Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

  • Annunci

    • VS Info

      Nuova versione VecchiaSignora.com: nuovo login e nuove funzioni   10/01/2018

      Benvenuti nella nuova versione di VecchiaSignora.com. L'aggiornamento all'ultima versione disponibile vi permetterà un'esperienza d'uso moderna e velocizzata dei contenuti del forum. Abbiamo così deciso di raccogliere alcune delle nuove funzioni a vostra disposizione.   Nuovo login In questa nuova versione del forum non esistono più gli username ma soltanto i nomi visualizzati. Questo significa che per effettuare l'accesso al forum il nome utente che dovete utilizzare è quello che vedete accanto ai vostri post! Ovviamente resta invariata la vostra password d'accesso           Nuova modalità provvedimenti Modalità provvedimenti completamente rivoluzionata. È presente una lista di infrazioni standard alla quale corrisponderà un punteggio di provvedimento. Raggiunti i 10 punti di provvedimento il ban è automatico e irreversibile. Ogni punto di provvedimento può avere una sua scadenza. Indipendentemente dall'entità del provvedimento, l'utente sanzionato sarà obbligato ad accettare il provvedimento ricevuto prima di poter di nuovo interagire nel forum     Per uniformare le vecchie sanzioni alle nuove abbiamo deciso di resettare tutte le barre dei provvedimenti. Si riparte tutti da zero qui, ferme restando le sospensioni e i ban già assegnati.     Citazioni parziali Tra le nuove funzioni di questa versione del forum una della più utili sarà sicuramente quella che permette di citare soltanto una parte selezionata di un post. Basta soltanto selezionare il testo al quale si vuole rispondere e poi cliccare su "cita questa parte"         Menzioni dirette Altra utilissima funzione del nuovo forum sarà sicuramente la menzione diretta; all'interno di un post è sufficiente digitare la @ e poi il nome dell'utente, scegliendo dal menu a cascata, per far apparire una menzione diretta. L'utente menzionato riceverà una notifica.       Emoticon istantanee L'istantaneità di utilizzo di questa nuova versione del forum è palese anche nell'inserimento delle emoticon nei messaggi: basta digitare il codice relativo e verrà immediatamente visualizzata la relativa emoticon durante la composizione del messaggio
          Inserimento media   L'inserimento di un media non è mai stato così istantaneo. Basterà solo incollare il relativo link nell'editor per veder comparire immediatamente il contenuto che si vuole inserire nel post. Questa funzione permette così la visualizzazione istantanea di foto, video, tweet, post di Facebook, altri topic del forum e molto altro!
            Queste e molte altre sono le nuove funzioni del forum. Non vi resta che provarle e iniziare a postare! Usate questa discussione per commentare la nuova versione del forum!

Ale_Maroz

Videomaker
  • Numero contenuti

    1.412
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni con più "mi piace"

    40

L'ultima giornata che Ale_Maroz ha vinto risale al 26 Settembre 2017

Ale_Maroz ha ottenuto più mi piace in un giorno nei suoi contenuti!

Reputazione Comunità

5.765 Guru

Su Ale_Maroz

  • Titolo utente
    MAROZtv

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno
  1. credo che i conti di ugolini si riferissero allo scontro diretto dell'andata, sul fatto che il napoli non riesca a battere la juve... se il napoli avesse vinto all'andata il napoli avrebbe 3 punti in più e la juve 3 in meno... ma mi sembrano discorsi campati per aria con tutti questi condizionali
  2. mi pare l'abbia detto vialli risentendo (che non ha comunque detto cose eclatanti contro di noi), mentre caressa stava cercando di autoconvincersi, ma la faccia di caressa... che poi è quella del fermo immagine, parla da sola
  3. Lasciar andare Asa a 0 per prendere Darmian pagandolo allo united... Che senso avrebbe?
  4. Dalla pancia del suggestivo Stadio di Wembley, Massimiliano Allegri e Gianluigi Buffon presentano la grande sfida di domani sera contro il Tottenham nella consueta conferenza stampa Uefa. Tuttojuve.com riporta integralmente le dichiarazioni del tecnico e del Capitano della Juventus: Volevo chiederle cosa significa per lei giocare a Wembley. Il Tottenham ha un pochino di vantaggio, ma con la vostra esperienza cosa pensate di poter fare domani? BUFFON: "Buonasera. Sì, sicuramente è una sfida molto accattivante, dovuta al fatto che si gioca in uno stadio e in un teatro storicamente incredibile e poi dovuta al fatto che noi dobbiamo cercare di conquistarci questa qualificazione che visto il risultato dell'andata, ma anche la forza dell'avversario, sembra un pochino in salita. Ma sai, delle volte le cose in discesa fregano più di quelle in salita". Qual è il tuo stato d'animo prima di questa partita. Si è detto che potrebbe essere l'ultima in Champions. Ci avevi pensato o è un pensiero che non ti sfiora? BUFFON: "No, devo dire la verità che no mi ha sfiorato il pensiero, anche perchè sono ottimista per natura. Mi auguro che almeno per quest'anno non sia l'ultima nè per me, nè per la Juve, che ce ne siano tante altre più importanti". Lei ha detto che sarà una partita forse in salita. Quale sarà secondo lei l'approccio del Tottenham? BUFFON: "Secondo me il Tottenham è una squadra che ha delle caratteristiche, un assetto e un modo di giocare collaudati, quindi farà la partita che è capace di fare, quindi con un calcio propositivo, un calcio d'attacco, un calcio fisico e tecnico, che ci metterà sicuramente in difficoltà, però è anche un calcio che concede ogni tanto agli avversari l'opportunità di poter avere delle occasioni favorevoli da rete. Quindi credo che si assisterà a una partita molto bella e molto equilibrata, nella quale il cinismo, chi sarà la squadra che risulterà più cinica, vincerà la gara e prenderà la qualificazione". Nel 2018 avete sempre vinto e mai preso gol, tranne che con il Tottenham. E' una coincidenza? O è il confronto internazionale che mette a nudo una differenza che ancora c'è? BUFFON: "No, penso che non sia una coincidenza, nel senso che la nostra compattezza e la nostra fase difensiva, a tutti i livelli, è e rimarrà sempre una delle migliori in assoluto, di questo ne sono certo e lo dicevo anche a inizio stagione nel momento in cui molti di noi e la squadra stessa veniva attaccata per i gol subiti. Però ci sono anche gli avversari, le qualità dell'avversario e le caratteristiche. Il Tottenham è una squadra veramente prettamente offensiva e ha proprio nei giocatori d'attacco le armi migliori. Poi quando puoi disporre di gente come Kane, Dele Alli, Eriksen e questa gente qua, insomma, ci sta il golletto ci scappi. Due magari è stato un po' troppo". Siccome tu sei sempre una persona molto sensibile e hai fatto una bellissima lettera, come si riparte e come si fa a mettere la testa sul campo dopo una tragedia come quella di Astori? BUFFON: "Beh, si riparte perchè lo impone la vita, perchè altrimenti ti lasci inevitabilmente consumare da tutte le tragedie che inevitabilmente nel corso di una vita ti sono vicine o ti labiscono. Credo che anche soprattutto per noi che siamo calciatori e abbiamo avuto l'onore di stare vicino e di conoscere una persona come Davide, visto e considerato che si faceva lo stesso lavoro, il modo migliore per ricordarlo e far sì che il suo essere sportivo possa sempre emergere e non venga mai dimenticato, è proprio quello di giocare, fare bene quello che sappiamo fare ed esaltare i valori migliori dello sport e del calcio, come in questo caso". Quel pessimismo di cui si parlava dopo la partita d'andata, tu l'hai avvertito? Come vanno le riflessioni sul futuro? BUFFON: "(sorride, ndr) Alla prima rispondo che è normale che la Juve sia circondata da pessimismo nel momento in cui si esce dal campo senza una vittoria, perchè alla fine ci siamo abituati e abbiamo abituato così bene tutti, che al primo mezzo stop, inevitabilmente qualcuno storce la bocca, senza considerare i meriti, la bravura degli avversari, delle squadre che vai a incontrari, che bene o male influenzano certi risultati. Però sappiamo anche che abbiamo le carte in regola per fare la gara giusta domani e devo dire che quando la Juve è un pochino aggredita, un pochino sofferente e perde un pochino di sangue, riesce a tirare fuori il meglio di sé. Secondariamente, per quanto riguarda le riflessioni, non ho riflessioni da fare, perchè ler riflessioni sono già state fatte, col presidente ci dobbiamo solo incontrare per definire. Penso che nell'incontro che ci sarà, più o meno le nostre idee combacino e corrispondano alla perfezione, ma questo non credo sia nè il palcoscenico, nè il momento giusto di parlare delle mie cose, ma delle cose della Juve". Se combaciano le tue idee e quelle del presidente, si possono aprire scenari di grande positività nei tifosi che possono così ipotizzare una tua permanenza alla Juventus? BUFFON: "No, che combacino, te lo dico già adesso, è sicuro. Però non è questo e anche secondo il presidente, il momento di parlarne, perchè siamo in un momento della stagione nel quale dover parlare di un singolo caso, anche se è il mio, mi sembrerebbe veramente fuori luogo, perchè ci siamo giocando tantissimo sia in Champions che in campionato e in più abbiamo anche la finale di Coppa Italia, non vorrei fare innervosire il mister (sorride, ndr)". All'andata ci sono stati episodi beffardi, il rigore sbagliato, una punizione strana per il 2-2. Queste situazioni a livello personali possono rappresentare delle motivazioni in più per archiviare ciò che è successo come semplici episodi di percorso che non hanno inciso sulla stagione? BUFFON: "Sai, sicuramente c'è una gara che si svolge, che deve essere svolta da squadra, da undici elementi che scendono in campo più gli altri che sono da supporto in panchina continentale. Poi nella gara della squadra c'è anche la gara dei singoli individui, che attraverso anche tante piccole situazioni che possono essere andate bene o meno bene, cercano di trovare gli stimoli migliori per poter performare o per dare il meglio di sé. Ma questo è un modo di approcciare il lavoro che almeno io ho sempre avuto e probabilmente è quello che mi ha portato fino a 40 anni ad essere qua, a giocare gare di questo livello. La non perfezione o il mezzo errore mi disturba talmente tanto che nella gara successiva voglio da me delle risposte, come è giusto che io dia, se ho la presunzione di pensare di essere ancora un portiere che può stare a questi livelli e fare la differenza". In questo momento magari Higuain e Dybala non sono al meglio fisicamente, ma quanto può aver pesato per Dybala quel gol segnato sul suo morale. Lo stesso per Higuain che era in dubbio e ritrova il campo... BUFFON: "Io non so se i casi singoli e in questo caso parlo del mio, può essere paragonabile agli altri, però che mi ricordi, le migliori prestazioni che ho fatto, sono state quando con la testa ho preparato la gara in un certo modo e sono stato in gara dall'inizio con la cattiveria giusta, l'entusiasmo giusto, la rabbia giusta, a prescindere da come stavo fisicamente. Perchè spesso e volentieri lo star troppo bene fisicamente ti induce ad un errore che è quello di una sottovalutazione dell'avversario, perchè stai talmente bene che ti senti invulnerabile. Lì è il momento in cui ti arriva la bacchettata sulle ditine. E visto che di bacchettate ne abbiamo prese, preferisco stare meglio di testa e preparare bene la partita, magari meno bene fisicamente, che non l'opposto". Pochettino ha paragonato Kane a Batistuta. Cosa hai imparato su di lui? Come spieghi il fatto che stia diventando uno dei migliori attaccanti al mondo? BUFFON: "Il paragone è pertinente. Come forza fisica, come strapotere fisico, come atletismo, come finalizzazione, ci sono molte analogie tra Harry e Gabriel. Kane sta vivendo da un anno e mezzo un periodo straordinario di forma fisica che, inevitabilmente, diventa psicologica. È' più facile che le cose vadano bene e che tu riesca a fare cose impensabili. Adesso è tra i 2-3 attaccanti più forti del mondo". _______ Un ricordo di Astori. ALLEGRI: "Su Davide sono state dette tante cose, tanti ricordi meravigliosi. Il pensiero va alla sua famiglia e a sua figlia che a due anni non avrà la fortuna di conoscere il padre, questa penso sia la cosa più dolorosa per la bambina. Noi dobbiamo andare avanti. Porterò Davide sempre con me, siamo cresciuti insieme ed è un dispiacere enorme". Higuain rientra oggi e Dybala non è a pieno ritmo. Puoi schierarle entrambi? ALLEGRI: "Giocano tutti e due, quindi.... Higuain ha fatto degli allenamenti differenziati, ha partecipato da due giorni con la squadra, quindi è a disposizione, pronto per giocare, così come Dybala. Dybala ha recuperato bene dalla partita con la Lazio, è un ragazzo di 24 anni. Poi domani è una partita talmente importante, talmente bella da giocare che anche se uno ha meno condizione fisica sicuramente fa la prestazione". Vedi delle analogie tra Tottenham e Napoli anche nella volontà di mantenere la filosofia di gioco al di là dei risultati. Ci sono anche delle analogie sulla Juve vista al San Paolo? ALLEGRI: "Non so come giocherà il Tottenham, visto il risultato dell'andata loro hanno più pressione perchè sono avvantaggiati, però per noi è una partita secca, è una finale, ci vorrà molta pazienza, molta tecnica, bisognerà giocare meglio tecnicamente rispetto all'andata. Se vediamo cosa abbiamo fatto all'andata, nonostante abbiamo sbagliato molto tecnicamente, abbiamo fatto diverse occasioni da gol concedendo poco a loro, credo che ci sia da vedere la partita di domani sera in modo positivo. Però bisogna far meglio tecnicamente perchè incontriamo una squadra tecnica che crea molto, che palleggia molto e quindi bisogna togliere loro un po' di palleggio". Arrivare a una partita del genere senza Cuadrado, Bernardeschi e Mandzukic non è il massimo della vita. Però nella partita più importante del campionato perse Mandzukic e recuperò all'ultimo momento Higuain e finì 1-0 per la Juventus. Non so se ci ha pensato. Vedremo anche Douglas Costa o è un cambio da tenere per la panchina? ALLEGRI: "Non ho pensato a questa cosa, una cosa da fare domani è cercare di non andare ai supplementari, quindi vincerla prima, perchè non abbiamo cambi in panchina e quindi bisognerà fare una partita diversa, diversa da quella d'andata, ma come gestualità tecnica. Domani bisogna fare una partita migliore con grande serenità e soprattutto capire che quando è il momento di difendere bisogna fare come la squadra ha sempre fatto, una buona difesa. Non bisogna pensare a quello che è successo all'andata, ma bisogna sapere che domani è una partita da vincere. Douglas Costa ci sono buone probabilità che giochi". Il Tottenham somiglia al Napoli come mentalità, stile e filosofia di gioco? ALLEGRI: "Non so, il Napoli ha un centravanti che è piccolino così e quelli ne hanno uno che è due metri, quindi già sono diversi". Parlo di mentalità. ALLEGRI: "Mentalità... dovresti chiedere a Sarri e Pochettino, non chiederlo a me perchè io non li alleno". Ha ragione Buffon quando dice che domani vincerà chi avrà più cinismo? E' un concetto giusto quello che ha espresso lui? ALLEGRI: "E' un concetto giusto perchè sono partite dove l'occasione che ti capita la devi trasformare in gol. Quando giochi queste partite di livello, devi stare comunque dentro la partita, nelle difficoltà della partita. E direi che sabato a Roma è stato un buon allenamento perchè abbiamo giocato una partita di grande difficoltà, fisica e abbiamo avuto poche occasioni, nell'ultima Paulo è stato molto bravi. Domani credo sarà una partita diversa, dove ci saranno più spazi, più possibilità di gioco, sia dall'una che dall'altra parte. Noi invece dobbiamo essere più bravi nella fase difensiva". Tu hai fatto una delle migliori partite in Champions quando hai perso a Monaco di Baviera, una partita italianissima e stupenda fino al minuto '89. Quella è la partita che pensi di poter replicare domani? ALLEGRI: "No, è impossibile. E' impossibile perchè ci sono giocatori con caratteristiche diverse, è molto semplice. Domani bisogna fare una partita un pochino più di palleggio, di avere più possesso palla e non sarà semplice. Quindi bisognerà cercare di dividere la partita in due, perchè abbiamo meno contropiedisti rispetto a quando abbiamo giocato a Monaco". Giocano Douglas Costa, Higuain e Dybala? ALLEGRI: "Dybala e Higuain sì, Douglas Costa ho detto può darsi. Può darsi che giochino tutti e tre insieme. Quei tre sono e quei tre facciamo giocare (ride, ndr). Magari tolgo un centrocampista....". Tuttojuve.com
×