Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Leevancleef

Coordinatori
  • Content count

    6,506
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    90

Leevancleef last won the day on October 22 2019

Leevancleef had the most liked content!

Community Reputation

18,910 Guru

About Leevancleef

  • Rank
    Capitano

Contatti

  • Twitter
    La Maglia Bianconera (@La_Bianconera)

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno

Recent Profile Visitors

26,598 profile views
  1. Leevancleef

    Juventus - Ferencvaros 2-1, commenti post partita

    E dagli e dagli alla fine la decide Morata! E ci porta agli ottavi al termine di una partita data troppo per scontata, approcciata in maniera molle, e che ci complichiamo in un'azione in cui De Ligt sbaglia la prima palla in 180 minuti PERFETTI, Danilo scivola, e ci segnano dopo un rimpallo con Szczesny un po' immobile. Due pali a corredo, ma abbiamo sfruttato pochissimo la profondità contro una squadra che difendeva fuori dall'area. Alla prima volta che l'abbiamo fatto siamo andati in porta! Insomma, ce la siamo complicata da soli. Ma siamo agli ottavi. Come mi sono avvicinato a questa partita? Con l'approccio più tranquillo possibile, consapevole che avevamo praticamente già chiuso il discorso qualificazione, certo che gli avvenimenti non mi avrebbero smosso più di tanto. Ecco. Probabilmente (sbagliando) lo stesso approccio lo hanno avuto anche alcuni dei giocatori scesi in campo. E in questo periodo compresso e anomalo a me non sembra poi tutta sta tragedia. Posto il fatto che se avessimo giocato con Morata dall'inizio e se avessimo deciso di dare una palla come si deve in profondità già nel 1°t sarebbe finita 5-1, alla fine mi è sembrata più una gara pigra che una partita con chissà quali contenuti tattici da estrapolare. Ma è pur vero che se vuoi recuperare un giocatore fuori forma devi sfruttare queste partite. E' pur vero che se giochi con una difesa inventata qualcosa puoi anche pagare. Ma soprattutto è vera una cacchio di legge che non mi stancherò mai di ripetere: se non giochi con umiltà e intensità puoi perdere contro chiunque, perchè il più scarso giocatore del mondo che corre sarà sempre meglio del più forte giocatore del mondo che resta fermo. Purtroppo nei gol che prendiamo quest'anno ci dice anche parecchia sfiga. In quello di stasera è servito che tre fra i migliori giocatori stagionali (anche se uno conta due presenze, ma lo è a prescindere) sbagliassero qualcosa! Come detto, è assurdo che alla prima palla sbagliata di De Ligt in due partite (straordinario nel commento post gara, futuro capitano per quanto mi riguarda) si subisca gol! E' una punizione da girone infernale! Fosse poi un gol lineare... invece no: De Ligt sbaglia, Danilo scivola (altro giocatore tra i migliori della stagione), e Cuadrado è in ritardo sulla chiusura, ma il loro attaccante sfrutta pure un rimpallo su Alex Sandro! Bah! Nota a margine: è in queste occasioni che mi aspetto di più da Szczesny, negli unici tiri in porta che ti fanno in 90 minuti. Mi piacerebbe vedere più reattività, anche perchè, sempre per il gioco delle fazioni, se ci fosse stato Buffon sarebbero partiti altri rosari (e invece non entra in testa che Buffon, quando li fa, perchè finora ha fatto bene, fa semplicemente errori che fanno tutti i portieri, solo che lui essendo stato per 20 anni un extraterrestre sembra che siano chissà che). Altro refrain iniziato grazie ad una dichiarazione di Capello nel post partita: Arthur! Ecco, per me ha fatto una buona partita! Non è affatto vero che ha giocato "male" come dice il nostro ex allenatore (particolarmente avvezzo a spararle grosse, di tanto in tanto). Non allargare il gioco è una cosa, e ok. Giocare male è un'altra! E infatti quando è uscito Arthur non abbiamo più risalito il campo (che è la cosa che Arthur sa fare bene), ed è strano, visto che doveva essere il momento del massimo sforzo. Praticamente non ci siamo nemmeno più avvicinati (o quasi) alla loro area. Il motivo è semplice: perchè se hai Arthur la difesa si appoggia sull'unico giocatore che le consente l'uscita pulita del pallone, spesso svilendo gli avversari con numeri che li inducono nemmeno più ad avvicinarsi la volta successiva per non fare figuracce; se non hai Arthur la difesa fa più fatica ad uscire e ti vengono pure a pressare (infatti alla fine il pressing lo facevano loro, non noi). Poi che debba migliorare è fuori di dubbio. Ma se in questa condizione di centrocampo ci mettiamo a discutere Arthur allora in bocca al lupo! In realtà l'errore più evidente della squadra è stato uno e uno soltanto: non attaccare mai la profondità nel modo giusto! Alla prima occasione in cui l'abbiamo fatto come si deve (gran alla di Danilo per Cuadrado, che fa un grande assist di controbalzo per Alvarito), siamo andati in porta facile. Ma contro una difesa che nel primo tempo difendeva a tratti bassa e a tratti alta, ma che nel secondo tempo rimaneva con la linea fuori dall'area, è assurdo, letteralmente assurdo che noi stessimo con 5 giocatori offensivi allineati ai loro difensori, senza mai un movimento che sia uno, soprattutto di chi doveva inserirsi da dietro. Bastava semplicemente uno scatto in controtempo e li facevi fuori, e avremmo dilagato. Pirlo l'ha capito, e si è affidato ai due esterni migliori in questo fondamentale: Chiesa e Kulusevski! Peccato che non l'abbiano fatto mezza volta (con Chiesa che ha anche sbagliato quasi tutto lo sbagliabile). Ecco, se c'è una delusione (parliamo sempre di delusione ridimensionata, non chissà cosa), stasera, arriva da loro, perchè sono giovani e devono mangiarsi il mondo, stanno bene di gamba, e soprattutto gli si chiedeva un movimento, un taglio, non un gol da fuori area. Ma possiamo prendercela con due giovani appena arrivati alla Juve, che si sono fatti assorbire dal mood della serata? Ovviamente no. Ma allo stesso modo trovo esagerati anche alcuni commenti che si stanno via via appesantendo, specie quando si sfocia nell'odio verso i singoli. E non lo dico oggi per Dybala (reduce da ciò che è reduce, palesemente fuori forma, e assolutamente dietro nelle gerarchie attuali, senza nemmeno discussioni... ma pur sempre il giocatore protagonista di 4 scudetti su 5, l'ultimo dei quali chiuso col titolo di mvp del campionato appena 4 mesi fa), ma per qualsiasi giocatore che in questi anni (o ancora oggi, viste le fazioni che ognuno sventola) è stato insultato a più riprese con annessa richiesta di andare "viiiaahahahhh" dalla Juve, salvo poi doversi ricredere puntualmente. Ci sono momenti ed episodi che nel calcio cambiano anche i commenti post-partita, e ci sta. E' il renderli "definitivi" la cosa con cui concordo meno. Se Dybala segna al termine dell'unica azione degna di nota (non di Dybala, ma della Juve) del primo tempo, iniziata da Dybala, rifinita da Cristiano, e chiusa di nuovo da Dybala, col portiere che non sa nemmeno lui come l'ha parata, saremmo qui a dire altro. Poi capita che il portiere fa una mezza papera alla fine sul colpo di testa di un grande Morata (così come in Ungheria le aveva fatte su Dybala) e chiaramente la forchetta tra esaltazione e denigrazione raggiunge gli estremi. Ascoltando poi i commenti post gara di certe trasmissioni (ho dovuto sorbirmi Sportitalia perchè a casa di un amico), in cui si dice che la Juve "continua a deludere" (ed è la cosa più tenera), quando prima di questa arrivava da due partite a tratti ottime, mi fa tornare in mente le parole di Andrea Agnelli: "tanti non vedono l'ora di commentare un nostro passo falso". E allora mi tengo Cristiano a cui forse ci stiamo abituando con troppa leggerezza (cioè ci stiamo abituando con leggerezza ai migliori numeri della storia della Juve dell'ultimo secolo), mi tengo un Morata su cui nutrivo dubbi prima del suo arrivo, mi tengo questo De Ligt, e mi aspetto che la Juve non prenda sottogamba appuntamenti più importanti di quello di stasera, continuando il percorso che ha dimostrato di poter intraprendere. Sperando anche che un giorno, Agnelli, quelle parole non debba riferirle ai propri tifosi, oltre che alla stampa che ci odia. Ottavi raggiunti e testa al Benevento.
  2. Szczesny 5,5 Cuadrado 6,5 De Ligt 6,5 Danilo 6 Alex Sandro 6 Bernardeschi 5,5 Arthur 6 Bentancur 6 McKennie 6 Dybala 5,5 Ronaldo 7 Morata 7 Chiesa 5 Kulusevski 5 Ramsey s,v Rabiot s,v All Pirlo 5,5 Il Migliore Morata
  3. Leevancleef

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    @Shiryuu @Sentenza ( il Cattivo) BASTA COSÌ
  4. Leevancleef

    Juventus - Cagliari 2-0, commenti post partita

    Speriamo si continui così, ma le premesse sono interessanti! Grazie a te!
  5. Leevancleef

    Juventus - Cagliari 2-0, commenti post partita

    Che dire... Sono io che ringrazio te per il bellissimo attestato di stima! GRAZIE!!! Davvero!
  6. Leevancleef

    Juventus - Cagliari 2-0, commenti post partita

    Che bella Juve! 😍 Che spettacolo Ronaldo! 😍 Quante cose importanti ci ha detto questo Juve-Cagliari! Bene tutti a livello di singoli (persino Bernardeschi... magari giocasse sempre così!), ma bene soprattutto i sincronismi, le distanze, le idee e la loro applicazione! Questa squadra gioca! Con un Arthur in più sugli scudi e un de Ligt che sembra non essersi mai fermato! Doveva sminchiarsi Dazn affinchè finisse la maledizione! Purtroppo proprio grazie a Dazn ho perso i primi 10 minuti. Da quando l'ho potuta vedere m'è sembrata una partita pressoché perfetta. Due cose mi sono piaciute in particolare: la distanza tra i reparti, che ha sempre permesso un recupero palla immediato senza nemmeno un pressing feroce (perchè se difendi in avanti sfrutti l'anticipo); e poi Arthur! Pare che Bostik, Super Attak, Artiglio e Millechiodi abbiano formato un cartello per chiedere informazioni sul perchè la palla gli rimanga incollata ai piedi, su quale sia il suo segreto! In qualche commento post-partita precedente l'avevo già scritto: questa squadra inizierà a girare bene quando Arthur diventerà un cardine della squadra. Lo dicevo perchè anche nelle prime uscite (pensiamo a Roma per esempio) vedevo i prodromi di un giocatore unico nella nostra rosa, che ti permette l'uscita palla facile, a cui non la levi mai, che con una finta di corpo ti manda lungo: un giocatore unico! Alcuni di quei movimenti, di quelle movenze, di quelle finte, le ho viste fare solo a Pirlo! Di Pirlo gli manca molto altro ovviamente, parliamo di un Dio del ruolo. Il brasiliano ha ancora margini nel passaggio lungo, nello sfornare assist, ecc. Ma già avere uno a cui puoi affidarla perchè sai che la metti in banca è tanta, tantissima roba! Poi, come detto, il ragazzone olandese! Matthijs de Ligt ha 21 anni. Ha giocato per mesi con la spalla infortunata. Si è operato a fine stagione. E' rientrato dopo oltre tre mesi. Ed è come se non si fosse mai fermato! Che dire: bentornato, muro! Accanto a lui mi piace sottolineare l'ottima prova di Demiral, che invece mi aveva lasciato qualche perplessità nelle ultime uscite. Felice per la fascia a Cuadrado, del quale un giorno bisognerà quantificare il lavoro che fa! Kulusevski lascia sempre più intravedere potenzialità importantissime, e stasera non ha timbrato il cartellino per pochissimo. E poi vabbè... il Re! Già, perchè se la vinciamo, alla fine, è merito suo che finalizza le azioni "creandosi" i gol. Un giocatore così io me lo tengo fino a 40 anni se ce ne fosse la possibilità! Casomai taglio qualche altro stipendio a centrocampo! Forse nemmeno ci stiamo rendendo conto dei numeri strabilianti di CR7! Sta sbaragliando qualsiasi media gol della nostra storia (tranne un paio anteguerra, ma quelle è quasi impossibile che ci possa riuscire). Altra cosa che sto notando e su cui mi ero già espresso in precedenza è che questa Juve sta imparando a diversificarsi a partita in corso. Stiamo vedendo una squadra che sa attaccare alta, sa fare possesso palla (e lo sa fare bene), sa ripartire (anche se arriveremo al top quando saremo capaci di sfruttarle, le ripartenze, perchè il vero peccato è non aver fatto il 3 e anche il 4-0), ma sa anche difendere bassa quando è il caso, con due belle linee da 4 corte! E infatti nelle ultime partite abbiamo subìto zero pericoli, anche contro la Lazio era andata così, prima di quei 20 secondi finali di follia. Questo è molto importante. Significa che Pirlo non si sta fossilizzando su un solo modo di giocare, ma ha l'intelligenza per capire i momenti della partita. Il modo in cui i ragazzi lo seguono mi fa pensare sempre più che potremmo trovarci difronte a qualcosa di davvero interessante. Ma è ancora presto, e sarà sempre il campo a parlare. Ora sul divano a gufar... a guardare le altre. Ma rivali a parte, io non vedo l'ora di rivedere giocare questa squadra! E solitamente quando provi sensazioni così significa che le cose stanno iniziando a funzionare!
  7. Buffon 6 Cuadrado 7 Demiral 7 De Ligt 7 Danilo 6,5 Bernardeschi 7 Arthur 7,5 Rabiot 6,5 Kulusevski 7 Morata 6,5 Ronaldo 7,5 McKennie 6,5 Dybala 6 Bentancur s,v Alex Sandro s,v Chiesa s,v All Pirlo 7 Il Migliore Ronaldo
  8. Ronaldo (Juventus) Lukaku (Prescrittese) Immobile (Lazio) Mkhitaryan (Riomma) Gomez (Atalanta)
  9. Leevancleef

    Con l'avvento del web sono spariti gli intoccabili?

    Ogni anno si deve dimostrare, quello è certo, ma lui ha dimostrato in 4 anni su 5 (altri che abbiamo in squadra 1 su 4, altri grandi del passato hanno toppato una stagione ogni 3, ecc), e lo scorso anno era lo scoglio più difficile, visto ciò da cui veniva (stagione deludente, società che ti mette sul mercato, ecc). Risultato: mvp della Serie A (e io ero il primo a non aspettarmelo). Quindi ha tirato fuori gli attributi e ha risposto sul campo. Conterà qualcosa in più il fatto che arriva da un infortunio, visto che persino (persino!) Cristiano quando ebbe problemi non la strusciava (incazzandosi per la sostituzione)? Ecco dov'è l'esagerazione, a mio avviso. In quanto alla titolarità nient'affatto, lo scorso anno partì dietro Higuain (Sarri giocò con CR7-Higuain-Douglas nelle prime uscite). Poi dopo l'infortunio di Douglas passò a 2, e solo col tempo Dybala si guadagnò le presenze (ma spesso ruotando con il positivo Higuain di inizio stagione). Infine lo scalzò nelle gerarchie, e si ccnquistò il posto da titolare. Però per dire, anche nel match contro l'Inter allo Stadium partì in panchina. Poi entrò e la timbrò con un gol splendido, senza lamentarsi minimamente. La forma è la prima cosa per qualsiasi sportivo. Siccome ho assistito in questi anni a crociate contro ogni singolo giocatore avuto nel nostro intero ciclo (compreso, ahimè, CR7), salvo poi vederli tornare tutti ai loro livelli (quest'anno addirittura Rabiot e Danilo) direi che razionalmente bisogna semplicemente portare pazienza, dato che Dybala buono ci serve come il pane (a meno che non vogliamo far giocare 50 partite a quei due).
  10. Leevancleef

    Con l'avvento del web sono spariti gli intoccabili?

    @Tate Richiami e sanzioni dei mods non si discutono pubblicamente, ma si contatta lo staffer in mp, pena una tacca di ammonizione.
  11. Leevancleef

    In ricordo di Angelo Caroli

    Dispiace molto. È un pezzo di Juventus, in particolare di "narrazione" juventina (concetto tanto importante quanto sottovalutato), che se ne va. Ha raccontato la Juve con passione vera, vivendola da dentro, e tanti aneddoti che oggi si conoscono su questo o quel giocatore sono dovuti a lui. Soprattutto per questo (che è davvero tanto) Grazie Angelo! Hai un po' di gente da salutarci. RIP
  12. Leevancleef

    Con l'avvento del web sono spariti gli intoccabili?

    Certo, dipenderà sempre da lui. Devo dire che su questo ha dimostrato lo scorso anno di saper reagire benissimo, quando, arrivando non da 4 o 5 partite post infortunio, ma da un'intera stagione non positiva, reagì tirando fuori gli attributi (magari qualcuno che toppa da tantissimo tempo seguisse quell'esempio quest'anno!). Quella che sembra indolenza dipende dalla forma, dalla condizione (e forse anche dal fatto che a Roma era sotto antibiotici... contro il Verona, per dire, a momenti ce la regala lui la vittoria). Persino Ronaldo (Ronaldo!) quando ebbe problemi al ginocchio fu assurdamente criticato e gli fu detto che era finito perchè sbagliava pure gli stop, perchè non segnava da un mese, ecc (uno dei momenti in cui mi sono vergognato maggiormente nel leggere certi deliri)! Ecco... se magari invece di partire in quarta con giocatori che hanno dimostrato quello che hanno dimostrato, si evitassero quantomeno le esagerazioni a favore di un minimo di approfondimento delle varie situazioni, personalmente credo che sarebbe meglio. Ma è solo una mia idea. In merito alla panchina occhio, perchè non è così, non è vero che non ha accettato la panchina. La accettava spesso lo scorso anno, quando era in ottima forma, figuriamoci se non la accetta quando è giù di condizione. In realtà a Crotone lo sfogo (cmq sbagliato, ma di sfoghi nel calcio è piena la storia) era sul fatto che avevano discusso con lo staff se dovesse restare a Torino proprio per recuperare dalla forma (come s'è capito, forse, che aveva intenzione di fare lui) o andare in Calabria per essere già buttato dentro per un pezzo di partita (lo ha ammesso lo stesso Pirlo). Non essendo andata in porto nè una cosa nè l'altra ha un po' sbuffato con Paratici, come se avesse buttato due giorni. Ma detto ciò amen, altrimenti nel calcio dovremmo salvarne davvero pochi di "santarellini" per reazioni avute in campo.
  13. Leevancleef

    Con l'avvento del web sono spariti gli intoccabili?

    @Tate @fighters93 @GiuseppeA81 Ok, basta così, ve le siete dette, ora stop! E invito te, Tate, a non flammare. Grazie!
  14. Leevancleef

    Con l'avvento del web sono spariti gli intoccabili?

    Concordo in generale con buona parte dei concetti che hai espresso. Rispondo su alcuni punti qua e là. Che i social siano uno strumento di democrazia è indubbio, a tal punto da essere questa una considerazione che precede quella sulle loro conseguenze. Anzi, direi che è la considerazione di partenza. Nascono come strumento democratico (e sono sicuramente un'opportunità da cui sono nati tanti talenti), certamente. Poi da lì si sviluppano mille strade (tra cui quella indicata dall'autore del topic). Ovviamente è una democrazia che va preservata e (doverosamente, ma difficilmente) normata, ma in merito a questo hai già detto tutto. Conocordo anche che il problema sia l'educazione di chi li usa, sotto altri termini l'ho detto anche nel mio post. Semplicemente prendo anche atto che sia impossibile, a mio avviso, non avere una (grossa) percentuale di utenti che l'educazione non sanno nemmeno dove stia di casa, e per mille ragioni. Anzi, il social, il parlare da dietro una tastiera, credo aumenti le possibilità che anche persone abitualmente educatissime, e con le quali faccia a faccia scambieresti opinioni in modo tranquillo e razionale, li usino come sfogatoio, e che liberino le briglie lasciandosi andare a qualsiasi grettezza. Già qui c'è una forte differenza dei social con tutto ciò che li ha preceduti: il fatto di poter dire qualsiasi cosa senza dover rendere conto di nulla, nemmeno di chi sei. E la libertà è tale se ha delle regole che la individuano, senò è anarchia (anarchia nel senso peggiore del termine). La speranza è che prima o poi queste norme vengano applicate, ma sono molto pessimista su questo, basti vedere tutto ciò che viene concesso anche a giornalisti che teoricamente dovrebbero avere un Ordine a cui rendere conto, figuriamoci all'utente comune. In merito alla propaganda resto della mia idea. Sono perfettamente d'accordo che ha sempre giocato sull'ignoranza della gente, chiaramente non intendevo negare questo, mi riferivo bensì al degrado con cui oggi si diffonde H24 in rapporto al livello di progresso che abbiamo raggiunto. 20 anni fa non avremmo mai letto alcuni titoli di giornale così sboccati come quelli che leggiamo quotidianamente, per esempio. Ed è verissimo che debba essere lo spirito critico a saper distinguere il giusto dallo sbagliato, ma lo spirito critico non si accende con un click, dovrebbe formarsi già a partire dalla famiglia per proseguire in tutte le proprie esperienze. Ma è utopistico pensare di avere quella famosa percentuale di prima in grado di avere uno spirito critico degno di tale nome. E per percentuale io intendo una buona percentuale. Oltretutto in mezzo a tutte queste "esperienze" che dovrebbero formare lo spirito critico ci sono anche quelle in cui ci si interfaccia con gli strumenti d'informazione, con i media, la tv, i giornali, i social (oggi soprattutto)... e se questi stessi strumenti (che oggi sono infinitamente più di ieri, e praticamente alla portata di chiunque) giocano proprio sull'ignoranza delle persone, ecco che lo spirito critico di chi già è predisposto "debolmente" regredisce ancor di più invece di migliorarsi, in funzione proprio della quantità di input da cui si è bombardati, dal clickbaiting dominante, dalla ricerca di like e visualizzazioni facili che portano sponsor e quindi soldi, ecc. Tutto questo, ripeto, senza negare gli aspetti positivi di prima. Ma vedo una divaricazione troppo ampia tra questi e quelli negativi. E qui ritorno al concetto iniziale: per me siamo andati troppo di fretta, c'è stato un rapidissimo e forse ineluttabile progresso tecnologico che ha trovato impreparati in tanti. È un po' come se ciò che abbiamo in mano si sia sviluppato in modo molto più veloce rispetto a ciò che abbiamo in testa, mettiamola così. Per quanto riguarda l'altra faccia della medaglia della fama... sì, in parte è vero, ma credo solo in parte, e molto di più per i mediocri. Il mito, l'icona, è sempre esistita ed è sempre stata celebrata. Anzi, probabilmente (penso di poter dire "sicuramente", avendo studiato e visionato una quantità enorme di calcio del passato, per restare in tema) anche andando un filo oltre. Questo è un po' un effetto endemico (pensiamo sempre che chi c'era prima fosse migliore) un po' è dovuto allo spirito dei tempi. Oggi in pochi ricordano la sfilza di 5 in pagella che collezionavano Baggio, Del Piero, Zidane o Altafini (figuriamoci Meazza, Boniperti o Sivori). In tantissimi non vedevano nemmeno le partite! C'era solo il resoconto del giornale il giorno dopo. E se segnavi un gol ogni tre gare eri già un idolo. Oggi ogni partita non solo è vista, ma è vivisezionata, ipercommentata dal vivo, su ogni piattaforma. Ecco quindi che a fronte dell'essere un idolo come quelli che da sempre esistono (e come sempre avvenuto in passato), è molto più difficile rimanere tali, perchè non ti si perdona nulla, o comunque molto meno di quanto avveniva in passato (quando tanta gente nemmeno ti vedeva). Diventi, in sintesi, molto meno "intoccabile", come da titolo del topic.
  15. Leevancleef

    Con l'avvento del web sono spariti gli intoccabili?

    Non la vedo così, il gol non è un dettaglio (senò non finiamo più) e in Europa, come vediamo, conta tantissimo. Basti pensare ad una partita all'apparenza facile come contro la Lokomotiv, ma che all'80° stavamo perdendo in casa, un anno fa, pur con Cristiano in campo, rischiando di compromettere il girone. Uno che entra e fa due gol... se non la sta invertendo non saprei come definirlo. Ma ci sono tanti altri esempi. A Montecarlo fu lui a far partire l'azione stupenda che portò al vantaggio di Higuain per esempio. Voglio dire... in merito alla capacità di prendere per mano la squadra lo ha fatto in proporzione alle partite che ha giocato. Del Piero e Tevez erano molto più attaccanti, lui gioca più a tutto campo. E ricordo che con Tevez non abbiamo superato il girone un anno eh... Per me ripeto, ci sono giudizi troppo esagerati, pur non aspettandomi nemmeno io chissà cosa (ma mi sta già bene questo, se continua sulla scia di 3 mesi fa) e pur essendo contrario ai 15mln di stipendio (ma espandendo il discorso a quanto detto prima).
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.