Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'atalanta'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2018-2019
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendari

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Partenza

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Partenza

    End


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Partenza

    End


Gruppo


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Trovato 39 risultati

  1. Campionato Primavera 1 2017/18 : 15ª giornata di ritorno JUVENTUS - ATALANTA Campo Ale & Ricky (JTC), Via Stupinigi 182 - Vinovo (TO) Domenica 19 Maggio 2018, ore 13.00 DIRETTA TV SPORTITALIA (disponibile anche lo STREAMING SUL SITO UFFICIALE) JUVENTUS: Del Favero; Tripaldelli (87′ Anzolin), Zanandrea, Serrao, Vogliacco; Portanova (91′ Capellini), Fernandes, Nicolussi (81′ Merio), Di Pardo; Del Sole, Olivieri A disp.: All. Dal Canto ATALANTA: Piccirillo; Zortea, Heidenreich, Salvi, Zanoni; Kulusevski, Bolis, Melegoni; Peli, Latte Lath (56′ Nivokazi), Mallamo (65′ Cambiaghi) A disp.: All. Brambilla Marcatori: 7′ e 82′ Del Sole (J), 18′ Fernandes (J), 84′ Olivieri (J), 88′ Salvi (A) Ammoniti: 70' Cambiaghi (A) Note: 3' traversa colpita da Nicolussi (J)
  2. Mariani tiene sotto controllo la gara e quando sale la temperatura usa i cartellini come tachipirina. Corretti i due mostrati a Mancini (falli su Higuain e Chiellini) in un batter di ciglia dopo la mezz’ora della ripresa. Ok pure il giallo per Benatia e De Roon impegnati in una lotta libera, mentre Matuidi segna il 2-0, in area atalantina. Ha la peggio la maglia bianconera, distrutta. C’è il tocco col braccio di Ilicic con l’arbitro che ferma la ripartenza. Nessuna ombra, infine, sull’1-0: Mancini perde palla senza subire fallo. La Gazzetta dello Sport Sembra una partita banale da dirigere. In realtà Mariani deve prendere alcune decisioni delicate e sembra azzeccarle. Higuain anticipa Mancini e poi corre a fare festa all’assist di Douglas Costa. L’atalantino protesta ma il fallo non si vede. Come non si vede, a parti invertite, irregolarità del medesimo Mancini su Dybala alla prima palla che rotola nell’area dei nerazzurri. Lecito discutere, invece, sull’occasione sottratta a Ilicic al 63’: Matuidi verticalizza a casaccio, lo sloveno alza il braccio per proteggersi, il pallone gli picchia sul gomito, in verità parecchio largo, e si ferma lì, lui parte in campo aperto e l’arbitro fischia il fallo. Mariani non ammonirebbe nessuno, ma gli strappano i cartellini di tasca. Specialmente Mancini (due in due minuti: trattenuta su Higuain, bastonata a Chiellini), Benatia e De Roon (che prima se le danno e poi se le promettono quando segna Matuidi). Benatia ci resta senza maglia e senza prossima partita: era diffidato. Il Corriere dello Sport
  3. Per i prezzi qui: http://www.juventus.com/it/tickets/prices-and-purchasing/serie-a/2017/26-juventus-vs-atalanta/prices-table/ VENDITA LIBERA: Dalle 10.00 di giovedì 8 marzo La vendita libera verrà riaperta con le nuove disponibilità di tagliandi a partire da giovedì 8 marzo alle 10.00 sui canali Listicket. AGGIORNAMENTO BIGLIETTI PARTITA DEL 25 FEBBRAIO: 1) ACQUIRENTI DEI BIGLIETTI I biglietti acquistati per Juventus-Atalanta del 25 febbraio 2018, gara rinviata al 14 marzo 2018, alle ore 18.00, saranno ritenuti validi per l’accesso alla partita in oggetto. Sarà sufficiente ripresentare il medesimo biglietto all’ingresso. Sarà possibile effettuare il cambio utilizzatore o richiedere il rimborso del prezzo del biglietto con le modalità e nei termini pubblicati di seguito e nella pagina dell’evento all’interno della sezione biglietteria. Gli acquirenti Legends Club, riceveranno tramite i consueti canali, tutte le indicazioni dettagliate. RIMBORSO BIGLIETTI Dalle 16:00 di lunedì 5 marzo fino alle 14.00 di mercoledì 7 marzo Biglietto acquistato presso i punti vendita autorizzati Listicket: Tutti coloro che volessero richiedere il rimborso del prezzo del biglietto dovranno recarsi esclusivamente presso lo stesso punto vendita dove sono stati precedentemente acquistati i tagliandi con il biglietto in originale. Biglietto acquistato sul sito Listicket.com o tramite Callcenter: Il Cliente dovrà accedere alla propria area personale sul sito Listicket.com e nella sezione MESSAGGI selezionare da menu a tendina “Richiesta di rimborso/annullament”. Sarà sufficiente inserire nel testo della richiesta “RIMBORSO JUVENTUS VS ATALANTA RINVIATA” e specificare se l’acquisto è avvenuto su Web o tramite Callcenter. I soci degli Official Fan Club potranno come di consueto fare riferimento al Centro di Coordinamento per le operazioni di rimborso. Biglietto acquistato presso la Cassa B il giorno gara. Il cliente dovrà chiamare il contact center 899.999.897 (info e costi a fondo pagina) per procedere alla richiesta di rimborso. Se l’acquirente è uno Juventus Member potrà chiamare il numero 011.45.44.095 e accedere al servizio digitando il proprio numero Membership. CAMBIO UTILIZZATORE DEL BIGLIETTO Dalle 10.00 di giovedì 8 marzo fino alle 23.59 di martedì 13 marzo. Coloro che sono in possesso di un biglietto standard e intendono effettuare il cambio utilizzatore del titolo, potranno procedere sul sito Listicket secondo le seguenti modalità: In caso di biglietti cartacei acquistati in ricevitoria o di biglietti home ticketing acquistati dal sito Listicket.com, per effettuare il cambio utilizzatore, è necessario collegarsi al sito: http://listicket.com/ticketing/postvendita/cambioUtilizzatoreStep1.html Per accedere, verrà richiesto di inserire il NUMERO TIPOGRAFICO del biglietto (abbreviato con N.T. sugli Home ticketing), il numero CARTA DI EMISSIONE ( Es. A00XXXXX ) e il NUMERO PROGRESSIVO ( il numero riportato affianco alla carta di emissione). Attenzione: tale operazione non riemette un nuovo titolo di ingresso, l’unico biglietto valido che dà diritto all’accesso rimane l’originale che dovrà essere presentato in abbinamento alla conferma del cambio nome effettuato su Listicket.com. Nel caso in cui il titolo di accesso al match fosse stato caricato sulla Tessera del tifoso, per effettuare il cambio supporto (ad una nuova Tessera del tifoso) sarà necessario collegarsi al sito http://listicket.com/ticketing/postvendita/cambioSupportoStep1.html Per effettuare il cambio, occorre inserire i codici (Numero tessera e Codice di sicurezza) della Tessera originaria e della Tessera di destinazione. Una volta confermata l’operazione, il nuovo titolare dovrà recarsi all’Allianz Stadium solamente con la sua TDT personale e un documento di identità valido 2) ABBONATI Operazioni di CAMBIO NOME Dalle 10.00 di giovedì 8 marzo I cambi nome effettuati dagli abbonati prima del 25 febbraio 2018 saranno annullati sarà pertanto possibile effettuare nuovamente le operazioni a partire dalle 10.00 di giovedì 8 marzo. RIMESSA IN VENDITA DEL POSTO con posto non riacquistato. Nel caso in cui l’abbonato abbia messo in vendita il proprio posto prima del 25 febbraio 2018 e lo stesso non sia stato effettivamente riacquistato, l’abbonato rientra in possesso del proprio posto; sarà pertanto possibile effettuare nuove operazioni a partire dalle 10.00 di giovedì 8 marzo. RIMESSA IN VENDITA DEL POSTO con posto riacquistato e credito maturato. L’abbonato non potrà usufruire dell’ingresso in quanto il suo posto è stato rivenduto sui canali ufficiali. Nel caso in cui il nuovo titolare del posto acquistato chiedesse il rimborso entro i termini indicati, l’abbonato ne rientrerà in possesso e verrà annullata la quota maturata. A partire dalle 10.00 di giovedì 8 marzo l’abbonato potrà verificare lo status del suo seggiolino ed eventualmente effettuare nuove operazioni secondo le consuete scadenze. Cordiali saluti
  4. Il tecnico dei bergamaschi prima del recupero di campionato: «Giocando tre partite in una settimana, compresa quella di domenica a Verona, è normale cambiare qualche giocatore». Gomez non ci sarà L'Atalanta si appresta a recuperare domani a Torino la settima di ritorno con la Juve e il suo allenatore non vuol sentir parlare di pressioni esterne: "Capisco l'esigenza di tenere il campionato aperto, ma se facciamo risultato è per noi stessi - chiarisce Gian Piero Gasperini -. Non ci siamo mai scansati nelle tre competizioni, su questo non devono esserci dubbi. Giocando tre partite in una settimana, compresa quella di domenica a Verona, è normale cambiare qualche giocatore". Tra gli assenti, Gomez. Dovrebbe fermarsi il leader della squadra: "Gomez ha un risentimento alla coscia, un postumo della partita di Bologna giocata su un campo molto pesante, anche Petagna è da verificare insieme a Rizzo e Bastoni", spiega il tecnico nerazzurro. Che nega un caso Papu: "Ha avuto episodi sfortunati contro il Borussia e la Juventus in Coppa Italia: se fossero entrati quei palloni si direbbe di lui come di un campione straordinario - chiude Gasperini - Domenica invece l'ho visto in calo morale, da capitano deve reagire: per raggiungere l'Europa League ci servono la testa sgombra e il miglior Papu". "Arriviamo bene a questa partita: la vittoria di Bologna è stata una bella iniezione di morale e fiducia, oltre ad aver migliorato la nostra classifica. Sappiamo comunque che ci aspetta una gara difficile". Così Gian Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Atalanta, recupero della ventiseiesima giornata del campionato di Serie A 2017-2018, in programma domani alle 18 all'Allianz Stadium di Torino. "La Juve oltre tutto in questo momento ha il morale a mille per essere tornata in testa e ha i numeri che parlano per lei, ma se riuscissimo a fare risultato ci avvicineremmo a chi ci sta davanti", ha aggiunto. Servirà una prestazione importante per affrontare la capolista. "Nelle ultime sfide con la Juve ce la siamo giocata. Dobbiamo mettere la stessa attenzione e concentrazione viste nell'ultima partita contro di loro in coppa, sapendo che stavolta abbiamo due risultati su tre", ha dichiarato Gasperini. In palio anche per l'Atalanta punti importanti nella rincorsa ad un posto in Europa. "Per l'Europa ci sarà battaglia tra tante squadre: ci sono ancora molte partite, non è il momento di fare tabelle. Dobbiamo pensare solo a noi stessi. Abbiamo bisogno di fare un certo numero di vittorie per agganciare chi ci sta davanti", ha concluso Gasperini. Tuttosport.com
  5. Buffon 5,5 Lichtsteiner 6 Benatia 6 Chiellini 6,5 Asamoah 6,5 ( Primo guizzo al 25', si ripete al 44' con una conclusione di poco a lato. Nella ripresa non perde smalto, anzi. Insomma, è uno dei migliori della Juve) Matuidi 6 Pjanic 6 Marchisio 5,5 Douglas Costa 7 ( Tiro cross pericoloso, traversa, l’ammonizione (da atterramento perdisperazione) che fa beccare a Masiello. I suoi sprint in velocità hanno un che di mirabilmente artistico... Soprattutto quando il brasiliano si accentra, sposta gli equilibri) Alex Sandro 6 Mandzukic 5,5 ( Al 35'centra Berisha manco fosse al tiro a segno del luna park. Unica vera occasione che gli capita giacché, nonostante l’assenza di Higuain, finisce sempre per defilarsi in corsia) Khedira 6 Dybala s.v Barzagli s.v Allegri 6,5 ( La suaJuve, anche questa volta, non sembrava l’Olanda delle meraviglie. Ma, guarda un po’, centra l’accesso alla quarta finale consecutiva di Coppa Italia) Tuttosport Buffon 5 Lichtsteiner 6 Benatia 5 Chiellini 5,5 Asamoah 6,5 (Con corsa e faccia buona spegne le voglie di Hateboer e tiene a bada gli estri di Ilicic. Sempre più padrone di un ruolo che di base non è suo) Matuidi 6 Pjanic 6 Marchisio 5,5 Douglas Costa 7 (La rapidità non è tutto, ma può essere molto o abbastanza. Allegri si serve della sua velocità per vie centrali e il vento della partita in un modo o nell’altro cambia direzione) Alex Sandro 6 Mandzukic 6 Khedira 6 (Entra sul più brutto, poco dopo il palo di Gomez. Con lui la Juve acquista solidità e sagacia, e porta a casa la qualificazione) Dybala s.v Barzagli s.v Allegri 6 (Punta sempre all’utile, del dilettevole non sa che cosa farsene. Allenatore pragmatico. Se nel ’74 Sarri tifava per l’Olanda, Allegri a naso stava con l’allora Germania Ovest) La Gazzetta dello Sport La Stampa Corriere della Sera La Repubblica Il Giornale Libero
  6. Juventus (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Rugani, Asamoah; Marchisio, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Mandzukic, Alex Sandro;
  7. Scansopoli? Insinuopoli, sempre contro la Juve. Polemiche per le sue ultime scelte anti-Juve ma Gasperini ha sempre fatto ricorso al turnover, anche quando ha battuto il Napoli in Coppa Italia. Per capire Gian Piero Gasperini occorre tornare al 2 ottobre 2016. Meglio, ai giorni precedenti quella partita. Il tecnico arrivato dal Genoa non è solidissimo. Vero che nel turno precedente ha vinto 3-1 in trasferta con il Crotone, ma l’Atalanta è quart’ultima e quella domenica arriva il Napoli secondo. In settimana Antonio Percassi va a Zingonia, vede la partitella e chiede a Gasperini: «Quelli sono i titolari? Ne è convinto?». Un dubbio presidenziale originato da scelte che il tecnico avrebbe confermato sul campo: Mattia Caldara (alla prima assoluta), Andrea Conti in fascia e Roberto Gagliardini a centrocampo. Tre che non erano titolari e che lo sarebbero diventati da quella domenica, battendo 1-0 il Napoli con rete di Andrea Petagna (per la seconda volta in campo dall’inizio) e avviando la cavalcata che avrebbe portato in Europa League. Questo per dire chi sia l’allenatore dell’Atalanta. Uno che non si fa problemi a rivoluzionare la squadra da una giornata all’altra e che sicuramente ride di chi lo accusa di essere entrato nella cosiddetta Scansopoli. Basti chiedere allo stesso Napoli, eliminato il 2 gennaio nei quarti di Coppa Italia. Quella sera i nerazzurri passano al San Paolo con una formazione cambiata per sette undicesimi rispetto a quella che, tre giorni prima, aveva perso in casa contro il Cagliari. E, se andiamo ancor più nello specifico, sei di quei titolari (Toloi, Palomino, Castagne, De Roon, Gosens e Cornelius: la maggioranza, quindi) facevano parte della formazione che avrebbe dovuto iniziare la partita domenica contro la Juventus. Altro dato, infine: nelle quattro gare prima di Torino soltanto Cristante e De Roon erano partiti sempre titolari. (...) Fonte: Tuttosport
  8. PARTITA RINVIATA PER NEVE. SI APRIRÀ UNA NUOVA DISCUSSIONE QUANDO SARANNO DISPONIBILI LE INFO BIGLIETTI SUL RECUPERO. Per i prezzi qui: http://www.juventus.com/it//tickets/prices-and-purchasing/serie-a/2017/26-juventus-vs-atalanta/prices-table/index.php Informazioni Utili - Non è possibile effettuare il cambio nominativo sui biglietti acquistati nelle fasi di vendita dedicate ai Member e/o in modalità home ticketing. - I J1897 e i Black&White Member residenti in Italia possono acquistare i biglietti nelle fasi di vendita dedicate soltanto se materialmente in possesso della Tessera del Tifoso ed ulteriori 3 biglietti purché anche gli altri 3 intestatari siano possessori di J1897 o Black&White Member card. - I J1897 e i Black&White Member non residenti in Italia, possono acquistare un singolo biglietto sul sito Listicket.com, inserendo nel campo promozione il Numero Member riportato sulla Member Card e sul proprio profilo personale; ricordiamo di scegliere la modalità Home Ticketing e di stampare a casa il biglietto. - I J1897 e i Black&White Member hanno la possibilità di acquistare il biglietto anche per un massimo di 3 Junior Member, chiamando il call center Juventus allo 011.45.44.095 o recandosi nelle Ricevitorie Lis abilitate nelle rispettive fasi di vendita dedicate ed esibendo la Junior Member Card; Ai Junior Member sarà applicata la tariffa ridotta. - Dopo la prelazione Black&White Member, le tariffe potranno subire variazioni o potranno essere attivate nuove tariffe; - Presso i punti vendita autorizzati Lis può essere applicata una commissione fissa di 2€ per ogni titolo emesso. - Ricordiamo, inoltre, che gli iscritti agli Official Fan club potranno fare riferimento allo JOFC Center per la richiesta dei titoli di accesso. - Eventuali ulteriori comunicazioni e/o restrizioni sulla vendita libera verranno comunicate in seguito. VENDITA RISERVATA J1897 MEMBER Dalle ore 10 alle 23:59 di giovedì 8 febbraio Canali autorizzati di vendita: Il sito web Listicket.com – con caricamento su TDT Il Call Center TicketOne 892.101* (Per chi chiama dalla Svizzera 0900 892 101 - Per chi chiama da tutti gli altri Paesi (diversi da Italia e Svizzera) +39 02 600 60 900 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 21:00 e il sabato dalle ore 9:00 alle ore 17:30. Domenica chiuso) – con caricamento su TDT Ricevitorie Listicket abilitate – con caricamento su TDT VENDITA RISERVATA J1897 E BLACK&WHITE MEMBER Dalle ore 10 di venerdì 9 febbraio alle 23:59 di domenica 11 febbraio Canali autorizzati di vendita: Il sito web Listicket.com – con caricamento su TDT Il Call Center TicketOne 892.101* (Per chi chiama dalla Svizzera 0900 892 101 - Per chi chiama da tutti gli altri Paesi (diversi da Italia e Svizzera) +39 02 600 60 900 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 21:00 e il sabato dalle ore 9:00 alle ore 17:30. Domenica chiuso) – con caricamento su TDT Ricevitorie Listicket abilitate – con caricamento su TDT VENDITA LIBERA Dalle ore 10 di lunedì 12 febbraio. -I biglietti di Tribuna Sud saranno acquistabili esclusivamente presso le ricevitorie Listicket abilitate. - Presso i punti vendita autorizzati Lis può essere applicata una commissione fissa di 2€ per ogni titolo emesso. - Gli iscritti agli Juventus Official Fan club possono far riferimento allo JOFC Center anche in caso di tessera del tifoso scaduta o smarrita. Canali autorizzati di vendita: Il sito web Listicket.com Il Call Center TicketOne 892.101* (Per chi chiama dalla Svizzera 0900 892 101 - Per chi chiama da tutti gli altri Paesi (diversi da Italia e Svizzera) +39 02 600 60 900 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 21:00 e il sabato dalle ore 9:00 alle ore 17:30. Domenica chiuso) Ricevitorie Listicket abilitate Ulteriori comunicazioni e/o restrizioni sulle modalità di vendita libera verranno comunicate in seguito.
  9. Prima che qualcuno fraintenda il video: personalmente non ho sentito nessuna malizia nell' "incredibile" di cerqueti, lo considero chiaramente dovuto ai problemi tecnici nel finale... il video è solo per goliardia, non per fare polemica
  10. Nella nebbia un pullman di tifosi juventini è stato preso a sassate intorno alle 19 di ieri vicino allo stadio di Bergamo. Danneggiati i finestrini del mezzo. Intanto in vista del ritorno della semifinale di coppa Italia prevista per il 28 febbraio (ma “data e ora potranno subire variazioni”, specifica il sito della Juve) scatta la prevendita: oggi, dalle 10 a mezzanotte prelazione per i J1897 Member, domani per i Black&White Member. Venerdì vendita libera. Per i Member, curve a 25 euro, 30 gli altri settori; per gli Under 16 curve a 15 euro, 20 nel resto dello stadio. Il prezzo intero è di 30 euro per le curve e 40 negli altri settori. Fonte Tuttosport Sembrava una serata tranquilla, nebbiosa e fredda, ma tranquilla. Eppure un bel po’ di tensione ha attraversato i dintorni dello Stadio «Atleti azzurri d’Italia» di Bergamo, cosa piuttosto rara nelle ultime stagioni: un blitz di ultrà atalantini contro due pullman di tifosi bianconeri ha prodotto, per fortuna, solo tanta pauraezero feriti. Poco dopo le 19 sono stati attaccati i bus all’altezza di piazzale Oberdan, a due passi dalla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea. Una decina di ultrà bergamaschi è sbucata dalle vie laterali e ha lanciato fumogeni e almeno due bombe carte. In più, sono piovuti sassi e alcuni vetri sono andati in frantumi. Gli autisti sono riusciti, comunque,atenere il controllo eaproseguire: tra i tifosi bianconeri nessun contuso. Gli autori dell’agguato sono riusciti a disperdersi prima dell’intervento delle forze dell’ordine, ma nelle prossime ore saranno visionate le immagini delle telecamere della zona per provare a identificarli. La Gazzetta dello Sport
  11. Valeri dirige «all’inglese» una sfida spigolosa. In questa ottica va inquadrata l’azione che porta al vantaggio della Juve, con Mandzukic in tackle su De Roon: contrasto ruvido, ma il bianconero colpisce netto il pallone mentre l’atalantino dà la sensazione di accentuare il contatto, lasciandosi cadere. L’arbitro fa continuare (coerente col metro attuato nei 90’, una riprovaèil non fischio sul duello Toloi-Higuain appena fuori l’area bergamasca) e Higuain insacca una volta superato Masiello. Gol ok e la Var conferma. Sempre nel primo tempo c’è il rigore per l’Atalanta: mani di Benatia. Dato da Valeri dopo aver visto il replay alla Var: punito il braccio largo del difensore, uno dei parametri usati nel rebus volontario/involontario. Certo, Benatia è sorpreso dal buco di Cornelius e si poteva optare per il non fischio, ma sui tocchi simili è decisiva l’interpretazione (soggettiva). E quindi la scelta di Valeri ci sta. Per il resto, entrata da arancione di Masiello su Bernardeschi: ammonito. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  12. Buffon 7,5 (Il primo rigore parato a 40 anni, fa un certo effetto. Ritorna dopo due mesi, adrenalina a fiumi che trova la propria esplosione davanti a Hateboer: magìa. È tornato) De Sciglio 6 Benatia 6 Chiellini 6,5 (Sempre al limite nel suo sparecchiare selvaggio, continuo nel togliere respiro al gioco: impacchetta Cornelius e altre cose) Alex Sandro 6 Khedira 6 Pjanic 6,5 Matuidi 6 Douglas Costa 6 Mandzukic 6 Higuain 7 (Energico, vicino alla porta, segna e tira tre volte nel primo tempo. Fa anche rientri e sponde e aperture: carro armato scintillante) Bernardeschi 6 Barzagli 6 Bentancur s.v Allegri 6,5 La Gazzetta dello Sport Buffon 8 (Var o non Var, Papu o non Papu, SuperGigi è tornato: rigore neutralizzato a Gomez, il ventesimo nella carriera di Buffon con squadre di club. Parata decisiva anche nel fi nale. Perché la classe non ha età) De Sciglio 6 Benatia 6 Chiellini 7 Alex Sandro 6 Khedira 6,5 (Veloce di gamba e di pensiero nell’innescare Higuain sull’azione dell’immediato vantaggio) Pjanic 6,5 Matuidi 6 Douglas Costa 6 Mandzukic 6,5 (Più brillante rispetto alle ultime uscite, si traveste da uomo assist e ci mette del suo nell’1-0 quando recupera il pallone che apre l’azione) Higuain 7 Bernardeschi 6,5 Barzagli 6,5 Bentancur s.v Allegri 7 Tuttosport La Stampa Il Corriere della Sera Il Giornale Libero
  13. Juventus (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Higuain, Mandzukic;
  14. https://www.facebook.com/Juventusfcita/videos/1560512447328885/ Partiamo da Higuain? Come sta? Come l'ha visto in questi giorni? Più rilassato e sorridente dopo il gol in Champions? Domani lo vedremo dall'inizio? "Higuain per noi è un giocatore importante, lo è sempre stato, anche se le ultime due volte è partito dalla panchina. Tutti gli anni sono diversi l'uno dall'altro, quando si chiude l'annato, quello che si è fatto rimane scritto, poi però l'anno dopo bisogna rimettersi subito in discussione, perchè bisogna ripartire per vincere. E credo che all'interno della Juventus ci siano dei giocatori importanti che dimostrano questo: dai Buffon, ai Barzagli, ai Chiellini, ai Lichtsteiner e ai Marchisio, che sono quelli rimasti dal primo Scudetto. Quindi questi giocatori per tutto il resto del gruppo sono esempi importanti. Gonzalo non si deve accontentare di quello che ha fatto, Gonzalo deve avere l'ambizione di poter lottare, insieme a Dybala, insieme a tutti gli altri giocatori, con quelli del Real Madrid, con quelli del Barcellona, con i migliori. Ha tutte le qualità per farlo, è solo una questione di ambizioni e di volere le cose. E siccome per noi è un giocatore importante, lui lo deve fare. E comunque sono contento di quello che ha fatto perchè la squadra ha bisogno dei gol di Gonzalo e lui è in grado di farli e soprattutto di determinare". Domani gioca? "Domani gioca. Ma già l'altro giorno è entrato con un piglio diverso, questo deve essere il piglio di tutto il campionato, di tutta la stagione". Chiellini ha ancora un cerotto bello grosso sulla fronte. Domani giocherà? Sono previsti dei cambi? "Domani cambierò qualcosa, perchè abbiamo giocato tante partite, qualcuno ha bisogno di riposare. Chiellini, quella fascia che ha in testa, non sarà sicuramente quella che gli proibirà di giocare, Chiellini quindi domani sarà della partita, a meno che oggi non succeda qualcosa in allenamento, però qualcosa cambierò". A che punto sta Marchisio? Quanto può diventare prezioso vista anche l'assenza di Pjanic? "Meno male che domani è l'ultima e poi c'è la sosta, abbiamo 15 giorni di sosta quindi ci sarà tempo perchè rientri qualche giocatore: Khedira che ha un'infiammazione al ginocchio, il riacutizzarsi di quello che ha avuto in Nazionale, quindi domani non sarà della partita, lo rivedremo dopo la sosta. Marchisio sta lavorando sperando di averlo il prima possibile. Pjanic speriamo di riaverlo con la Lazio, vediamo. Gli altri... De Sciglio sta facendo il suo programma, Pjaca lo stesso. Howedes lo stesso, speriamo di averlo dopo la sosta. Piano piano li riavremo. In questo momento si stanno riposando, quindi magari li avremo più freschi quando rientreranno. Domani abbiamo i due centrocampisti che sono Bentancur e Matuidi, a metà campo potrebbe giocare eventualmente anche Sturaro se ce ne fosse bisogno, e anche Asamoah. Però, insomma, i giocatori per fare una partita come quella di domani ce li abbiamo. Tra l'altro domani è una partita molto difficile perchè giocare a Bergamo è sempre complicato, l'Atalanta è una squadra che corre, sta passando un ottimo periodo, ha fatto una bellissima partita giovedì a Lione, non era semplice per una squadra che non ha esperienza internazionale andare a giocare sul campo del Lione. Quindi domanhi bisogna prepararsi a una partita difficile, mettersi sul piano loro, e cercare poi con la tecnica di venirne fuori". In attacco ci sarà un turno di riposo per qualcuno? Vedi delle affinità tra questa squadra e quella del tuo primo anno alla Juve che fece sei vittorie di fila? "Spero di no, perchè dopo le prime sei, la settima l'abbiamo pareggiata. Bisogna fare in tre punti anche domani, bisogna stare dentro la partita per tutti e 95 minuti, perchè a Bergamo le partite non sono mai finite, basta vedere cosa è successo l'anno scorso, quando dopo il 2-1 ci siamo rilassati e abbiamo beccato il 2-2. Davanti devo valutare solo Cuadrado che mercoledì ha giocato nonostante avesse preso una botta sul piede, quindi oggi devo valutare se giocherà Cuadrado, se giocherà Douglas Costa, se giocherà Bernardeschi". E' un po' preoccupato di questa serie di infortuni a centrocampo che hanno limitato il turn over? Questo quanto può avere aiutato Bentancur ad avere maggiore fiduci nei suoi mezzi? "Preoccupazione no, perchè i giocatori per fare la partita domani a Bergamo ce li abbiamo: abbiamo Bentancur, Matuidi, Asamoah che può giocare a metà campo, e abbiamo Sturaro. Ripeto, quelli che in questo momento sono infortunati, si stanno riposando, la stagione è lunga e verranno buoni quando rientreranno. bentancur è un ragazzo del '97 che sta giocando e sta crescendo. personalità ne ha da vendere, deve migliorare, deve migliorare nelle giocate con gli attaccanti, sul lungo con un tempo di gioco in meno, sono cose che piano piano acquisirà e migliorerà". Domani è l'ultima di sette partite in venti giorni. Alla fine di questo ciclo, di cosa è maggiormente soddisfatto e su cosa ritiene si debba migliorare? "Di migliorare in tante cose perchè siamo solamente all'inizio. Domani il ciclo va chiuso bene perchè innanzitutto poi abbiamo la sosta, altrimenti passeremo una sosta non bellissima, e questo non deve accadere assolutamente. Bisogna migliorare nella condizione fisica anche se siamo cresciuti molto, nella qualità del gioco, anche se ultimamente abbiamo fatto delle buone partite e poi bisogna migliorare nei singoli giocatori, ma siamo a un mese che è iniziata la stagione, quindi abbiamo tempo per farlo. E comunque sia fino a gennaio abbiamo ogni mese sette partite dopo la sosta, quindi vanno fatte al meglio". Domani cambierà anche sistema di gioco? Magari una difesa a tre? "No, difesa a tre sicuramente no domani. Mercoledì è stata fatta un po' verso la fine del primo tempo quando non riuscivamo a sviluppare gioco. Domani assolutamente no". Un commento sull'esonero di Ancelotti. "Carletto è stato fortunato perchè in 30 anni è stato esonerato solamente una volta, è stato anche molto bravo perchè ha vinto tutto, credo sia il tecnico più vincente nel mondo. Quindi si prenderà un po' di riposo. Tra l'altro anche al Bayern ha vinto l'anno scorso la Bundesliga, la Coppa, la Supercoppa, è stato eliminato dal Real Madrid direi in modo anche immeritato, perchè aveva fatto due grandi partite a Monaco e soprattutto a Madrid. Carlo però è stato bravo e fortunato, perchè solo un esonero". A che punto è l'inserimento di Bernardeschi? E' più utile a partita in corso che dal primo minuto? "Bernardeschi deve diventare un giocatore importante anche all'inizio della partita. Si sta inserendo bene, è cresciuto fisicamente e anche tatticamente. Da un momento all'altro piuò partire titolare, anche perchè abbiamo una partita ogni tre giorni e c'è bisogno di tutti, soprattutto di forze fresche". Caldara ha confermato la propria crescita. Lo vedrà con un occhio di riguardo? C'è qualcuno che la sta stupendo in particolar modo tra i giovani di proprietà della Juve? "Questa è la dimostrazione che la Juventus sta lavorando per il futuro andando a prendere i giovani più bravi che ci sono in Italia. L'Atalanta tra l'altro è una squadra guidata da un ottimo allenatore che è molto bravo a crescere i giovani, lo dimostra l'anno che ha fatto l'anno scorso l'Atalanta e quello che sta facendo quest'anno. E soprattutto con i singoli giocatori, con i quali lavora molto e li fa crescere molto. Quindi sia Caldara, che è già più avanti rispetto a Orsolini.... sono giocatori giovani, molto bravi". Domanda Marco Spadavecchia - Tuttojuve.com - A che punto è il recupero di Pjaca. C'è già un'ipotetica data di rientro? "Pjaca va visto giorno dopo giorno. Non è vicinissimo ma neanche lontanissimo, va valutato dopo la sosta in che condizione è, se si può riaffacciare e se può ricominciare con la squadra". Stesso discorso per Howedes. E se può commentare la curiosa proposta dello Schalke che si è messo a disposizione per il recupero del giocatore. "Che offerta ha fatto? Lo rivogliono indietro?". Hanno detto che l'avrebbero curato volentieri. "No, ma al di là della battuta, la Juventus ha uno staff medico importante, i giocatori li curiamo qui da noi". Gioca Buffon o Szczesny? "No, domani gioca Buffon. Comunque sono molto contento di quello che ha fatto e di quello che sta facendo Szczesny. Però domani gioca Buffon".
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.