Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

isola

Utenti
  • Content count

    42
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by isola

  1. Premesso che quando le vedevo, le sue giocate, anche contro la mia amata juve, mi strappavano sempre un moto di ammirazione per la facilità con la quale le eseguiva, come se fossero parte di lui non provate o studiate, mi permetto di fare questa riflessione: I miti, non solo nello sport sono figli proprio di un periodo, passato, in cui le gesta più che viste venivano raccontate, ammantate di quella poesia dall'abilitá di chi le descriveva. E passando di bocca in bocca assumevano i contorni del mito, appunto. Di fatto , in quegli anni per vedere giocare la tua squadra o andavi allo stadio o ti dovevi accontentare del servizio sui gol o delle poche partite in europa trasmesse , aspettavi le gesta di quello che gli altri ti avevano descritto e ogni sua giocata sembrava magica. Oggi con la sovraesposizione e saturazione anche i più forti vengono analizzati, vivisezionati e di fatto smontati li ammiri, li adori ma non li mitizzi, ti inducono a cercarne subito un altro. Noi abbiamo ronaldo ma già sognamo haland o Mbappé . Ai nostri giorni non esistono più miti o eroi, in senso lato. Siamo troppo consumisti per questo. Maradona è stato un grande, forse il più grande, figlio dei suoi tempi. Oggi sarebbe diverso...
  2. Mi sono divertito. C'è da migliorare ma si vedono progressi rispetto alle prime uscite. Avanti si va un po' a folate ma le trame mi piacciono, quando vogliono in pochi passaggi sono a ridosso dell'area, dove c'è da migliorare nelle scelte e in precisione. La maggiore criticità è nella fase difensiva, reparti un po' distanti , centrocampo un po' pigro, scalate difensive non sempre corrette. Ma anche quí in netto miglioramento. Sono fiducioso. Una parola di incoraggiamento, per quel che conta , per Bernardeschi, momento difficile per lui ma merita tutto l'appoggio dei tifosi sia come uomo che come atleta. Forza Fede e forza Juve
  3. E ma allora verrebbe smentita anche l'altra loro tesi che l'abbiano fatto per rispetto di tutti i malati di covid. Ci hanno menato per giorni, dando dell'insensibile alla Juve
  4. isola

    Perché sono bianconero

    Era più o meno il 1975, avevo circa 8 anni.La mia classe viveva una profonda divisione 😅fra maschi e femmine. Nonostante il fresco scudetto del cagliari ( siamo in sardegna) i bambini si dividevano per lo più fra juve e toro ( allora molto forte e seguito). Ricordo che per contrapposizione, se le ragazze si dichiaravano juventine noi maschietti tifavamo toro, poi succedeva il contrario, questo è andato avanti per tutto l'anno e forse più. Poi, inevitabilmente ognuno ha fatto la propria scelta. E quella formazione ...Zoffgentilecabrini...senza che me ne fossi mai reso conto davvero, mi aveva conquistato.
  5. E infatti quello intendevo...precisavo che che abbiano rispettato o no i protocolli non cambiava niente anche fossero partiti per Torino, ergo dovevano partire lo stesso.
  6. Ma anche così cosa sarebbe cambiato se fossero partiti per Torino, solo che avrebbero lasciato a napoli qualche potenziale positivo in più. Poi ,se tu interpelli l'usl in materia di sicurezza in campo medico/epidemiologico non potrà che predicare prudenza, perché è di fatto la sua mission, mica può dire "andate e fottetevene".
  7. isola

    Roma - Juventus 2-2, commenti post partita

    Leggo di colpe dei singoli...Chiellini di quà Rabiot di là. Arthur fino alle 20.45 bollato come un pacco ora , per 15 minuti buoni ( con la Roma che aveva smesso di pressare ) adesso diventa titolare fisso... Oggi si è giocato male di squadra, perse le posizioni confusione su chi dovesse fare cosa... come è normale che sia. Allenatore nuovo e inesperto, giocatori nuovi, preparazione breve. Davanti una più che buona squadra che ci ha messo in difficoltà. Sarà così anche col Napoli , penso. Non è il momento di sentenze. Dobbiamo stare vicini alla squadra e avere pazienza e forza Juve sempre...
  8. Leggo questo articolo e lo interpreto in due modi diversi. Da una parte ci vedo una presa per il * nei nostri confronti, del tutto gratuita, tanto per tirarci in mezzo. Non ce la fanno, è più forte di loro. Avrebbe avuto molto più senso fare lo stesso articolo su Perisic. D'altro canto un po' ce lo meritiamo. Se Coman fosse rimasto da noi, vista la sua storia infinita di infortuni, e la qualità non certo eccelsa del giocatore, avremmo chiesto la sua testa e quella del DS ogni giorno, invocando cessioni o rescissioni, come stiamo facendo con Douglas Costa. Magari lui va via e vince da un'altra parte, e allora giù di martellamenti ai *...siamo una tifoseria compulsiva, e forse stiamo rendendo così anche la dirigenza...
  9. Vabbè ma questo lo dice la gazzetta, che ha iniziato,anzi prosegue, nel suo progetto di demolizione dell'ambiente Juve.
  10. Sono dei pazzi!!! Comunque bentornato bis ad Andrea. Se chiede le garanzie di poter lavorare senza eccessive pressioni da parte della società, potrebbe essere una scommessa vincente, anche senza vincere il primo anno...basta ridare una identità a questa squadra. E poi...sai cosa vorrebbe dire alzarLa con Andrea un panchina. Io non dimentico il suo pianto dopo la finale di Berlino...forza Juve ora più che mai. Ho 53 anni e sono emozionato come un bambino
  11. Può essere, in un post precedente ho scritto che confidavo in una scelta ponderata, ma subito dopo è arrivata la notizia di Pirlo, che di fatto la smentisce. A meno che non avessero in testa Pirlo da tempo e allora continuo a non spiegarmi il perché della sua presentazione. Potevano farlo dopo la qualificazione alla final eight..
  12. Mah, se fosse così avrebbero potuto aspettare un paio di giorni ancora prima di annunciare l'esonero di Sarri, d'altronde era nelle premesse di Agnelli prendersi un po' di tempo. Confido quindi che abbiano già un nome. Inoltre, se non l'avessero significherebbe aver preso la decisione di pancia, " da dilettanti" per dirla alla Sarri. E non credo sia così. Forza Juve
  13. Mah, io non ho mai avuto preconcetti, e per il bene della mia squadra ho sperato in e tifato anche per sarri come per gli altri allenatori prima di lui , perché i loro successi sarebbero stati i successi della Juve. Ma ieri, durante l'intervista su mediaset, quando ha parlato dell'episodio arbitrale che ci ha svantaggiati ha detto, più o meno letteralmente: "ora capisco perche gli juventini ritengono questa competizione stregata ( sfigata), ogni anno capitano episodi che compromettono il cammino, ma che fascino però" . Ecco questa frase accompagnata da un sorrisino che mi è sembrato ironico, mi ha fatto pensare a quanto poco lui si sentisse coinvolto, ha eretto un muro fra lui e " gli juventini ", in questi casi ,di norma, si usa dire" i nostri tifosi" o cose simili, che danno senso di appartenenza, di partecipazione. Invece è apparso, forse inconsciamente, divertito da questa cosa. E li ho pensato...ecco perche domani AA lo fa fuori...
  14. isola

    Juventus - Lazio 2-1, commenti post partita

    Secondo me, primo tempo gradevole nell'ottica che ho spiegato. Se avessimo fatto il primo tempo a ritmi alti nel secondo saremmo scoppiati, è già sucesso e non solo a noi. La gradevolezza stava nel vedere scambi di prima, difesa alta e controllo della partita, tutto a ritmi ovviamente blandi. Ma ci sta...
  15. isola

    Juventus - Lazio 2-1, commenti post partita

    Vedo molte, troppe critiche, ieri secondo me gestione perfetta della partita, a parte gli ultimi 10 minuti a causa di un errore individuale che ha riaperto la partita. Primo tempo a ritmi blandi ma gradevole, in controllo, scambi nello stretto, davanti a un muro di avversari che applicavano difesa e contropiede classici, gli si è lasciata solo un'occasione a causa di un altro errore individuale . Secondo tempo ben giocato, ritmi più alti, gol e diversi tiri in porta, qui servirebbe maggiore precisione e cattiveria sottoporta. In questo periodo, dove la gestione delle energie psicofisiche è il principale problema, pensare di tenere alto il ritmo tutta la partita è impossibile. Ho visto diverse partite dove chi era avanti nel primo tempo è stato poi rimontato nel secondo per crollo fisico. Ieri credo la scelta sia stata quella di partire piano, tenere la palla, farli stancare per poi colpire nella ripresa, contando sui loro pochi cambi e sul fatto che difendere in quel modo ( leggasi catenaccio) richiede freschezza e tanta concentrazione che alla lunga svaniscono. Grande applicazione tattica della squadra, dove non tutti paiono tecnicamente e caratterialmente all'altezza delle ambizioni della Juve, ma che finché indossano quella maglietta hanno tutto il mio sostegno. Forza Juve.
  16. Penso che nessuno meglio di Sarri possa sapere se sia meglio tenerlo o venderlo, avendolo allenato nei suoi anni migliori e anche ultimamente al Chelsea. Salvo decisioni già prese dalla società per questioni di bilancio
  17. Assurdo come a questo individuo sia concesso dire di tutto. Vi immaginate se AA avessee espresso giudizi simili su Conte? Lo avrebbero massacrato ...
  18. Perdonatemi, pensavo l'autore fosse rimasto nel copia/incolla. Si tratta di un certo A.Curreli, scrive sul portale di tiscali. Allucinante...
  19. Kean: l'inutile provocazione che si trasforma in lotta al razzismo. E Giulini si scontra con Adani Il giocatore della Juve dopo il gol esulta a braccia alzate davanti alla curva del Cagliari e piovono "buu razzisti". Il presidente rossoblù: "Troppi moralismi" di Andrea Curreli Forse Moise Kean è proprio l'erede di Balotelli. Un giocatore, SuperMario, dalle indubbie qualità tecniche che spesso si è rifugiato nelle accuse di razzismo ricevute per giustificare le sue prove opache in gara. A Cagliari Moise Kean è stato fischiato, come tutti i campioni della Juventus in campo. Sino al gol e alla sua provocatoria esultanza sotto la curva nord rossoblù, che forse meritava una sanzione da parte dell'arbitro Giacomelli (secondo giallo per Kean ed espulsione), non ha subito nessun tipo di insulto razzista. Né lui, né Matuidi. I fischi erano rivolti alla maglia bianconera, mai troppo amata a Cagliari come in gran parte dell'Italia, non al colore della pelle del giovane attaccante italo-ivoriano. I fischi al bianconero, non al nero Kean quindi ha ricevuto lo stesso "trattamento" di tutti gli altri juventini e di tutti i giocatori quando giocano "fuori casa". Li ha ricevuti anche Leo Bonucci dopo il gol dell'1-0 che ha gelato i tifosi rossoblù e fatto esplodere di gioia il settore ospiti del Sardegna Arena. La contestazione dell'avversario e l'esaltazione del proprio beniamino da sempre fa parte della partita vissuta allo stadio. Ma "la malizia è negli occhi di chi guarda" e forse Moise Kean ha visto razzismo in quei fischi, che sino alla sua esultanza, non avevano nessuna matrice di quel tipo. Solo dopo la sua esultanza a braccia alzate dalla curva è arrivato qualche "buu" razzista, quello che in Gran Bretagna chiamano "monkey chants". L'arbitro Giacomelli ha sorvolato sulla "provocazione agli spettatori" e sospeso per qualche minuto la partita mentre lo speaker ricordava ai tifosi l'elenco dei divieti, compreso quello sui cori razzisti. Sbagliata la provocazione, sbagliato il 'buu razzista' In sintesi Kean non doveva provocare i tifosi, come previsto dalle norme Uefa oltre che dal buonsenso, e nessuno tifoso del Cagliari doveva urlare come una scimmia per contestare Kean. Ed è questo il pensiero di Leo Bonucci. "Kean sa anche lui che poteva fare qualche cosa di diverso. C'è stato un 'buu razzista' verso Kean, ma c'è stato uno sbaglio al 50 per cento tra la curva e Moise". Il tecnico dei sardi Maran ha aggiunto: "Probabilmente l'esultanza ha innescato rabbia. Io ho sentito fischi, cosa hanno sentito gli altri non lo so. Il comunicato letto in campo? Per me non c'era bisogno". Giulini: "Troppi moralismi" Più duro il commento del presidente del Cagliari, Tommaso Giulini che ha avuto un confronto con il commentatore Sky, Lele Adani. "Mi dispiace perché ho sentito troppi moralismi. Se avesse segnato Bernardeschi sarebbe successa la stessa cosa. Fino al gol non era successo niente. Non strumentalizzate la cosa - ha detto il patron del Cagliari -. Kean ha sbagliato e me lo hanno detto anche i giocatori della Juve. Il Cagliari rifiuta le accuse di razzismo. Io ho sentito soprattutto dei fischi, sarebbero arrivati ugualmente a tutti gli altri giocatori. Se ci sono stati degli ululati sono da condannare". Adani: "Non puoi dare del moralista a me" Ma Adani replica: "Mi offendi, presidente, se mi dai del moralista. Perché critico 100-20 co...oni che fanno 'buu' a Matuidi, Alex Sandro e a Kean? Per questo? Secondo me sei stato offensivo, poi io la tua situazione la rispetto perché tu difendi la tua gente e il tuo club e lotti per il bene del Cagliari, ma non puoi dare del moralista a me. Moralista a me non lo dice nessuno. Chi fischia un giocatore di colore va cacciato e stop, non mi faccio dare del moralista da nessuno". I "buu" ad Alex Sandro li ha sentiti solo Adani, ma poco importa. Kean: "Il modo migliore di rispondere al razzismo" Intanto Moise Kean affida a Instagram il suo pensiero e rivendica la sua azione. "The best way to respond to racism" ("Il modo migliore di rispondere al razzismo") scrive in inglese l'attaccante dell'Italia. Omettendo ovviamente la provocazione rivolta al pubblico di Cagliari. Sì, forse è proprio il nuovo Balotelli ma con una società molto più potente alle spalle. 3 aprile 2019
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.