Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Lorerock

Le più belle cover di sempre

Recommended Posts

Ragazzi, sicuramente vi sarà capitato di sentire una canzone che originariamente è stata scritta ed interpretata da un cantante/gruppo, poi rivista da altri artisti e gruppi..ecco questo è il topic per esprimere le vostre preferenze, inizio io con HALLELUJA originariamente di Leonard Cohen qui rifatta in maniera egregia dai Bon Jovi...

 

http://www.youtube.com/watch?v=ZfxdL2DtrcY&feature=fvsr

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente consiglio Sagi Rei.....un esperto in cover......capace di prendere hit dance degli anni 90, e trasformarle in cover lente con sonorita' nuove e molto fini......consiglio a tutti coloro che sono sulla trentina di fare una ricerca in tal senso....rimarrete piacevolmente sorpresi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi, sicuramente vi sarà capitato di sentire una canzone che originariamente è stata scritta ed interpretata da un cantante/gruppo, poi rivista da altri artisti e gruppi..ecco questo è il topic per esprimere le vostre preferenze, inizio io con HALLELUJA originariamente di Leonard Cohen qui rifatta in maniera egregia dai Bon Jovi...

 

http://www.youtube.c...cY&feature=fvsr

E' vero, Bon Jovi l'ha reinterpretata benissimo, ma la miglior cover di Hallelujah è senza dubbio quella di Jeff Buckley

 

http://www.youtube.com/watch?v=HKnxmkOAj88

  • Mi Piace 11

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' vero, Bon Jovi l'ha reinterpretata benissimo, ma la miglior cover di Hallelujah è senza dubbio quella di Jeff Buckley

 

 

Beh effettivamente anche Jeff ha fatto una cover con i Kontro K...^_^!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi, sicuramente vi sarà capitato di sentire una canzone che originariamente è stata scritta ed interpretata da un cantante/gruppo, poi rivista da altri artisti e gruppi..ecco questo è il topic per esprimere le vostre preferenze, inizio io con HALLELUJA originariamente di Leonard Cohen qui rifatta in maniera egregia dai Bon Jovi...

 

 

Appena ho letto il titolo del topic ho pensato alla stessa canzone!

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'originale è dei Lynyrd Skynyrd ma io preferisco la versione degli Shinedown.

"Simple man"

(Il testo è qualcosa di eccezionale)

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una cover che e' molto piu' bella dell'originale......Gary Jules - Mad Word (dei Simple Minds)

La canzone si chiama mad worLd ed è dei Tears for fears... bah

Questa versione è una lagna da paranoici ed è orribile, come quella seguente, farcita di standard jazz inadeguati e monotoni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La canzone si chiama mad worLd ed è dei Tears for fears... bah

Questa versione è una lagna da paranoici ed è orribile, come quella seguente, farcita di standard jazz inadeguati e monotoni.

Vero e' dei Tears.

Per te e' una lagna, per me semplicemente un capolavoro e sono gusti dettati anche dall'eta'.

 

Io li ho vissuti i tears cosi' come altri gruppi dell'epoca e sentire queste versioni soft, mi portano bei ricordi, cosi come le cover di Sagi Rey (dance anni 90 rifatte a mo' di melodie lente).

 

Se per te e' da paranoici, me ne faro' una ragione e sono sicuro che riusciro' a dormire questa notte (pensa te che forza di volonta' eh)

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vero e' dei Tears.

Per te e' una lagna, per me semplicemente un capolavoro e sono gusti dettati anche dall'eta'.

 

Io li ho vissuti i tears cosi' come altri gruppi dell'epoca e sentire queste versioni soft, mi portano bei ricordi, cosi come le cover di Sagi Rey (dance anni 90 rifatte a mo' di melodie lente).

 

Se per te e' da paranoici, me ne faro' una ragione e sono sicuro che riusciro' a dormire questa notte (pensa te che forza di volonta' eh)

Proprio per chi li ha vissuti, gli originali, è una lagna.

Gli ottanta, se hanno vissuto un pregio/ difetto è stata la ridondanza degli arrangiamenti, piuttosto articolati.

Già fare una cover è un segno di poca fantasia ed abilità musicale. Se poi, l'arrangiamento viene ridotto all'osso, è un esercizio di reazionariato magari interessante, di sicuro nè bello nè particolarmente fantasioso. Il minimalismo è cosa da gente ben più talentuosa.

Non parliamo poi di chi fa le versioni cambiando solo il genere, praticamente cambiando solo ritmo e inserendo standard da altre canzoni.

Roba da scimmiette o da automi :d

Share this post


Link to post
Share on other sites

Proprio per chi li ha vissuti, gli originali, è una lagna.

Gli ottanta, se hanno vissuto un pregio/ difetto è stata la ridondanza degli arrangiamenti, piuttosto articolati.

Già fare una cover è un segno di poca fantasia ed abilità musicale. Se poi, l'arrangiamento viene ridotto all'osso, è un esercizio di reazionariato magari interessante, di sicuro nè bello nè particolarmente fantasioso. Il minimalismo è cosa da gente ben più talentuosa.

Non parliamo poi di chi fa le versioni cambiando solo il genere, praticamente cambiando solo ritmo e inserendo standard da altre canzoni.

Roba da scimmiette o da automi :d

Parti dal principio che nessuno e' competente come te.

Ecco, una volta livellati, capisci che ognuno ha i suoi gusti.

Io li ho vissuti quando avevo 15-18 anni, e capisci che oggi a 35 andare a casa e mettere Lady disco style, non e' proprio congeniale per la mia persona.

La cover di Mad World per esempio, non ha nulla dell'originale, tanto che prima di riconoscerla devi orrecchiarla e successivamente percepisci delle parole a te famigliari.

Io odio le Cover "simili", come One, Under the Bridge etc, ma trovo che prendere un pezzo rock/pop/disco, e trasformarlo in una melodia sia molto bello, anche perche' ti permette di ascoltare la musica con cui sei cresciuto, ma con toni piu' adatti alleta' attuale.

Per esempio un Lady di Sagi Rey, la trovo geniale, in quante mi permette di rivivere alcune emozioni giovanili, ma con ritmi blandi e consoni alla mia eta'.

 

 

Ma come detto sono gusti e personalmente quando ascolto la musica, non guardo l'aspetto tecnico, ma l'emozione che mi trasmette.

La musica per come la intendo io e' fantasia, scappare dalla relata', abbinare a suoni immagini/colori/situazioni, entrare in un proprio mondo e dimenticare la realta'. Io non ascolto musica, io la vivo, la interpreto e la faccio mia.

Ma giustamente ognuno ha il proprio approccio verso la musica, il mio e' piu' passionale, il tuo evidentemente piu' tecnico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Parti dal principio che nessuno e' competente come te.

Ecco, una volta livellati, capisci che ognuno ha i suoi gusti.

Io li ho vissuti quando avevo 15-18 anni, e capisci che oggi a 35 andare a casa e mettere Lady disco style, non e' proprio congeniale per la mia persona.

La cover di Mad World per esempio, non ha nulla dell'originale, tanto che prima di riconoscerla devi orrecchiarla e successivamente percepisci delle parole a te famigliari.

Io odio le Cover "simili", come One, Under the Bridge etc, ma trovo che prendere un pezzo rock/pop/disco, e trasformarlo in una melodia sia molto bello, anche perche' ti permette di ascoltare la musica con cui sei cresciuto, ma con toni piu' adatti alleta' attuale.

Per esempio un Lady di Sagi Rey, la trovo geniale, in quante mi permette di rivivere alcune emozioni giovanili, ma con ritmi blandi e consoni alla mia eta'.

Ma come detto sono gusti e personalmente quando ascolto la musica, non guardo l'aspetto tecnico, ma l'emozione che mi trasmette.

La musica per come la intendo io e' fantasia, scappare dalla relata', abbinare a suoni immagini/colori/situazioni, entrare in un proprio mondo e dimenticare la realta'. Io non ascolto musica, io la vivo, la interpreto e la faccio mia.

Ma giustamente ognuno ha il proprio approccio verso la musica, il mio e' piu' passionale, il tuo evidentemente piu' tecnico.

Che c'entra l'approccio, tu mi dici che i "gusti" personali cambiano con l'età e, sinceramente, ciò non ha niente a che fare con il sentimentalismo.

Ciò vorrebbe dire che tra un tot di anni dovrebbero fare "Mad world" in versione lirica per fartela ascoltare :d

In quanto al resto che affermi, io non ho mai parlato di "similarità" nelle cover, anzi, proprio il contrario e "Whiskey in the jar" è li a dimostrarlo.

Anche io chiedo ad una cover che sia diversa, ma non solo, anche PERSONALE e non semplicemente riarrangiata a ritmo di tango.

La versione di Don't you (forget about me) è brutta perchè è solo jazzata e le differenze stanno solo in alcuni standard appicicati con la forza. Fantasia zero.

Una versione VERAMENTE riarrangiata in modo personale, ad esempio, è quella di "clocks" dei Buena vista social club .ok

Mad world ti fa evadere dalla realtà... ma non è neppure straniante, magari fosse, è proprio piatta e paranoica :)

Non ti toglie dal mondo, ti ci leva proprio :d

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di belle cover genialmente riarrangiate ce ne sono moltissime, una che mi viene in mente è questa .ok

http://www.youtube.com/watch?v=TehFZ38kt6o&feature=autoplay&list=AVGxdCwVVULXeqe76SJwgoOF-N4e7Gon1H&lf=list_related&playnext=2

 

di Whisky in the jar c'è anche questa dei Metallica

 

http://www.youtube.com/watch?v=w3XyYrx-nxs

 

Una delle mie cover preferite è senz'altro questa versione di Dream On fatta dall'immenso Ronnie James Dio con Malmsteen alla chitarra.

 

http://www.youtube.com/watch?v=BaycOK66FAc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cover eccezionali? se mi metto a citare J.Cash non finiamo più... quando Johnny fa una cover di una tua canzone , non è più una tua canzone, semplice :d

 

 

A proposito di cover che hanno superato l'originale me ne vengono in mente tantissime, comunque se devo scegliere la cover più importante della storia dico... Blue Suede Shoes, e qui siamo fuori dalla storia della musica ed entriamo nella Storia con la S maiuscola, pietra miliare del rock , tra le più importanti canzoni del secolo scorso , non a tutti è noto che fu scritta incisa e cantata da Carl Perkins, ma a portarla al successo e all'immortalità fu il figlio di un disoccupato e di una massaia di Tupelo, tale Elvis Aaron Presley. :)

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che c'entra l'approccio, tu mi dici che i "gusti" personali cambiano con l'età e, sinceramente, ciò non ha niente a che fare con il sentimentalismo.

Ciò vorrebbe dire che tra un tot di anni dovrebbero fare "Mad world" in versione lirica per fartela ascoltare :d

In quanto al resto che affermi, io non ho mai parlato di "similarità" nelle cover, anzi, proprio il contrario e "Whiskey in the jar" è li a dimostrarlo.

Anche io chiedo ad una cover che sia diversa, ma non solo, anche PERSONALE e non semplicemente riarrangiata a ritmo di tango.

La versione di Don't you (forget about me) è brutta perchè è solo jazzata e le differenze stanno solo in alcuni standard appicicati con la forza. Fantasia zero.

Una versione VERAMENTE riarrangiata in modo personale, ad esempio, è quella di "clocks" dei Buena vista social club .ok

Mad world ti fa evadere dalla realtà... ma non è neppure straniante, magari fosse, è proprio piatta e paranoica :)

Non ti toglie dal mondo, ti ci leva proprio :d

Ribadisco...gusti/ricordi etc.....a me trasmete belle sensazioni e lei ha una voce calda.....d'accordo su Clocks dei Coldplay, molto bella

 

 

Se allora vuoi sentire delle Cover cantate in maniera sublime, ti consiglio Randy Crawfors...una voce meravigliosa

 

 

 

http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=vb-lXqaLiDI

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hotel California rifatta dai Gipsy King........capolavoro, sopratutto l'intro e l'attacco....purtroppo impossibile trovare il video per questione di copyright....comunque la si puo' trovare anche come colonna sonora del film Il Grande Lebonwsky

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hotel California rifatta dai Gipsy King........capolavoro, sopratutto l'intro e l'attacco....purtroppo impossibile trovare il video per questione di copyright....comunque la si puo' trovare anche come colonna sonora del film Il Grande Lebonwsky

 

 

Halleluja di leonard cohen nella versione di jeff buckley.

L'originale già è splendida ma buckley gli conferisce un lirismo struggente da brividi.

(Un saluto a polar)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.