Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

  • Annunci

    • VS Info

      Nuova versione VecchiaSignora.com: nuovo login e nuove funzioni   10/01/2018

      Benvenuti nella nuova versione di VecchiaSignora.com. L'aggiornamento all'ultima versione disponibile vi permetterà un'esperienza d'uso moderna e velocizzata dei contenuti del forum. Abbiamo così deciso di raccogliere alcune delle nuove funzioni a vostra disposizione.   Nuovo login In questa nuova versione del forum non esistono più gli username ma soltanto i nomi visualizzati. Questo significa che per effettuare l'accesso al forum il nome utente che dovete utilizzare è quello che vedete accanto ai vostri post! Ovviamente resta invariata la vostra password d'accesso           Nuova modalità provvedimenti Modalità provvedimenti completamente rivoluzionata. È presente una lista di infrazioni standard alla quale corrisponderà un punteggio di provvedimento. Raggiunti i 10 punti di provvedimento il ban è automatico e irreversibile. Ogni punto di provvedimento può avere una sua scadenza. Indipendentemente dall'entità del provvedimento, l'utente sanzionato sarà obbligato ad accettare il provvedimento ricevuto prima di poter di nuovo interagire nel forum     Per uniformare le vecchie sanzioni alle nuove abbiamo deciso di resettare tutte le barre dei provvedimenti. Si riparte tutti da zero qui, ferme restando le sospensioni e i ban già assegnati.     Citazioni parziali Tra le nuove funzioni di questa versione del forum una della più utili sarà sicuramente quella che permette di citare soltanto una parte selezionata di un post. Basta soltanto selezionare il testo al quale si vuole rispondere e poi cliccare su "cita questa parte"         Menzioni dirette Altra utilissima funzione del nuovo forum sarà sicuramente la menzione diretta; all'interno di un post è sufficiente digitare la @ e poi il nome dell'utente, scegliendo dal menu a cascata, per far apparire una menzione diretta. L'utente menzionato riceverà una notifica.       Emoticon istantanee L'istantaneità di utilizzo di questa nuova versione del forum è palese anche nell'inserimento delle emoticon nei messaggi: basta digitare il codice relativo e verrà immediatamente visualizzata la relativa emoticon durante la composizione del messaggio
          Inserimento media   L'inserimento di un media non è mai stato così istantaneo. Basterà solo incollare il relativo link nell'editor per veder comparire immediatamente il contenuto che si vuole inserire nel post. Questa funzione permette così la visualizzazione istantanea di foto, video, tweet, post di Facebook, altri topic del forum e molto altro!
            Queste e molte altre sono le nuove funzioni del forum. Non vi resta che provarle e iniziare a postare! Usate questa discussione per commentare la nuova versione del forum!

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'conte'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2017-2018
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendari

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Trovato 43 risultati

  1. Chi è andato via dalla Juventus per club, in apparenza, più vincenti, non ha trovato ciò che cercava. Certo, c’è addio e addio. Vidal ha dato tantissimo nei quattro anni bianconeri, 35 gol in campionato e 11 nelle coppe internazionali, confermandosi uno dei centrocampisti più prolifici. Al Bayern ha continuato a vincere la Bundesliga e le Coppe di Germania ma, dopo la finale di Berlino, sul tetto d’Europa non è più arrivato. Tevez, arrivato a Torino sul viale del tramonto e rigeneratosi a suon di reti, aveva voglia di tornare a casa, al suo Boca Junior che ha riportato al successo. Atto di fede? Niente affatto, sedotto dai soldi dello Shangai è volato in Cina, tranne poi accorgersi che quello non è calcio vero e riprendere un altro aereo per Buenos Aires. Malinconica fine carriera. A Pogba qualcosa della milionaria plusvalenza non ha funzionato. L’Europeo non l’ha lanciato nel gotha assoluto del pallone, nella prima stagione allo United non ha brillato, pur contribuendo con un suo gol alla vittoria in Europa League. Quest’anno ancora peggio, Mourinho lo ha messo in disparte e lui vuole andarsene. Manchester eliminato agli ottavi di Champions. Dani Alves ha più lingua che classe, ogni giorno se ne inventa una e non sempre ci sta dentro. Ha detto di aver scelto il Psg per vincere la Champions. Eliminato agli ottavi. Vincerà la Ligue per mancanza di competitor, poi chiuderà con i francesi. Tutti ricordano il famoso discorso del ristorante da 100 euro. Antonio Conte, il condottiero dei primi tre scudetti, dopo il clamoroso voltafaccia di Vinovo e dopo un biennio in Nazionale, ha scelto la Premier e i miliardi di Abramovic. Primo anno a razzo con una vittoria nel suo stile. Ma il tecnico di Lecce ha confermato ancora una volta tutti i suoi limiti, più di un torneo alla volta non lo regge. Nel 2018 il ruolino è disastroso, staccato in campionato ed eliminato agli ottavi di Champions. Almeno non ha fatto molti chilometri Leonardo Bonucci, autoproclamatosi capitano e leader di un Milan senza identità che però si sta riprendendo e proverà a giocarsi la Coppa Italia. Difficile approdi alla Champions e, intanto, eliminato agli ottavi di Europa League. Quelli che hanno voluto la Juve a tutti i costi – parlo ad esempio di Higuain, Pjanic e Bernardeschi - hanno fatto la scelta giusta. Avanti, fino alla fine. Luca Beatrice Fonte: Tuttosport
  2. Antonio Conte e il Chelsea potrebbero separarsi a fine stagione, in Inghilterra il nome di Massimiliano Allegri è sempre piaciuto e via così. Mancherebbe un “piccolo” particolare: il tecnico tricampione d’Italia e la Juventus non sono in rotta, anzi pianificano un futuro in piena condivisione di oneri e onori. Mai come ora si può dire che non esiste un allenatore più adatto ai bianconeri e per Max non c’è un ambiente migliore in circolazione. Però i tabloid sono già impazziti... Tanto più che ieri l’ex ct della Nazionale, a precisa domanda su Allegri o Luis Enrique candidati al suo posto, ha commentato che «tutto è possibile, nel calcio tutto può cambiare nel giro di poco tempo». Fastidio evidente nelle parole di Conte sul quale da settimane s’è abbattuta la mannaia dei media, mentre la stagione dei campioni d’Inghilterra sta prendendo una piega non piacevole. Ma per far sì che tutti i pezzi s’incastrino nel puzzle si rischia di trascurare una componente fondamentale: Allegri non lascerà la Juve, a meno che la riconquista della Champions non gli faccia pensare di aver bisogno di nuove motivazioni. Allenare all’estero, comunque, è una prospettiva che a Max piace parecchio. Il suo nome è gradito al Chelsea, al Real Madrid e al Paris Saint-Germain dove si prospetta un duello tra Conte e Mourinho con l’ex tecnico bianconero in pole (a Parigi, per la prima volta, acquisirebbe la piena consapevolezza di lavorare con i giocatori da lui desiderati) a meno che non si lasci tentare da un ritorno in Nazionale. E per quanto qualsiasi contratto possa essere risolto, il rinnovo fino al 2020 siglato dopo Cardiff “protegge” Allegri dalle speculazioni relative a un futuro lontano da Torino. E’ vero, il Chelsea ha pensato a Max anche prima di virare su Conte e lo stile allegriano ha fatto proseliti a Stamford Bridge. Altri sondaggi toccheranno ancora il livornese che un anno fa rispose: «Sto studiando l’inglese, ma non per andare all’Arsenal. E’ buffo, a Londra sono stato in vacanza con mia figlia e il giorno in cui sono arrivato in Inghilterra è uscita una mia foto. Se la Juve ha intenzione di cambiare allenatore, basta che me lo dica. Io alla Juve sto benissimo». La favola è destinata a proseguire. Fonte: Tuttosport Fonte: Libero
  3. Ci affanniamo da settimane a star dietro alle chiacchiere di editorialisti, opinionisti, tuttologi, sull'estetica nel calcio. Siccome non sono nato due giorni fa, quando nasce un tormentone su una tematica stravagante mi viene da pensare che si voglia distogliere l'attenzione da fatti che invece dovrebbero essere evidenti a tutti. Quindi vado a vedere i numeri e solitamente i numeri mettono a posto tanti falsi miti che vengono ripetuti sulla base di leggende metropolitane senza alcun fondamento. Quindi vediamo cosa ci dicono i numeri sugli allenatori della Juventus: La classifica degli allenatori con la più alta percentuale di vittorie ci dice quali sono gli allenatori che giocano per non prenderle e quelli che invece hanno la vittoria in testa come unico obiettivo. Io noto un incredibile 70% di vittorie in cima alla classifica che costituisce un dato record per la storia bianconera. % vittorie 1 - Allegri: 70% 2 - Carcano: 68% 3 - Conte: 67% 4 - Capello: 65% 5 - Parola: 58% 6 - Lippi: 56% 7 - Ancelotti: 55% 8 - Trapattoni: 53% 9 - Zoff: 51% 10 - Vycpalek: 50% 11 - Rosetta: 46% 12 - Herrera: 46% La classifica degli allenatori con la più bassa percentuale di sconfitte dimostra quali sono gli allenatori con la miglior organizzazione difensiva e qui Conte, con una percentuale inforiore al 10%, stacca nettamente Capello e Allegri che hanno un dato assolutamente simile. % sconfitte 1 - Conte: 9,93% 2 - Capello: 12,38% 3 - Allegri: 13,79% 4 - Vycpalek: 13,84% 5 - Carcano: 14,29% 6 - Ancelotti: 15,79% 7 - Trapattoni: 16,11% 8 - Zoff: 16,34% 9 - Lippi: 18,27% 10 - Herrera: 19,53% 11 - Parola: 23,85% 12 - Rosetta: 24,42% La classifica degli allenatori con il maggior numero di gol realizzati dimostra quanto il gioco offensivo di un allenatore si traduce in una prolificità realizzativa della squadra. A parte il dato "illegale" di Carcano, Allegri insegue Parola a colpi di 2 gol a partita di media. gol realizzati a partita 1 - Carcano: 2,40 2 - Parola: 1,99 3 - Allegri: 1,91 4 - Conte: 1,85 5 - Rosetta: 1,77 6 - Lippi: 1,76 7 - Capello: 1,72 8 - Vycpalek: 1,64 9 - Ancelotti: 1,62 10 - Trapattoni: 1,62 11 - Zoff: 1,61 12 - Herrera: 1,23 La classifica degli allenatori con il minor numero di gol subiti dimostra l'efficacia della fase difensiva che si traduce in un minor numero di reti subite. Qui lo scettro va a Conte, ma Allegri segue a ruota. gol subiti a partita 1 - Conte: 0,67 2 - Allegri: 0,70 3 - Herrera: 0,72 4 - Capello: 0,77 5 - Trapattoni: 0,80 6 - Vycpalek: 0,87 7 - Ancelotti: 0,88 8 - Lippi: 0,94 9 - Zoff: 0,98 10 - Carcano: 1,02 11 - Parola: 1,11 12 - Rosetta: 1,18 L'ultima classifica dimostra qual è il gioco che fornisce il miglior rendimento tra fase offensiva e fase difensiva. Qui Carcano non ha rivali, ma Allegri e Conte sono gli unici allenatori del dopoguerra a superare l'unità. miglior differenza reti (media a partita) 1 - Carcano: 1,38 2 - Allegri: 1,21 3 - Conte: 1,18 4 - Capello: 0,95 5 - Parola: 0,87 6 - Trapattoni: 0,82 7 - Lippi: 0,81 8 - Vycpalek: 0,77 9 - Ancelotti: 0,73 10 - Zoff: 0,63 11 - Rosetta: 0,59 12 - Herrera: 0,50 Da queste classifiche si evince che Allegri, Conte e Carcano hanno portato alla Juventus una filosofia di gioco equilibrata e vincente, in misura maggiore rispetto a tutti gli altri allenatori.
  4. Giuseppe Marotta si gode il record dei 6 scudetti consecutivi vinti dalla sua Juventus: 3 con Allegri e 3 con Conte. Che quest'anno ha trionfato in Premier League con il Chelsea ed è il sogno dell'Inter per la prossima stagione. L'amministratore delegato bianconero non ha paura di vederlo sulla panchina dei nerazzurri, anzi: "Conte all'Inter? Saremmo contenti - ha dichiarato Marotta a Radio RAI - perché il campionato acquisterebbe maggiore interesse. Più è interessante lo spettacolo e più è bello vincere. Mi auguro che la Serie A sia sempre più competitiva e che vinca come sempre il migliore". ALLEGRI - "Tre anni fa abbiamo dovuto gestire l'addio improvviso di Conte e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi, prendendo un vincente. Allegri è arrivato tra lo scetticismo generale, poi si è conquistato la fiducia di tutti mettendo la propria esperienza a disposizione della squadra, che a sua volta ha favorito il suo ingresso. Il nostro rapporto è ottimo e ha tutte le premesse per continuare. Non ne abbiamo ancora parlato, ci incontreremo dopo la finale del 3 giugno a Cardiff. Se non dovessimo vincere la Champions, sarebbe comunque una stagione trionfale. Siamo consapevoli di essere migliorati rispetto a due anni fa. Sono entrati in rosa alcuni giocatori che hanno già vinto, come Mandzukic e Dani Alves. Allegri poi ha già fatto esperienza e vogliamo giocarcela fino alla fine". CALCIOMERCATO - "A gennaio abbiamo preso Caldara, anche se resterà a Bergamo. Stesso discorso per Spinazzola, che è già nostro. Abbiamo focalizzato la nostra attenzione su giovani interessanti. Keita è già della Juve? Assolutamente no, è un giocatore della Lazio e ha un altro anno di contratto. Lo osserviamo, penso sia un giocatore di grande spessore e avvenire, ma per il momento non c'è alcuna trattativa. Siamo interessati, ma valuteremo con calma". FUTURO - "Il mio futuro? Quello che conta è il rapporto tra società e dirigenza, ho un rapporto splendido con il presidente Andrea Agnelli e abbiamo creato un gruppo vincente: lo dico con orgoglio. Prima o poi l'esperienza terminerà, ma non adesso perché abbiamo tanta voglia di vincere ancora". Calciomercato.com