Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 09/18/2022 in all areas

  1. 64 points
  2. 36 points
    Oggi è uscita alla ribalta la "chiacchierata" di Allegri al Corsera con Sconcerti, in cui si possono leggere cose condivisibili, alcune meno, altre per niente. Ma soprattutto, da questa chiacchierata ne esce un Allegri diverso, a tratti irriconoscibile da quello che tanto bene ha fatto nella sua prima avventura in bianconero. Periodo in cui la mia stima per lui ha raggiunto livelli molto alti, a volte magari eccessivi, ma proprio per questo mi sento di rivolgergli con accorata schiettezza una lettera aperta, quasi da amico, perchè ad uno che ci ha regalato così tante vittorie io non riesco a non volergli bene. E quando qualcuno non riesce a vedere una direzione, sono proprio gli "amici" a dover dare una visione esterna, meno interessata e forse per questo più a fuoco. Probabilmente questa "trovata" mi porterà solo ad essere linciato a mia volta, ma non mi interessa, in questi anni ci ho fatto il callo verso la maleducazione e la mancanza di rispetto che spopola nel web e premo lo stesso invio, perchè la Juve viene prima delle mie idee e anche dei singoli che sono chiamati a risollevarla. Perchè, caro Max, il tempo inizia a stringere e a doversi dare una scossa sei rimasto da solo, il fuoco "nemico" attacca da tutte le parti, le attenuanti dello scorso anno sono finite, la squadra seppur con qualche lacuna e qualche assenza è più adatta a te e forse forse è davvero il caso di abbandonare le crociate e iniziare a proporre qualcosa di valido che porti prestazioni e risultati, perchè ne sei capace. E l'abbiamo visto non solo nella tua versione più brillante - penso a quando si andava a palleggiare in faccia non solo al BVB ma anche al Real Madrid con Sturaro titolare perchè "se uno non c'è, gioca un altro, è inutile fasciarsi la testa" - ma anche in quella più già appannata nel famoso ritorno con l'Atletico e a piccolissimi sprazzi anche in questo bis. Già, perchè quell'Allegri era l'unico a credere sin dal giorno zero che quella squadra potesse fare strada in Europa, gli stessi dirigenti che lo vollero dissero che sarebbe bastato passare il girone per essere soddisfatti. Non certo quello che dice che la partita importante è quella col Benfica e poi la perde. Era quello che rifilava 6 gol al Verona e 7 al Parma, non quello che ne fa 2 a fatica allo Spezia. Era quello che ha effettivamente dimostrato a tutti che quei giocatori erano dei top e non gente con 10 euro in un ristorante da 100. Era quello che le crisi le ribaltava ma soprattutto non si perdeva quasi mai in battaglie dialettiche inutili e quando lo faceva erano cose che restavano in mixed zone, non le portava sul campo rendendo la sua squadra una cavia nel tentativo di avvalorarle. Quello che le sue convinzioni le esaltava e rivoltava i periodi di crisi come un calzino da Sassuolo al gol di Koulibaly, non se li lasciava mica ritorcere contro come adesso. Capisco sia difficile lavorare facendo anche da parafulmine ad una società assente, ma è pure l'ultima spiaggia, caro Max, l'alternativa che resta per non rovinare ulteriormente la tua reputazione, è farsi da parte ed poi andare a fare il battutista al club di Caressa. Insomma, caro Max, ricordiamoglielo al mondo chi eravamo e che - forse - potremmo ritornare. E se non ritorneremo, vorrà dire che il tempo passa per tutti e guizzi per i colpi di coda non ne hai più, lo accetterò e volterò pagina, sperando almeno ci sarà concesso l'onore delle armi.
  3. 35 points
    Monza - Juventus 1-0 Qui i commenti 
  4. 29 points
  5. 25 points
    "Reazione? Mi aspetto una reazione da Juventus, ma non la chiamerei reazione. Dalla Juventus si pretende azione: ogni partita ha la sua storia e ogni partita si deve dimostrare che si porta con onore la maglia che si indossa. Galliani? Ieri ho ricevuto una telefonata da lui, mi ha invitato ad assaggiare il risotto alla monzese". "Allegri? Cambiare guida tecnica sarebbe una follia. La responsabilità è far funzionare la società Juventus. Fare dei processi sommari e indicare un colpevole non aiuta la Juve a lavorare con disciplina. Max ha un programma che deve sviluppare in 4 anni, io come amministratore delegato devo sviluppare un programma in 2/3 anni. Allora il colpevole sono io: l’ad è al vertice della società, se le cose non funzionano è compito mio farle funzionare. Ci sono tre elementi: l’umiltà, la chiarezza e la determinazione. Abbiamo dei problemi, non si risolvono lasciando da sola una persona”.
  6. 22 points
    A me Allegri sembra sempre lo stesso. È la squadra ad essere molto più scarsa (altro che qualche lacuna e qualche assenza....domani il Monza avrà una panchina con giocatori più validi dei nostri ed è tutto dire). Ci si perde in inutili polemiche sull'allenatore quando i veri problemi sono altrove. Uno dei problemi è anche l'incapacità atavica del tifoso calcistico medio italiano (mica solo alla Juve) di accettare che si può anche perdere ed avere stagioni negative senza per questo fare drammi epocali e cercare per forza colpevoli ed invocare licenziamenti o dimissioni.
  7. 21 points
    amico mio ..... ti parla un innamorato di max ..... ma fidati , è andato. La cosa che mi fa capire che è finito , intendo proprio come allenatore, è il fatto che lui stia ormai combattendo una crociata per difendere se stesso e le sue idee ..... è completamente fuori dalla realtà del campo. E' completamente all'interno di un dibattito da social che puo' coinvolgere noi tifosi, non lui. Parla come un utente di vecchiasignora. L'unica cosa che gli resta da fare per lasciarci un bel ricordo è dimettersi.
  8. 13 points
  9. 11 points
    Salvo solo la Juve Virtuale, che in un mondo parallelo ha vinto 0-1 di corto muso a Monza.
  10. 10 points
    Allora vi meritate stadio vuoto ogni domenica. Parole davvero vergognose, altri 4 anni una cosa del genere è davvero malafede purissima
  11. 10 points
    La finale di Cardiff. Il ciclo di Allegri era finito, e invece ce lo siamo trascinato per altri due anni. Poi si è iniziato a prendere e riprendere allenatori a caso. Ogni sessione di mercato fatta totalmente a casaccio, spendendo tantissimo su un singolo giocatore (CR7, de Ligt, Vlahovic) e lasciando scoperto tutto il resto della rosa.
  12. 9 points
    Se non lo cacciano stasera, vuol dire che abbiamo davvero una societa' di sadomasochisti
  13. 9 points
    L'unica cosa utile di quest'intervista è la recensione tripadvisor sul risotto, che da buongustaio proverò appena possibile; grazie Arrivabé!
  14. 8 points
    Allegri è diventato l'allenatore, l'uomo comunicazione, il parafulmine di una dirigenza da cambiare e un presidente in crisi di idee che non parla più. Non è questione tecnica. L'uomo in missione della famiglia Agnelli, non a caso con contratto lungo e ben pagato. Quando cambierà la dirigenza la missione finirà e potrà tornare a pescare. Evidentemente è una sua forma di riconoscenza perché non credo molti farebbero 'sta figura da scemo del villaggio. Sul campo viene solo applicata la legge di Murphy.
  15. 7 points
    Qui dentro la gente è capace solo ad attaccare la persona. Viene odiato e offeso, gente prevenuta che tifa contro la propria squadra sperando nell'esonero, lo odiano a prescindere dai risultati. Ma vogliamo parlare di calcio? C'è uno, dico uno, che guarda le partite? Uno che è capace a vedere il calcio? Ci rendiamo conto che diciamo da anni che non abbiamo il centrocampo? E chi erano i titolari ieri sera? Miretti e Mck. MIRETTI E MCK. Dicevamo che quello dell'anno scorso con Loca Rabiot e Mck era ridicolo, ieri sera era peggio. Ma vi sembra un centrocampo decente? Il povero Paredes faceva tutto da solo.... Mck correva a vuoto e non è riuscito a fare un appoggio gusto, un passaggio al compagno vicino. Miretti ragazzi è un U23 e rimane tale, una promessa ma ancora acerbo, visto come un fenomeno ma in campo dà ancora poco, non contrasta e non suggerisce. Per giocare a quei livelli serve la tecnica, anche nei passaggi semplici. Serve gente che sa stoppare, giocare di prima, fare il passaggio sui piedi. Invece si vedono passaggi sbagliati, lanci sbagliati, stop sbagliati. Contrasti? Zero. Dribbling? Manco uno, nessuno che supera l'avversario. Appena cala l'agonismo dei primi minuti c'è il vuoto, lo stesso che ho visto con la Salernitana. Se ci fosse gente che recupera e riparte, contrasta e alza la voce alla squadra, lotta e dà l'esempio, dà continuità anche nei momenti fisiologici di calo, gli altri capirebbero l'esempio. Miretti e McK sono in grado di farlo? Lo hanno fatto ieri? No. E perchè giocavano loro? Sono loro i titolari? No. Il cc titolare sarebbe Pogba Paredes e Locatelli. Pogba infortunato, Loca infortunato. E perchè? Perchè non abbiamo altri. Ieri sera ho rimpianto Zakaria... Perchè è uscito Milik? Perchè avevamo provato il 442 per far posto a Di Maria ma già in 3 a cc soffrivano, Paredes e McK da soli stavano annegando. Quindi è ritornato al 433, ma in panca c'era solo Fagioli. A loro è entrato Draxler, a noi Fagioli. Aggiungiamo che obiettivamente non abbiamo terzini. Abbiamo provato a prendere Udogie ma il Tottenham ha alzato la posta. A destra Cuadrado è finito. De Sciglio è entrato e lanciava la palla in fallo laterale, l'unica cosa buona l'ha fatta in fuorigioco. E' il reparto ancora da ricostruire. Kostic è tecnico e corre ma non dribla, non è Douglas Costa insomma. Inoltre quelli che sono in campo giocano ogni 3 giorni. Chi può alzare il livello tecnico? Pogba (infortunato), Locatelli (infortunato), Chiesa (infortunato), Di Maria (mezzo infortunato). Appena è entrato lui si è vista la differenza, avevamo pure pareggiato. Gente che ha tecnica, che dribbla, che sa cosa fare col pallone. Paredes l'unico sano (finora) che sa giocare, sta in mezzo al nulla. Dite che non c'è gioco? Non c'è schema? Non ci sono idee? E se invece le idee il gioco e gli schemi ci fossero, ma mancano gli interpreti? Pensate davvero che sia lui a dire "giocate solo 15 minuti e poi tutti in difesa? Vi risulta che negli anni dei trofei abbiamo giocato cosi male? Non sono scuse, obiettivamente ci siamo trovati in questa fase della stagione senza i giocatori che dovevano farci fare il salto di qualità, dare quel gioco e quella differenza pari al loro nome. Se vi basta dire "Vattene", non è la discussione per voi.
  16. 7 points
    io solitamente sono scaramantico e non mi sbilancio mai sui risultati, oggi sono praticamente certo che vinceremo, semplicemente perché siamo sfigati, perché quando, forse, ipoteticamente, la perdita di 3 punti potrebbe smuovere le cose, ecco che li porteremo a casa con tanto di allenatore tronfio alla prossima conferenza, acque che si calmano ecc ecc fino alla prossima prova pietosa
  17. 7 points
    Ieri, dopo aver letto le dichiarazioni in oggetto di thread, ho scritto (ed è la prima volta che mi succede in anni e anni di forum) che Allegri, da questo momento, non è più il mio allenatore, a prescindere dai risultati che arriveranno da qui in avanti. Dal momento che, come spesso mi accade, sono stato attaccato, mi corre l'obbligo di precisare il concetto. Ho sempre stimato il tecnico livornese. Lo avrei voluto a Torino quando ancora allenava il Cagliari e sono stato tra i pochissimi a difenderlo nel momento del suo approdo in bianconero. Dopo i primi tre anni di gestione, ho iniziato a mal sopportare la sua idea di calcio, secondo me obsoleta e inadeguata alle tendenze attuali. Avendo praticato sport di squadra, sono stato abituato a pensare che, nel calcio (come nel basket o nella pallavolo, ma anche come in qualunque altro gruppo di lavoro che sia, appunto, un gruppo), l'organizzazione è imprescindibile e gli schemi sono un canovaccio del quale non è possibile fare a meno. In una attività che coinvolga più persone, è necessario che l'azione del singolo sia funzionale a quelle degli altri e viceversa. Questa mia mal sopportazione, con il secondo mandato allegriano, è cresciuta sempre di più fino a oggi, quando, cioè, abbiamo davanti agli occhi una squadra che non ha la benché minima idea di cosa fare in campo, nella quale le distanze tra i reparti sono siderali, i movimenti sbagliati 9 volte su 10 e in cui il portatore di palla non sa mai a chi darla perché privo di linee di passaggio e opzioni di scarico. Le cose di cui sto parlando hanno nulla a che vedere con mercato, società, qualità tecnica dei singoli e quant'altro e rappresentano l'ABC, oggi, per giocare a calcio. E sono compito esclusivo dell'ALLENATORE. I discorsi sui giocatori, che leggo qua dentro, sono assolutamente fuori fuoco e non hanno alcuna valenza se si vuole realmente individuare il problema. Altrimenti non si spiegherebbe come facciano rose indiscutibilmente inferiori alla nostra a mostrare una chiara idea di gioco, pur essendo sprovvisti di Pogba e Di Maria. Rapida postilla al discorso del "gioco": il calcio, oggi, è un business. Oggi, le società consolidano il loro brand e aumentano i loro fatturati in base alla capacità che hanno di attrarre tifosi nel mondo. I tifosi, nel mondo, se ne fregano della storia gloriosa. Guardano le partite perché vogliono divertirsi, esattamente come farebbero se stessero guardando una serie tv. Allegri, ogni volta che parla di gioco bruttino ma vincente, di simpatia e amenità varie, dimostra di vivere in un'altra epoca. E la società dovrebbe farglielo capire. Se non offriamo uno spettacolo degno ed esteticamente gradevole, se nessuno guarda le nostre partite, poi non lamentiamoci se non abbiamo un fatturato da top team. Ciò detto, fino a ieri, mi sono limitato a contestare le scelte del tecnico, adducendo argomentazioni tecniche e tattiche (più o meno condivisibili, certo. Del resto sono opinioni profane come quelle di tutti). Ieri è successa una cosa diversa. E' successo, cioè, che il nostro allenatore, parlando con un giornalista, abbia pesantemente criticato la squadra che dirige, assolvendosi, al tempo stesso, da ogni responsabilità. Questo, per me, è inaccettabile. Da ieri, ho smesso di interessarmi alle questioni tecniche e ai risultati e ho scritto chiaramente che Allegri non è più il mio allenatore perché, culturalmente, sono agli antipodi. Non posso accettare un allenatore che, soprattutto adesso, con la squadra presa di mira da più fronti, invece di proteggerla, la sminuisce in quel modo. Non posso accettare un allenatore che evita sistematicamente di assumersi le proprie responsabilità. Non posso accettare un allenatore che dimostri un'idea non troppo lontana da quella del massimo risultato con il minimo sforzo. Non posso accettare un allenatore che continui a sostenere come lui sia il solo a vedere le partite, facendoci sentire un branco di ciechi decerebrati. Non ne posso più. E, come detto, è una questione che va ben oltre gli aspetti tecnici e tattici: la Juventus di Allegri, il suo pensiero, oggi, rappresentano il contrario esatto di quello che voglio e in cui credo. Naturalmente, è solo il mio pensiero. E non voglio convincere nessuno. Naturalmente, continuerò a sostenere fino alla fine la Juventus, per la quale aspiro sempre al meglio (tifare dovrebbe voler dire esattamente questo) e a gioire per le vittorie (basta con i carri, su, siamo adulti). Ma Allegri non è più il mio allenatore. Spero di aver chiarito il mio punto di vista.
  18. 7 points
    Non è una partita ad aver decretato la nostra fine ma la salita in cattedra di Andrea Agnelli. Da quando ha accentrato tutti i poteri su di sé siamo letteralmente implosi.
  19. 6 points
    Che si inizi a disertare lo Stadium!!!! Portiamoli alla realtà visto che sono tutti visionari offuscati confusi miracolati supponenti e.....inadeguati!!! Agnelli deve andarsene
  20. 6 points
    l'unico lavoro di allegri è quello di essere riuscito a farvi temere persino il monza
  21. 6 points
    Invece fate bene a farlo notare quando i nostri ex come Kulusevski e Bentancur giocano bene, perché così magari la prossima volta qualcuno ci pensa due volte prima di dare ripetutamente della pippa ad un nostro giovane. Qui dentro era un insulto continuo a quei due per mesi/anni e veniva deriso chi li 'difendeva'. Ora però fanno gli offesi quando gli fai notare il contrario. La prossima volta magari fatevi una cultura calcistica prima di giudicare i giocatori con ancora potenziale inespresso. Ah, e c'é già qualche scienziato che stà cominciando con Vlahovic e Bremer. Non imparerete mai.
  22. 6 points
    Mi auguro fortemente, per il bene di tutti, non solo il tuo, che si possa avere uno scambio franco, anche acceso, ma sempre rispettoso. Detto questo, comprendo la stima e la riconoscenza verso l'allenatore con cui negli ultimi anni abbiamo vinto diversi scudetti e qualche coppa "minore". Va ricordato però che per ogni volta che abbiamo preso a pallate il BVB di Klopp, c'era l'andata in cui ci eravamo cag*ti addosso. Con il Bayern idem, dopo un'andata da vergognarsi, il ritorno da leoni, fino all'attacco di cag*nismo finale. Col Real pure... E ci sarebbero altri esempi ferali, che, alla fine, per quanto mi riguarda, fanno pendere la bilancia non dalla parte della stima verso un tecnico con troppe lacune, e che probabilmente, più che bravura, ha avuto tanta fortuna.
  23. 6 points
    l'inizio della fine è cominciato chiaramente dall'addio di Marotta, è stato lui il responsabile dei 9 scudetti consecutivi e delle due finali di champions league in tre anni. Purtroppo dirigenti di questo livello non si trovano in giro e quindi il ridimensionamento è inevitabile. Buon per gli interisti, che devo dire, adesso se lo godono loro.
  24. 5 points
    È una lettera personale dove i sentimenti sono sinceri....e i sentimenti non si giudicano,si rispettano....
  25. 5 points
    I cicli finiscono, è normale. Ciò che non è normale è che durino 10 anni.... e invece ...
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.