentire il dolore "aumenta il livello della prestazione" (che in alcuni casi non ci sarebbe proprio...). Io credo che lasciando da parte l'etica e i discorsi filosofici, bisogna limitarsi a considerare solo quelle pratiche "pericolose" in cui l'aiuto per l'atleta va di pari passo con un rischio elevato per la sua salute (pensate ai ciclisti costretti a stare sempre in movimento perchè hanno una sangue così denso da rischiare continuamente le trombosi).
  2. effepi02

    Chiarimento caso doping

    Diciamo che hai parzialmente ragione. In Appello la Juve fu assolta perchè i Giudici ritennero che i fatti contestati alla Juve (abuso di farmaci che potremmo definire "simil-doping") non rientrasse nelle fattispecie previste dal reato di frode sportiva che, fino ad allora, era stata inserita per normare circa i casi di corruzione (dopo il calcioscommesse). Quindi la Juve non fu assolta perchè il fatto non sussisteva, ma perchè non si poteva applicare secondo i giudici quella norma del Codice. In sostanza, non si entrò nemmeno nel merito della somministrazione di quei farmaci e sulla loro reale capacità di alterare le prestazioni sportive: la Juve semplicemente non poteva essere giudicata per quei fatti secondo quanto previsto dalla cosiddetta frode sportiva. Una specie di vuoto normativo, per intenderci... La Cassazione ribaltò tale sentenza perchè ritenne che, sebbene non espressamente previsto per tali reati, la somministrazione illecita dei farmaci per alterare le prestazioni sportive rientrava nella "frode sportiva". Quello che scrisse nelle motivazioni era quello che era emerso nel dibattimento: le accuse non furono di fatto smontate dalle difese che indirizzarono subito le loro arringhe sul fatto che la frode sportiva era stata introdotta per altri tipi di reati e che quindi non poteva essere applicata al caso in esame. Quindi è sbagliato dire che la Cassazione condannò la Juve, visto che gli atti processuali sotto quel punto erano notevolmente sbilanciati a favore delle procure (per il motivo di cui sopra). La Cassazione si limitò a scrivere che visti gli atti, la Juventus potesse essere giudicata ed eventualmente condannata per il reato di frode sportiva. Il fatto stesso che la Cassazione rinviò il tutto ad un altro processo (poi evitato per la sopraggiunta prescrizione) dovrebbe far capire che è assolutamente sbagliato dire che la Cassazione condannò la Juve: in tal caso non ci sarebbe stata prescrizione... Questo dal punto di vista penale. Dal punto di vista sportivo il fatto non assume alcun valore perchè come giustamente riportato da altri, il TAS espresse su richiesta di FIGC e CONI un parere scagionante per la Juve. La Juve dal punto di vista dei regolamenti sportivi non infranse nessuna norma, visto che tutti i farmaci trovati negli armadietti della squadra erano quelli che non rientravano nella lista appositamente stilata dagli organi sportivi.
  3. Nel lontano 1993, quando ormai erano circa sette anni che la Juve non vinceva uno scudetto schiacciata dalla supremazia del Milan, ad un giornalista che gli stava parlando di Van Basten (per chi non lo avesse conosciuto, fate conto un Ibrahimovic molto più forte) Boniperti rispose: "Il Milan ha Van Basten? Noi abbiamo Del Piero!" Penso a quell'affermazione ed immagino se ci fosse stato, all'epoca, questo forum cosa sarebbe potuto uscir fuori...Boniperti dimettiti! Boniperti non sai cos'è la Juventus! :d P.S. per carità e per amore di un personaggio leggendario della Juve evito di postare altre "perle" di quel periodo... oggi non ho potuto frequentare il forum, ma scommetto che qualcuno ha chiesto a gran voce le dimissioni di Marotta perchè si è fatto fregare Palombo (dopo Pazzini!)...* santo erano nostri, erano due anni che si diceva che la Juve avrebbe preso Pazzini e Palombo (e Gastaldello)...Marotta dimettiti, manco quelli tuoi riesci a comprare! :d
  4. Grazie per l'amicizia, onoratissimo! :-)

  5. grazie per l'interessamento...ero un pò "scazzato" perchè ho avuto modo di apprezzarti su altri forum e volevo seguirti. Non ti preoccupare, se dovessi fallire qualche "gurata"...con me non ci saranno problemi...

  6. ciao.....si sono dimenticati di dare l'ok alle iscrizioni....scusa.......

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.