Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Kriketo

Utenti
  • Content count

    2,374
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1,098 Eccellente

About Kriketo

  • Rank
    Titolare

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

1,860 profile views
  1. A me pare di ricordare che esista, sepolto da qualche parte nei Codici e Codicilli CONI, l'obbligo per le Federazioni sportive affiliate che il massimo campionato a squadre sia a girone unico.
  2. Nel “calcio di oggi” vince chi corre meglio. Vinceva chi correva di più nella serie D del 1990, la dimensione giusta per Sarri. Che la perse molte più volte di quante la vinse.
  3. Cosa sto dicendo? Sto dicendo che quando tu vedi Alex Sandro o Danilo in appoggio sulla fascia, e 20 secondi dopo in copertura sull’Immancabile contropiede, non sono due giocatori diversi ma lo stesso giocatore che si deve fare due scatti di 110 metri ogni volta, ogni cambio di possesso. Solo un pasquano fa giocare così i terzini.
  4. Ma camminano al 70’ perché gli tocca correre 12 chilometri in 65 minuti perché l’allenatore è fulminato e crede che i giocatori siano gli orsetti Duracell.
  5. Non è così. Stiamo chiedendo ai giocatori l’impossibile. I nostri difensori e metà del centrocampo corrono chilometri a vuoto.
  6. Fosse quello il problema. Magari se vuoi fare il pressing all’olandese impara a girare il centrocampo. Siamo sempre sotto di uno sulle ripartenza, a volte di due. Non lo vede coi droni? E si guardasse Germania Ovest-Olanda del 74.
  7. La “vera squadra di Sarri” si è vista per 5 anni prima di arrivare da noi. ZERO TITOLI. “Ci son quelli che ogni anno al gabbione perdon sempre, e una ragione ci sarà”.
  8. Era 40 metri lontano perché non è lì che si mette il terzino nel calcio quando si attacca. Zio porcone.
  9. A tuo parere, due giocatori professionisti che giocano in quel ruolo da 15 anni, improvvisamente non hanno voglia di muoversi? O forse hanno indicazioni tattiche che li mandano a banane sui cambi di fronte? Non so a questa generazione, ma alla mia che il terzino opposto guarda lo stopper e chiude lo spiegavano a 9 anni, preferibilmente a calci in *. Cos’è, hanno disimparato i fondamentali? O forse il terzino, pardon il “laterale”, non può chiudere se lo fai partire a 120 metri dallo stopper, scusa il “centrale”, perché la squadra è in campo a * di cane?
  10. Io ho una domanda sola. Ma vorrei una risposta seria SOLO se capite la domanda. Uno che NON SA come si devono muovere i terzini (per voi moderni “difensori laterali”) nel metodo (per voi moderni “difesa a 4”), come * l’ha presa la licenza a Coverciano?
  11. Le patologie di Conte si stanno slatentizzando. E sono serio.
  12. Fra i giocatori dalle grandi doti, come non menzionare Mario Balotelli?
  13. Se volete capire la ragione per la quale Sarri siede sulla nostra panchina, riflettete su questo: le sentenze non sempre sono state scritte il giorno nel quale vengono pubblicate.
  14. Da vecchio come te, ti dico: mai usare la logica aristotelica e gli esempi storici quando discuti con dei millennial! Ti risponderanno a rutti vegani all’avocado con esempi di insiemistica computazionale inversa, e diranno che hanno ragione loro.
  15. Casarin mi fa una pena infinita. Non c'è traccia nella persona che vedo del leone che riuscì a portare l'AIA al suo massimo splendore, con una gestione rivoluzionaria sia delle modalità di selezione delle carriere arbitrali, sia dei criteri di designazione, sia del rapporto fra arbitri e stampa. Fu fatto fuori, in FIGC come in FIFA, da vere e proprie congiure di palazzo. Oggi, mi risulta difficile pensare che quella persona non sappia che il Regolamento è cambiato l'anno scorso, e che il fine del cambiamento è stato proprio diminuire il numero di episodi di tocco ininfluente fischiati come calci di rigore. E ciò accade ovunque: il nuovo Regolamento funziona. Il vero problema è l'anomalia, evidente nei dati, dell'applicazione che gli arbitri italiani danno alla norma in vigore. Spiace che Casarin preferisca lo spirito di appartenenza a un mondo che, quando ha potuto, lo ha trattato come un rifiuto, piuttosto che l'orgoglio di dire la verità.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.