Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

"IL DANDI"

Utenti
  • Content count

    6
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Neutrale

About "IL DANDI"

  • Rank
    Pulcino
  • Birthday 12/18/1990

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Meno male che da qualche mese a questa parte ho cominciato a seguire l'Nba!
  2. Non vorrei sbagliarmi, ma se non mi sbaglio nello stesso periodo trattava anche un certo Ribery... Tridente Ribery,Ibra,Ronaldo...
  3. Premetto dicendo che non voglio essere il complottista della situazione e sicuramente molti di voi erano già informati su ciò, ma per chi non sapesse... vi posto un pezzo di un articolo che Mughini ha scritto su TuttoJuve.com. per chi lo volesse leggere per intero si chiama Vinca il migliore: "nel delitto giudiziario e massmediatico compiuto ai danni della Juve nell’estate del 2006, c’è tutto della storia torinese e di quella italiana. Senza quel tutto della storia degli Agnelli, della Fiat e della politica italiana non capisci neppure l’abc di Calciopoli. Altro che calcio come oasi separata della nostra società, come credono i babbei che alla mattina comprano in edicola solo un quotidiano sportivo. Calciopoli non ci sarebbe stata o non sarebbe stata a quel modo impudente che è stata: intercettate solo le telefonate di Moggi e mentre tutte quelle fatte dai dirigenti di altre società venivano accuratamente conservate nei ripostigli i più remoti. Calciopoli non ci sarebbe stata se Gianni o Umberto Agnelli fossero stati ancora vivi, ma soprattutto se la Fiat del 2005-2006 non fosse stata sull’orlo del baratro, una situazione che Sergio Marchionne ha ricordato per la centesima volta poche settimane fa. È la debolezza politico-economica della Fiat di quel momento a far sì che gli eredi Agnelli paghino un togatissimo avvocato torinese per «non» difendere la Juve, per non fare al «mostro» Moggi una sola telefonata a chiedergli se tutte le vittorie di dodici anni «gloriosissimi» fossero davvero dovute a un’unica e gigantesca combine. Se quel fottìo di scudetti e finali internazionali la Juve li avesse conquistati non per come Zidane, Nedved, Del Piero, Vialli, Deschamps e cento altri giocavano a palla, e bensì per essere andati Moggi e Giraudo (accompagnati dalle loro mogli) a cena dal designatore Paolo Bergamo. Ma ve la immaginate per un solo momento Calciopoli se al timone della Juve ci fosse stato nel 2006 un Andrea Agnelli, uno che strepita e ulula per ogni torto anche piccolo che fanno alla Juve di oggi? E nel 2006 non è che si trattasse di un torto, s’è trattato del tentativo di distruggere la storia e l’onore di una squadra che in dieci milioni di italiani amiamo «irriducibilmente". Ora non è che voglio entrare in merito ad una questione che va oltre il calcio, ma questa è una teoria che sento da un bel pezzo e più passa il tempo e più escono articoli(pubblicati solo in siti projuve ovviamente, non li trovate mica su sportme. o sul sito della gazz. ) simili ed anche più dettagliati che sembrano avallarla. Appunto la sequenza di certi avvenimenti: La morte dell'avvocato, le telefonate intercettate, un non agnelli puro al timone, difesa in tribunale mooolto remissiva(sono arrivati a dire che la serie B era una pena congrua), la juve in B. Anni dopo esce che tutti facevano le stesse identiche cose, nuove telefonate, grazia a BIG LUCIANO MOGGI. E poi torna un Agnelli e la juve ricomincia a lottare per tutto ciò che le è stato, ingiustamente, tolto.Che siano tutte coincidenze??? ai posteri l'ardua sentenza BIG LUCIANO NON MOLLARE MAI!!!! Se avete già postato un messaggio simile scusate, ma non ho letto i post precedenti!!!
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.