Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

SFJ

Utenti
  • Content count

    391
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

158 Buona

About SFJ

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

576 profile views
  1. Radiobianconera sta facendo velati riferimenti al mezzo milione di disdette. Stiamo andando discretamente bene. Continuiamo a lottare!
  2. Briciole? Stai scherzando? Su un totale di meno di 5 milioni di abbonamenti totali 500.000 disdette (non confermate) sono tante. Se pensate che per affossare un sistema si debba togliergli il 50% del fatturato siete davvero fuori strada. Continuiamo a lottare!
  3. Io, metodico e ripetitivo, continuo a ripetere che stiamo andando decisamente bene. Leggiamo i segnali visibili, ma soprattutto diamo il giusto peso al silenzio del nemico. Possono contrastarci solo zittendoci e disunendoci, scoraggiandoci o illudendoci che abbiamo già fatto il grosso del lavoro. Invece proseguiamo la protesta con l'impegno di sempre. Continuiamo a lottare!
  4. Assolutamente no. Il più non è stato fatto. Questa è una guerra lunga, chi ci crede combatte ogni giorno tweettando e postando, meglio sui social che qui, dove ci parliamo tra noi. È di fondamentale importanza continuare l'azione sui social: ogni tweet, ogni post, ogni video è un calcio nelle balle al nostro nemico, una disdetta in meno che gli fa perdere soldi e fa diminuire il valore della sua azienda. Continuiamo a lottare, con costanza, impegno e determinazione!
  5. Ci leggono (come osservatori interessati) rappresentanti di Sky, Dazn, FIGC, Lega Serie A e dei maggiori quotidiani sportivi (e non) nonché di molte televisioni private e di alcune reti nazionali. Saluti a tutti. Continuiamo a lottare!
  6. Vai su Twitter e scrivi post di protesta contro ciò che non ti piace di questa situazione, terminando con qualche hashtag scelto tra quelli più significativi (#DisdetteDaznSky #disdetteskydazn #DisdettaSkydazn #disdettadaznsky #disdettatimvision solo per citarne qualcuno). Poi retweetta i messaggi che ti piacciono di più e hanno uno o più degli hashtag che ho elencato sopra. Poi retweetta (con commento) i messaggi che ti piacciono di più e hanno uno o più degli hashtag che ho elencato sopra. In pratica, l'importante è interagire con gli altri, retweettando con o senza commenti, o scrivere messaggi propri, l'importante è inserire gli hashtag che rimandano alle disdette. Continuiamo a lottare!
  7. Seguirsi a vicenda a tappeto, comunque, esalta l'ego di chi su Twitter cerca solo follower, e annacqua il messaggio che vogliamo veicolare. Tra i tweet che sto ricevendo da ieri 9 su 10 parlano di scambiarsi il following, e non di disdire. Restiamo focalizzati sull'obiettivo. Continuiamo a lottare!
  8. Modifico il post, ho verificato con lo strumento analitico di Twitter e la visualizzazione dei post è effettivamente ridotta, ma potrebbe dipendere dal fatto che è sabato pomeriggio. Continuiamo a lottare! Ai giudici-ultras opponiamo la passione dei tifosi. Non daremo più un soldo a questo sistema marcio incapace di garantire una giustizia equa e uguale per tutti. Noi disdiciamo. Guardatevelo voi questo schifo. #DisdetteDaznSky #disdetteskydazn #DisdettaSkydazn #disdettadaznsky *** Le disdette colpiscono il calcio marcio in 3 modi: finanziario: meno soldi subito economico: meno abbonati vuol dire meno valore strutturale: sistema è debole nei confronti di fan decisi Avanti con le disdette! #DisdetteDaznSky #disdetteskydazn #DisdettaSkydazn #disdettadaznsky *** @BBCSport @FranceFootball_ @NickyBandini you're missing out on a protest that comes from the fans for a better football We cancel @SkySports @DAZN_IT subscriptions because we want justice The silence of the media won't stop us #disdetteskydazn #DisdettaSkydazn #disdettadaznsky
  9. Sono contento che ciò che scrivo ti faccia piacere. Non ho accesso a dati certi relativi al numero di disdette, ma lavoro nel mondo della comunicazione. La sensazione condivisa è che sui social la protesta funziona bene. Il muro di silenzio eretto ne è la riprova (per fare un esempio: la giornalista del Guardian Nicky Bandini - presente su Twitter- si era interessata alle nostre ragioni, ma appena ha letto #disdettadaznsky si è eclissata: gli editori temono le conseguenze di contrasti con inserzionisti così importanti e hanno parlato con le redazioni). Altro segnale significativo è stata la mancanza di qualsiasi reazione (anche di smentita, di ridimensionamento) alle 500.000 disdette citate da Il Giornale. La regola di base nella comunicazione è: "bene o male, purché se ne parli", e il nemico non ne vuole parlare. Questa è una lunga guerra di logoramento in cui il nemico perde soldi ogni minuto, ogni post e ogni tweet può significare una disdetta che riduce il valore della sua azienda. Noi non dobbiamo fare altro che continuare con impegno, determinazione e costanza. Questi, e altri, sono segnali chiari che "stiamo andando più che bene". (In mancanza di informazioni certe, usiamo il buon senso) Continuiamo a lottare!
  10. Buongiorno a tutti. Stiamo andando più che bene. Proseguiamo l'azione sui social, dimostriamo che siamo assolutamente determinati e rabbiosamente lucidi nella nostra protesta. Diffondiamo senza sosta e senza esitazioni il verbo della disdetta. Il perdurante silenzio del nemico è la migliore conferma dei risultati che stiamo ottenendo, perché stride violentemente con le parole che arrivano da altre parti (il numero di disdette pubblicato da Il Giornale,vle dichiarazioni di Salvini...). Stiamo andando più che bene. Continuiamo a lottare!
  11. Solo quattro parole: stiamo andando molto bene. Non fermiamoci, assolutamente. Uniti e compatti, determinati e convinti che otterremo risultati inimmaginabili. Continuiamo a lottare!
  12. Io l'ho interpretato come una chiamata alle armi anche per chi passava distrattamente davanti a un'edicola. Una campana d'allarme che ha svegliato parecchia gente. Continuiamo a lottare!
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.