Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

jurgen kohler

Mondiali di scacchi, chi vince?

Ci vincerà il mondiale di scacchi che si sta giocando a Londra?  

  1. 1. Ci vincerà il mondiale di scacchi che si sta giocando a Londra?

    • Magnus Carlsen
      5
    • Fabiano Caruana
      0


Recommended Posts

105243-pdjhdcvqig-1541839762.jpg

 

È in corso a Londra il match per il campionato del mondo tra Magnus Carlsen e Fabiano Caruana. Ecco tutte le informazioni:

 

Date

Il campionato avrà luogo dall'8 al 28 novembre 2018, con la cerimonia di apertura l'8, poi due partite, poi un giorno di riposo, poi altre due partite, poi un giorno di riposo e così via. I turni si terranno alle 16.00. La cerimonia di chiusura (e l'eventuale spareggio) sarà il 28.

Luogo

La sede dell'incontro sarà The College a Holborn, Londra. In diretta streaming su Facebook il 2 agosto, il direttore di World Chess Ilya Merenzon ha osservato che l'edificio faceva parte del Central Saint Martins College, una prestigiosa scuola di arti e design in cui si sono laureate personalità come Stella McCartney.
L'edificio ha una capacità di circa 400-500 persone al giorno, ma il comunicato stampa parla di una capacità di 400.
L'edificio ha un teatro che costituirà l’effettiva sala da gioco. La sede di The College si trova nel centro di Londra, a Southampton Row, appena a nord della stazione della metropolitana di Holborn e a breve distanza dal British Museum.

Giocatori

Questo è un incontro tra i primi due giocatori al mondo in termini di punteggio Elo FIDE: Carlsen è il numero uno al mondo e Caruana numero due. Questo è piuttosto unico in effetti; l'ultima volta che il campionato del mondo è stata una battaglia tra i giocatori di scacchi più quotati è stato nel 1990 tra Garry Kasparov e Anatoly Karpov.

Magnus Carlsen (Norvegia) è il campione del mondo in carica, che difenderà il suo titolo. Ha 27 anni e detiene il titolo dal 2013, quando ha sconfittol'allora campione del mondo Viswanathan Anand dell'India.

Carlsen è conosciuto come uno dei più grandi talenti scacchistici mai esistiti. Divenne grande maestro all'età di 13 anni, 4 mesi e 27 giorni. Ha vinto numerosi tornei e dal 2011 continua ad essere il giocatore numero uno al mondo.

Fabiano Caruana (USA) si è guadagnato il diritto di sfidare il campione del mondo vincendo il torneo FIDE dei Candidati, nel marzo di quest'anno a Berlino. Ha 26 anni ed è un ex prodigio di scacchi; ha guadagnato il titolo di Grande Maestro quando aveva 14 anni, 11 mesi e 20 giorni.

Caruana è nato a Miami, è cresciuto a Brooklyn ma si è trasferito in Italia nel 2005. Ha rappresentato il nostro paese fino al 2015, quando è tornato negli Stati Uniti. Vive a St. Louis, nel Missouri, la città in cui ha vinto la Sinquefield Cup 2014 dopo aver iniziato con uno storico 7/7.

Montepremi

La FIDE richiede che il montepremi del match sia di almeno un milione di euro, al netto delle tasse applicabili. Secondo quanto riferito, l’organizzatore World Chess non ha dato più dell'importo minimo, fatta eccezione per una parte del ricavato della vendita dei biglietti.

Se il match termina entro le 12 partite regolamentari al vincitore andrà il 60% del montepremi mentre al perdente il 40%. Nel caso in cui si arrivi allo spareggio, il vincitore riceverà il 55% e il perdente il 45%.

Partite in diretta

Chess.com trasmetterà le partite su Chess.com/wcc2018 e fornirà una trasmissione video in diretta su Chess.com/TV e Twitch.tv/chess, dove una squadra di maestri ti presenteranno le idee più recenti, spiegazioni istruttive delle mosse, interviste, riprese dietro le quinte e altro ancora.

Dopo ogni partita, troverete i report dettagliati dei nostri autori @MikeKlein, @PeterDoggers e la nostra fotografa Maria Emelianova ( @misslovalova), che saranno tutti a Londra per fornire ogni giorno la copertura sul posto.

Biglietti

I biglietti per entrare a “The College” a Holborn (Londra) sono in vendita su Ticketmaster. I prezzi vanno da 45 sterline ($58,85 / 50,63 euro) a 100 sterline ($130,73 / 112,47 euro).

Regolamenti

I regolamenti ufficiali possono essere trovati qui in PDF. Queste sono cose più importanti da sapere:

  • Il match sarà giocato su 12 partite. Vince chi raggiunge 6,5 punti.
  • Alla cerimonia di apertura, un sorteggio di colori determinerà chi comincerà con i pezzi bianchi.
  • Dopo sei partite, i colori vengono invertiti, quindi chi ha il bianco nella 6a partita avrà il bianco anche nella 7a. L'altro giocatore avrà il bianco sia nella 1a che nella 12a partita.
  • Il controllo del tempo è di 100 minuti per le prime 40 mosse, 50 minuti per le successive 20 mosse e poi 15 minuti per il resto della partita, più 30 secondi per mossa a partire dalla prima.
  • In caso di parità dopo le 12 partite regolamentari, verranno giocate quattro partite di spareggio. Queste saranno partite rapid di 25 minuti per ogni giocatore con un incremento di 10 secondi dopo ogni mossa.
  • Se il risultato dovesse essere ancora pari, verranno giocate due partite blitz (5 minuti più 3 secondi di incremento). In caso di ulteriore parità, verrà giocata una seconda coppia di partite blitz. Se ancora non ci dovesse essere un vincitore dopo questi cinque incontri, si giocherà una partita “sudden-death”. Il giocatore che vince il sorteggio può scegliere il colore. Il giocatore con i pezzi bianchi riceverà 5 minuti, il giocatore con i pezzi neri riceverà 4 minuti dopodiché, superata 60a mossa, entrambi i giocatori riceveranno un incremento di 3 secondi a partire dalla mossa 61. In caso di patta il giocatore con i pezzi neri viene dichiarato vincitore.
  • I giocatori non possono pattare una partita d’accordo prima della 30a mossa del nero. Una richiesta di patta prima della 30a mossa del nero sarà accettata dall'arbitro solo in caso di una triplice ripetizione.

Storia

Il campionato mondiale di scacchi ha una lunga tradizione. La prima partita ufficiale si tenne nel 1886 tra Johannes Zukertort e Wilhelm Steinitz. Quest'ultimo vinse e divenne il primo campione del mondo ufficiale della storia degli scacchi.

Emanuel Lasker (Germania), José Capablanca (Cuba), Alexander Alekhine (Russia/Francia) e Max Euwe (Olanda) presero successivamente il titolo battendo i campioni in carica in un match.

Alekhine riconquistò il titolo, ma a causa della sua morte nel 1946, esso divenne vacante. Così nel 1948 la FIDE organizzò un torneo che fu vinto da Mikhail Botvinnik (Unione Sovietica), successivamente perse il titolo, ma lo rivinse con successo nei match contro i connazionali Vasily Smyslov e Mikhail Tal. Dopo che perse con Tigran Petrosian, il regolamento non prevedeva più il match di rivincita e Botvinnik smise di partecipare al ciclo del campionato del mondo.

Boris Spassky fu l'unico a battere Petrosian, ma con lui l'egemonia sovietica finì quando Bobby Fischer (USA) vinse il Match del Secolo nel 1972 a Reykjavik. Poiché la FIDE non accettò tutte le richieste di Fischer per il match con Anatoly Karpov nel 1975, Fischer rifiutò di giocare e perse il titolo. Karpov venne dichiarato campione del mondo.

Il GM russo rimase campione del mondo per 10 anni, quando perse il suo secondo match conGarry Kasparov nel 1985 dopo che il primo era stato interrotto un anno prima dalla FIDE, in quanto non c'era ancora un vincitore dopo 48 (!) partite.

Kasparov vinse altri tre match con Karpov, ma poi si allontanò dalla FIDE e giocò tre match sotto la nascente fondazione Professional Chess Association (PCA). Sconfisse Nigel Short e Vishy Anand, ma nel 2000 perse contro Vladimir Kramnik, che quindi è considerato il quattordicesimo campione del mondo.

Anatoly KarpovAlexander Khalifman, Vishy Anand, Ruslan Ponomariov, Rustam Kasimdzhanov e Veselin Topalov diventarono campioni del mondo FIDE negli anni '90 e 2000, ma l'importanza dei loro titoli è oggetto di discussione dato che mancavano giocatori come Kasparov e Kramnik, ed il campionato non rispettava la tradizione dei match uno contro uno.

Nel frattempo, Kramnik difese il titolo nel 2004 contro Peter Leko e poi vinse un "match di riunificazione" contro Topalov nel 2006. Anand conquistò poi il titolo da Kramnik in un torneo nel 2007 in Messico, e successivamente lo difese con successo nei match contro Kramnik nel 2008, Topalov nel 2010 e Boris Gelfand nel 2012.

Magnus Carlsen ha sconfitto Anand nel 2013 a Chennai, e ha difeso con successo il suo titolo contro lo stesso avversario nel 2014, e contro Sergey Karjakin nel 2016. Il suo avversario del terzo match sarà Fabiano Caruana, nel novembre 2018.

 

www.chess.com

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, jurgen kohler ha scritto:

È in corso a Londra il match per il campionato del mondo tra Magnus Carlsen e Fabiano Caruana.

Premetto che a scacchi io sono al livello "badilante" o giù di lì...

Boh, bella domanda. Da quello che si è visto fino ad ora, se si rimane nel campo delle partite standard, il pareggio continuo (a meno che uno dei due non riesca a sorprendere l'altro con qualche novità teorica in fase di apertura) è l'ipotesi più probabile. Più o meno (anche se allora ci fu una vittoria per parte) quello che successe due anni fa tra Carlsen e Kariakin. Da lì, se si passa alla fase "rapid" e, nel caso, "blitz" (con il tempo a disposizione che si riduce sempre più) il favorito sembra essere Carlsen, che nel gioco veloce è senza dubbio il migliore. Quindi, se Caruana non riesce a vincere una partita nelle prime 12 la vedo dura.

A detta di chi ci capisce sembra che a questo match Caruana si sia presentato con un patrimonio di studio/allenamento e ricerca di nuove linee di gioco superiore a Carlsen, che ha un atteggiamento quasi supponente, confidando nella sua bravura e sapendo che mal che vada arrivando alla fase rapid/blitz sarà in vantaggio (prova ne sia che fino ad ora ha sempre consumato meno tempo rispetto a Caruana).

Poi, se ci mettiamo il fatto che nell'ultima partita Caruana ha avuto la possibilità di mettere Carlsen in seria difficoltà con buone probabilità di vittoria, ma non se ne è reso conto appieno, allora diciamo che il norvegese è anche fortunato.

Esaurite le considerazioni "tecniche" passo a quelle personali: Caruana mi sembra una persona 'normale' (per quanto possa esserlo uno scacchista di quel livello), mentre Carlsen, pur nella sua bravura quasi sovrumana è simpatico come la m****. Basti vedere la reazione che ebbe due anni fa nel match contro Kariakin quando perse una partita.

Una cosa a metà tra il bambino tremendamente offeso e la zitella acida.

Si è capito per chi parteggio? :d

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vedo solo ora questo topic; sono contento che ci sia qualche appassionato di scacchi pure qua dentro. Sto seguendo per quanto mi è possibile il mondiale di Londra. E' vero, finora 10 patte ed è probabile che saranno 12 col mondiale che si deciderà agli spareggi rapid, però devo dire che vi sono state diverse partite molto combattute (come quella di ieri p.e.) e il livello è mostruosamente alto. Ovvero i due sono talmente forti che è difficilissimo rompere l'equilibrio. Credo che con un qualsiasi altro avversario, Carlsen avrebbe già chiuso la pratica o quasi; Caruana invece è tostissimo da battere, preparato anche dal punto di vista fisico-psicologico come non mai. Se non succede nulla in gara 11, gara 12 sarà una patta relativamente veloce e tutto verrà deciso nelle partite a cadenza rapid. Lì è favorito Carlsen ma non è detto che vinca facile....

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, Granpasso ha scritto:

Vedo solo ora questo topic; sono contento che ci sia qualche appassionato di scacchi pure qua dentro. Sto seguendo per quanto mi è possibile il mondiale di Londra. E' vero, finora 10 patte ed è probabile che saranno 12 col mondiale che si deciderà agli spareggi rapid, però devo dire che vi sono state diverse partite molto combattute (come quella di ieri p.e.) e il livello è mostruosamente alto. Ovvero i due sono talmente forti che è difficilissimo rompere l'equilibrio. Credo che con un qualsiasi altro avversario, Carlsen avrebbe già chiuso la pratica o quasi; Caruana invece è tostissimo da battere, preparato anche dal punto di vista fisico-psicologico come non mai. Se non succede nulla in gara 11, gara 12 sarà una patta relativamente veloce e tutto verrà deciso nelle partite a cadenza rapid. Lì è favorito Carlsen ma non è detto che vinca facile....

Concordo su tutto quello che hai scritto. E' spiacevole che (eventualmente) un campionato debba essere deciso con partite "rapid" o addirittura "blitz". Non parliamo dell'Armageddon che è una cosa da neurodeliri. Il gioco normale e il gioco rapido (per me) sono due cose diverse, tanto è vero che esiste anche il mondiale rapid e il mondiale blitz. Ma le regole queste sono...

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, cornioletum ha scritto:

Concordo su tutto quello che hai scritto. E' spiacevole che (eventualmente) un campionato debba essere deciso con partite "rapid" o addirittura "blitz". Non parliamo dell'Armageddon che è una cosa da neurodeliri. Il gioco normale e il gioco rapido (per me) sono due cose diverse, tanto è vero che esiste anche il mondiale rapid e il mondiale blitz. Ma le regole queste sono...

Del resto, volendo fare un paragone forse un pò azzardato, anche nel calcio ci sono i supplementari e i rigori. Ovvero se l'equilibrio regna sovrano, qualcosa ci si deve pure inventare per concludere il match. Credo comunque che si deciderà tutto con gli spareggi rapid; mi sembra improbabile che si arrivi all'Armageddon.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come volevasi dimostrare: arrivati alle partite rapide non c'è stata storia. E' vero che come dice Granpasso

Il 24/11/2018 Alle 09:21, Granpasso ha scritto:

volendo fare un paragone forse un pò azzardato, anche nel calcio ci sono i supplementari e i rigori. Ovvero se l'equilibrio regna sovrano, qualcosa ci si deve pure inventare per concludere il match

qualcosa deve porre fine al match, poi però ho anche pensato che negli scacchi esistono i campionati "rapid" e "blitz", mentre nel calcio i supplementari e i rigori sono un prolungamento della partita normale e non esiste un campionato fatto solo da supplementari e rigori. Negli scacchi, visto che si differenziano i vari tipi di durata, basterebbe nella competizione "classica" ritornare a vecchie regole: ad esempio il detentore del titolo, in caso di parità mantiene il titolo stesso (un po' come nel pugilato). Giusto per ipotizzare qualcosa, eh... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, cornioletum ha scritto:

Come volevasi dimostrare: arrivati alle partite rapide non c'è stata storia. E' vero che come dice Granpasso

qualcosa deve porre fine al match, poi però ho anche pensato che negli scacchi esistono i campionati "rapid" e "blitz", mentre nel calcio i supplementari e i rigori sono un prolungamento della partita normale e non esiste un campionato fatto solo da supplementari e rigori. Negli scacchi, visto che si differenziano i vari tipi di durata, basterebbe nella competizione "classica" ritornare a vecchie regole: ad esempio il detentore del titolo, in caso di parità mantiene il titolo stesso (un po' come nel pugilato). Giusto per ipotizzare qualcosa, eh... :)

Sì hai ragione, sono d'accordo; certamente la regola del detentore che mantiene il titolo in caso di parità può essere valida (ma, da quel che so, è avversata da gran parte dei giocatori....) e spingerebbe lo sfidante a rischiare qualcosina di più. Il problema maggiore però, secondo me, è che ormai i primi 5-6 del mondo sono talmente forti, preparati e "computerizzati", ovvero padroni di tutte le varianti e contro-varianti di ogni apertura fino al mediogioco che è veramente difficile rompere l'equilibrio. In questa sfida p.e si sono giocate quasi sempre le stesse aperture; ci vorrebbe qualche giocatore più "matto" e talentuoso in grado di portare il match su terreni non dico sconosciuti ma inusuali. Ma tali giocatori o non ci sono o al match mondiale non ci arrivano.....

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 1/12/2018 Alle 02:14, cornioletum ha scritto:

 

 

Il 1/12/2018 Alle 12:20, Granpasso ha scritto:

 

Ho letto tutto...molto interessante...vedo che è quasi sempre "pareggio"...la soluzione per me è una rissa finale @@  

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, homer75 ha scritto:

 

Ho letto tutto...molto interessante...vedo che è quasi sempre "pareggio"...la soluzione per me è una rissa finale @@  

Si decide tutto a cazzottoni, potrebbe essere una soluzione......sefz

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.