Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Tír Na nÓg

Utenti
  • Content count

    407
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

639 Eccellente

2 Followers

About Tír Na nÓg

  • Rank
    Lux
  • Birthday April 4

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Catania

Contatti

  • Skype
    rydesr

Recent Profile Visitors

6,073 profile views
  1. Grande notizia. Dai che si sta costruendo un signor centrocampo. Vamos Rodrigo!
  2. Ha ragione, stessa filosofia e idee calcistiche molto simili. Farà bene.
  3. Cioè, c’è gente che ascolta questa intervista ed è pessimista? Ragazzi, accendete il cervello. Questa intervista spinge a credere che ci sia MOLTO più di quel che dice la stampa italiana dietro l nostro nuovo allenatore, che evidentemente non è un “Sarri con il quale mancano solo i dettagli”, altrimenti non avrebbe parlato di range di nomi, e soprattutto non ci sarebbe proprio nulla da attendere. È palese che esista un piano A che non può essere Sarri, e sul quale si sta aspettando qualcosa (vedasi “sentenza UEFA”). Se le cose andassero per il verso sbagliato si ripiegherà su Sarri, che è il piano B. A me questo dichiarazioni fanno molto ben sperare, altro che “in che mani siamo”.
  4. Io non capisco le critiche che leggo a proposito dello "stile" di Sarri. Neanche a me piace, ma in questo momento vi sembra prioritario lo stile? no perché se è così potevamo rinnovare a vita Allegri alla Ferguson, che forse persona che meglio rappresenta lo stile juve non c'è (intelligente, ironico, divertente, sereno, elegante, grande comunicatore). Eppure abbiamo capito tutti quanti che il salto di qualità che la juventus deve fare va oltre lo "stile", ed è tecnico. La filosofia di Sarri è iper-offensiva, studiata in maniera maniacale in allenamento, dettata dal mantra del possesso costante del pallone, dei ritmi altissimi in entrambe le fasi, del gioco rapido a pochi tocchi/di prima, con continue verticalizzazioni e cambi di gioco, 0 mentalità attendista e difensiva, 0 gestione dietro la linea della palla. A voi fa schifo vedere la juve giocare così? con i campioni che ci ritroviamo che GIA' vincono le gare da soli, la cucitura su di loro di un sistema di gioco simili ci renderebbe (sulla carta almeno) una macchina perfetta. Cioè io posso capire le critiche ai modi di Sarri, ma qui si arriva a schifarlo quando si sta parlando di ingaggiarlo come allenatore, non di sposarvelo. Bho In ogni caso, a questo punto o si tratta di Sarri o di Klopp, più difficile Pochettino. Klopp sarebbe l'autentica bomba a sorpresa, io non lo escluderei. Ma l'italiano a questo punto è certamente il favorito. Inzaghi è out, il nostro nuovo allenatore è direttamente o indirettamente legato alle finali europee, quindi state sereni.
  5. Concordo, Mourinho qui dentro è decisamente sottovalutato, ha un palmares mostruoso, esperienza internazionale e carisma. E sa come si vince in Europa. E c’è gente che preferirebbe Inzaghi che la champions non sa neanche cosa sia. A me il portoghese non dispiacerebbe affatto, posto che come filosofia di gioco preferisco quella di Guardiola o Sarri.
  6. Sembri aver descritto la squadra del secolo, poi vai a guardare e ti accorgi che non sono primi neanche nel campionato Olandese, campionato che il Napoli vincerebbe a mani basse. Si dicevano le stesse identiche cose del Monaco di Mbappe 2 anni fa, i famosi “ragazzini terribili”. Mi sembra che li abbiamo battuti facilmente sia all’andata che al ritorno. Stai sottovalutando la Juventus, che è una squadra che di questa competizione ormai ha un’esperienza estrema, allenata da un tecnico che si esalta nel preparare queste gare. Loro sono veloci, tecnici, tutto quello che vuoi ...ma sono ragazzini e sono inesperti, commettono ingenuità facilmente e la Juventus che è una squadra di volponi sfrutterà questo loro punto debole. Poi che si possa uscire contro chiunque è un altro discorso, in Champions anche il Sassuolo ti elimina se azzecca le giornate giuste, ma questo non vuol dire niente. Siamo molto più forti e sopratutto sarebbe stato ben più dura eliminare Barca, City o Liverpool, tutt’altre squadre.
  7. E' un difensore centrale di 32 anni che ha una carriera pazzesca, ha vinto una marea di trofei da protagonista e titolare indiscusso e ha vinto parecchi premi individuali. Va bene tutto, va bene citarne i limiti, fare analisi equilibrate su pregi e difetti, ma descriverlo come un miracolato no. Un miracolato è uno che azzecca una stagione stellare e poi sparisce nel nulla, non certo uno con la carriera di Bonucci, punto di riferimento indissolubile delle juventus di Conte, di Allegri e della nostra nazionale.
  8. In una situazione come questa, con il campionato chiuso e strachiuso a fine febbraio e Real e PSG che escono agli ottavi avevamo (abbiamo?) grandi possibilità di vincere quella maledetta coppa. Se martedì dovessimo uscire sarebbe un peccato enorme, davvero.
  9. Continui a semplificare tutto e discernere cose che non sono discernibili, scopo e obiettivo sono la stessa cosa. E citi i vicoli ciechi che sono esattamente ciò a cui mi sono opposto con il mio commento. La realtà è complessa, che la soluzione più semplice sia la più corretta è l'ennesima semplificazione che spiega e risolve ben poche cose. Comunque, io la chiuderei qui. Sei liberissimo di definire inconfutabile il fatto che Mandzukic sia fortissimo e coloro che lo negano incompetenti, non m'infastidisce.
  10. No, critica significa analisi, valutazione, non ha il significato negativo che gli associ tu. Una critica ben fatta è una valutazione oggettiva che tiene in considerazione variabili pro e contro ciò che si sta criticando. Motivo per cui Mandzukic può benissimo essere valutato nelle qualità positive e negative che ha, con equilibrio e senza essere tacciati per incompetenti calcistici solo perché non lo si considera un giocatore fortissimo come tu lo reputi. Secondo punto, il calcio è estremamente eterogeneo, non mi puoi dire che è uno sport semplice perché lo scopo è vincere, perché quella è una caratteristica che accomuna tutti gli sport e ancor più in grande tutte le competizioni, quindi non puoi utilizzarla per definire banalmente il calcio. Nella storia di questo sport abbiam visto innumerevoli allenatori portare avanti un'idea personale di calcio, il che dimostra come sia uno sport che nasce dall'impostazione creativa e soggettiva di schemi, moduli, interpretazione dei ruoli, gusti sulle caratteristiche degli interpreti. Tu banalizzi tutto, la realtà non è semplice, è complessa. In questa complessità esiste la libera espressione dei gusti. Punto numero tre, ti ho citato il real perché tu hai scritto che il calcio non è solo tecnica, scrivendo che se così fosse la juve avrebbe titoli in meno e la nazionale non avrebbe mondiali. Vero, ma questa realtà non esclude l'opposto, e cioè che si vince anche mettendo la tecnica al primissimo posto, e anzi si vince molto di più. E il Real ne è un esempio. Come è un esempio il fatto che la juventus si sta evolvendo verso rose sempre più tecniche, e il suo livello cresce, non decresce. Ieri avevamo Pepe ed era un idolo, oggi Pepe non basta, abbia bisogno di Alves o Cancelo. Oggi abbiamo Mandzukic ed è un idolo, domani (se l'evoluzione continuerà) non ci basterà, e vorremo avere Benzema come spalla del fuoriclasse Ronaldo. Quando il tasso tecnico si abbassa la squadra si involve, e ne è esempio ciò che è accaduto al nostro centrocampo negli ultimi anni. Per il resto sono opinioni contrastanti e ci sta, io rispetto la tua. Ma per favore, smettiamola di parlare di incompetenza calcistica sulla base della critica o meno (equilibrata, specifico ...perché altrimenti si parla di flame) di un giocatore o di un allenatore.
  11. Commento semplicistico, si può tranquillamente capire di calcio e contemporaneamente criticare Mandzukic che è forte ma tutt'altro che incriticabile, e a mio avviso tutt'altro che "fortissimo". Così come è semplicistica l'ultima tua frase. E' chiaro che nel calcio non conta SOLO la tecnica, ma il calcio è uno sport estremamente eterogeneo, ed esistono diversi modi di vederlo, valutarlo o concepirlo. Ci sono squadre che hanno vinto trofei senza mettere al primo posto la tecnica cristallina, verissimo. Ce ne sono altre che invece hanno fatto esattamente questo. Il real degli ultimi anni, che ha fatto incetta di trofei, esattamente come lo definiresti? una squadra che non mette tecnica, qualità ed estro al primo posto? Non mi pare abbiano avuto bisogno di mettere la tecnica in secondo piano per vincere 3 champions di fila. Altro esempio, è innegabile che la juventus cresca di anno in anno, a livello di risultati e qualità del gioco. Tu questa crescita a cosa l'associ? io personalmente l'associo all'aumento costante del tasso tecnico dei giocatori che man mano fan parte della rosa. Cancelo, per esempio, è un giocatore che alcuni definirebbero indolente, per via di alcune giocate superficiali che a volte fa, non è uno che azzecca sempre la scelta giusta...eppure la sua qualità ha incrementato notevolmente il livello della rosa. Altro esempio, il centrocampo. Non siamo mai riusciti a replicare il livello strabordante del centrocampo Vidal-Pirlo-Pogba. Cosa avevano questi tre che non hanno i giocatori che sono arrivati dopo? te lo dico io...il tasso tecnico. Khedira, Matuidi, (giocatori che adoro, premetto) sono straordinari dal punto di vista dell'intelligenza calcistica, del posizionamento, della dedizione, delle scelte di gioco. Ma c'è poco da fare ...gli manca l'estro di Vidal e Pogba, e un centrocampo con loro due non raggiungerà MAI il livello di quel centrocampo. Quindi ci vuole equilibrio, finiamola con sta storia che se critichi (o non critichi) tizio non ne capisci di calcio, di cartine di tornasole e altre sciocchezze. Mandzukic è forte, ha caratteristiche da centravanti atipico che lo rendono molto utile in un campo di calcio, ma ha delle lacune che altri centravanti non hanno, alcune delle quali non da poco. Si può tranquillamente evidenziarlo e contemporaneamente capirne di calcio.
  12. Mandzukic ha un solo problema ...non sa calciare. Non calcia mai da fuori, mai dal limite, quasi mai con il portiere piazzato. Anche nell’ultima di Champions ha sbagliato un paio di tiri che altri centravanti avrebbero calciato molto molto meglio ...purtroppo è una grossa lacuna per un attaccante, dovrebbe essere il fondamentale principale per lui, e invece lo si esalta (giustamente) per corsa, abnegazione, fisicità e gioco aereo. Troppo poco per definirlo un grande attaccante. Dall’altra parte però il calcio è un mondo pratico e non teorico, e nella pratica un attaccante atipico come Mandzukic con le qualità che ha fatichi a tenerlo fuori dal campo, e in questo capisco Allegri. È ormai una nostra bandiera e complessivamente un giocatore importante, e ha tutta la mia stima. Ma per i miei gusti ci sono decine di attaccanti che reputo superiori a lui.
  13. No, è una conclusione superficiale la tua. Da esterno ha la possibilità di toccare più palloni, quindi sembra che giochi meglio. Però è molto più lontano dalla porta e per segnare deve tirare cannonate da fuori, cosa che sa far bene, ma è chiaro che giocando fisso in quel ruolo segnerebbe molto meno. inoltre quello è un ruolo più dispendioso, ieri ci ha giocato nella fase finale della gara, mentre dovevamo rimontare (e quindi con gli avversari tutti chiusi) e contro il Chievo .Quando giocheremo con squadre più forti in cui urgerà anche la necessità di difendersi chi gioca in quella posizione dovrà accollarsi una gran fetta di lavoro difensivo (che per capirci, è quello che fa Mandzukic) che Ronaldo a 34 anni non si accollerà mai di fare costantemente. Infine, Ronaldo si è spostato li quando è entrato Mandzukic, ovvero un altro centravanti. Il ragionamento sensato dice che quando giocheranno entrambi probabilmente si alterneranno le posizioni, in base ai singoli momenti della gara. Se il croato sta in panchina Ronaldo farà sempre la punta centrale a mio avviso. Ruolo che resterà comunque il suo predominante. Ronaldo deve sentire la porta vicina e segnare, perché il gol è tutto il suo mondo ormai.
  14. 9,5. Per essere da 10 avremmo dovuto o colmare il vuoto numerico sull’esterno sinistro basso, o la lieve lacuna tecnica a centrocampo. Per il resto auspico una squadra che si costruisca stabilmente sul 4231. Sfruttiamo la potenza che abbiamo tra punte ed esterni, e riduciamo il punto debole del centrocampo schierando due uomini anziché 3. In in ogni caso è stato il mercato migliore di questo ciclo, assurdo vedere voti al di sotto dell’8,5 in una sessione in cui acquisti Ronaldo ...il tempo ha già dissolto il valore epocale di tale acquisto, un peccato.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.