Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

juvena

Utenti
  • Content count

    436
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

juvena last won the day on October 14 2016

juvena had the most liked content!

Community Reputation

245 Buona

1 Follower

About juvena

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

8,712 profile views
  1. Giusto! Come dicevo, ho avuto modo di leggere solo in maniera distratta. Rileggendo, però, sembra ci sia spazio per i soliti dubbi: "[...] Nella distinta di gara potranno essere inseriti soltanto 4 calciatori nati prima del 1° gennaio 1997 ed a condizione che questi non siano ricompresi nell’elenco dei 25 calciatori per il Campionato di Serie A e non abbiano disputato più di 50 gare nel Campionato di Serie A. Tutti gli altri calciatori della distinta di gara dovranno essere nati dopo il 31 dicembre 1996 e dovranno essere stati tesserati in una società di calcio affiliata alla FIGC per almeno sette stagioni sportive. [...]" Sembra che i 4 fuori-quota possano essere "stranieri" perché il requisito in questione non è loro richiesto a dispetto di "tutti gli altri [19]". Avessero voluto azzerare l'ipotesi stranieri, l'avrebbero esplicitato anche per i 4 fuori-quota e - a quel punto - per tutti e 23 in distinta. Invece, sembra esserci una differenza. Ad ogni modo, se fosse non considerata l'ipotesi "stranieri", rimarrebbe fuori Mavididi ma anche i Penner, Rosa, Bandeira, Frederiksen, Israel: mi sembra questi non abbiamo sette stagioni di tesseramento alla FIGC.
  2. La FIGC ha diramato il comunicato ufficiale riguardante le disposizioni per la partecipazione delle seconde squadre di Serie A al campionato di Serie C; ad una lettura veloce e andando a memoria, sembra abbiano corretto solo il limite delle 5 presenze correggendolo con 5 presenze da almeno 30 minuti. Il resto sembra invariato, anche il tetto d'età rappresentato - quest'anno - dai '97: essenzialmente rimane una under 23.
  3. Bisogna anche considerare che con la costituzione dell'under 23, la Primavera, per forza di cose, si compone di giocatori sotto età: quest'anno eravamo tra le rose più giovani. L'u18 in questo contesto non trova spazio.
  4. Perché esasperare i concetti? Stiamo parlando di Mirante, buon portiere per Bologna, Parma e questa Roma. Il secondo alla Juve l'ha già fatto: in serie B. Oggi diventa difficile far riferimento a prezzi; ad ogni modo, un buon dodicesimo, affidabile e magari con esperienza internazionale non implica buttare soldi.
  5. Indipendentemente da cosa farà Nicolussi, pare che alcune norme saranno modificate.
  6. Tu ti sentiresti tranquillo a far giocare Mirante in finale di Champions contro Real Madrid o Barcellona; onestamente, io no. Come a tutti i ragazzi passati per le scuderie bianconere, gli sono molto affezionato. Ma preferirei avere per dodicesimo un effettivo numero 1. I CTP me li spenderei in altri ruoli. Diverso sarebbe il discorso per Audero: ammesso che al momento valga un Mirante, ha le potenzialità per essergli superiore.
  7. Per nulla d'accordo: la Juve - come le altri grandi d'Europa - ha bisogno di due numeri uno. Il portiere di riserva non è il ruolo cui spendersi il CTP. Fai conto che in arrivi in finale di coppa e il titolare è indisponibile, Mirante sarebbe all'altezza?
  8. hai ragione, solitamente concordiamo. Ma è bello avere anche idee diverse e discuterne senza dover portare avanti guerre di religione! Ad ogni modo, per me, non era questione di modulo perché per quanto ultimamente abbia tolto un difensore, i principi del suo gioco rimangono gli stessi: gli esterni o i terzini sul fondo, le mezze punte tra le linee, una mezzala che riempia l'area e l'altra di governo magari insieme al regista, la ricerca della manovra già dalle retrovie e così via. D'altronde Zironelli è un tecnico molto apprezzato per la categoria tanto da destare l'intesse di squadre di livello superiore. Inoltre, leggendo la tesi di Pierluigi Petritola, si evince chiaramente l'esigenza dei dirigenti bianconeri di dare sin da subito una identità precisa alla Juventus U23: il rischio sarebbe stato, altrimenti, lasciar percepire l'esperienza come un ulteriore step della piramide giovanile e non come calcio vero. Ciò detto, se non per impostare una partita - e non un campionato - di possesso, nemmeno a me piace giocare con tre centrali perché tendenzialmente perdi un uomo tra le linee, cosa che, invece, ricercherei.
  9. Sì, hanno giocato a quattro ed è così da un po' di tempo ormai, ad eccezione della gara di una settimana fa contro il Pontedera: in quell'occasione siam tornati ai tre difensori centrali ma avevamo solo due mediani disponibili. Comunque, per me, non è mai stata questione di moduli.
  10. Toure e Muratore sembra abbiano il compito di schermare la difesa mentre Nicolussi Caviglia è a supporto di Bunino, insieme con Zanimacchia e Mavididi che stanno agendo larghi sulle fasce.
  11. Aleña è l'esempio tipico di come funziona una seconda squadra: aggregato alla prima già dall'anno scorso giocando in Copa del Rey e in Segunda Division; a 17\18 anni giocava in Youth League e in Segunda B. Quando saremo a regime anche la nostra seconda squadra ospiterà i primavera.
  12. Esattamente. In u23 servirebbe come il pane e in prima squadra siam sempre corti. Emmanuello tarda a raggiungere la condizione e Fernandes ne avrà ancora per un po’. Non parlo di consegnargli i galloni da titolare ma di inserirlo nelle rotazioni della seconda squadra. P.S.: capisco che la primavera di Baldini sia sempre presentata con un 4-3-3 ma Fagioli ha determinate caratteristiche e quelle gli si chiede di porre in essere in primavera, in u23 ed eventualmente in prima squadra; non è che con Baldini faccia l’ala: il fondo se lo guadagnano Bandeira ed Anzolin.
  13. Magari con l’acquisto di Sene qualche esterno farà spazio e partirà oppure Fagioli sarà aggregato alle squadre “superiori” in pianta stabile? Speriamo bene.
  14. Devo dire che concordo con te: Tripaldelli ha sempre avuto un impatto maggiore dei primi due ma anche di Rogerio che, però, gioca comunque titolare in A. Beruatto ha dalla sua la duttilità e l'intelligenza tattica; Zappa, invece, da ex trequartista, lo spunto. Ad ogni modo, possono piacere o meno ma son sempre asset della società e laddove non riesca a costruire un giocatore buono per la prima squadra, un'azienda ha l'obbligo di costruire un giocatore buono per il bilancio. Dopodiché, vedremo.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.