Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Leevancleef

Coordinatori
  • Content count

    6,126
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    90

Leevancleef last won the day on October 22 2019

Leevancleef had the most liked content!

Community Reputation

18,271 Guru

About Leevancleef

  • Rank
    Capitano

Contatti

  • Twitter
    La Maglia Bianconera (@La_Bianconera)

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno

Recent Profile Visitors

24,382 profile views
  1. Anteprima: maglia "Icons" Juve 2020/21, per ora ancora a bassa risoluzione (potevamo postarla tempo fa insieme al training kit, ma abbiamo atteso sperando di averla in hq... pazienza, appena avremo immagini migliori le pubblicheremo). Strisce bianconere classiche, colletto nero, maniche lunghe con stripes adidas lungo le braccia. Le maglie Icons appartengono ad una serie in stile casual/sportswear realizzata appositamente per i tifosi (lo scorso anno uscì in versione "all black" con un richiamo alle maglie dei portieri). Probabile uscita: settembre. Prezzo: intorno a 55/65€.
  2. Dubito sarà a maggio. Di solito avviene in occasione dell'ultima/penultima partita, e a maggio non si sa nemmeno se si giocherà la tredicesima di ritorno. E prima di iniziare la prossima stagione l'intenzione è quella di finire questa. Ad ogni modo quando ci sono novità le posto, come fatto per le proiezioni (che peraltro sto cercando di aggiornare con nuovi disegni, ma di questi tempi non è così semplice coordinarsi)
  3. Leevancleef

    Juventus - Inter 2-0, commenti post partita

    Ragazzi, troppo buoni davvero! Grazie!!! Sono parole bellissime e attestati che gratificano! Un abbraccio virtuale a voi!
  4. Leevancleef

    Juventus - Inter 2-0, commenti post partita

    Grazie mille per le bellissime parole ragazzi! Il piacere è mio nel sapere che avete apprezzato. Juventudes: si è intravisto al fischio finale. Per accertarmene ho mandato indietro il decoder ed era proprio lui, confermato peraltro il giorno dopo dal servizio di Guardalà di Sky Sport. Gran bel gesto! E probabilmente non proprio casuale...
  5. Leevancleef

    Juventus - Inter 2-0, commenti post partita

    Solitamente, seppur non "immediati", riesco a stare entro le 12 ore post-partita. Stavolta sono andato proprio oltre per una serie di contrattempi, ma non volevo mancare all'appuntamento. Cmq grazie per l'apprezzamento!
  6. Leevancleef

    Juventus - Inter 2-0, commenti post partita

    In un periodo delicato, in un momento difficile per tutti... UNA GODURIA PAZZESCA! Anche a porte chiuse! Anche senza tifo! Anche "nel momento difficile" post-Lione nel quale erano convinti di batterci... 2-0 netto, partita perfetta, e sempre primi! Spiace! 😛 Incredibile come questa squadra anche quando sembra a terra sappia rialzarsi! E' una dote che appartiene alla mente e all'anima, cioè le cose sulle quali stavamo difettando di recente (soprattutto nel 1°t di Lione), ed è bellissimo averle riviste nella partita più importante: GRANDI! Già, perchè se "GIOCHI CON LA TESTA" riesci a fare tutto ciò che è nelle tue corde, e questa squadra non sarà mai spumeggiante come il Napoli del mister, ma SA difendere alta (se vuole) e SA difendere bassa (se vuole). "GIOCARE CON LA TESTA" significa che anche quando devi fare una fase difensiva a ridosso della tua area riesci a farla senza correre rischi, accettando il momento della partita, sacrificandoti, facendo la corsa in più che devi fare, e riuscendo nell'intento. Senza soffrire granchè. Sapendo che tanto tornerai ad avere in mano il pallino del gioco e a difendere alto. Il tutto sta SEMPRE prima nella testa: vale per qualsiasi tattica! Poi certo... grandi meriti vanno ascritti a Sarri che dopo aver concesso l'ultima possibilità a Lione qualcuno che stava arrancando (nonostante già a Ferrara questo centrocampo avesse fatto benissimo), si è preso la responsabilità di fare scelte difficili, togliendo Pjanic e soprattutto Dybala (per Paulo serviva coraggio) dall'11 iniziale, non cedendo alle sirene della piazza che volevano Chiellini al posto di Bonucci, riportando Cuadrado nel ruolo di terzino non appena Douglas Costa è stato arruolabile (visto? Altro che "esperimento fallito"... semplicemente in assenza del brasiliano se volevi schierare il tridente dovevi per forza avanzare Cuadrado). Insomma, date le premesse, con la Juve che arrivava dalla sconfitta in Francia, da qualche prestazione così così, con le recenti polemiche, e con l'Inter spinta da qualsiasi analista (praticamente ho sentito TUTTI darla per favorita a Torino) direi niente male! L'ambiente interista era bello carico, con quei "geni" della Curva Nord che, dopo aver imbeccato i fratelli Barzaghi per fargli riprendere e mandare in loop su Sky e Mediaset i loro demenziali striscioni su Calciopoli, trovavano il modo di fregarsene dell'avviso dell'Istituto Superiore della Sanità andando alla Pinetina in gruppo per incitare la squadra a "combattereeh"! Sì! Beh, se qualcuno di loro stesse cercando Lukaku e Lautaro può trovarli ancora a Torino, precisamente nei taschini di Bonucci e de Ligt! Prestazione perfetta dei due centrali e attacco nerazzurro a dir poco disinnescato. Se Matthijs è già da tanto che sta giocando ad altissimi livelli (e quanto è costata cara la sua uscita in quei pochi minuti a Lione), stavolta vale la pena spendere una parola in più per Leo, reduce da qualche uscita incolore, e che ha risposto da campione e capitano, mangiando (e digerendo) in testa al belga! Ho letto dei "votini" per lui... beh ragazzi, qua stiamo forse perdendo il senso della realtà. Premesso che era Juve-Inter e non Juve-Spal, neutralizzare TOTALMENTE Lukaku giocando peraltro quasi sempre sull'anticipo e mettendoselo in tasca come una scatola di fiammiferi, senza sbagliare NIENTE, merita un 8! Punto! E lo dice uno che Bonucci lo ha criticato! Altrimenti quando lo diamo 8 ai difensori, quando segnano una doppietta? Cioè mai? Totalmente un altro giocatore rispetto al primo tempo di Lione, una gioia rivederlo così carico e voglioso, umile nel giocare come chiedeva l'allenatore, con coraggio, senza "scappare", esattamente come da un po' sta facendo il nostro gigante olandese, che prende mezzo voto in meno giusto per una lieve sbavatura, ma che il 7,5 se lo tiene tutto. Quando alla miglior coppia gol del campionato riesci sì e no a fargli toccare 10 palloni hai fatto una prestazione super! La Juve sin da subito ha fatto capire che avrebbe comandato la partita, e solo un grande Handanovic ci impediva per due volte di passare in vantaggio. In una delle due occasioni il salvataggio era su Matuidi, e qui si apre un altro capitolo bellissimo di questo Derby d'Italia: con Ramsey, Matuidi e Bentancur abbiamo rivisto un centrocampo "attivo", che ha lavorato da reparto! Ramsey da quando gioca mezzala (e da quando è salito di condizione) segna, fa assist, e fa soprattutto tanto, fondamentale, gioco associativo. Permette alla squadra di uscire, offrendo un altro scarico alla difesa oltre a quello sul regista, facilita il fraseggio rapido grazie alla sua capacità di stoppare benissimo la palla o giocarla di prima, e, finalmente, si inserisce! Entra in area, crea pericoli, non per niente il tabellino di gol e assist delle sue ultime uscite parla chiaro. Ed è fondamentale avere una mezzala con queste caratteristiche, ancor più di Bentancur, che lì gioca molto bene, ma che non garantisce lo stesso apporto di reti e occasioni create. Matuidi soffre purtroppo di un vezzo che ormai si è diffuso nel tifo juventino: quello di giudicare i giocatori solo per determinate caratteristiche. E' successo un po' con tutti. Lui appartiene alla categoria di quelli a cui si guardano solo i piedi. Già, perchè nel calcio conta solo avere piedi di fata, non contano anche altre qualità. Per questi tifosi uno come Gattuso non avrebbe mai giocato, si suppone! Innanzitutto con Blaise al posto dell'ultimo Rabiot (o diciamo in generale proprio di Rabiot, che ha dato segnali positivi solo tra dicembre e gennaio per poi ritornare in un alveo di mediocrità) guadagniamo un giocatore, che è già qualcosa. E poi Matuidi garantisce corsa, pressing, recuperi (tre cose fondamentali "da quella parte", quella in cui spesso giostra CR7), e poi... attenzione: attacca la profondità negli uno-due, ripeto: attacca la profondità! Lo dico da tempo, è quello che dopo Khedira (e fino alla rinascita di Ramsey) la attaccava meglio (pur senza le qualità realizzative di Sami). Più che centralmente lo fa spostandosi sulla fascia, fa sempre un movimento ad allargarsi, e viene quasi sempre snobbato (da Alex Sandro in primis, che invece ieri gli ha dato una gran palla coi giri perfetti) proprio perchè il primo pensiero va alla poca qualità che garantirebbe da quella posizione. Invece non è vero! O meglio, è vero, un attimo, non è che fa il funambolo, ma se riesce ad arrivare sulla corsa è capace di mettere sempre palle in mezzo molto interessanti. Per fare una cosa del genere non serve essere Djalma Santos, basta che arrivi bene con la corsa sul tuo piede e la butti in mezzo, e lui lo fa spesso, se gliene si dà l'opportunità. E quindi va cercato di più (ieri assist, col Brescia il tacco per Cuadrado...). Bentancur lo dico da ottobre che riesce a fare quello che purtroppo Pjanic non fa con continuità. Miralem ha una qualità eccelsa, e se tornasse in forma, ma davvero in forma, la squadra farebbe un ulteriore salto di qualità. Ma difronte a 4 prestazioni consecutive con picchi da 8 e tante da 5, mi tengo la costanza del 7 in pagella a fronte di minori "cadute". Rodrigo velocizza, verticalizza, filtra, e ti inventa quel lancio per Paulo (da ricordare che a Lione s'era inventato un'altra gran palla, nel secondo tempo, per Dybala, che aveva segnato in fuorigioco di pochissimo). Se non spegne anche lui la luce, come purtroppo talvolta gli capita (quel tacco a Verona ancora grida vendetta) è già adesso meglio da regista che da mezzala (dove comunque è una garanzia nelle prestazioni, meno, come detto, in gol e assist). Insomma... Sì, abbiamo finalmente rivisto un centrocampo: ora sono quelli rimasti fuori a doversi guadagnare il posto! Sinceramente ho trovato fastidiosissima la telecronaca di Compagnoni e Marchegiani. Riuscivano sempre ad incensare l'inter per qualsiasi cavolata e a svilire quanto facevamo noi. Ad un certo punto è stato proprio palese: Bonucci manda alto di testa ad un metro dalla porta, da solo. Definizione dei due: "questa è stata una potenziale occasione"! "Potenziale". Non un'occasione clamorosa, che bastava solo toccare di un cm più in basso ed era gol certo: "potenziale". Poi sarà Vecino nell'altra area a prenderla di testa all'altezza del dischetto del rigore, ma decentrato, lateralmente, in posizione scomoda, in mezzo ad altri giocatori, e mandandola ampiamente a lato. In pratica niente di che. Commento: "questa è un'occasione"! Vabbè... Ma non solo questo eh... Tutto ciò per dire che io non ho visto il primo tempo che hanno descritto loro. Non ho visto la Juve bene un quarto d'ora e poi "grande inter". Ho visto 20/25 minuti fatti benissimo da noi, e poi una seconda parte di primo tempo sostanzialmente equilibrata, nella quale loro erano usciti, ma senza creare granchè, durante la quale anche noi continuavamo a rispondere (senza creare grosse occasioni). Diverso è stato l'inizio di secondo tempo, quando loro sono partiti sicuramente (lì sì) meglio, prendendosi il pallino della gara in mano per 10/15 minuti. Ma sono bastate un paio di uscite fatte bene per cambiare il trend, e sulla seconda di queste trovavamo il gol con Ramsey, servito come detto da Matuidi, alla fine di un'azione che ricordava le triangolazioni a campo largo viste a Napoli, con Alex Sandro al posto di Ghoulam, Matuidi al posto di Hamsik, Ramsey (o chi per lui) al posto di uno Zielinski o chi per lui... il finalizzatore dipende da come "ci si trova" in area. Da segnalare il "saltino" di Ronaldo che permette a Ramsey di tirare in porta liberamente, trovando anche una leggera deviazione di de Vrij. Da quel momento in poi un monologo! Sembrava di assistere ad un torello, talmente li abbiamo rincoglioniti. Loro iniziavano a perdere la testa, anche se Barella si avvaleva dell'editto papale secondo il quale lui non debba mai subire un'ammonizione prima del quindicesimo fallo. Come detto, a Bonucci avrei dato la palma del migliore in campo, e probabilmente lo è stato per continuità... se poi non fosse entrato Dybala! E il Dybala di quest'anno è il calcio! Innanzitutto anche qui va apprezzata la scelta di Sarri, che sull'1-0 effettua una sostituzione che rende la squadra ancora più offensiva. L'aveva fatta anche all'andata per pochi minuti, ma ci eravamo squilibrati e lui tornò sui suoi passi. Stavolta non si squilibra nulla, e anzi la chiudiamo con un'azione da sturbo! Lancio millimetrico di Bentancur, bello, leggero, in cui lascia andare il piede e la palla procede pulita. Stop perfetto di Dybala che già con una giocata dribbla Young, poi si accentra, l'uno-due con Ramsey che gliela restituisce coi giri giusti, e poi un doppio dribbling stupendo, il secondo dei quali, nuovamente, su Young, che se lo sognerà a lungo, e tocco d'esterno in controtempo ad anticipare Handanovic: meraviglioso! Un gol da numero 10, di quelli che ci hanno fatto vedere i Del Piero, i Baggio... quelle cose lì insomma! 2-0 e partita chiusa! Gli ultimi minuti giocati con "attenzione" saranno solo l'ulteriore prova che si è giocato con la testa, dato che a differenza di altre occasioni si è sofferto zero, a parte su una dormita di De Sciglio. A nulla era servito anche l'ingresso di Eriksen. Sì, proprio lui, quello di "l'inter ha preso Erikseeen". Peccato solo che Ronaldo, autore di un'altra ottima prova, in cui ha dimostrato anche sacrificio, non abbia trovato il gol per la dodicesima gara consecutiva in A, perchè ci è andato vicinissimo! Vittoria fondamentale, anche se non sappiamo che fine farà questo campionato! Ma era fondamentale per mille motivi! Innanzitutto perchè contro di loro. Poi perchè quest'anno sono una rivale diretta. Poi perchè tornavano due ex che hanno fatto scelte professionali discutibili, sebbene ad uno dei due si possa imputare fino ad un certo punto, visto che i dirigenti difficilmente hanno un mercato al di fuori del proprio Paese, e gira e rigira le squadre italiane ad alto livello quelle sono. Oltretutto non ci ha abbandonato lui, quindi transeat. L'altro no. All'altro non la si perdona. Sempre riconoscenza per quanto fatto con noi, da giocatore e da allenatore, per i chilometri macinati su ogni campo d'Europa e per averci risollevati dal fango come allenatore. Ma se la fuga di allora, oltre a certe dichiarazioni, già potevano essere difficili da digerire, sebbene qualcuno magnanimamente gli poteva persino concedere un minimo appiglio... scegliere di andare da quelli lì no. Mai. E ti tieni le conseguenze! E il 4-1 complessivo su due partite! In pratica soffrimmo di più contro le Inter di Stramaccioni e Ranieri! Ah, bellissimo vedere Agnelli in campo che abbraccia e ringrazia Sarri. Perchè la Juve è questo: se c'è un momento di difficoltà non manda tutto all'aria, ci si unisce e si fa gruppo, facendo sentire la giusta fiducia a chi lavora! Deve "solo" capirlo anche qualche tifoso che troppo in fretta vorrebbe "tutti viah". Bellissimo inoltre vedere i ragazzi ringraziare idealmente i tifosi a fine partita, bellissimo ma triste, specie a fronte dell'evolversi delle ultime vicende che conosciamo e che ci riguardano tutti. Hanno dimostrato vicinanza e appartenenza, non era per niente dovuto, ed è stato fatto. Ed è un simbolo, il riassunto perfetto di ciò che ci apprestiamo a vivere: vicinanza nella distanza, unione d'intenti e voglia di non arrendersi, forza! Con la Juve prima!
  7. Szczesny 6,5 Cuadrado 7 Bonucci 8 De Ligt 7,5 Alex Sandro 6,5 Ramsey 7,5 Bentancur 7,5 Matuidi 7 Douglas Costa 6 Higuain 7 Ronaldo 7 Dybala 8 De Sciglio 5 Bernardeschi s.v All Sarri 8 Il Migliore Dybala
  8. Very very good @Al Galoppo Senza contare che AL MOMENTO (solo al momento eh) ad avere più possibilità di passare il turno di Coppa Italia è la Juve rispetto all'inter (sgraat), giusto per dire chi avrebbe più diritto di incazzarsi.
  9. Avendo capito l'errore commesso, #MarottaPropone di non falsare l'iter prestabilito, quindi accetta di giocarla con Padelli! #GiochiamolaConPadelli #PadelliSulCampo
  10. Milik (Napoli) Ilicic (Atalanta) Immobile (Lazio) Joao Pedro (Cagliari) Dzeko (Roma)
  11. Leevancleef

    Lione - Juventus 1-0, commenti post partita

    È un passaggio importantissimo, e d'impatto concordo con te, ma anche in quel caso bisognerebbe avere la forza di non mollare. Perchè anche se non sembra è ancora lunga, nel bene o nel male.
  12. Leevancleef

    Lione - Juventus 1-0, commenti post partita

    Nemmeno dei giocatori di Serie D avrebbero commesso gli errori visti nel 1°t! Una roba inaccettabile. Allucinante. A parte de Ligt e Ronaldo, almeno 3 cappelle a testa tutti gli altri. "Almeno", perchè c'è anche chi è andato in doppia cifra, PASCOLANDO letteralmente in mezzo al campo. La testa conta pure a freccette e nel curling, figuriamoci nel calcio! Nel 2°t i giocatori erano gli stessi, l'allenatore lo stesso, ma la testa un'altra. E se anche da subito non si sono viste le occasioni, quantomeno non si sono più viste le robe da SANGUE AGLI OCCHI del primo tempo, i passaggi a due metri sbilenchi anche quando non marcati, gli stop sbagliati, il non accorgersi di avere l'avversario vicino e addormentarsi, i passaggi sbagliati a campo aperto con 20 metri di angolo, addirittura i passaggi direttamente agli avversari!... Peccato che in Champions regalare un tempo con un atteggiamento LAVATIVO del genere possa essere fatale. Poi sì, prendiamo il gol proprio mentre eravamo in 10 (porca put!), non ci danno uno o due rigori, ma c'è poco da fare, ce la siamo cercata! È ora che in tanti si diano una svegliata, e bella grossa! Il Capitano in primis, che troppo palesemente si è fatto beccare a rimproverare Matuidi nel pre-partita (ha fatto bene se Blaise lo meritava, ma c'è modo e modo, non si deve “creare” nervosismo così apertamente, specie se poi tu sei il primo a toppare palloni da oratorio… Buffon o Chiellini avrebbero provveduto diversamente). Ho assistito ad Alex Sandro letteralmente mangiato nel 1°t, e autore di assist agli avversari da lasciare allibiti. Bonucci che non si accorge di avere l'uomo a 2 metri e a momenti cucinare una frittata che poteva costare il 2-0. Danilo e Cuadrado sbagliare, ad un certo punto, qualsiasi passaggio che non fosse rivolto a Cuadrado e a Danilo (perché se la passavano solo fra di loro). Pjanic lavorare bene da fantasma. Rabiot da vice-fantasma, e con un carattere che un giorno sarebbe bello scoprire, anche solo per curiosità. Bentancur che se ci si mette pure lui ad avere distrazioni allora tanto vale giocare senza reparto, visto che era l'unico che spesso si salvava (e si salverà nella ripresa al posto di Pjanic, dando una palla fantastica a Paulo che segnerà in fuorigioco di pochi centimetri). Ma persino lo stesso Dybala (a fronte di un buon 2°t, chiariamo) sbagliare e perdere una quantità infinita di palloni. Il gol purtroppo ce l'ha sulla coscienza Bentancur. Due secondi prima si era sentito Adani dire che Danilo e Bonucci chiedevano che De Ligt rientrasse in campo, segno che non erano messi bene (il brasiliano era scivolato a fare il centrale). Ecco, uno che con la TESTA è presente sul momento della partita, pensa che non deve sbagliare intervento, deve tenere lì l'avversario, non deve forzare l'attacco alla palla, perchè siamo in 10. Invece Rodrigo non solo forza l'intervento, ma lo toppa clamorosamente, si fa superare senza nemmeno commettere fallo, e a quel punto mentre Pjanic è nella terra di nessuno Rabiot segue l'uomo sbagliato e Alex Sandro forse rimane un filo troppo attendista invece di aggredire il pallone. Ma il frittatone vero lo ha fatto Bentancur. Ripeto: solo Ronaldo e De Ligt a salvarsi nel 1°t. Quest'ultimo commovente nel secondo quando andava ad anticipare persino a 70 metri dalla porta mentre Bonucci correva indietro pure a 35. Commovente quando le prendeva tutte di testa (che non era nemmeno il suo fondamentale preferito, ma è migliorato), mentre Bonucci si faceva saltare puntualmente addosso. Nella ripresa, come detto, almeno si è visto da subito l'atteggiamento giusto, il che dimostra che il problema non è strettamente tattico, se non nella misura in cui alcuni giocatori non sarebbero dovuti essere della partita. Ho storto il naso quando ho letto di Pjanic e Rabiot, soprattutto dopo la buona prova del centrocampo di Ferrara, perchè... passi il primo, ma uno come Matuidi, troppo spesso sottovalutato, è in grado quantomeno di farti quella corsa in più, di portarti quel pressing, di effettuare dei contrasti, o la rincorsa dell'avversario... che possono apparire cose secondarie per chi giudica un giocatore solo dai piedi (e che quindi non avrebbe mai dato due lire a Gattuso nella sua carriera), ma che non lo sono affatto. Detto ciò, cavolo... persino una squadra di B è in grado di tirare fuori un minimo di carattere o di attenzione contro una grande, e non commettere leggerezze, se vuole. Figuriamoci se non possiamo farlo noi! Quindi qualunque formazione schierata nel primo tempo contro il Lione (non contro il Liverpool) non ha giustificazioni per le leggerezze assurde commesse dai singoli. Peccato che con l'ingresso di Ramsey (che sto vedendo bene ultimamente) e di Higuain (meno quello di un sempre impalpabile Bernardeschi) la squadra abbia prodotto di più (non è nemmeno giusto soffermarsi troppo sugli "0 tiri in porta"... i tiri sono stati 14, poi ok, 0 nello specchio, ma ci sono tiri che vanno fuori, o che addirittura attraversano solo l'area, infinitamente più pericolosi di una mozzarella da 20 metri che però risulta "nello specchio"). E per tutta onestà (perchè poi la critica è giusta, il masochismo no) il pareggio sarebbe stato il risultato più corretto alla fine. Ma è quell'approccio che fa cascare le braccia. E in un certo senso preoccupare per le partite a venire. Le anime pie che fanno il sacrificio di leggermi sapranno che sostengo da tempo alcuni concetti ricorrenti: 1) Il fatto che un limite di questa squadra, quest'anno, potesse essere quello "mentale" (e di conseguenza gli "approcci" alle partite). Il che non significa la "personalità" (anche se un paio di elementi sembra davvero che ne siano sprovvisti), ma proprio un essersi adagiati da tempo, già dall'anno scorso se non da prima, su un atteggiamento troppo "leggero", frutto forse dell'aver vinto tanto, e che porta a sottovalutare spesso partite o avversari. Il che è un male, specie se l'allenatore non ha nella carica agonistica uno dei suoi tratti distintivi. Ma è un trend che, ripeto, ci portiamo dai tempi di Allegri. 2) Il fatto che Pjanic (e lo dico davvero da tempo infinito) oltre alle leggerezze (leggasi regali agli avversari in zone hot) e alla discontinuità che abbiamo visto in questi anni, non abbia capito i movimenti e il ritmo che deve avere un regista basso "sarriano" (li ha capiti Bentancur!). Il fatto è che basterebbero anche i movimenti e il ritmo di un regista normale, qualsiasi, ma ormai siamo abituati da sin troppo tempo a vedere tre o quattro partite da 8 di Miralem (soprattutto tra settembre e ottobre) alternate ad una vera e propria sfilza di partite da 5, mentre a noi servirebbe un regista che garantisse il 6,5/7 costantemente, e magari che toppi solo di rado qualche partita. Il miglior Pjanic rimane ancora quello che abbiamo visto col 4231 in coppia con Khedira. 3) Rabiot: giocatore che non mi aveva mai convinto pienamente al PSG, ma che ho atteso come faccio con tutti, senza preconcetti, sperando sempre di sbagliarmi. E di cui ho sottolineato i miglioramenti tra dicembre e gennaio, che però ora rischiano di rimanere il suo picco stagionale, data la "nuova" totale inconsistenza del ragazzo. 4) Il non attaccare le fasce in maniera aggressiva, per mettere cross, o passaggi in mezzo, dalla linea di fondo o giù di lì, e non (quasi sempre) dalla trequarti. 5) Il fatto di essere prigionieri di un problema tattico che è la croce e la delizia di questa stagione (lo era già la scorsa): la coesistenza tra Dybala e Ronaldo. Che sarebbe una delizia e basta se il centrocampo rendesse al massimo, ma che purtroppo, vista la resa, spesso mette in luce alcune pecche, come il fatto che si riempia poco l'area in primis. Il fatto è che sono i due giocatori migliori, quelli a cui è impossibile rinunciare. Ma è pur vero che Dybala ha sempre reso tanto giocando "centralmente" (quindi col 352, il 4231, il 4312), poco schierato da esterno di un 433. E quindi da qui l'altalena di moduli. Se devono giocare entrambi devi usare o il trequartista o schierare Dybala da falso 9 , ma in entrambi i casi sono due giocatori che svariano, e l'area rimane poco riempita. Il 4231 (che mi piacerebbe vedere, a questo punto) non è stato provato. L'alternativa è il tridente pesante, tutti dentro con Dybala trequartista (in realtà a ruotare con gli altri due), ma anche quello abbiamo visto come sia poco sostenuto dalla squadra in determinate condizioni (o forse lo abbiamo giudicato troppo in fretta? O dipende anche quello dall'approccio di alcuni giocatori che non garantiscono le giuste distanze). Fatto sta che Allegri quando cambiò modulo tornando al 433 dal 4231 mise a poco a poco fuori Dybala, che infatti era “sparito”. Ora è ritornato alla grande, ma la questione “tattica” da risolvere rimane. Probabilmente il terzetto con Cuadrado, ma con Matuidi e Ramsey da mezzali (non certo Rabiot), potrebbe essere riprovato. Potrei andare oltre ma mi fermo. Ebbene, sono tutte cose che continuiamo a portarci dietro. Sarri avrà le sue colpe (per quanto mi riguarda le ha sulle scelte di formazione, come detto, sebbene quelle topiche dei singoli nel 1°t non siano ammissibili con nessuna scelta di formazione), ma se la squadra poi a tratti dimostra di fare almeno parte delle cose che le vengono chieste (linea alta, pressing, riconquista palla, ecc), allora significa molti non riescono a focalizzarsi per tutti e 90 i minuti. Solo che mentre con Allegri, quando capitava, ti rifugiavi dietro e facevi la figura di chi mette il pullman davanti alla porta pure in 11vs10 (vedi Napoli-Juve lo scorso anno solo per dirne una, o altre partite giocate eccessivamente sulla difensiva, con Ronaldo che sbuffava), con Sarri sei più esposto, e puoi permetterti ancora meno dei passaggi a vuoto mentali, perchè il modo di difendersi, di stare in campo, di giocare, è diverso. Poi certo, se un rigore c'è me lo devi dare comunque, perchè al Real gli sono cambiate le Champions in questi anni grazie a rigori presi in partite giocate malissimo. Quindi me lo dai, possibilmente lo segno, e casomai l'analisi la faccio dopo, sull'1-1. Ma questo è un altro discorso. Il discorso che invece deve essere bello chiaro in testa a tutti è che bisogna darsi una svegliata, e subito. Le partite si giocano e si vincono prima con la testa, come in qualsiasi sport su questo pianeta. E si deve correre, si deve sudare, lottare su ogni pallone, combattere. Poi viene la tattica e tutto il resto. E sarebbe bene che se lo mettessero in testa, visto che per la partita di ritorno allo Stadium c’è tempo e modo di ribaltarla, ma ora c'è "LA" gara di campionato. Proprio per questo è giusto continuare a stare vicini alla squadra, perchè contro quelli lì dobbiamo essere uniti. Noi ci siamo. Ma voi, ci siete, o deciderete di esserci solo quando vorrete voi? La giocherete a tutta, o con leggerezza? Entrerete in campo per vincere sin dal 1° minuto, o aspetterete che qualcuno vi passi la sveglia negli spogliatoi?
  13. Szczesny s.v. Danilo 5 Bonucci 4,5 De Ligt 7 Alex Sandro 4,5 Bentancur 5 Pjanic 4 Rabiot 3 Cuadrado 5 Dybala 6 Ronaldo 6,5 Ramsey 6 Higuain 5,5 Bernardeschi 5 All Sarri 4,5 Il Migliore De Ligt
  14. Leevancleef

    SPAL - Juventus 1-2, commenti post partita

    Non ti devo fare cambiare idea, io sono mesi che dico che il limite di questa squadra (questa, non tutte le Juventus della storia) possa essere la testa, ma per un discorso di pancia piena dopo anni e anni di vittorie (tanto che si vedeva già lo scorso anno), altrimenti non avremmo in squadra campioni del mondo o gente che ha giocato finali, e che quindi sulla mentalità può impartire lezioni. Io ho risposto ai raffronti senza corrispondenza e costrutto, perché i paragoni che sono stati citati si smentiscono da soli, non dovrei servire nemmeno io. Sennò da domani diciamo che dovremmo prendere esempio dal PSG o che abbiamo perso le finali perché Cabrini, Scirea e Platini erano giocatori senza la personalità per battere l'Amburgo, e allora diamo il via alla sagra del "vale tutto". Invece non vale tutto. Perchè Aguero per ora le finali le viste in tv, perché il Barcellona è la squadra che negli ultimi anni è stata capace di uscire dalla Champions in modo ridicolo e perché le Juventus del passato che hanno perso finali erano cmq piene di giocatori di personalità. Eccetera (e nell'eccetera ci sono tutte quegli altri elementi contingenti che nel calcio meriterebbero un'analisi specifica).
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.