Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

trama

Utenti
  • Content count

    12
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

182 Buona

3 Followers

About trama

  • Rank
    Ricercatore esule a Ginevra, ma sono di Brindisi
  • Birthday 10/03/1973

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Ricercatore esule a Ginevra, ma sono di Brindisi
  • Interessi
    Astrofisica,Fisica,Filosofia

Contatti

  • Sito web
    http://
  1. Sono su VS dal 2007, non scrivo da anni, ma ti volevo dire che sei l'unico che ha detto delle cose intelligenti a proposito della partita di ieri. L'Inter ha fatto una partita di controllo, non ha fatto mai pressing propositivo, solo preventivo e poi ripartenze. Conte ha studiato benissimo la partita, sa benissimo che quando affrontiamo squadre chiuse e che sanno verticalizzare in ripartenza, soffriamo troppo. Bisognare dare merito all'Inter di aver avuto la capacità di interpretare le direttive di Conte, per tutta la durata della partita, e senza sbavature, segno di grandi motivazioni e di grande lavoro preparatorio. Quando Pirlo inizierà a capire che con le squadre chiuse deve cambiare tattica, per rovinare i loro piani, allora inizieremo ad essere più continui. In Europa, nessuno gioca come l'Inter di ieri, ed è per questo che sono unisciti ai gironi. In Italia, al contrario, quasi tutti giocano con lo stesso approccio visto dall'Inter ieri. Pirlo non ha esperienza e non riesce ancora a trovare la soluzione al problema, cioè coniugare il suo calcio fluido, per renderlo meno fluido e più solido, quando incontra catenacciari. Si, perché ieri l'Inter ha fatto catenaccio, e ci sta. Pirlo deve capire che non ha, in particolar modo a centrocampo, gli uomini che gli permettano di fare il suo calcio, anche contro squadre che si barricano e fanno ripartenza. Concordo in pieno anche su Chiellini, ieri ha reso inoffensivo Lukaku, ed è l'unico in grado di fare ciò. D'altronde, i primi 10 minuti ci hanno visti propositivi, ed andare in gol (anche se in fuorigioco). Il gol di Vidal ha cambiato l'inerzia della partita, ha permesso all'Inter di fare coperture preventive, e contropiede, cioè quello che sa fare (la sola cosa che sa fare). In ogni caso, al netto delle valutazioni tattiche, è mancata la reazione agonistica, e su quella ci sono poche scusanti, ma da gente com Rabiot, Betancur, non ti puoi aspettare quel tipo di reazione.
  2. Ci sono state diverse cose che non hanno funzionato. Ad esempio, quando la squadra avversaria riusciva a saltare la nostra prima di linea di pressione, restavamo scoperti e vulnerabili, specie sulla nostra fascia destra. Ovviamente queste cose non le vedi in allenamento, ma già con la Roma il problema era emerso. Inoltre, l'assortimento dei centrocampisti non è ottimale, per ammissione dello stesso mister non abbiamo un regista, o delle mezzale vere. Pirlo sta facendo quello che avrebbe dovuto fare durante un anno di U23 ed un mese di precampionato, non avendo avuto nessuna della due cose a disposizione. Quella vista contro la Samp, era la Juve che Pirlo ha in mente, ma messa in campo contro una squadra che non ha giocato con agonismo. La strada per vedere quella squadra in campo contro un Crotone o un Benevento di turno, è lunga. Ovviamente, con il rientro di Ronaldo e Dybala, molti di questi problemi verranno compensati, ma negli scontri con squadre di caratura superiore, i singoli non basteranno. Ci vuole organizzazione di gioco, ma questa si ottiene con il tempo ed il lavoro (Sarri docet, nel senso che non gli è bastata una stagione per trovarla). Alla mancanza di organizzazione di gioco si può sopperire con la tattica (Allegri docet), ma aspettarsi tale soluzione da parte di un allenatore con tre panchine di esperienza mi pare quantomeno utopistico. La dirigenza ha fatto delle scelte, e credo le abbia fatte a mente lucida, e se così non fosse, allora presto ne avremo la conferma. Ci vuole pazienza, molta pazienza. Dobbiamo sperare che i singoli possano sopperire alle lacune di squadra nei prossimi due o tre mesi, sperando che i punti di distacco in campionato non siano troppi, e che si riesca a passare la fase a gironi in Champions. Concludo dicendo che, avere troppi teste in panchina che prendono decisioni, non mi pare una cosa opportuna, sia per far crescere l'allenatore, che per evitare confusione. Qui, l'errore da parte della società è stato palese, un secondo di spessore ed esperienza ci sarebbe voluto. Avere tutto e subito non si può, vedete il caso del Milan, che è partito con un gruppo di giovani più un top anzianotto, e dopo un anno di lavoro si ritrova con squadra che si comporta da squadra, ma con lo stesso allenatore in panchina (non è che volessi continuare con Sarri, ma è che vorrei continuare con Pirlo, ma gli si deve dare il tempo che necessita, pagandolo in termini di risultati immediati)
  3. Ricercatore esule a Ginevra, ma sono di Brindisi

  4. Ciao Nerone, il cane in questione si chiama Leonardo, un cucciolo di 35 chili....... :)

  5. un bacio al canone spettacolare che hai in firma ed un abbraccio a te fratello :d

  6. Ciao, sapete nulla della zona, Nyon/Ginevra? Grazie e forza JUVE!!!!!
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.