Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Deborah J

GdS, Bernardeschi: "Sono cambiato, con Cristiano divento leader. Voglio il derby ma sarebbe bello avere due squadre in Europa della stessa città. Allegri bacchetta tutti"

Recommended Posts

Leader..

Quest'anno sicuramente è cresciuto rispetto all'anno scorso ma è ancora troppo poco rispetto ai big d'Europa che giocano in quel ruolo, fa poco la differenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, ZizouZidane ha scritto:

Rapida premessa: negli ultimi mesi, ho capito che la mia visione del calcio è molto diversa (quasi opposta) rispetto alla tua e a quella di tanti altri utenti del forum. Questa consapevolezza mi rende più tranquillo, meno accalorato nelle discussioni e senza alcuna voglia di fare polemica. 

 

Dirò, dunque, quello che penso in base a questa premessa fondamentale.

 

1.Il calcio è un gioco di squadra. I giochi di squadra presuppongono organizzazione. L’organizzazione presuppone una serie di movimenti studiati in allenamento che coinvolgano tutti gli undici in campo. Essendo, come detto, un gioco di squadra, infatti, il movimento di ciascuno è strettamente connesso a quello che degli altri. Ciò detto, è tecnicamente impossibile valutare le prestazioni dei singoli a prescindere dal contesto tattico in cui si trovano ad agire. Tecnicamente impossibile. 

Se metti il tuo idolo Marcelo a fare il terzino difensivo e gli imponi di imparare a difendere, nel giro di due mesi diventa un brocco al pari di Cancelo. E nel giro di un anno lo costringerai a scappare a gambe levate come accaduto al suo illustre collega Alves.

Nel calcio, ripeto, è impossibile giudicare un singolo a prescindere dalle circostanze in cui viene a esibirsi e dal vestito tattico che l’allenatore dà alla squadra.

 

2.A conferma di quanto detto in premessa, la penso in maniera diametralmente opposta. Siamo mancati in partite importanti per responsabilità pesanti da parte del tecnico che non è stato capace di dare un gioco alla squadra. E l’umiliazione subita dall’Ajax è solo la summa rappresentativa delle sue nefandezze. Gli errori da parte di giocatori indiscutibilmente dotati sul piano tecnico si spiegano con motivazioni di ordine tattico. Per quanto Pjanic possa non piacere, immagino siamo tutti d’accordo sul suo notevole bagaglio tecnico. Se lo metti davanti alla difesa, non gli crei attorno movimenti senza palla e alternative di scarico, se lo porti a essere costantemente pressato, vedrai che finirà per sbagliare anche i passaggi in orizzontale a due metri. E Shone, giocatore, forse, da serie B, al suo cospetto sembrerà Falcao.

 

3. Cancelo, Bonucci, Sandro, Pjanic, Khedira, Matuidi, Bentancur, Bernardeschi, Costa, Dybala, Mandzukic, a prescindere dai gusti personali, sono giocatori indiscutibilmente di livello (non fuoriclasse o campioni, semplicemente di livello. Immagino possa convenire almeno su questo). Ebbene, stanno per concludere un’annata imbarazzante. Imbarazzante. Un’annata condita da errori che nemmeno in seconda categoria. Lo stesso Ronaldo non ha avuto il rendimento degli anni passati (e, spesso, ha mostrato in campo la sua insofferenza). Ora, o sono (diventati) tutti brocchi da regalare al primo che passa o, forse, c’è qualche altro motivo alla base. Questa sottovalutazione del ruolo del tecnico, soprattutto nel calcio moderno, mi pare francamente incomprensibile.

 

I concetti da me espressi mi paiono piuttosto banali e ovvi. Però, come premesso, paiono banali e ovvi a me che la penso in un certo modo. Mi sono reso definitivamente conto che tu e molti altri la pensate in maniera diversa. E va bene così.

 

Una cosa è certa: ho giocato a questo sport per  20 anni e seguo la Juve da sempre. Questo non è il calcio che mi piace. E nessuno mi imporrà di farmelo piacere.

 

Buona domenica.

Apprezzo il modo in cui hai espresso le tue opinioni e le rispetto, anche se la maggior parte di esse sono OT, qui si sta parlando del singolo Bernardeschi.

 

Poi, tu credi che sia impossibile parlare dei singoli, io invece credo che sia possibile e doveroso ma tralasciamo.

 

Quindi, per tirare le somme, pensi che Allegri sia un incapace e le ragioni che hanno portato alcuni di quelli che hai citato a non performare al loro livello siano tutte riconducibili al tecnico.

 

Non credo proprio.

 

Come ripetuto più volte, Allegri è lo stesso allenatore che ci ha portato tanti trofei e 2 finali di Champions (perdendole contro Real e Barca in una delle loro versioni più forti di sempre), riuscendo a battere in ogni edizione praticamente tutte le big del calcio europeo.

 

Allegri si è imbrocchito tutto in un colpo ? Dall'essere un valore aggiunto è diventato un elemento nocivo che ti fa perdere le Champions e ti rovina i giocatori ?

 

Non credo proprio.

 

Allegri ha sicuramente commesso degli errori e per quanto mi riguarda sarebbe giusto cambiare per dare quei nuovi stimoli di cui abbiamo bisogno, non per demeriti.

 

Valverde chi è ? Luis enrique ? Di matteo ? sono tutti allenatori che hanno vinto o si apprestano a vincere la Champions ma quanti meriti anno ?

 

Pochi, perchè i più grandi meriti li hanno avuti le società che hanno costruito corazzate e i giocatori che hanno vinto le partite in campo tirando fuori icoglioni.

 

L'inter post triplete è collassata per colpa di Benitez ? Non è riuscita a ripartire per colpa di Gasperini ?

 

Non esistono allenatori in grado di spostare equilibri in Champions. Klopp, Guardiola, Simeone e moltissimi altri sono li a dimostrarlo.

 

Meno alibi per i giocatori.

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ditemi quello che volete ma a me personalmente non piace, non fa impazzire, le prestazioni di alto livello da parte sua si contano sulle dita di una mano, e poi se devo dirla tutta mi sta anche un pò antipatico a pelle. In più molto spesso è anche egoista, invece di servire compagni liberi si incaponisce in dribbling senza senso, troppo fumoso, preferisco molto di più costa. E' vero che bernardeschi aiuta molto a centrocampo, ed è per questo motivo che piace molto ad allegri, però davanti non mi convince. E' un pò come il discorso di de sciglio, con le dovute proporzioni ci mancherebbe, sono due giocatori che ci possono stare alla juve ma non come titolari. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, johnmalkovich ha scritto:

Di sicuro non è un campione nè potrà ambite a categorie superiori, ha buone basi ma non sarà mai uno di quei calciatori insostituibili ed ambiti dai maggiori club nei contesti internazionali.

E Chiesa, credo, sia un po’ la stessa cosa ma molto più caro.

Spero di sbagliare sia su Bernardeschi che su chiesa ma ho anche io la stessa sensazione.

Giocatori buoni. 

Che in nazionale vista la pochezza che abbiamo saranno protagonisti.

Ma a livello dei vari Parolo, Pepe, Giovinco...che da giovani erano valutati tantissimo ma che poi sono restati né carne né pesce.

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, ZizouZidane ha scritto:

Rapida premessa: negli ultimi mesi, ho capito che la mia visione del calcio è molto diversa (quasi opposta) rispetto alla tua e a quella di tanti altri utenti del forum. Questa consapevolezza mi rende più tranquillo, meno accalorato nelle discussioni e senza alcuna voglia di fare polemica. 

 

Dirò, dunque, quello che penso in base a questa premessa fondamentale.

 

1.Il calcio è un gioco di squadra. I giochi di squadra presuppongono organizzazione. L’organizzazione presuppone una serie di movimenti studiati in allenamento che coinvolgano tutti gli undici in campo. Essendo, come detto, un gioco di squadra, infatti, il movimento di ciascuno è strettamente connesso a quello che degli altri. Ciò detto, è tecnicamente impossibile valutare le prestazioni dei singoli a prescindere dal contesto tattico in cui si trovano ad agire. Tecnicamente impossibile. 

Se metti il tuo idolo Marcelo a fare il terzino difensivo e gli imponi di imparare a difendere, nel giro di due mesi diventa un brocco al pari di Cancelo. E nel giro di un anno lo costringerai a scappare a gambe levate come accaduto al suo illustre collega Alves.

Nel calcio, ripeto, è impossibile giudicare un singolo a prescindere dalle circostanze in cui viene a esibirsi e dal vestito tattico che l’allenatore dà alla squadra.

 

2.A conferma di quanto detto in premessa, la penso in maniera diametralmente opposta. Siamo mancati in partite importanti per responsabilità pesanti da parte del tecnico che non è stato capace di dare un gioco alla squadra. E l’umiliazione subita dall’Ajax è solo la summa rappresentativa delle sue nefandezze. Gli errori da parte di giocatori indiscutibilmente dotati sul piano tecnico si spiegano con motivazioni di ordine tattico. Per quanto Pjanic possa non piacere, immagino siamo tutti d’accordo sul suo notevole bagaglio tecnico. Se lo metti davanti alla difesa, non gli crei attorno movimenti senza palla e alternative di scarico, se lo porti a essere costantemente pressato, vedrai che finirà per sbagliare anche i passaggi in orizzontale a due metri. E Shone, giocatore, forse, da serie B, al suo cospetto sembrerà Falcao.

 

3. Cancelo, Bonucci, Sandro, Pjanic, Khedira, Matuidi, Bentancur, Bernardeschi, Costa, Dybala, Mandzukic, a prescindere dai gusti personali, sono giocatori indiscutibilmente di livello (non fuoriclasse o campioni, semplicemente di livello. Immagino possa convenire almeno su questo). Ebbene, stanno per concludere un’annata imbarazzante. Imbarazzante. Un’annata condita da errori che nemmeno in seconda categoria. Lo stesso Ronaldo non ha avuto il rendimento degli anni passati (e, spesso, ha mostrato in campo la sua insofferenza). Ora, o sono (diventati) tutti brocchi da regalare al primo che passa o, forse, c’è qualche altro motivo alla base. Questa sottovalutazione del ruolo del tecnico, soprattutto nel calcio moderno, mi pare francamente incomprensibile.

 

I concetti da me espressi mi paiono piuttosto banali e ovvi. Però, come premesso, paiono banali e ovvi a me che la penso in un certo modo. Mi sono reso definitivamente conto che tu e molti altri la pensate in maniera diversa. E va bene così.

 

Una cosa è certa: ho giocato a questo sport per  20 anni e seguo la Juve da sempre. Questo non è il calcio che mi piace. E nessuno mi imporrà di farmelo piacere.

 

Buona domenica.

Sebbene io non la pensi in toto così questa tua lettura sulla nostra stagione va rispettata.

Concordo anche io che gli juventini meritano di più a livello di gioco.

Non concordo che sia tutta colpa di Allegri.

Anche con il Torino ad esempio non è colpa di Allegri se Pijanic perde uno dei tanti palloni come ci ha spesso abituati.

Non ha colpa se Bernardeschi fa tutto bene e poi quando arriva al tiro ciabatta in continuazione.

O fa cross sballati.

Concordo sul fatto che Allegri debba dare più gioco alla squadra.

E che spesso abbia una mentalità non da juve.

Però è anche vero che se hai giocatori di carattere, che sanno che fare in campo la mentalità la possono cambiare anche loro.

Invece secondo me è il nostro limite.

Di giocatori con le pall ne abbiamo pochini...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.