Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'barzagli'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • World Cup Russia 2018
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2017-2018
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendari

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Partenza

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Partenza

    End


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Partenza

    End


Gruppo


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Trovato 40 risultati

  1. la Juventus ha già fatto il passo formale che tutti aspettavano per far sventolare a vita due bandiere: Chiellini e Barzagli hanno firmato nei giorni scorsi il rinnovo di contratto, l’ufficialità arriverà soltanto tra qualche settimana, a ferie concluse. In ogni caso, è stato messo un mattoncino per garantire solidità e continuità: resiste così una parte del vecchio muro. Se per il Chiello (33 anni) è arrivato un biennale, per il 37enne Barzagli l’allungamento è stato solo di un anno. Ma oltre alle cifre e ai tempi, in questa storia d’amore è il simbolismo che conta: la Signora continua a legare il proprio destino a due ultra-trentenni proprio nel momento in cui ha deciso di rinverdire la difesa. Non è un controsenso perché la coppia ha compiti in campo e anche fuori: sia Chiellini (da capitano) che Barzagli dovranno accudire Mattia Caldara, arrivato con le stimmati del predestinato, e gestire la successione al trono di Daniele Rugani, destinato a crescere nel minutaggio. In mezzo, crescono con insistenza le voci di un addio di Medhi Benatia. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  2. Senatori a vita, Giorgio Chiellini e Andrea Barzagli rappresentano la continuità: dopo l’addio del capitano Buffon, la Juve vuole tenersi stretto il suo successore e anche l’altro leader storico della difesa bianconera. Per questo nonostante siano entrambi abbondantemente sopra ai 30, per tutti e due è pronto il rinnovo di contratto. Re Giorgio ha chiuso la tredicesima stagione in bianco e nero facendo il motivatore. Dopo una stagione straordinaria, probabilmente la migliore per prestazioni e carisma, si è riciclato sostenitore dei compagni a bordo campo nelle ultime partite, per cercare di esorcizzare l’infortunio che lo aveva fermato contro il Napoli e lo ha costretto a saltare la finale di Coppa Italia e le ultime gare di campionato (tra cui la delicatissima sfida con l’Inter). Prima però Chiellini aveva giocato 38 gare ad altissimo livello, segno che l’età che avanza non è necessariamente un limite. Presto, molto presto (ormai è solo questione di giorni) si legherà alla Signora per altri due anni, che vivrà con l’eredità di Gigi al braccio. Giorgio è arrivato a Torino ventenne e resterà con la stessa maglia addosso almeno fino a 36 anni. Poi lo aspetta una scrivania alla Continassa, nuova sede bianconera, la collocazione perfetta per uno che ha una laurea in Economia. Chiello e Barza sono ciò che resta della BBBC bianconera, che aveva già perso Leonardo Bonucci l’estate scorsa ed è appena rimasta orfana di Buffon. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  3. Vincere è difficile, ripetersi lo è di più. Farlo per sette volte di fila, come voi, è leggendario! Grazie Gigi! Grazie Giorgio! Grazie Claudio! Grazie Andrea! Grazie Stephan! Un grazie speciale a voi 5, magnifici protagonisti di 7 anni di imprese straordinarie!
  4. Spinazzola e Caldara saranno i nuovi innesti, serviranno anche a ringiovanire la rosa juventina, ma l’usato sicuro - a Vinovo e dintorni - è comunque garanzia di massima qualità. Qualcosa di impareggiabile, anche a livello internazionale, perché ciò che rimane della BBC storica ed ora rappresenta il cuore pulsante della nuova BBC è storia, scrive la storia. Gente come Barzagli e Chiellini, con l’aggiunta di Benatia, è roba che in pochi possono permettersi: esperienza a palate, maestri nel senso della posizione e dell’anticipo. Gli highlander della difesa più forte d’Italia nelle ultime sei stagioni e mezzo non scapperanno. Anzi: rinnoveranno il contratto, anche per fare da chioccia ai virgulti in arrivo sotto l’ombrellone. Per Chiellini e Barzagli la firma non è mai stata un problema: l’attesa è soltanto per il giorno dell’annuncio ufficiale, da santificare con campane a festa e un brindisi tra gentiluomini. Magari entro il post Wembley ogni ora sarà quella buona: Barzagli prolungherà per una stagione, mentre il Chiello su un’intesa biennale (con opzione 2021?). La terza costola della BBC allegriana non ha un contratto in scadenza. Benatia è legato alla Juventus fino al 2020, si sente bianconero fino al midollo, la famiglia si trova benissimo a Torino e dunque non sarebbe un’ipotesi peregrina immaginare una nuova firma per evitare che la sua esperienza in riva al Po termini quando avrà 33 anni. A 34 e mezzo, invece, Lichtsteiner lascerà la Juve dopo sette stagioni luminose, mentre Asamoah (un classe ’88, neppure così “vecchio”) è braccato dall’Inter. Si ripartirà dal 25enne De Sciglio, con Alex Sandro (un ’91) e il ’94 Rugani al centro di tante offerte dall’estero. Ma ci sarà tempo per fare il punto. Fonte: Tuttosport
  5. Compirà 37 anni a maggio e il percorso sembra tracciato, lo stesso che hanno fatto storici interpreti di questa difesa. Con un occhio al presente, perché pure su Buffon e Chiellini tira aria di prolungamento. Alla Juve si segue una tradizione, ad ogni modo. Quella che, per esempio, ha spedito nella Storia il totem dei portieri italiani come Dino Zoff in campo fino a 41 anni: il tempo di sollevare la Coppa del Mondo, al Bernabeu, in Spagna, e chiudere nella stagione successiva. La difesa della Juventus rimanda poi a Ciro Ferrara, che ha chiuso col calcio a 38 anni dopo averne trascorsi undici a Torino e vinto tutto il possibile con questa maglia. La sua uscita di scena (nel 2005) coincide con quella italiana di Paolo Montero, rocciosissimo centrale uruguaiano tornato a giocare in Sudamerica per un paio di campionati. Prima della parentesi americana di fine carriera, è toccato anche a Francesco Morini rendersi uno dei più longevi alla Juve: a 36 anni lo stop. Leggermente più giovani Sandro Salvadore e Gaetano Scirea, fermatisi a 35 e sempre col bianconero tatuato addosso. Per Barzagli, adesso, sono sette anni e mezzo sotto la Mole: è arrivato a gennaio del 2011 dal Wolfsburg, andrà avanti ancora ed è in buona compagnia. «Se devo parlare del futuro di Gigi Buffon, lo vedrei bene in Federazione. Avere lui sarebbe un vantaggio per tutto il movimento italiano», aggiunge il difensore toscano a due giorni dalla partita col Genoa. «Ora è il nostro capitano: fondamentale per noi, in campo e nello spogliatoio. Io alla Juve sono arrivato in un periodo non felicissimo, ma vedere i trofei vinti e l'importanza di questo club mi ha lasciato molto il segno. Il potenziale offensivo di questa squadra è ormai al top da tanti anni». Fonte: Il Corriere dello Sport
  6. Vincere è difficile, ripetersi lo è di più. Farlo per sei volte di fila, come voi, è leggendario! Grazie Gigi! Grazie Giorgio! Grazie Claudio! Grazie Andrea! Grazie Leonardo! Grazie Stephan! Un grazie speciale a voi 6, magnifici protagonisti di 6 anni di imprese straordinarie
  7. VIDEO Barzagli post Monaco: «Ottimo risultato per il ritorno. Mbappè impressionante. Higuain in Champions più al servizio della squadra»
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.