Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Search the Community

Showing results for tags 'numeri'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2019-2020
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendars

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Found 3 results

  1. Dati sulle finali di Jurgen Klopp. 11 finali disputate. 8 finali perse. 3 vinte. 21 gol fatti. 27 gol subiti. In ben 10 finali su 11 ha subito più di 2 gol. Questi sono i dati. Tutte le finali. Champions, Europa League, Coppe nazionali varie, Supercoppe varie... Parafrasando l'economista Fisher... "Non è importante che la gente dica che hai torto o ragione. Importante è la correttezza del ragionamento e i numeri a supporto del ragionamento" A cura di: Fabio Franco
  2. Come da titolo, dal 2014 al 2017: 2014-2015: 13 gare, 7 vinte, 3 pari, 3 perse, 17 gol fatti e 10 gol subiti 2015-2016: 8 gare, 3 vinte, 3 pari e 2 perse, 10 gol fatti e 9 gol subiti 2016-2017: 13 gare, 9 vinte, 3 pari e 1 persa, 22 gol fatti e 7 gol subiti Totale: 34 gare, 19 vittorie (56%), 9 pareggi (26%), 6 perse (18%) 49 gol fatti (1,44 a partita) e 26 gol subiti (0,76 a partita) Dal 2017 al 2019: 2017-2018: 10 gare, 5 vinte, 3 pari, 2 perse, 14 gol fatti, e 12 gol subiti 2018-2019: 10 gare, 5 vinte, 1 pari, 4 perse, 14 gol fatti e 9 gol subiti Totale: 20 gare, 10 vinte (50%), 4 pareggi (20%), 6 perse (30%), 28 gol fatti (1,4 a partita) e 21 gol subiti (1,05 a partita) Insomma, che ne pensate? Personalmente salta all'occhio l'aumento in percentuale dei gol subiti, mentre i gol fatti mantengono più o meno una media molto simile, esclusi i "ben" 22 gol segnati nel 2016-2017 Altro dato "preoccupante" è che nelle ultime 2 campagne di Champions abbiamo rimediato le stesse sconfitte delle precedenti 3 messe insieme, quest'anno addirittura 4 a Confronto, ecco i dati delle 2 stagioni di Capello in Europa 2004-2005: 12 gare, 7 vinte, 3 pari e 2 perse, 15 gol fatti e 7 subiti 2005-2006: 10 gare, 6 vinte, 1 pari e 3 perse, 16 gol fatti e 11 subiti questi invece i numeri di Conte 2012-2013: 10 gare, 5 vinte, 3 pari e 2 perse, 17 gol fatti e 8 subiti 2013-2014: 6 + 8 gare, 1 + 5 vinte, 3 + 2 pari, 2 + 1 perse, 9 + 10 gol fatti e 9 + 4 gol subiti l'annata di Ranieri: 2008-2009: 10 gare, 4 vinte, 5 pari, 1 persa, 14 gol fatti e 7 subiti
  3. I profani in materia, leggendo il bilancio della Juventus al 30/06/2017 (la bozza, in realtà) potrebbero polemizzare sulla gestione eccessivamente oculata della società in sede di mercato. Di professione faccio il commercialista, e provo a spiegarvi con parole più semplici possibili, il perché a leggere bene il bilancio è, invece, necessaria la massima prudenza. Partiamo dai ricavi. I famosi 563 milioni di euro. Il “grosso” è dato dalle voci “Diritti radiotelevisivi e proventi media” e “Proventi da gestione diritti calciatori”. I “proventi da gestione diritti calciatori” sono essenzialmente le famigerate “plusvalenze”da cessione di giocatori. Ricavi che in sostanza hanno natura “straordinaria”. Non nel senso che sono “fantastici”, ma nel senso che non sono eventi ripetibili nel tempo. In sostanza, non sono ricavi stabili. Alla voce “Diritti radiotelevisivi e proventi media” compaiono quelli che banalmente sono i soldi che la Uefa e la Lega calcio danno alla Juventus in base a parametri legati essenzialmente ai risultati sportivi (nel caso della Lega, anche al bacino d’utenza e alla storia). Una parte di questi ricavi è in parte preventivamente stimabile in minimo 150 milioni di euro. Lo scorso anno il raggiungimento della finale di Champions League ha “drogato” questo dato con un +38 milioni di euro circa. Come potete ben intuire, non tutti gli anni si può andare in finale di Champions (con il paradosso che economicamente conviene perderla, per non pagare i premi ai giocatori legati ai risultati sportivi). Diciamo dunque che prudenzialmente l’utile generato di circa 43 milioni di euro è in realtà fittizio. Perché quest’anno non c’è stata un’altra cessione Pogba. Bonucci ha permesso la realizzazione di una buona plusvalenza, ma certamente non ai livelli di quella di Pogba. Inoltre prudenzialmente il +38 milioni di euro dei diritti televisivi, andrebbe ridimensionato di almeno una ventina di milioni di euro. Andiamo a vedere cosa succede nel conto economico alla voce “costi”. Mantenere elevata la competitività di una squadra significa soprattutto potersi permettere di ingaggiare giocatori di un certo livello, con ovviamente ingaggi elevati. A differenza dei ricavi “straordinari” delle plusvalenze, di cui abbiamo parlato in maniera diffusa sopra, il grosso dei costi per una società calcistica, sono costi fissi ,riconducibili essenzialmente agli ammortmanenti, e gli ingaggi dei giocatori. L’ammortamento è un procedimento tecnico-contabile che permette di frazionare/spalmare un costo pluriennale (costo del cartellino del giocatore) sugli anni di contratto. Agli 83 milioni di ammortamento di quest’anno vanno aggiunti in paritcolare gli ammortamenti per le acquisizioni di Bernardeschi (5 anni di contratto, dunque 8 milioni di costo all’anno), Douglas Costa (6 milioni per il prestito, l’ammortamento inizierà dalla stagione prossima qualora la Juve decidesse di riscattare l’ala brasiliana), Matuidi, Szesny, e via discorrendo. A fronte delle uscite con ingaggi “pesanti” di due giocatori –Dani Alves e Bonucci- sono “entrati” ingaggi altrettanto “pesanti” come Matuidi, Douglas Costa. E bisogna considerare gli adeguamenti in divenire o già accordati dei vari Dybala e Alex Sandro. Insomma i 235 milioni di personale tesserato e gli 80 milioni e rotti di ammortamento, sono destinati a lievitare. In prospettiva bisogna inoltre considerare che gli over 30 in rosa che fanno parte della cerchia dei 15-18 titolarissimi, parlo di Buffon, Chiellini, Lichtsteiner, Marchisio, Barzagli, Khedira, Matuidi, Higuain, Mandzukic iniziano ad essere tanti. Questo impone nel prossimo mercato a fronte di parecchi ingaggi che scompariranno, l’acquisizione di diversi giocatori che peseranno per ingaggio e ammortamento. Considerando che a parte Higuain, Matuidi, Mandzukic che pesano come ammortamento, gli altri hanno già ampiamente ammortizzato il loro costo iniziale, anche la stima degli ammortamenti annui è destinata a lievitare. Buffon, Barzagli, Chiellini, Marchisio, Lichtsteiner, Khedira, pesano solo come ingaggi, e vanno sostituiti con nuovi ingaggi e nuovi ammortamenti. La società sta già muovendosi infatti per il ringiovanimento della rosa, e sicuramente proverà a garantire il classico mix tra giocatori giovani dall’ingaggio lordo non eccessivo, parametri zero (per non alzare a dismisura il tetto degli ammortamenti) e probabilmente qualche cessione per la solita “plusvalenza” estiva. Che pare a questo punto essere diventata una necessità per potersi mantenere competitivi senza ricapitalizzazioni da parte della proprietà. Spero sia un’analisi chiara e interessante. A voi, Fabio Franco
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.