Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Rhyme

Moderatori
  • Content count

    4,049
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    6

Rhyme last won the day on July 24 2018

Rhyme had the most liked content!

Community Reputation

14,497 Guru

About Rhyme

  • Rank
    Sangue Bianconero
  • Birthday 10/17/1992

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno

Recent Profile Visitors

32,626 profile views
  1. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Ero convinto di avertelo scritto Sono rimbecillito, volevo proprio chiederti se l'avevi trovato su sky Comunque l'ho trovato ora e messo a scaricare
  2. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Ma questo non va mica a "scontrarsi" con quanto detto da me... Intendevo dire che appunto ci sono elementi narrativi, alcune battute, l'atmosfera di alcune scene che vanno innegabilmente ad intrecciarsi con sfumature da commedia. Come viene usato è ovviamente evidente, è il senso del film ed è una cosa a parte. Io semplicemente non ho gradito com'è stato sviluppato questo aspetto e questa atmosfera. Tutto qui. In quel caso, per mio gusto ovviamente, o fai una commedia pura a tinte horror o altrimenti fai un thriller/horror più definito. Invece in Get Out ho visto un eccessivo intreccio tra le due sfumature con il risultato che da un lato non ho mai provato un senso di tensione, di minaccia, di angoscia ma non sono riuscito nemmeno a "vederlo" come commedia perché c'era costantemente il tentativo invece di conferire seriamente un senso più orrorifico e thrilling. Ai miei occhi quindi si è creato una sorta di tentativo di mantenere un piede in due staffe, uno "scontro" che non ho particolarmente apprezzato e che a volte, per mio gusto, ha rischiato di cadere nel trash. E' una sensazione mia, è quello che ho provato io...del tutto personale, chiaramente. Ricordo che tra tutti se ne parlò già bene due anni fa, infatti non volevo risoffermarmici più di tanto Semplicemente, in sintesi, non mi è piaciuto...ma dopo aver apprezzato molto Noi sarei comunque interessato a rivederlo per vedere come lo giudicherei adesso.
  3. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Eh, no...è di Netflix, purtroppo. E' uscito direttamente lì nel 2016 e in home video per ora nulla.
  4. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    E' piaciuto a moltissimi, sono io che sono in minoranza Non mi è dispiaciuto nemmeno Hell or high water, sempre della "trilogia" di Sheridan
  5. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Non bisogna pensare ai generi come compartimenti stagni, come blocchi definiti. Vale in qualsiasi caso. Non ho detto che Get Out sia una commedia, ma che al suo interno contenga varie (tante) sfumature di strutture narrative...tra cui anche quella. Così come c'è anche in Noi, ma è un aspetto proprio di Peele...lui viene da quel mondo, ha iniziato come membro di un duo comico, nei varietà e con sketch. Fa proprio parte del suo stile. Sono elementi che poi vengono contaminati con altri (formando anche satira e senso del grottesco) e con altri generi come appunto thriller e horror.
  6. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Get Out non mi convinse perché secondo me la questione razziale è posta in modo troppo retorico. Inoltre non mi è piaciuto quel mix tra commedia e thriller/horror...non mi è risultato soddisfacente ne da un lato ne dall'altro. In diversi punti l'ho visto al limite del trash, trash raggiunto pienamente nel finale che trovai tremendo. Ma dopo "Noi" onestamente sarei curioso di rivederlo.
  7. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Del film di Polanski mi sembra di aver letto in qualche suo video, Miss Peregrine me l'ero perso Non posso dire che siano i film più brutti degli ultimi anni perché comunque ce ne sono migliaia che non ho visto e tantissimi che partono con potenzialità e capacità minori e anche perché alla fine anche io ne ho visti di peggiori (forse)...però penso si possa dire che siano tra le delusioni più grandi dell'ultimo periodo per quanto riguarda ottimi autori. Si può aggiungere To Rome with love di Woody e poco altro. Comunque, come ho detto anche in un altro messaggio, credo fortemente che siano pochissimi gli autori che riescano a rimanere ad alti livelli nella seconda parte di carriera o nella parte finale, quindi non è che mi aspetti niente di eclatante. Di Polanski mi incuriosisce il prossimo film che ha in lavorazione, che è sul caso Dreyfus...più che altro per questo evento storico che è poco conosciuto e che non credo sia mai stato ripreso in film particolarmente noti. P.S. A proposito di Sherlock Holmes, dovrebbe esserci anche una parodia con Gene Wilder e Marty Feldman, diretto dallo stesso Wilder. Dovrebbe essere comunque un film minore e non particolarmente degno di nota, ma rivedere quei due in una storia del genere mi incuriosirebbe molto Pensa che per me invece è tra i migliori film dello scorso anno
  8. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Finalmente sono un po' più libero. Parlando di Billy Wilder mi avete fatto venir voglia, quindi magari in questi giorni mi guardo alcuni suoi film che ho da parte Comunque, come dicevo l'altro giorno, ho visto Noi di Jordan Peele...tra l'altro il titolo originale, come quasi sempre, è decisamente migliore anche per il doppio senso (US, United States). In partenza ero un po' scettico perché il suo precedente film non mi è piaciuto, ma ero anche molto curioso per la tematica. E mi è piaciuto veramente tanto. Dopo i primi 40 minuti ero esaltato; c'è una bellissima, per me, organizzazione e costruzione di suspense, un'ottima introduzione di vicenda e personaggi. Già la prima scena l'ho trovata di grandissimo livello tecnico, così come poi l'ingresso di "loro" nella casa...in quel momento avevo quasi le lacrime per la tensione, per l'angoscia, per la rivelazione, per il piacere. La parte successiva era quella più rischiosa perché sono state prese delle strade narrative comunque molto complesse e particolari, scivolare e cadere nel trash è facilissimo. E a questo punto nella parte centrale riemerge il lato ironico di Peele che va a formare un mix tra commedia e thriller/horror alla stregua di Get Out, uno degli elementi che mi aveva convinto meno di quel film. In questo caso questo aspetto però l'ho trovato meglio integrato, anche per la gran forza costruita in questo caso nella prima parte, dai personaggi e dalla vicenda. Anche questa parte, in modo diverso, è caratterizzata ma il film per me stava procedendo verso una "normalizzazione". Fino poi agli ultimi 30 minuti circa che tornano ad essere per me ancor più grandiosi; ed è nel finale che viene dato il senso del film. La costruzione visiva e di suspense torna ad essere di livello altissimo soprattutto nel prefinale, con la scena del ballo che per me è praticamente perfetta per regia, montaggio e aspetto emotivo. La storia, di cui comunque non dico niente, la trovo molto affascinante...chiaramente con narrazioni del genere non si deve cercare il capello perché trovano la loro forza anche proprio nello squilibrio. Ma è scritto in maniera complessa ed intelligentissima. Le letture principali possono essere due, quella più psicologica con il tema del doppelgänger e quella politica che è quella che per me emerge con più forza. Una visione dell'occidente, degli Stati Uniti in particolare ed i dettagli e riferimenti sono veramente tanti. In chiave più globale o più locale con il tema della lotta di classe. Ma le sensazioni, le letture e le interpretazioni possono essere tantissime. La fotografia è bellissima e probabilmente anche funzionale al senso, la regia nei momenti cruciali per me è di gran livello...e Lupita Nyong'o l'ho trovata strepitosa, a dir poco. Quando sono uscito dal cinema ero turbato, scioccato, travolto da questo film...tanto che appunto sono tornato a vederlo. Dopo La favorita, anche Noi (anche se chiaramente sono film diversissimi) mi ha dato fortissime sensazioni che mi hanno spinto a rivedere il film (e in entrambi i film ci sono i conigli, dev'esserci qualcosa sotto ). Sono questi i film "horror" di cui si sente il bisogno, i soliti film basati su jumpscare hanno rotto ampiamente le palle...si è arrivati quasi all'estinzione del genere. In Noi si può anche pensare agli zombie romeriani, all'horror politico di Carpenter, alla divisione fisica e sociale di Metropolis...ma anche molto altro, è un film che trasuda cinema.
  9. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Su questi aspetti sono d'accordo...divertente, diverso da altri e da consigli utili. Se pensassimo quindi ad un semplice personaggio di internet, funziona. Anzi, proprio come dicevo questo tipo di personaggi burberi, schietti e dialettali vanno molto, lo potrei vedere anche come personaggio in TV. In più comunque ha una grandissima conoscenza e buon gusto (anche se troppo schietto...tra capolavori e merde esistono 10 milioni di sfumature). Quindi concordo con te...infatti lo seguo anche io. So che lui non si sente un critico, ma per il seguito che ha, per gli eventi a cui partecipa e anche proprio per gli argomenti di cui parla ormai rientra in quel mondo...volente o nolente. E a quel punto per me funziona molto poco. Perché il cinema è arte e chi rientra in quel mondo deve riferirsi ad esso in maniera adeguata e consapevole. Non si può parlare di cinema come si parla di pesce al mercato o di calcio in un bar. Inoltre quell'atteggiamento "aggressivo" che lui ha non fa altro che aumentare sempre più il clima di divisioni, di lotte, di provocazioni di cui è pieno il web e la società in generale. Può andar bene per il calcio che ormai ha lo stesso ambiente civile che c'era nelle arene dei romani mentre i gladiatori si scannavano...persino la politica è pure peggio. Ma il cinema dovrebbe rimanerne fuori. Soprattutto il tipo di cinema di cui parla lui. Quindi in sostanza sono d'accordo con una prima visione e lo seguo anche io perché comunque mi diverte, sono toscano come lui, perché ha molta conoscenza e possono uscire buoni consigli. Come personaggio web va bene...ma per qualcosa di diverso non ha l'atteggiamento giusto ne la capacità linguistica e dialettica.
  10. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Collection, tra i registi c'è direttamente Billy Wilder
  11. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Ma infatti ogni tanto, un po', lo ascolto anche io perché un po' può essere divertente e fa passare il tempo. E poi appunto ogni tanto può venir fuori un consiglio interessante. In questo può chiaramente andar bene...così come ci sarà sicuramente anche altra gente a caso che fa video del genere e parla di film. Ma per altri aspetti lasciam perdere
  12. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Vita privata di Sherlock Holmes c'è Polar. Ho appena ricontrollato, tra l'altro l'ho registrato anche io.
  13. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Non sono molto d'accordo sul "si esprime bene". Anzi, le frasi di senso compiuto che ho sentito da lui sono poche Diciamo che ha un buon gusto...e diciamo anche che ha fatto "successo" perché è un toscanaccio schietto che da della merda ogni 30 secondi alle cose che non gradisce. A gran parte della gente questa cosa piace da pazzi. E anche a me in parte diverte. Ma parlare di cinema per me è un'altra cosa. Il 90% dei pareri che ho sentito si dividono in "è una merda" o "magnifico" e spesso sono uguali anche le motivazioni. Comunque nel gusto mi ci ritrovo molto e può dare dei consigli interessanti.
  14. Rhyme

    Occhio allo schermo!

    Qualche volta lo seguo anche io. Nei primi due minuti in genere mi fa sorridere, poi passa a farmi sorridere in senso dispregiativo, poi tendenzialmente passa ad infastidirmi quanto un cactus dentro un calzino Però vabbè, è toscano come me...tra l'altro abitiamo pure vicini.
  15. Rhyme

    Il pre-partita di VecchiaSignora: Spal-Juventus

    Troppo tardi, lo ha già fatto un giornale stamattina
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.