Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

MrLuca

Utenti
  • Numero contenuti

    3.741
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Comunità

3.893 Guru

Su MrLuca

  • Titolo utente
    Philokalia
  • Compleanno 29/12/1991

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno
  • Provenienza
    Torino
  • Interessi
    musica, sport

Contatti

  • Sito web
    http://www.lastfm.it/user/Mr_Luca

Visite recenti

21.741 visite nel profilo
  1. Se c'è una cosa in cui è il numero uno al mondo è il suo essere parac... professionista , poco ma sicuro
  2. Ma infatti avverrà tutto in modo naturale, specialmente se Elkann, Agnelli e Nedved daranno seguito alle dichiarazioni fatte negli ultimi 6 mesi. Ci vuole equilibrio (cit.)
  3. MrLuca

    Juve, Allegri in bilico: spunta la suggestione Guardiola

    Sono le 19.52 del 22 febbraio 2019 e Massimiliano Allegri ancora occupa abusivamente la panchina della Juventus FC. Da 2 anni.
  4. Anche i cagònes
  5. I visionari sono sempre presi per pazzi all'inizio perchè vedono le cose in anticipo. Poi quando il resto del mondo chiude la stalla e i buoi sono già scappati tutti fanno finta di niente e ricominciano da capo.
  6. Speriamo che non faccia un applauso
  7. ho finito i laics
  8. Hai ragione, mi sono confuso, ho detto una minchiata chiedo scudo (cit.)
  9. Guardiola è la più grande provocazione all'ambiente juventino: è tutto quello che non saremo mai (in positivo) se non cambieremo filosofia. Klopp è il numero uno al mondo per la velocità di esecuzione e la verticalità che da alle sue squadre, spettacolo puro. Zidane è l'uomo del destino, il carisma e il coraggio. Il condottiero di cui abbiamo bisogno. Conte è la scusa per far impazzire tutti gli allegrianers, sarebbe l'implosione di VS. I voli pindarici e le guerre assassine si sprecherebbero. Sarebbe divertentissimo Di Francesco è l'unico allenatore italiano che sta andando più avanti di noi in CL con una squadra inferiore di due spanne alla nostra e sono oggettivamente curioso di vederlo in una vera big Prima di Mourinho da Juventino preferisco Pirlo in panchina e ho detto tutto
  10. Non è questione di macumbe, ma che semplicemente per lui i giocatori centrali del progetto sono altri, infatti i Mandzukic, i Khedira, i Matuidi, i De Sciglio con lui vengono sempre coccolati. Un allenatore che dice a Ronaldo "tu non devi dribblare" in allenamento...
  11. 1) Guardiola 2) Klopp 3) Zidane 4) Conte 5) Di Francesco
  12. MrLuca

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Le responsabilità sono sempre di tipo piramidale, sempre. Il nostro DNA calcistico necessita un'immediata svecchiata e attualizzazione, non possiamo pretendere di competere al top nel calcio moderno con strumenti obsoleti. Il lavoro fatto in questi ultimi anni è stato ottimo, ma come dicevamo nella stagione 2015/16, è più semplice arrivare dal 16esimo posto al secondo che dal secondo al primo. Ho apprezzato molto infatti la svolta dirigenziale estiva, con la nuova politica di mercato espansiva che ci ha aiutato anche a ridiscutere contratti importanti a livello di partnerships, di marchio e di sponsorships. Personalmente credo che manchino ancora delle cose precise a diversi livelli per arrivare al top: 1) Liberarci dalla gabbia d'oro del risultatismo immediato in ambito casalingo. La serie A deve esclusivamente servire a qualificarci per la CL. Se per assurdo arrivassimo 17esimi in campionato e vincessimo la CL sarebbe comunque la stagione più straordinaria dell'ultimo quarto di secolo. Non bisogna avere paura di impostare il lavoro a medio-lungo termine, non bisogna sacrificare il futuro prossimo per l'immediato. In Italia non abbiamo più niente da dimostrare, siamo e per sempre saremo i migliori e nessuno potrà mai togliere questo primato. Spezziamo queste catene e abbracciamo il globalismo del calcio moderno. 2) La filosofia societaria deve evolversi e abbracciare i canoni del calcio moderno: basta risultatismo spicciolo da televideo, basta 1-0 e difendiamo il fortino. Il motto non dev'essere più "vincere non è importante, ma è l'unica cosa che conta", deve diventare "DOMINARE non è importante, ma è l'unica cosa che conta". DOMINIO deve essere il verbo, la stella polare, l'utopia irraggiungibile che ti spinge sempre ad alzare l'asticella. Dominare in tutti gli ambiti: finanziario, politico, innovativo, gestionale, tattico, tecnico, atletico. Avere una visione che ci guidi in campo a voler sempre puntare ad avere il predominio tecnico, tattico, fisico, atletico e territoriale del campo. 3) Una dirigenza che scelga esclusivamente allenatori in grado di gestire con metodi moderni e innovativi squadre top del settore. No all'usato sicuro, no agli italianismi retrogradi. E soprattutto che faccia il mercato in funzione della filosofia calcistica della società e delle idee tattiche dell'allenatore. Essere i numeri uno al mondo a cercare parametri zero non andrà più bene se questi non sono funzionali a colmare le carenze della rosa. Chi meglio spende meno spende. 4) Un settore giovanile che sia veramente una risorsa e non un peso o un parcheggio per raccomandati e che porti dei risultati in termini di nuove leve e nuovi CTP per la prima squadra. Da questo punto di vista ho visto notevoli progressi quest'anno con la dismissione di decine di prestiti inutili di onesti mestieranti sopravvalutati e l'avvio del progetto U23, che però necessità di dirigenti più competenti e di una gestione più virtuosa e che punti a portare almeno un nuovo giovane in prima squadra in pianta stabile all'anno. 5) Non voglio più vedere gente che dice "noi non saremo mai come il Real Madrid". Il capitano della Juventus deve poter dire "noi siamo la Juventus e noi siamo i migliori al mondo e dobbiamo dimostrarlo ogni domenica dominando ovunque, sempre e comunque". 6) e se non ci riusciamo? Nessun problema, si analizzano le criticità e si colmano le mancanze in maniera oggettiva: nessun tesserato è indispensabile, ma tutti possono essere utili se messi nelle condizioni giuste di lavorare. Chi dovesse risultare essere l'anello debole di una qualsiasi catena a qualsiasi livello societario deve avere la possibilità di colmare le proprie lacune e, in caso non ce la facesse, essere sostituito. e se i risultati non arrivano? L'importante è che ci si metta sempre nelle condizioni di fare il massimo possibile con le risorse a disposizione e di non avere rimpianti.
  13. MrLuca

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Quello che doveva essere e non è mai stato dai primi di settembre. Ma, ehi, vuoi giocare senza Mandzukic, Khedira e Matuidi? EKIKOPRE?!?!?!!!!11!!11
  14. MrLuca

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Con Pep giocheremmo di 4141 con Bernardeschi e Dybala a fare rispettivamente i De Bruyne e David Silva
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.