Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Search the Community

Showing results for tags 'allegri'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2020-2021
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendars

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Found 19 results

  1. Il campionato 2019-2020 sarà ricordato come un'anomalia per tanti motivi. In primis, naturalmente, per la pandemia mondiale del covid19. Anche la statistica rende questo campionato un caso, credo, unico. La Juventus lo vince subendo 43 gol (risultando la terza difesa meno battuta del campionato) e segnando 76 gol (quinto attacco del torneo). Credo che nella storia non sia mai capitato. Chiude il girone d'andata con 48 punti. E ne racimola solo 35 il girone di ritorno. Nel girone di ritorno, 39 i gol fatti. Ben 25 quelli subiti. Tenendo conto del solo campionato, solo in due frangenti la Juventus ha mantenuto inviolata la propria porta per almeno due partite consecutive. E' accaduto contro Torino e Milan nel girone d'andata (tra il 2 e il 10 novembre) e contro Inter (marzo), Bologna e Lecce (giugno). In solo 12 partite, la porta è rimasta inviolata. Nei 5 anni di Allegri (parlo del solo campionato) la porta è rimasta inviolata 97 volte su 190. Con una media di oltre 19 partite a stagione senza subir gol. Nel dettaglio dal 2014-2015 al 2018-2019 la Juve non ha subito gol per stagione rispettivamente 19, 22, 18, 22, 16. Per usare un termine caro ad Allegri, la Juventus quest'anno ha vinto di "corto muso" (con un solo gol di scarto) ben 14 volte su 26 (quasi 54% delle vittorie). Su 142 vittorie con Allegri, solo 57 con un solo gol di scarto (pari al 40%). 11 le vittorie di Sarri senza subire gol (42%). 90 su 142 (63%), le vittorie di Allegri senza subire gol. 29 volte su 142 vittorie (20%), Allegri ha vinto 1-0 (o 0-1). Sarri ha vinto solo 3 partite 1-0 (o 0-1) su 26 vittorie (11,50%). Avendo solo in 12 occasioni mantenuto la porta inviolata, avresti avuto bisogno di segnare 2 o più gol in 26 partite. Nel dettaglio per vincere 15 volte avresti avuto bisogno di 2 gol. 6 volte di 3. 4 volte di 4. e 1 volta di 5. Questi numeri dicono che probabilmente senza Cristiano Ronaldo, non avresti vinto questo campionato. L'assenza di Chiellini, ha indubbiamente pesato su questi numeri. Anche se non può essere il solo fattore. Chiellini il 14 agosto compie 36 anni, e viene da un gravissimo infortunio. Qualche riflessione, credo vada fatta. A voi A cura di: Fabio Franco
  2. La Juventus, lo dicono i numeri, quest'anno sembra avere parecchi problemi realizzativi. Dybala, Ronaldo, Higuain in tre hanno realizzato 13 gol, il solo Immobile ne ha fatti 16. La scelta sarriana di giocare con il trequartista (almeno fino a quando Douglas Costa non sarà al 100%, ma forse anche con Douglas Costa al 100%) di privilegiare palla a terra, e meno gioco sulle fasce (di fatto il trequartista comporta questo) ci porta a numeri impietosi. Lo scorso campionato, ben 14 gol di testa complessivi. Adesso dopo 12 partite, siamo a due soli gol... La scelta allegriana di Mario Mandzukic, da molti additato come uno dei mali del "brutto" gioco bianconero, si sta dimostrando molto più performante, rispetto alla scelta di "accentrare" il gioco sul trequartista. Aspettando il miglior Ramsey, Sarri sceglie di giocare con Bernardeschi trequartista...Alternando piuttosto Higuain e Dybala... Sempre i numeri dicono che mediamente completiamo un 50% di cross in meno rispetto alla scorsa stagione... La notizia di fondo, è che Sarri si sta dimostrando un maniaco dell'equilibrio tattico ai livelli di Allegri. Sarri, al momento, privilegia i fidi scudieri allegriani Matuidi e Khedira, piuttosto che insistere con Rabiot e/o Ramsey (forse per i problemi fisici di entrambi). Al momento, molto più performante la scelta di Mandzukic boa ad aprire gli spazi a Ronaldo che la soluzione con il trequartista. Parlo in termini di realizzazioni, e di varietà di gioco. Spero questa discussione non si trasformi nella solita bagarre Allegriani contro Sarriani. I numeri al momento sono inequivocabilmente chiari. Come è inequivocabilmente chiaro che la Juventus è la squadra europea con il maggior numero di vittorie con un solo gol di scarto (mi pare 9). Unica squadra europea imbattuta. Primi in campionato e primi in Champions... Tuttavia mi pare che anche con Allegri, i risultati non siano mai stati in discussione. Cosa ne pensate? A cura di: Fabio Franco
  3. Seguendo un po' le voci di mercato e i post qui e altrove, leggo che tanti vorrebbero cambiare Mr Allegri per aver un gioco "diverso" (ho scritto diverso non più bello, più veloce, più Ajax più Barça meno Crotone...etc etc) Questo IMHO vorrebbe dire rinnegare momentaneamente il nostro motto "Vincere è l'unica cosa che conta" perchè ripartire con un Guardiola (ad esempio) vorrebbe dire sicuramente cambiare quell'impostazione che ci ha fatto vincere gli ultimi 8 scudetti, poi ok la pochezza delle altre squadre italiane a meno di stravolgimenti potrebbe giocare a nostro vantaggio ma, sicuramente avremmo un momento di transizione. Ecco la domanda che mi faccio è : "sareste disposti a eventualmente, perdere qualcosa, per poter aver un gioco diverso?" premetto secondo me non accade nulla e ci teniamo Allegri o comunque prenderemmo un allenatore in linea con il nostro DNA, guardate il video sull'intervista post derby di ieri, ad un certo punto Allegri dice che lui avendo allenato sia il Milan di Silvio e la Juve ha visto chiaramente i 2 DNA di gioco differenti (penso io , uno più propositivo e divertente, l'altro più di forza e fisico) quindi alla fine penso che nulla come impostazione di gioco cambierà (magari gli attori si) io personalmente essendo Juventino da 47 anni sono molto combattuto, mi annoio e mi incatso a vedere la Juve giocare ma mi incatso di più quando perde o pareggia 😩 ciao
  4. Come da titolo, dal 2014 al 2017: 2014-2015: 13 gare, 7 vinte, 3 pari, 3 perse, 17 gol fatti e 10 gol subiti 2015-2016: 8 gare, 3 vinte, 3 pari e 2 perse, 10 gol fatti e 9 gol subiti 2016-2017: 13 gare, 9 vinte, 3 pari e 1 persa, 22 gol fatti e 7 gol subiti Totale: 34 gare, 19 vittorie (56%), 9 pareggi (26%), 6 perse (18%) 49 gol fatti (1,44 a partita) e 26 gol subiti (0,76 a partita) Dal 2017 al 2019: 2017-2018: 10 gare, 5 vinte, 3 pari, 2 perse, 14 gol fatti, e 12 gol subiti 2018-2019: 10 gare, 5 vinte, 1 pari, 4 perse, 14 gol fatti e 9 gol subiti Totale: 20 gare, 10 vinte (50%), 4 pareggi (20%), 6 perse (30%), 28 gol fatti (1,4 a partita) e 21 gol subiti (1,05 a partita) Insomma, che ne pensate? Personalmente salta all'occhio l'aumento in percentuale dei gol subiti, mentre i gol fatti mantengono più o meno una media molto simile, esclusi i "ben" 22 gol segnati nel 2016-2017 Altro dato "preoccupante" è che nelle ultime 2 campagne di Champions abbiamo rimediato le stesse sconfitte delle precedenti 3 messe insieme, quest'anno addirittura 4 a Confronto, ecco i dati delle 2 stagioni di Capello in Europa 2004-2005: 12 gare, 7 vinte, 3 pari e 2 perse, 15 gol fatti e 7 subiti 2005-2006: 10 gare, 6 vinte, 1 pari e 3 perse, 16 gol fatti e 11 subiti questi invece i numeri di Conte 2012-2013: 10 gare, 5 vinte, 3 pari e 2 perse, 17 gol fatti e 8 subiti 2013-2014: 6 + 8 gare, 1 + 5 vinte, 3 + 2 pari, 2 + 1 perse, 9 + 10 gol fatti e 9 + 4 gol subiti l'annata di Ranieri: 2008-2009: 10 gare, 4 vinte, 5 pari, 1 persa, 14 gol fatti e 7 subiti
  5. "Sciarpa del Genoa al collo domani? Farà caldo per mettersi la sciarpa domani...". Tre punti conquistati contro il Milan allo Stadium (è finita 2-1), dunque per lo Scudetto ne mancano altri tre, a meno che il Napoli domani non perda contro il Genoa. E Massimiliano Allegri lo sa bene: "Comunque era importante vincere oggi, Juventus-Milan è sempre una partita stimolante. Ora ci manca o una vittoria o un pareggio nel caso in cui il Napoli riuscisse a vincere domani. Ho avuto una bella risposta - ha spiegato ai microfoni di SkySport -. Nel primo tempo non abbiamo fatto bene, nel secondo meglio invece, con belle trame di gioco e più ordinati in campo. Ajax? Non ci pensiamo e non ci abbiamo pensato perché avevamo difronte il Milan. Alex Sandro giocava per la prijma volta come terzso centrale, Bernardeschi mezzala, De Sciglio più alto che sentiva la partita; le difficoltà potevano esserci. Poi abbiamo fatto un bel secondo tempo anche dal punto di vista fisico. Difficile tenere fuori Kean? E' bravo a fare gol, è un giovane che sta facendo bene e lasciamolo crescere bene. Oggi ha fatto anche una bella esultanza. Tutti insieme a gennaio abbiamo deciso di tenerlo. Oltre a Mandzukic è lui il centravanti. E poi il ragazzo ne aveva bisogno per crescere tecnicamente e migliorare. Poi allenarsi e giocare con i campioni penso sia meglio per migliorare a livello mentale. Dybala contrariato per il cambio? E' giusto che sia arrabbiato perché tutti ci tengono a giocare, lui veniva da un periodo in cui non giocava e si allenava meno per la botta al polpaccio. Il gol gli ha dato fiducia ma in una grande squadra è così, stanno tutti lì pronti a rubarti il posto. Io poi devo cercare di mettere in campo i giocatori migliori. Nel primo tempo era giusto prendere gol su quella ripartenza, c'è stato poco e niente però. Quando arrangi la squadra come ho fatto io ieri, sapevo che avrei avuto difficoltà. Pjanic è stato molto bravo nella caccia alla palla, i giocatori vanno messi nelle loro posizioni per dare il meglio. Matuidi ogni tanto lo lascio a riposo, ieri l'ho provato ma ho preferito lasciarlo fuori. Chi ha giocato ha fatto bene ma a gara in corso si possono sistemare le cose. CR7 avrebbe voluto giocare oggi? Lui si sente sempre pronto, ma io gli ho detto che era meglio non farsi trovare pronto. Mercoledì? Siamo fiduciosi, sta viaggiando molto bene". Fonte: GDM
  6. Juventus-Allegri, ora è ufficiale. Alle 15 la presentazione. Biennale: 2 milioni più bonus Gazzetta.it Come da titolo. Siete d'accordo con la decisione della Juventus? VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE
  7. "Importante recuperare Douglas Costa che è l'unico che possiamo recuperare". "Troveremo un Atletico ancora più coperto all'Allianz Stadium" "Non è andato male niente nella preparazione, Pjanic aveva la febbre a 37, Bonucci è stato fuori 15 giorni per un problema alla caviglia, Chiellini problemi con il polpaccio, Khedira poverino ha avuto un problema al cuore, al 12 marzo arriveremo nelle migliori condizioni possibili" Formazione fatta da SKY per il ritorno contro l'Atletico Madrid (consigliata ad Allegri).
  8. Un punto ancora e poi lo scudetto d’inverno sarà aritmeticamente della Juve. Non poteva essere altrimenti con il ritmo che stanno tenendo i bianconeri. Contro la Roma, sabato sera a Torino, Allegri potrà prendersi il primo vero pezzo di scudetto. Sarebbe nulla più del giusto coronamento di un anno straordinario. Mancano un paio di settimane al brindisi di arrivo del 2019 e i conti parlano chiaro. La Juve ha già tutti dietro, nessuno riesce ad andare così forte, non solo in Italia. E il muro dei 100 punti è alla portata: ne servono 6 sui 9 ancora disponibili. Oggi, durante il sorteggio di Champions, la Juve e gli juventini dovrebbero dare uno sguardo a quanto accaduto nell’anno che si sta chiudendo. Sarebbe un buon modo per affrontare l’Europa a viso ancor più aperto, senza timori di questo o quell’avversario. Il perché è racchiuso nella classifica di punti ottenuti nei vari campionati. Il 2018, infatti, ribadisce: la Juve è avanti a tutti, nessuno corre quanto lei. Con 94 punti Allegri e i suoi hanno messo in fila Psg, Manchester City, Barcellona, Totttenham, Napoli, Liverpool, Real e Atletico. Ci fermiamo qui non a caso: dietro ci sono già Atletico Madrid e Liverpool, i due avversari più temibili dell’urna di oggi a Nyon . La partenza dell’attuale campionato è probabilmente l’esempio migliore, con 46 punti su 48 messi in tasca e una vittoria sfuggita solo perché quel pallone contro il Genoa era stato considerato fuori da Benatia mentre invece da lì arrivò il gol del pareggio. Per il resto, però, solo vittoLa vittoria sul Torino ha allungato le tante serie positive dei bianconeri rie. In casa e in trasferta. L’altro dato spaventoso riguarda proprio i viaggi della Juve: gli manca solo la partita sul campo dell’Atalanta, se ne esce indenne l’anno sarà immacolato anche per quel che riguarda le trasferte. Con la vittoria di sabato, nel derby che il calendario ha piazzato in casa del Torino, la Juve peraltro ha già eguagliato la sua migliore striscia di vittorie esterne: 8 di fila. Fonte: Il Corriere dello Sport
  9. Il nostro mister Max Allegri si è infortunato durante la Partita del Cuore. Seguiamo qui aggiornamenti per vedere se il mister recupererà in tempo per Cardiff!
  10. In questi giorni, vista forte rivoluzione avvenuta nella sessione di calciomercato appena conclusa e complici le sperimentazioni appena accennate dal nostro Mister, è nata una diatriba ancor più forte tra la varie formazioni con cui schierare e far rendere al meglio i 25 giocatori a disposizione. Ovviamente, negli esempi del topic è valutata la formazione tipo che si potrebbe schierare e sappiamo bene che nell'immediato è abbastanza irrealizzabile visti i numerosi infortuni con cui siamo abituati (purtroppo) a convivere negli ultimi anni. Per questo, fiato alle trombe, si scaldino i tattici e portiamo a casa un vincitore. • Modulo: 4-4-2 (Vantaggi: copertura totale del campo e sovrapposizioni sulla fascia Svantaggi: elevatissima dedizione tattica richiesta agli interpreti) • Modulo: 3-5-2 (Vantaggi: maggiore copertura della profondità e possibilità di cercare l'anticipo più spesso Svantaggi: in non possesso, le ali avversarie costringono ad abbassare gli esterni ed il baricentro) • Modulo: 4-3-3 (Vantaggi: lo scaglionamento consente di creare soluzioni in qualsiasi zona di campo Svantaggi: lo sviluppo iniziale è troppo dipendente dal mediano e, se le ali non aiutano, il centrocampo va in difficoltà) • Modulo: 4-2-3-1 (Vantaggi: numerose soluzioni offensive Svantaggi: ancor più del 442 richiede dedizione tattica per mantenere gli equilibri)
  11. The Godfather of italian coaching https://www.youtube.com/watch?v=05Fz0bQfiYQ
  12. https://www.facebook.com/vecchiasignora.forum/videos/933562733390037/ MI RACCOMANDO,è UN TOPIC GOLIARDICO,SI ASTENGANO I SOLITI CRITICONI,NON è UNA DISCUSSIONE SULL' ALLENATORE
  13. Uno dei migliori staff dirigenziali in circolazione, capace di sorprenderci anche di fronte a scelte a noi difficili da comprendere ma che si sono SEMPRE rivelate giuste e vincenti. Una grande squadra si costruisce anche e soprattutto dalle fondamenta, e Marotta e Paratici nel loro lavoro sono due fenomeni. Rinnovo doveroso e meritatissimo. Grazie ragazzi, ora insieme coltiviamo il sogno
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.