Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Notts County

Utenti
  • Content count

    165
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

148 Buona

1 Follower

About Notts County

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

781 profile views
  1. Zidane sarebbe stato perfetto per il dopo Allegri. Oggi non possiamo correre il rischio di fallire l'ennesima scelta e non abbiamo nemmeno il tempo di aspettare che un progetto ambizioso basato su una scommessa porti i suoi frutti. Oggi serve tornare a vincere subito. Quindi Allegri o un Conte, quest'ultimo impossibile per varie ovvie ragioni.
  2. Francamente ne ho piene le tasche di sentire che la conferma di Pirlo deve essere legata al raggiungimento del quarto posto. Io l'avrei cacciato tre mesi fa, ma io non faccio testo, sono un tifoso e spesso ragiono di pancia più che con la testa. Ma la società a differenza dei tifosi deve avere vision e idee chiare. Che ci hanno visto in questo esordiente? E' davvero un predestinato? O è solo l'amico del presidente? Ferguson ha allenato il Manchester per 27 anni ed il primo trofeo (una FA CUP, mica il campionato) è arrivato dopo tre anni e mezzo. Ergo se sei convinto di un progetto lo segui fino in fondo, un manager deve avere la forza di seguire le proprie idee. Cambiare un allenatore all'anno mi pare una boiata degna del miglior Moratti o di uno Zamparini qualsiasi. Non sto dicendo che Pirlo deve rimanere, ripeto, io l'avrei già cacciato, dico solo che mi piacerebbe che la scelta di un allenatore fosse frutto di valutazioni ponderate e corroborata da un progetto. E se così fosse allora Pirlo andrebbe confermato, nonostante il parere contrario di tutto il mondo juventino, me compreso, per poi magari essere tutti smentiti l'anno prossimo (o tra qualche anno...). In realtà io do per scontato che a fine anno lascerà e sarà così perché la scelta non è stata ponderata, ma solo il colpo di testa di un presidente nel pieno di un delirio di onnipotenza dato da 9 anni di vittorie. Agnelli non va cacciato, ma gli va comunque messo un freno perché le cose così non vanno bene.
  3. Notts County

    Chi vorreste o chi sarà il prossimo allenatore bianconero?

    Giorgio Chiellini Un bel modulo tutti dietro a randellare e via. Prima regola: se non becchi gol non puoi perdere.
  4. Io partecipo poco al forum, però probabilmente avevo detto la mia su Allegri. Di certo l'ho fatto nella cerchia di amici juventini e posso assicurarti (e lo ammetto senza vergogna) che ero stato un convinto sostenitore del cambio di allenatore. Oggi, al contrario, vedo di buon occhio un ritorno di Allegri. Siamo tutti impazziti? Siamo delle banderuole che cambiamo idea ad ogni soffio di vento? Non credo, non nel mio caso almeno. Di certo io ammetto di aver esagerato nelle critiche nei confronti di Allegri, che però avevano un fondamento di verità che rivendico tutt'oggi. Allegri peccava di coraggio e gli mancava a volte una mentalità "europea", non coltivando il sogno di un gioco propositivo e sempre all'attacco. In fondo eravamo tutti più o meno (o siamo tuttora) rincretiniti e soggiogati dal sogno di avere un Guardiola in panchina. A questo si aggiunga che ero dell'idea, e non credo che fossi il solo, che la nostra fossa una squadra davvero forte, che semplicemente non riusciva ad esprimersi come avrebbe potuto. Io personalmente credevo che la Juventus potesse giocare alla pari con il real madrid nell'ultima finale (povero stolto). Poi che succede? Si prende un tecnico che faccia il bel calcio (Sarri), che però non soddisfa. Per me non solo per colpa sua, ma questo è un altro discorso. Arriva uno scudetto striminzito, a noi che lo scudetto lo davamo per scontato, dalla coppa usciamo presto contro una squadra inferiore che gioca un calcio pratico e speculativo e l'allenatore del bel calcio, dopo essere stato insultato per mesi, viene cacciato via. L'anno dopo prendiamo in messia del calcio liquido, il predestinato, uno che promette di far palleggiare tutti, compreso Chiellini, anche dietro alla porta. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. In più ad aggravare la situazione vedremo a breve lo scudetto finire nelle mani dell'Inter, non una squadra qualsiasi. Vedremo vincere Conte, che io odio profondamente e la carogna sale. Aggiungi al discorso che, statistiche alla mano, i vari messia del bel calcio, alla fine della fiera vincono, ma non così tanto. Basta pensare a Guardiola, l'allenatore più pagato al mondo, il più osannato, il più pompato dalla stampa. Bene, dopo i fasti di Barcellona che ha fatto? Una Bundesliga, un paio di premier e in coppa sempre fuori ai quarti, nonostante investimenti del club degni di una manovra finanziaria di uno stato di medie dimensioni. Forse quest'anno ce la farà, ma che fatica. Ebbene, dopo tutto questo io rifletto e dico: Allegri avrà i suoi limiti, non produrrà un calcio champagne, ma intanto tatticamente è un maestro (dote che gli ho sempre riconosciuto), sa gestire un gruppo di atleti complicati, sa adattarsi a vari situazioni proponendo vari moduli (Conte sa fare una sola cosa: 3-5-2 difesa e contropiede, Pirlo manco questo, non ancora per lo meno). Allegri, soprattutto, sa cavare il sangue dalle rape, perché la nostra rosa non è mai stata all'altezza delle big di Europa e forse non lo sarà mai e in Italia ti offre serie garanzie di vittoria. Quest'ultima cosa peraltro non è che sia così complicata. In un'annata sciagurata come la nostra, la piccola Juve di Pirlo se avesse fatto il suo dovere con Benevento e Fiorentina (che non sono Real e Liverpool) avrebbe 10 punti in più e starebbe a contendere lo scudetto all'Inter, con lo scontro diretto in casa. La juvetta di Pirlo che quest'anno ha fatto davvero schifo. Credo che con questa rosa Allegri o un altro tecnico mediamente bravo avrebbe avuto il campionato in cassaforte già a marzo. Chiudo dicendo che non c'è niente di male a dire "avevo torto". Cosa che qui in Italia per un fattore culturale non fa mai nessuno. Lo ripeto: AVEVO TORTO. Bene, così evitiamo ogni fraintendimento. I miei due cents
  5. Povera stella, saperlo di cattivo umore e indisposto mi disturba e rischia di rovinarmi l'appetito.
  6. Allora, soldi ce ne sono pochi, quindi se vuole rinnovare a cifre molto basse e accetta di non essere titolare, per me può anche fare un altro anno. Quanto sopra solo se ritenuto utile a tenere coeso lo spogliatoio e far crescere chi è più giovane. Se invece fosse vero quello che riferiscono in tanti, ossia che lo spogliatoio della juve è ingestibile per via dei senatori, allora no grazie. Lo si accompagni alla porta o gli si offra un posto come dirigente (peggio degli attuali non sarà). Io però non so come sia lo spogliatoio della juve e non mi va di parlare per sentito dire. In buona sostanza è una decisione che va vagliata con estrema attenzione dal tecnico (speriamo uno diverso da quello attuale)
  7. Notts County

    Sentenza tribunale di Madrid (PDF)

    Scusate, mi sono perso. Ma la super lega senza le inglesi non è morta? Ok, le inglesi non si possono tirare indietro così, devono pagare le penali. Ok, quello si vedrà, ma intanto se ne sono andate, alcune chiedendo pure scusa. Come possono tornare indietro? Non si vorrà fare la super lega in quattro, spero. Che è, un Birra Moretti nobilitato dalla presenza dei blancos? Se invece, morta la super lega, si vuole forzare la mano dell'uefa per rivedere il format o la spartizione dei soldi in maniera più appropriata agli occhi delle "big" allora seguo il ragionamento.
  8. Napoli e Atalanta sicure. Ci giochiamo il quarto con Milan e Lazio, che è un pelino indietro e potrebbe fare la differenza. Il Milan è in forte calo, con alcuni giocatori chiave distratti dal mercato (Donnarumma) e con un calendario difficile, dovendo giocare varie partite con squadre che sono alla disperata ricerca di punti salvezza. Per loro non sarà facile. Il nostro destino è nelle nostre mani. Se ci ricordiamo cosa siamo e di cosa siamo capaci, la qualificazione Champions verrà facile. Ma il tema è proprio questo, abbiamo smarrito la nostra identità, oltre a non avere un tecnico. Quindi occhio alle sorprese, che se va proprio male il quarto posto lo prende la Lazio e noi andiamo con il Milan a fare l'Europa League. Se dovessi fare un pronostico direi purtroppo che finirà così, con noi in Europa League.
  9. La tua è un'opinione rispettabilissima, ma io non sono d'accordo. Il portiere ce l'abbiamo ed è buono. Non è un fenomeno, ma non è nemmeno Karius. Va ampiamente bene. Il problema della Juve è il centrocampo e la punta (qui sono d'accordo con te). A monte, comunque, ci va gente con la garra e la voglia di soffrire e vincere. Gente affamata. Ci vanno dei giocatori alla Tevez e alla Mandzukic (quello dei primi anni alla Juve). Giovani sfrontati, ma talentuosi (tipo il Pogba dei primi anni Juve, non il social addicted che è oggi). Gente esperta, di talento e magari sottovalutata (come il Barzagli che arrivò alla Juve). Impossibile? No, solo difficile. E per farlo occorrono manager competenti, che non vanno alla ricerca delle figurine (il Pogba odierno, il CR7 che arrivò da noi, Higuin). E' questo il problema. E' nella stanza dei bottoni che vanno fatti dei rimescolamenti. Per me Agnelli può anche restare, per quanto sia ormai obnubilato dalle manie di grandezza e sia eccessivamente testosteronico, ha dimostrato di avere visione (stadio di proprietà, marchio e perché no, anche super lega) e di saper pensare in grande. Deve però essere accompagnato da un manager più conservativo, che quando serve lo freni un po' (quello che faceva Marotta). Cappellate come la scelta di Pirlo non andavano permesse. Pirlo doveva andare in Under 23 e fare il suo percorso, invece di essere messo al timone della Juve e collezionare figure di melma, che lo hanno quasi irrimediabilmente bruciato. Nedved va allontanato, Paratici ridimensionato e rimesso a fare il suo lavoro. E Donnarumma non serve a una fava.
  10. mi pare evidente sia solo una cortesia a Raiola per fare pressioni sul Milan e chiudere la trattativa alle cifre volute. A noi il portiere non serve, l'ingaggio sarebbe troppo alto in una politica di generale spending review, Donnarumma è milanista e se non resta lì andrebbe solo all'estero. Insomma, stiamo parlando del niente. Piuttosto, che Raiola ci aiuti nel chiudere qualche trattativa importante con qualche giocatore funzionale al nostro progetto e ripeto, non è certamente il caso di Donnarumma.
  11. Il tentativo è fallito. Miseramente. A parte la figuraccia, è da censurare il fatto che abbia organizzato questa cosa (lecita, per carità) mentre era ufficialmente il rappresentante dei club europei. E' un doppio gioco che getta una brutta ombra sulla sua figura. Dovrebbe dimettersi, si, ma non solo per questo, ma anche per aver indebitato la Juventus in maniera pesante, per i suoi deliri di onnipotenza, per aver messo in piedi un circolo di amici di dubbia competenza a gestire il club, con risultati ultimamente un po' deficitari. Dovrebbe lasciare, ma dovrebbe comunque essere ricordato per essere stato un gran presidente, uno che ci ha preso dal settimo posto e ci ha portato a vincere 9 campionati di fila e giocare due finali di champions. Il fallimento della super league mi fa specie soprattutto perché è stato causato da un lato dalle enormi pressioni dell'UEFA (e ci sta), ma anche e soprattutto dall'ingenuità con il quale è stato proposto. Se vuoi rivoltare il mondo del calcio come un calzino devi muoverti con intelligenza ed essere preparato. Ci sarebbe dovuto essere un diverso tipo di annuncio, preceduto da una campagna di stampa amica e magari con degli sponsor di eccezione. E non sto parlando di chi dovrebbe metterci i soldi, quello lo avevano trovato subito. Parlo del fatto che non è concepibile che il Liverpool formalizzi l'annuncio e il giorno dopo Klopp dica che è una strunzata. Lui, Guardiola, Pique, Beckham e un sacco di altri addetti ai lavori si sono opposti. Sarebbe stata da preparare meglio, con ogni team pronto con dei personaggi di livello schierati a favore. Che so, per la Juve uno sponsor poteva essere un Del Piero, per fare un esempio. E poi senza i crucchi non si doveva nemmeno cominciare. Ora passeranno 15 anni prima che qualcuno possa riparlare di questa idea. Comunque si, grazie di tutto presidente, ma il tuo percorso credo sia finito qui. Portati cortesemente via anche i tuoi cortigiani Nedved e Paratici e ricominciamo da zero. Pirlo do per scontato che con un cambio di dirigenza venga sostituito. Mettano un uomo della famiglia Agnelli alla presidenza (esempio il Nasi di cui si parla), Del Piero al posto di Nedved, Marotta Amministratore Delegato e un DS con le palle quadrate. A me piace Tare, che con i due spicci che gli dà Lotito mette sempre su una squadra dignitosa, chissà di cosa sarebbe capace con un budget più sostanzioso. Come allenatore Deschamps. E si riparte.
  12. Io non avrei dubbi nel riprendere Deschamps, che dopo l'europeo lascia la nazionale francese. Mentalità di acciaio, juventino doc, vincente, con due pelotas così. E costerebbe anche molto meno di Zidane
  13. Notts County

    Secondo voi Bonucci è diventato un panchinaro dopo ieri?

    Il problema non si pone: Chiellini non resterà disponibile a lungo
  14. Un giocatore è decisivo quando ti fa vincere una partita fondamentale che si era messa male (es: ottavi con l'Atletico), non quando mi fa una tripletta contro l'onesto cagliari che lotta per non retrocedere. Non ho niente contro CR7 e se prendesse 10/15 mln all'anno per me potrebbe anche restare. Ma ne prende 30 netti e costa più di 25 mln all'anno di ammortamento. Con quei soldi una squadra bisognosa di rinforzi come la Juventus sistemerebbe vari problemini nella rosa. Poi la champions resta molto difficile vincerla sia nella situazione attuale (rosa media + CR7) che in un'ipotetica juventus con rosa migliorata ma senza CR7.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.