Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

  • Annunci

    • VS Info

      Nuova versione VecchiaSignora.com: nuovo login e nuove funzioni   10/01/2018

      Benvenuti nella nuova versione di VecchiaSignora.com. L'aggiornamento all'ultima versione disponibile vi permetterà un'esperienza d'uso moderna e velocizzata dei contenuti del forum. Abbiamo così deciso di raccogliere alcune delle nuove funzioni a vostra disposizione.   Nuovo login In questa nuova versione del forum non esistono più gli username ma soltanto i nomi visualizzati. Questo significa che per effettuare l'accesso al forum il nome utente che dovete utilizzare è quello che vedete accanto ai vostri post! Ovviamente resta invariata la vostra password d'accesso           Nuova modalità provvedimenti Modalità provvedimenti completamente rivoluzionata. È presente una lista di infrazioni standard alla quale corrisponderà un punteggio di provvedimento. Raggiunti i 10 punti di provvedimento il ban è automatico e irreversibile. Ogni punto di provvedimento può avere una sua scadenza. Indipendentemente dall'entità del provvedimento, l'utente sanzionato sarà obbligato ad accettare il provvedimento ricevuto prima di poter di nuovo interagire nel forum     Per uniformare le vecchie sanzioni alle nuove abbiamo deciso di resettare tutte le barre dei provvedimenti. Si riparte tutti da zero qui, ferme restando le sospensioni e i ban già assegnati.     Citazioni parziali Tra le nuove funzioni di questa versione del forum una della più utili sarà sicuramente quella che permette di citare soltanto una parte selezionata di un post. Basta soltanto selezionare il testo al quale si vuole rispondere e poi cliccare su "cita questa parte"         Menzioni dirette Altra utilissima funzione del nuovo forum sarà sicuramente la menzione diretta; all'interno di un post è sufficiente digitare la @ e poi il nome dell'utente, scegliendo dal menu a cascata, per far apparire una menzione diretta. L'utente menzionato riceverà una notifica.       Emoticon istantanee L'istantaneità di utilizzo di questa nuova versione del forum è palese anche nell'inserimento delle emoticon nei messaggi: basta digitare il codice relativo e verrà immediatamente visualizzata la relativa emoticon durante la composizione del messaggio
          Inserimento media   L'inserimento di un media non è mai stato così istantaneo. Basterà solo incollare il relativo link nell'editor per veder comparire immediatamente il contenuto che si vuole inserire nel post. Questa funzione permette così la visualizzazione istantanea di foto, video, tweet, post di Facebook, altri topic del forum e molto altro!
            Queste e molte altre sono le nuove funzioni del forum. Non vi resta che provarle e iniziare a postare! Usate questa discussione per commentare la nuova versione del forum!

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'dybala'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2017-2018
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendari

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Trovato 287 risultati

  1. Migliorano gradualmente e costantemente, comunque, le condizioni di Federico Bernardeschi. L’ex viola è alle prese con una distorsione a un ginocchio, la cui entità è tuttavia lieve. Dopo gli esercizi mirati di giovedì, ieri il giocatore ha avuto modo di svolgere parte della seduta di allenamenti regolarmente insieme con la squadra, dopo aver iniziato svolgendo lavoro differenziato. Allegri non è tuttavia disposto a correre rischi, medita infatti di lasciare Bernardeschi in panchina domani pomeriggio contro il Sassuolo onde evitare complicanze e peggioramenti. Al limite si può ipotizzare un ingresso a partita in corso, se Bernardeschi se la sentisse. Più delicata invece la situazione di Douglas Costa, alle prese con un fastidio a un polpaccio: nel mirino, al limite, può mettere la Fiorentina venerdì prossimo. Per Dybala, invece, l’obiettivo è Juventus-Tottenham del 13 febbraio. Fonte: Tuttosport
  2. Nella prossima settimana oltre che dal campo (martedì c’è la semifinale di Coppa Italia a Bergamo contro l’Atalanta) si attendono importanti risposte anche dai medici. Gli esami a cui si sottoporrà Paulo Dybala e la visita in Germania per Juan Cuadrado faranno capire i tempi di recupero per entrambi, soprattutto per il colombiano a rischio di intervento. A metà settimana scatta l’ora ics per la Joya, fermo dal 6 gennaio a causa di una lesione ai flessori della coscia destra rimediata a Cagliari. La risonanza magnetica servirà per valutare a che punto è la cicatrizzazione del muscolo lesionato: nel caso di esito positivo, allora non è assurdo pensare che l’attaccante argentino possa puntare al match di Champions Laegue contro il Tottenham allo Stadium, il 13 febbraio, o almeno al derby del 18. Ovviamente saranno usate tutte le cautele del caso, però mancherebbero due settimane alla sfida degli ottavi, il tempo utile per forzare gradualmente fino al recupero completo. Domani, invece, incrocerà le dita Cuadrado che, dopo le terapie a Barcellona a metà mese, volerà in Germania per sottoporsi a un’ulteriore visita specialistica per valutare in che modo debellare la pubalgia che ormai lo tormenta da più di un mese. Il colombiano saprà se continuare con le terapie oppure si rende necessario un intervento chirurgico: la seconda ipotesi evidenzierebbe un caso grave o cronicizzato della patologia. Anche se venisse usata una tecnica mininvasiva, Cuadrado rischierebbe di stare fuori due mesi e tornare non prima di aprile. Due note liete: il ritorno di Buffon e di Marchisio martedì nella semifinale di Coppa Italia a Bergamo contro l’Atalanta. Fonte: Tuttosport
  3. Era già successo nel luglio 2016, nel dicembre dello stesso anno e forse anche dopo, ovviamente mantenendo tutto silenziato, riservato. Qualche blitz, alla Messi e per tenersi aggiornato. Certamente Paulo Dybala è tornato a far visita al celebre professor Giuliano Poser, colui che ha cambiato la vita e la tavola e quindi le usanze alimentari alla stessa Pulce, il punto di riferimento argentino che per primo ha consigliato al numero 10 juventino di rivolgersi al guru veneto dell’alimentazione. La Joya, fermo per infortunio dalla gara giocata contro il Cagliari il 6 gennaio 2018, ieri pomeriggio si è recato ancora una volta a Sacile, in provincia di Pordenone, dal professore specializzato in medicina dello sport, guru riconosciuto che cura anche con particolare attenzione l’aspetto non trascurabile dell’alimentazione. Un anno fa, restando nell’ambito della (ormai ex) Juve, anche Leonardo Bonucci era andato a far visita a Poser. Evidentemente – oltre al lavoro di terapie e campo grazie ai quali cercherà il miracolo di rientrare il 13 febbraio contro il Tottenham – Paulo Dybala ha voluto aggiornarsi ancora una volta e più approfonditamente sulla sfera dell’alimentazione per un recupero fisico perfetto: il kappaò muscolare che lo ha tolto dal campo al minuto 5 della ripresa alla Sardegna Arena prevede un decorso che dovrà essere ancor più di prima affiancato a un giusto regime alimentare. Pare che con Dybala ci fosse anche Giorgio Chiellini ma resta il fatto che il numero 10 della Juventus non vuole lasciare nulla di «inevaso» per poter tornare il prima possibile a dare una mano ai suoi compagni.Esperto di nutrizione e kinesiologia applicata, Giuliano Poser ha bilanciato la dieta di Messi e di tanti altri sportivi, da Baggio a Thiago Motta, da Di Maria e Aguero a tantissimi altri, calciatori e non. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  4. Certo. La Juve a tratti fa gran calcio, ma se segna, spesso si ferma. La Juve ha una dirigenza illuminata e mi piacerebbe che smettesse di ripetere: la sola cosa che conta è vincere. Allegri è uno dei più grandi allenatori italiani di tutti i tempi. È bravissimo a innalzare al massimo la qualità dei suoi. Eroe è chi fa quello che può fare, dice Romaine Rolland. Max sa ottenere una squadra di eroi e per questo vince. Ma io vorrei che, oltre alla qualità, innalzasse anche i valori, cercasse cioè di divertire ed emozionare. Non sarebbe più solo vincitore, ma degno vincitore. Altrimenti non lascia idee da ricordare, solo vittorie. Anche Dybala ha avuto problemi con Max? Dybala mi è sempre piaciuto. Lo consigliai a Real e Milan e gli chiesi se avrebbe voluto giocare per l’Italia quando lavoravo a Coverciano. Deve giocare mezzapunta. Un ricordo dell’Avvocato? Prima di un Juve-Milan voleva salutare la squadra in spogliatoio. Berlusconi mi chiese se fossi d’accordo. Risposi: “Ha grande carisma. Non vorrei che i giocatori ne fossero influenzati”. Feci uscire in campo la squadra un quarto d’ora prima del suo arrivo. In spogliatoio trovò solo me e Berlusconi. Disse: “Il Milan è forte. Speravo che voi due poteste rovinarlo...”. Quando collaboravo con la Stampa, mi leggeva e spesso chiamava all’alba».Sarri ha portato il Napoli già nel futuro. Non ha top player eppure esprime un gran calcio di qualità e valori. La conferma sono i tanti giocatori che sono migliorati: Koulibaly, Ghoulam, Mertens, Insigne. Lo scudetto sarebbe il giusto premio alla bellezza e alla generosità. Ma il Napoli non ha le risorse della Juve che può sottrarre i 36 gol di Higuain e inserire alternative come Cuadrado. Comunque vada, Sarri ha già vinto. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  5. Forte di piedi da raffinato artista del pallone, ma anche di un cinismo da compassato bomber d’area di rigore: se gli viene concessa una possibilità, il numero 33 di casa bianconera di certo non se la lascia sfuggire. E questo, in estrema sintesi, è l’affresco dei suoi primi mesi alla corte di Massimiliano Allegri, che come da intoccabile tradizione con gli ultimi arrivati in classe finora ne ha centellinato l’utilizzo in campo. Raccogliendo però, per converso, forse anche di più di quanto fosse lecito attendersi dai primi passi torinesi dell’ex talentino della Fiorentina. Uno estremamente cinico, appunto. Se è vero che in quattro partite da titolare in campionato ha raggranellato la bellezza di tre reti ed un assist. Se è vero che ha già saputo timbrare il suo nome a referto anche in Champions League, in una partita come quella di Atene contro l’Olympiacos nella quale gli sono stati concessi soltanto sei minuti. Ma il cinismo di cui sopra non ha stringentemente a che fare con il gol, quanto con la prestazione che puntualmente Bernardeschi è in grado di sfornare quando viene chiamato in causa. Nell’intero arco di una partita come nel battito di ciglia di un fugace finale di match. Per questo motivo, completato il rodaggio nella prima parte di stagione (come in passato era toccato anche a Dybala e Morata), l’umile cortigiano si sente adesso pronto a puntare verso le stanze regali.Federico, d’altronde, schiavo dell’inevitabile ruolo di vice-Dybala in quel 4-2-3-1 che si è poi trasformato strada facendo in un fronte offensivo a tre tenori, nel quale il talento di Carrara può con molta più disinvoltura giocarsi le proprie, pesanti, fiches. Ora ammucchiate sul tavolo di Allegri in vista di una ripresa che porterà in dote alla squadra la bellezza di 12 partite in 48 giorni, tour de force che dalle parti di Vinovo ci si augura possa essere dolcemente prolungato dal passaggio del turno in Europa. Un calendario incalzante in nome del quale il tecnico bianconero dovrà attingere all’intera rosa a disposizione, per dosare le energie e soprattutto per preparare l’assetto da battaglia con cui addentrarsi nella primavera inoltrata. Federico il cacciatore è pronto, e ha già indossato l’elmetto. Fonte: Tuttisport
  6. Sull'infortunio per dovere di cronaca dice: "Se doveva arrivare, è arrivato nel momento giusto", ma logicamente nel titolo non poteva starci tutto.
  7. Per quelli che si chiedevano come mai Allegri avesse lasciato in panchina Paulo Dybala nella partita contro la Roma, ieri sera ha avuto una nuova spiegazione. Il motivo è tattico: il 4-3-3 con il tridente atipico Dybala-Higuain-Mandzukic è difficile da sostenere. Questione di equilibri in fase di non possesso palla, quando il 4-3-3 si trasforma in 4-4-1-1 con Mandzukic laterale a sinistra e Dybala a destra. La Joya ha mille qualità, parliamo di un talento tra i migliori al mondo, però non ha le caratteristiche fisiche per scivolare sulla fascia destra trasformandosi in esterno “alla Mandzukic” nel momento in cui ad attaccare sono gli avversari Il Verona, che non ha la qualità della Roma quando attacca in ampiezza avanzando i laterali difensivi (seppur Caceres sia un signor terzino), ha evidenziato questo limite dei bianconeri, tanto che Allegri dopo mezzora scarsa è corso ai ripari ripristinando il 4-2-3-1. Di fatto Allegri ha rinunciato ai tre centrocampisti del ritrovato equilibrio tattico per agevolare Dybala, riportando lo nella sua posizione naturale all’interno del 4-2-3-1. Il risultato? La Juventus ha perso solidità difensiva (il gol di Caceres ha stoppato a 8 la serie di partite senza subire gol), ma ha ritrovato una Joya decisiva in zona gol: il numero 10 in campionato non segnava dal 19 novembre. Siccome Allegri non è un integralista a livello tattico e ama i giocatori di tecnica alla Dybala, la vera sfida dell’allenatore livornese sarà quella di trovare il giusto mix: mantenere la solidità sfruttando al massimo il numero 10 argentino. Fonte: Tuttosport