Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

mercimichel

Amministratori
  • Content count

    2,928
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    32

mercimichel last won the day on January 23 2018

mercimichel had the most liked content!

Community Reputation

8,052 Guru

About mercimichel

  • Rank
    Tuchino del Borghetto

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno
  • Provenienza
    Eporedia
  • Interessi
    -art for art's sake
    -non è bello ciò che è bello, ma che bello che bello che bello!!!

Recent Profile Visitors

50,003 profile views
  1. Vedere due partite assieme non è mai una buona cosa ma stasera ambedue avevano i loro spunti di interesse. E lo sono state, interessanti. Magari non spettacolari ma già solo il fatto che le due dominatrici incontrastate dei rispettivi campionati abbiano preso la sveglia non può che essere fonte di discussione. Penso che siano ancora favorite per passare il turno, soprattutto il Liverpool, ma non sarà facile. Liverpool che è stato deludente e spuntato ben oltre i meriti di un Atletico nella sua versione più tipica. Ora io non voglio dire che si debba prendere questa partita come cartina tornasole del reale livello della Premier, ma vedere una squadra che in patria ne ha vinte 25 su 26 segnando valanghe di gol, non riuscire mai a centrare lo specchio, lascia un po' perplessi. Ma meglio non farsi troppe illusioni, magari al ritorno gliene fanno 4 e tornano ad essere i favoriti per la vittoria finale. Più a rischio vedo il Psg, sia perché il Dortmund può vincere contro chiunque (ma anche perdere contro chiunque, se le vaccate difensive superano i gol fatti) e sia perché continuano ad essere una collezione di figurine più che una squadra. E in questo caso direi che il risultato, come cartina tornasole della Ligue1, funziona. Ora come ora, se dovessi scegliere tra Sancho/Haaland e Neymar/Mbappè... non so mica. Al solito strabiliante la prestazione della gloria nazionale Verratti, vederlo avanzare a testa alta, leggere i movimenti degli attaccanti e con un tempismo perfetto, servire regolarmente il compagno più vicino con un passaggio di 2 metri, è una cosa che riconcilia col calciobalilla. Mai capirò cosa ci vede la gente in questo buon centrocampista e nulla più, né perché venga rimpianto da tanti amici juventini. Tra l'altro l'unico modo che conosce di entrare nel tabellino è quello di beccarsi cartellini gialli.
  2. mercimichel

    Juventus - Brescia 2-0, commenti post partita

    Partita che era oggettivamente impossibile non vincere ma che siamo comunque riusciti a rendere snervante fino a un quarto d'ora dalla fine. Mi auguro che dia morale ma non venga presa come la gara della svolta perché a livello di prestazione non è stata molto meglio di Verona. Nel primo tempo forse si è toccato il punto più basso di un sistema di gioco deprimente per come è incapace di creare pericoli offensivi. Perlomeno nella ripresa, pur nella totale assenza di una manovra organizzata, i ragazzi hanno tirato fuori quel minimo di grinta che serviva per mettere sotto un avversario che, per come stava combinato oggi, avrebbe faticato pure in serie B.
  3. Buffon 7 meno male che lui c'è De Sciglio 5 non gioca male ma si distrae nell'episodio cruciale Bonucci 6 barcolla ma non crolla De Ligt 6 idem Alex Sandro 5 modalità scazzo on, non è più una novità Ramsey 5 il giocatore è forte ma se già i vecchi non ci capiscono niente, figurarsi lui che è arrivato quest'anno Pjanic 5 non so cosa sta facendo e probabilmente non lo sa neanche lui, almeno recupera qualche pallone Matuidi 5 se non altro è l'unico centrocampista che prova timidamente a entrare in area Cuadrado 5,5 ci prova, ma non è in un gran periodo, nel finale poi sbarella del tutto Dybala 6 i casi sono due: o gli è stato detto di arretrare quasi fino alla difesa, o l'ha deciso lui. Propendo per la prima, in ogni caso quel discreto numero di belle giocate che ha fatto sono state totalmente inutili Ronaldo 7 c'era una volta il CR7 che tirava 10 volte a partita, ora è grasso che cola se riesce a toccare 10 palloni, per fortuna è talmente forte che gli bastano per risultare decisivo. Che immane spreco Bentancur 6 Higuain 5 Rabiot 5 All Sarri 4 la crisi sta assumendo i connotati dell'irreversibilità, ormai è inutile cercare di salvare altro oltre il risultato ed è sempre più difficile guardare al futuro con ottimismo.
  4. Non mi sono ancora ripreso dal fattaccio di morgan e bugo, un'altra polemica di questo spessore non la riesco a tollerare. Comunque pensare che un'azienda o qualunque ente non se la prendano a male se vengono usati come esempio negativo, in modo così gratuito poi, è un po' ingenuo. Proprio perché la Juve non è una squadra di tamburello e ogni sospiro viene riportato da qualunque organo di stampa e condiviso da migliaia di persone, bisognerebbe sempre collegare la bocca al cervello, e non lasciarsi andare come se si fosse con gli amici al bar. Vale anche per il turpiloquio e altri atteggiamenti che molti trovano genuini e sanguigni, io no.
  5. Non che cambi molto per Douglas Costa, anzi niente, ma Robben era peggio. Arrivò al Bayern con già una storia di infortuni muscolari piuttosto ricca e dalla seconda stagione in poi (peggio dell'ultima di Costa) ne fece solo una più o meno completa, in tutte le altre ci sono regolarmente da 3 a più infortuni muscolari, spesso anche lunghi. E questo nonostante, proprio come Costa, venisse sovente impiegato solo per spezzoni di partita e preservato per quelle più importanti. Purtroppo è molto difficile gestire i giocatori muscolarmente fragili (i precedenti in realtà sono tantissimi, anche nella nostra rosa attuale), al massimo puoi fargli saltare una o due gare se quella dopo è il partitone che decide la stagione, ma non è che puoi tenerli in naftalina per mesi in attesa del grande giorno. Primo perché il ritmo partita in allenamento non si trova, e secondo perché si possono fare male anche in allenamento e quindi tanto vale metterli in campo. Tutto sta a vedere se il gioco vale la candela, cioè se vale la pena occupare un posto in rosa e dare un alto ingaggio a un giocatore che ti fa al massimo 30 partite su 50. Ora se ne parla dopo l'infortunio e quindi è tutto un florilegio di "vendiamolo e pussa via rottame", ma basterebbe una partita delle sue (o un gol come quello a Mosca) per leggere giudizi diversi.
  6. E' ancora andata bene, sempre che i tempi di recupero vengano rispettati. Che dire... è un giocatore fantastico, la Juve con lui in campo è una cosa, senza un'altra, quindi non resta che sperare che possa essere disponibile nelle partite cruciali. In fondo è quello che ha fatto il Bayern con Robben per un decennio. C'è l'anno in cui maledici di avere in rosa uno che salta sempre metà stagione, e quello in cui ti fa toccare il cielo con un dito.
  7. Szczesny 5 sta perdendo anche lui sicurezza Cuadrado 5 deve cantare e portare svariate croci De Ligt 6 anche in questi frangenti si vede che il giocatore c'è Bonucci 5,5 sfigato/imprudente, come capitato tante volte al compagno di reparto A.Sandro 5 canta meno di Cuadrado ma le croci sono le medesime Bentancur 4 troppo presto gli son state date le stimmate del campione, per me deve ancora mangiare un panificio intero Pjanic 4 non ha più la più pallida idea di cosa deve fare Rabiot 4 non vale la limatura dell'unghia del piede debole di Khedira D.Costa 6 partita di sfortuna cosmica, anche se ormai parlare di sfortuna per i suoi infortuni... Higuain 4 Ronaldo 8 scusa Cris Dybala 5 entra per spaccare il mondo, ma più che altro sembra mirare ai fari del Bentegodi. Bell'assist Ramsey 4 a suo agio come un vegetariano alla festa del bue grasso di Carrù De Sciglio s.v. Sarri ma per carità
  8. mercimichel

    Verona - Juventus 2-1, commenti post partita

    Mi sono dovuto guardare due film di Kenshiro di fila (La leggenda del vero salvatore e La leggenda di Hokuto) per calmarmi, ma non è servito. Mi girano ancora come le pale di un elicottero. Fosse solo una serata storta ci si potrebbe passare sopra ma da inizio stagione il numero di partite convincenti è ridicolo mentre quelle vinte sculando o soffrendo come cani fino all'ultimo secondo sono la stragrande maggioranza (dobbiamo accendere un cero a qualche divinità se siamo primi nonostante i pochi gol segnati e i tantissimi presi) ma ora stanno cominciando ad arrivare anche le sconfitte e visto che finora l'unica cosa positiva erano i risultati, siamo sull'orlo di un precipizio. E non basta neanche avere il numero uno al mondo in forma smagliante per evitare di prenderle da un Verona alla terza partita in 6 giorni. Ci stiamo esponendo a una figura di palta di dimensioni galattiche e il maggior colpevole è, a mio modestissimo parere, uno solo. Uno che la Continassa avrebbe dovuto vederla solo in cartolina, preso perché i risultati non erano più abbastanza ma ci voleva il bel giuoco. Posso tranquillamente dire che, rapportato al valore e alla forza del materiale a disposizione, questa è una delle Juve messe in campo peggio che abbia mai visto, una sola forse può starle alla pari. Fosse per me lo spedirei da dove è venuto ma per fortuna io non conto una ceppa e c'è gente ben più competente pagata per prendere queste decisioni.
  9. mercimichel

    Volere "tutto e subito"

    Sarà che sono nato in uno dei periodi più splendenti della Juve e che fin da piccolo sono stato abituato a sventolare la mia bandierina bianconera a fine stagione, ma non ricordo un solo anno in cui non volessi tutto e subito (per ovvi motivi escludo dal discorso il primo periodo post-calciopoli). Questi 8 anni di vittorie non hanno influito minimamente sul mio approccio che non nego essere infantile, ma è imparziale e costante a prescindere dall'allenatore e dalla dirigenza. Poi ci sono state volte in cui la realtà ha presentato il conto in modo doloroso (l'anno di Rush, quello di Maifredi, i due di Ancelotti) e altre invece in cui un certo sentore che non fosse l'annata buona già covava nel subconscio, ma la speranza/pretesa di vincere un trofeo pesante l'ho sempre avuta ogni anno. E più che mai ce l'ho in questa stagione. Se alla fine arrivasse un'annata di magra il tonfo sarebbe tremendo, tra i peggiori e meno giustificabili della nostra storia. Questo per dire che la pazienza per me sta a zero già dal primo giorno di ritiro. "Anno di transizione" è una locuzione priva di significato per uno juventino, così come per un tifoso del Real, del Barca, del Bayern o di qualunque altra grande d'Europa. Giusto per le società cadute in disgrazia, penso al Milan, può aver senso, ma se hai in squadra CR7 (e gli altri non hanno Messi) non ci sono santi: devi vincere il campionato. E devi pure giocartela in Champions. E non so quante volte ho visto citati il primo anno di Guardiola al City e quello di Klopp al Liverpool, quasi per mettere le mani avanti in caso di fallimento. Ma allora perché non il primo anno di Zidane al Real, o i primi 3 mesi di Di Matteo al Chelsea? Ogni situazione è diversa, fa storia a sé e questa Juve non può permettersi un passo falso in questo campionato. La stagione 2019/20 è la stagione 2019/20, che si arrivi da 8 scudetti di fila non deve contare niente se non per chi si prepara ad elencare gli alibi di una catastrofe. Ma poi l'avete visto il Liverpool del primo anno di Klopp? Se di quella rosa ne sono rimasti 3 o 4 in quella che ha vinto la Champions e sta dominando la Premier è grasso che cola, nulla a che vedere con l'attuale Juve che è una squadra costruita per vincere, subito. Quanto a Guardiola, il suo primo anno al City fu un'emerita schifezza, un fallimento totale e se non fu cacciato è solo perché il predecessore non aveva fatto granché meglio. Ma soprattutto perché Guardiola è Guardiola. Giovane com'era e con 8 sole stagioni da allenatore alle spalle aveva già uno dei curriculum più ricchi della storia, a uno così è naturale concedere una seconda chance. Io penso che finora la Juve si stia mantenendo in linea di galleggiamento, né più e né meno. Certo è una linea molto alta (all'inter l'acqua arriva alle spalle e alla Lazio neanche alle ginocchia, nonostante ci stiano dietro) ma per nostra fortuna lo standard e le aspettative bianconere sono assai elevati. La storia di questa stagione però è ancora in gran parte da scrivere e mancano i capitoli cruciali. Alla fine tireremo le somme, ognuno coi propri criteri.
  10. Szczesny 7 Cuadrado 6+ De Ligt 7+ Bonucci 7 Alex Sandro 6- Bentancur 6+ Pjanic 6 Rabiot 6+ Douglas Costa 6,5 Higuain 5,5 Ronaldo 7 Dybala 6+ Bernardeschi s.v Matuidi s.v All Sarri 6
  11. mercimichel

    [Highlights] Juventus - Fiorentina: 3 - 0 (2019/2020)

    Nettissima la simulazione di Ronaldo, sul secondo rigore finge il salto e la gente fa siuuu. Ci stava il giallo.
  12. mercimichel

    Juventus - Fiorentina 3-0, commenti post partita

    Partita non entusiasmante ma dopo lo scempio di Napoli tutto sembra oro. Loro erano senza due elementi fondamentali in difesa, oltre a Ribery e Castrovilli, era lecito aspettarsi qualcosa di più e invece bisogna ringraziare San Szczesny e l'ingenuità di Pezzella. Poi probabilmente nella ripresa l'avremmo portata a casa anche senza il secondo controverso rigore ma la sensazione è sempre la stessa: attacco sottoutilizzato e vulnerabilità difensiva, e questo nonostante i difensori, presi uno per uno, giochino bene.
  13. Il secondo rigore non l'avrei dato ma non rientra di certo tra gli episodi più eclatanti di questa stagione, la sbracciata c'era eccome (così come un incrocio di gambe), che poi quello sia un tipo d'intervento che solitamente in area si lascia correre (a centrocampo ad esempio non avrebbe fatto per nulla scalpore) è un altro discorso ma non si tratta di un fallo inventato di sana pianta, o di una simulazione, come potrebbe far intendere il delirio di questo tristo figuro. Merita un lungo deferimento anche se un po' mi spiacerebbe perdere queste performance degne dei Fratelli De Rege
  14. mercimichel

    È morto Kobe Bryant

    Dopo qualche giorno comincio a realizzare cosa è successo ma ancora non mi pare vero. Probabilmente è l'unico sportivo, o uno dei pochissimi, che è riuscito ad appassionarmi quanto la Juve. Ricordo le innumerevoli alzatacce alla 4 del mattino per vedere Lui, trascinare una squadra di mezze cartucce ai PO. Lo ricordo segnare 35 punti di media in un periodo in cui le partite finivano 90-80 e non 130-120 come adesso. Poi arrivò Gasol, tornò Fish e i Lakers riconquistarono l'anello, ma il Kobe a cui sono più legato è quello degli anni bui, tra i due cicli vincenti. Ma ricordo anche la tensione che mi impedì di seguire in diretta l'ultimo quarto della finale coi Celtics, non ce la feci proprio a reggere e il giorno dopo finii per spillare la notizia sul telefono, come si fa con le carte a poker, e la sua foto col trofeo mi provocò uno stato di beatitudine i cui effetti durano ancora.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.