Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

  • Annunci

    • VS Info

      Nuova versione VecchiaSignora.com: nuovo login e nuove funzioni   10/01/2018

      Benvenuti nella nuova versione di VecchiaSignora.com. L'aggiornamento all'ultima versione disponibile vi permetterà un'esperienza d'uso moderna e velocizzata dei contenuti del forum. Abbiamo così deciso di raccogliere alcune delle nuove funzioni a vostra disposizione.   Nuovo login In questa nuova versione del forum non esistono più gli username ma soltanto i nomi visualizzati. Questo significa che per effettuare l'accesso al forum il nome utente che dovete utilizzare è quello che vedete accanto ai vostri post! Ovviamente resta invariata la vostra password d'accesso           Nuova modalità provvedimenti Modalità provvedimenti completamente rivoluzionata. È presente una lista di infrazioni standard alla quale corrisponderà un punteggio di provvedimento. Raggiunti i 10 punti di provvedimento il ban è automatico e irreversibile. Ogni punto di provvedimento può avere una sua scadenza. Indipendentemente dall'entità del provvedimento, l'utente sanzionato sarà obbligato ad accettare il provvedimento ricevuto prima di poter di nuovo interagire nel forum     Per uniformare le vecchie sanzioni alle nuove abbiamo deciso di resettare tutte le barre dei provvedimenti. Si riparte tutti da zero qui, ferme restando le sospensioni e i ban già assegnati.     Citazioni parziali Tra le nuove funzioni di questa versione del forum una della più utili sarà sicuramente quella che permette di citare soltanto una parte selezionata di un post. Basta soltanto selezionare il testo al quale si vuole rispondere e poi cliccare su "cita questa parte"         Menzioni dirette Altra utilissima funzione del nuovo forum sarà sicuramente la menzione diretta; all'interno di un post è sufficiente digitare la @ e poi il nome dell'utente, scegliendo dal menu a cascata, per far apparire una menzione diretta. L'utente menzionato riceverà una notifica.       Emoticon istantanee L'istantaneità di utilizzo di questa nuova versione del forum è palese anche nell'inserimento delle emoticon nei messaggi: basta digitare il codice relativo e verrà immediatamente visualizzata la relativa emoticon durante la composizione del messaggio
          Inserimento media   L'inserimento di un media non è mai stato così istantaneo. Basterà solo incollare il relativo link nell'editor per veder comparire immediatamente il contenuto che si vuole inserire nel post. Questa funzione permette così la visualizzazione istantanea di foto, video, tweet, post di Facebook, altri topic del forum e molto altro!
            Queste e molte altre sono le nuove funzioni del forum. Non vi resta che provarle e iniziare a postare! Usate questa discussione per commentare la nuova versione del forum!

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'marchisio'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2017-2018
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendari

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Trovato 50 risultati

  1. Claudio Marchisio ha 32 anni, la stessa età che aveva Andrea Pirlo quando arrivò alla Juve dal Milan. Ma starebbe pensando di fare quello che «il Maestro» fece a 36: emigrare a New York, in Mls. Almeno questo è quanto ha in qualche modo detto il «Principino» mettendo un like — che su Twitter è un cuoricino — a un video postato proprio dai New York City Fc. Il primo commento ricevuto dal post ha forse consigliato a Marchisio di togliere la sua web-approvazione, aggiungendo sospetti ai sospetti: «Wow, guardate a chi piace il vostro tweet. Claudio Marchisio! Potrebbe essere un segnale di un’altra stella in arrivo dopo Pirlo». A meno che Marchisio non abbia perso per un attimo il controllo del suo pollice, smanettando sullo smartphone, l’indizio si somma alle voci che da un paio di mesi dicono di un suo sogno americano. E alla voce, questa dal vivo, di sua moglie Roberta Sinopoli che, in occasione dell’ultimo derby al Grande Torino, in mezzo a un nutrito gruppo di tifosi, rispose così a chi le chiedeva dove avrebbe giocato suo marito l’anno prossimo: «Magari negli States». E allora è davvero probabile che l’intolleranza di Claudio di vedersi scavalcato a centrocampo anche da Bentancur e Sturaro, potrebbe davvero spingerlo negli States, visto che in Italia non può immaginarsi con una maglia diversa da quella bianconera. Lo strappo definitivo potrebbe arrivare martedì 3 aprile, giorno di Juve-Real, quando Allegri dovrà battezzare la controfigura dello squalificato Pjanic. «I sostituti di Mire sono Bentancur e Marchisio», aveva detto dieci giorni fa Allegri, che non ha mai schierato il numero 8 tra i titolari in Champions: le uniche 7 apparizioni dal primo minuto tra campionato (4) e Coppa Italia (3). Da un sogno (americano), quella di rivedere Pogba a Torino. Secondo il Mirror il «Polpo» potrebbe essere oggetto di un «blitz da 200 milioni» di Real, Psg addirittura Juve, in uno scambio con lo United che potrebbe coinvolgere uno tra i vari Varane, Kroos, Marquinhos, Verratti e Alex Sandro. Il problema è lo stipendio da 15 milioni, che nei giorni scorsi aveva rivelato il desiderio di giocare con Neymar. Dove? A Parigi o, più probabilmente, a Madrid. Fonte: Il Corriere di Torino
  2. Un'assenza pesante quella di Miralem Pjanic, che salterà la prima gara col Real: è squalificato come Medhi Benatia, ma più difficile da rimpiazzare perché il bosniaco non ha un doppione nella rosa bianconera. Da regista ha trovato quella continuità che spesso gli era mancata nei anni giallorossi. Per l’andata dei quarti il tecnico dovrà varare una Juventus bis, come l’abbiamo vista poche volte in questa stagione. Considerando come andò a finire nella finale di Cardiff, quando la Juventus patì da matti l’inferiorità numerica in mezzo, difficilmente Allegrisi presenterà con due soli uomini in mediana. Più probabile il 4-3-3, a patto che il vice Miralem dia garanzie. «I sostituti di Pjanic sono Bentancur e Marchisio — ha detto Allegri qualche giorno fa — e tutti e due quando sono stati chiamati in causa hanno fatto bene». L’uruguaiano garantisce precisione e sa metterci anche il fisico, il Principino ha un gran senso della posizione. Il Marchisio pre infortunio sarebbe stato perfetto in cabina di regia, ma quest’anno ha giocato una sola volta da play, con l’Udinese. Qualche volta in più è toccato a Bentancur, titolare con Barcellona e Olympiacos in Champions. L’uruguaiano non è mai partito dall’inizio nel 2018 (ultima apparizione a Verona il 30 dicembre) ma ha caratteristiche che piacciono all’allenatore: aggredisce, riconquista e costruisce. Da non escludere il colpo a sorpresa, come accadde nella semifinale col Real del 2014-15, quando schierò Sturaro mezzala: Allegri potrebbe optare per un 4-4-2 con Sturaro o Alex Sandro a sinistra, Douglas Costa a destra e Khedira e Matuidi in mezzo. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  3. Claudio Marchisio è cresciuto con il bianconero addosso e dentro casa, perché i suoi genitori sono tifosi della Juve (la vera ultrà è mamma Anna), però la moglie Roberta e il suocero Saverio, ex giocatore della Primavera del Torino, vestono granata. Banale e riduttivo definire il derby una partita non normale. Ha fatto doppietta nel primo giocato dalla Juventus allo Stadium (che finì 3­0) e ha messo la firma anche all’Olimpico Grande Torino, ormai quasi 5 anni fa: 28 aprile 2013, prima Vidal, poi il Principino. Nell’ultimo derby, quello di Coppa Italia, è partito titolare nel centrocampo a tre (con Matuidi e Pjanic) ma dopo neanche un’ora si è fatto male. È rientrato un mese dopo col Sassuolo, per sostituire l’affaticato Khedira, e ha assistito Higuain per la rete del 6­0. Si è ripreso il posto con la Fiorentina ma non col Tottenham, quando Allegri ha ritirato fuori dalla naftalina il 4­2­3­1. Il bilancio stagionale finora è gramo: solo 6 partite da titolare, mai in Champions e mai contro una big in campionato. La sfida col Toro è l’occasione per rimettersi in gioco, con la saggezza accumulata in 10 derby con la Signora (con 10 vittorie) spalmati in 10 stagioni), ma anche con la sfrontatezza di quando era ancora un ragazzino. «Ho nostalgia delle finali che giocavamo da bambini contro i granata, magari a mezzogiorno in pieno giugno — ha raccontato in un’intervista — perché dopo c’era la grigliata e si andava tutti a mangiare: i genitori discutevano tra loro e noi ricominciavamo a giocare mescolandoci a quelli del Toro». Non siamo a giugno, però domani s’inizierà a mezzogiorno e mezzo e forse Marchisio ripenserà a quel gol in rovesciata che lo mandò in estasi più di vent’anni fa. Meglio rispolverare la famosa videocassetta della rete preferita, può diventare fonte d’ispirazione. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  4. In attesa dei colpi a centrocampo, l’ad Beppe Marotta blinda a parole Claudio Marchisio: «Lo vedremo in maglia Juve anche l’anno prossimo. Non ci sono segnali da parte sua e da parte nostra di cambiamento». Emre Can sarebbe un importante tassello per la Juventus e si sta lavorando ad offrire un contratto di tutto rispetto al giocatore che potrebbe firmare un contratto quinquennale o un quadriennale con opzione di rinnovo per un anno e un salario da 5 milioni più bonus, somma che lo farebbe diventare il centrocampista più pagato della Juve. E quindi mentre la Juve sogna, a Liverpool si chiedono come finirà la storia di Can con la maglia dei Reds. Il giocatore è un titolare inamovibile della formazione di Klopp e nelle scorse settimane si era addirittura guadagnato la fascia di capitano. Ma nelle ultime ore il tecnico dei Reds ha parlato in conferenza stampa proprio sul futuro del giocatore. L’allenatore tedesco, incalzato dai giornalisti locali, ha provato a smorzare la situazione con una battuta: «Nel mio ufficio ad avvisarmi che va alla Juve non ci è ancora venuto». Ma l’allenatore dei Reds ha poi dovuto spiegare come stanno veramente le cose: «Tutto può succedere. Sinceramente al momento di sicuro non c’è nulla, ma appena succederà qualcosa vi faremo sapere». La Juventus intanto non vuole forzare la mano sul calciatore e sta cercando di rispettare anche i suoi impegni, non solo con il Liverpool ma anche con la nazionale tedesca. Fonte: Tuttosport
  5. TORINO - I tifosi della Juventus lo amano: fosse per loro, Claudio Marchisio finirebbe la carriera in bianconero senza se e senza ma. Per questo, le voci di un possibile addio a fine stagione, hanno spaventato i suoi fan. Come scritto ieri, il giocatore ha la maglia juventina tatuata sulla pelle ma a fine stagione dovrà riflettere sul suo futuro. Tra infortuni e panchine, quest'anno non sta andando come sperava. La concorrenza è agguerrita e, con il probabile arrivo di Emre Can, la prossima stagione potrebbe riservare ancora meno spazio. Così è spuntata l'ipotesi Mls, seguendo le orme di Pirlo e di Giovinco. AI tifosi però l'idea di vederlo lontano da Vinovo proprio non piace e, proprio a Vinovo, hanno affisso uno striscione che non ha bisogno di spiegazioni: "Marchisio non si tocca, resta con noi". tuttosport.com
  6. E’ una dichiarazione d’amore eterno o il preannuncio di un addio? «Qualsiasi cosa ci riserverà il futuro...» scrive il centrocampista bianconero, che giura sì amore eterno ma alla moglie non alla Juventus visto che apre a un possibile domani senza la maglia bianconera. Quasi un sacrilegio per chi, come lui, ha vissuto la Juventus da quando aveva sette anni, ultimo prodotto del vivaio, simbolo della torinesità della squadra e idolo dei tifosi. Non era certo nei suoi programmi guardare oltre Vinovo, dove ha pure scelto di vivere, a due passi dal centro di allenamento, e mettere su attività extra calcistiche (un ristorante di sushi). Non sempre però i desideri durano all’infinito e, sebbene a malincuore, Marchisio a fine stagione tirerà le somme dell’ultima annata, che avrebbe dovuto essere quella del rilancio dopo il difficile recupero dal grave infortunio (rottura del croiato nell’aprile 2016) e che invece sta scivolando via tra nuovi problemi fisici e uno spazio in campo difficile da conquistare, ormai titolare soltanto in Coppa Italia. La concorrenza a centrocampo è agguerrita e neppure allargando a tre i posti a disposizione il Principino sa di poter giocare dal primo minuto visto che nelle gerarchie di Massimiliano Allegri lo precedono Pjanic, Khedira e Matuidi. E se poi quest’estate arriva Emre Can, allora lo spazio si restringerebbe ulteriormente. Così, le prospettive del Principino alla Juventus restano quelle di un gregario di lusso: per carità, in una squadra impegnata sempre su più fronti, servono forze fresche quando bisogna giocare ogni tre giorni e il tecnico è costretto ad applicare il turnover, ma certo Marchisio sperava di continuare a essere protagonista e non un semplice comprimario. Di certo a gennaio il centrocampista, che venerdì festeggia i 32 anni, non si muove, semmai la scelta di dire addio alla Juventus avverrà in estate. Fonte: Tuttosport
  7. Fonte: GdS Fonte: CorSport Fonte: Tuttosport Fonte: La Stampa Fonte: CorSera Fonte: La Repubblica Fonte: Il Giornale Fonte: Libero
  8. Fonte: GdS Fonte: Tuttosport Fonte: CorSport Fonte: CorSera Fonte: La Repubblica Fonte: La Stampa Fonte: Il Giornale Fonte: Libero Fonte: L'Unione Sarda
  9. Fonte: GdS Fonte: Tuttosport Fonte: CorSport Fonte: La Stampa Fonte: CorSera Fonte: La Repubblica Fonte: Il Giornale Fonte: Il Messaggero