Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Cr7 iiN B&W

Utenti
  • Content count

    49
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

46 Neutrale

About Cr7 iiN B&W

  • Rank
    Pulcino
  • Birthday 09/19/1995

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

1,753 profile views
  1. Amico mio, te lo dico da "Ronaldo fangirl", perché continui a commentare rosicando? Per farti fare gli screen e farti perculare in eterno? Per quanto il mio calciatore preferito rimanga Cristiano, nessuno può dire, parlando in senso oggettivo, che Ronaldo (o Maradona, o Pelé, qualche burlone addirittura cita Crujff, Zidane e R9, vabbe' LOL), sia meglio o pari a Messi. In questo torneo Leo ha dimostrato cosa significhi trascinare una squadra di scappati di casa. Ha conquistato l'unico trofeo che gli rimaneva da conquistare. Cosa rimane oltre alla coppa del mondo? La serie B? L'intertoto? LOL. Concordo anche con chi dice che a 'sto giro il Portogallo avesse tutte le carte in regola per andare avanti, e si è visto. È forse la rosa migliore che abbiano mai avuto i lusitani, e difatti tutte le testate giornalistiche davano il Portogallo tra i favoriti per la vittoria finale. Purtroppo non è successo, il 10 dell'Argentina invece lo ha fatto succedere con una squadra oggettivamente inferiore. Non concordo con chi invece fa la Pepsi fangirl e dice che Messia stia "diverse spanne sopra" a Ronaldo. Un po' di obiettività, la spanna è una sola. Anche il 7 del Portogallo ha un palmares invidiabile che in alcuni trofei supera quello dell'argentino. Bisogna essere obiettivi, sempre.
  2. Preparati ai cinquantenni invasati di Maradona e Pelé che ti daranno addosso per quanto hai scritto 🤣. L'unico metro di paragone tra calciatori che hanno segnato epoche è il numero. E questo ci dice indiscutibilmente che il migliore della storia, per costanza, rendimento, numero e tipo di trofei è uno solo: Lionel Messi. Detto da una "groupie di Ronaldo".
  3. È vero, non ho vissuto altre epoche calcistiche, ma mi sono documentato abbastanza bene. In ogni caso, il numero è il parametro dell'oggettività, e il numero ci dice inequivocabilmente che ciò che ha vinto Messi supera di gran lunga quello di Maradona. Si possono fare mille commenti su quanto abbia inciso questo o quell'altro in questa o quella partita, quale sia stata più determinante o altro, e da questo discende una preferenza SOGGETTIVA. Sono stati entrambi giocatori straordinari e incredibili ciascuno a loro modo, che hanno scritto pagine indissolubili di storia calcistica. A te può aver eccitato o colpito di più Maradona (bisognerebbe anche mettere in conto quanto ci sia il "fascino dei bei tempi andati" nei giudizi di chi dice Maradona), ma entrambi hanno fatto cose talmente peculiari e storiche per questo sport che non si può usare questo metro di giudizio per paragonarli. A una valutazione oggettiva e obiettiva, che è l'unica valida in quanto non va a sentimento, Messi dalla sua, oltre ad aver sconvolto questo sport, ha svariati trofei in più di Maradona. L'oggettività, basata sui numeri e sui risultati, rende il confronto insindacabile. Poi ciascuno può avere le sue preferenze personali, ma a un paragone obiettivo la risposta è una sola.
  4. Concordo al 1000%, difatti per me C.Ronaldo e Messi erano già numericamente superiori a Pelé e Maradona. 20 anni di dominio assoluto non sono mai stati fatti da nessuno, hanno vinto tutto più volte ripetutamente. Però la gente continua a dire che questa coppa del mondo vale tutto, l'unica scusa che usavano per dire che Maradona fosse meglio era la Coppa del Mondo. Adesso questa scusa è decaduta, il dibattito è finito per chiunque. CR7 per me rimane il secondo, comunque.
  5. A un certo punto, nella vita bisogna ammettere i fatti. Sono cresciuto col mito di Cristiano Ronaldo, già dai tempi di quando era un diciottenne con gli spaghetti in testa al Manchester United. Mi ha fatto riappassionare al calcio nella mia adolescenza quando avevo smesso di interessarmene. Ho combattuto mille crociate ai giardinetti, allo stadio, su internet per difenderlo nel dualismo con Leo Messi. Ho esultato come un maniaco alla notizia del suo acquisto da parte della Juve, la mia squadra del cuore. Ho pianto per il pallone una sola volta, quando ci ha portato avanti in CL con la sua miracolosa tripletta all'Atletico, che tutti ben ricordiamo. Conosco a memoria ogni suo highlight su youtube, ogni suo goal, tiro, skill. Pensavo veramente che fosse il G.O.A.T. quando ha vinto l'europeo con quegli scappati di casa del Portogallo. Tutto questo, ovviamente, non può far chiudere gli occhi (a me e a nessuno che non sia invasato dal tifo in maniera patologica) su cosa abbia fatto Messi in questo campionato del mondo, nell'unico trofeo che CR non è riuscito ad arraffare, quello che molti dicono "sia il più importante di tutti" (personalmente non sono d'accordo, ma non importa: ha ogni altro tipo di trofeo). Questa è l'incoronazione, la fine assoluta del dibattito che ha scaldato i cuori di milioni di adolescenti per vent'anni. Ogni bocca deve dirlo, ogni lingua deve pronunciarlo: Lionel Andres Messi Cuccittini è il miglior giocatore della storia del calcio.
  6. Erano ben 5 anni che alla Juve ci si era dimenticati di che cosa fossero le verticalizzazioni. Già al primo anno di Ronaldo mi piangeva il cuore ogni volta che lo vedevo scattare in velocità e fare il movimento per poi fermarsi subito dopo perché il Pjanic o il Matuidi di turno servivano il compagno di fianco in orizzontale ogni singola volta (come da indicazioni di Allegri, peraltro). Stessa solfa nell'anno di Sarri, dato che si ostinava a creare il gioco solo per vie centrali, pur non avendo nessun interprete degno in grado di inventarsi passaggi in profondità. Non parliamo poi del non-gioco di Pirlo. Sono tre anni poi che pure i cross sembrano vietati, solo quest'anno con Kostic e il Fideo siamo tornati a vedere i lanci in mezzo con regolarità. Ma soprattutto, grande Di Maria che oggi ha chiuso la bocca a mezzo forum; d'altronde solo chi non capisce nulla di calcio potrebbe criticare o, peggio, dubitare di una delle ali d'attacco più forti degli ultimi 12 anni (MVP in finale di Champions League vinta col Real, peraltro). Poi ovviamente a guardare gli username si capisce subito chi ha il dente avvelenato, quasi sempre vedove di Dybala. El Fideo è di un'altra categoria, letteralmente. Uno dei miei giocatori preferiti di sempe, che seguo pedissequamente dal 2011, anno del suo arrivo a Madrid. Speriamo che si sia ambientato e che continui a deliziarci con altre giocate di classe come queste. Gli assists valgono come goal, soprattutto i suoi di stasera.
  7. Tu stesso hai scritto che bisognerebbe favorire "profili più bassi" o "gente vogliosa" che debba adorare la maglia bianconera, dimmi tu se questa concezione non calza a pennello per il profilo di Bernardeschi: voglioso, raramente una parola fuori posto (eccetto la famosa intervista del "rischiare la giocata"), sempre a correre come un mulo in campo e a scendere in campo con motivazione quando chiamato. Era anche pronto a rivedere al ribasso il suo stipendio pur di rimanere, la maglia della Juve l'ha sempre fatta sua. Secondo quanto hai precedentemente scritto, alla Juve servirebbe questo profilo e NON il profilo di Di Maria. Rendiamoci conto. Ok, ti ho fatto l'esempio della Gazzetta (ma potrei citarti altri centomila testate) che ogni giorno scriveva una cosa diversa. Di punto in bianco nell'arco di nemmeno una settimana, si è passati dal dire "Di Maria arriva alla Juve", poi "La juve abbandona la pista Di Maria", poi ancora "Di Maria viene all Juve". Tu riesci a dar credito a queste nefandezze senza capo né coda solo perché mettono in cattiva luce il giocatore sul quale parti prevenuto. Un po' di onestà intellettuale non guasterebbe mica, eh. Poi vabbe', dire che con un giocatore svincolato le trattative dovrebbero durare un giorno... No comment. Gli stessi giornali a cui tu dai credito scrivono che il giocatore voleva un annuale e che la Juve voleva fargli un biennale. Boh. Chissà quanto allora la Juve ha zerbinato Dybala allora, una roba da sotterrarsi proprio, secondo il tuo ragionamento. Eppure ti ricordo difendere la tua cara Joya a spada tratta nelle varie discussioni. Ti prego, dimmi che stai scherzando. Dimmi che non hai appena preso a paragone un trofeo vinto nel 1996. Millenovecentonovantasei. Ventisei anni fa. Come se il calcio in ventisei anni non si fosse evoluto. Come se negli ultimi 10 anni non avessero vinto sempre e solo le squadre con le superstar e i fuoriclasse. Dal 2008 (ma forse anche prima, ma non ricordo determinate formazioni precedenti) l'UNICA squadra che vinse la CL coi gregari e con gli operai fu il Chelsea. Un'eccezione straordinaria, e per quanto mi piacque e lo tifai quell'anno, vincere con quel tipo di calcio è irripetibile, e tutta la storia recente della CL è là a testimoniare ciò. Come se non ci fossero poi tutte le batoste prese dalla Juve operaia di Conte a fare da testimoni. O quest'ultima Juve operaia di Allegri. Il problema è che qua qualcuno pensa di poter vincere la CL con Lichtsteiner, Matuidi, Rabiot e Morata, e se non ci si riesce, pazienza: quello che conta è l'amore per la maglia. Poi, però, tutti a stringere i pugni e a diventare verdi di invidia vedendo il Real alzare la ventordicesima CL con in rosa la collezione di figurine. Per quanto sia cringe l'aforisma, penso sia abbastanza indicato: ti stanno puntando la luna, ma tu stai a fissare il dito. Nessuno sano di mente penserebbe mai che in un solo anno Di Maria possa portarci la CL, e francamente sarebbe ridicolo anche solo immaginarlo. Come ho già scritto, l'argentino sta venendo preso per una questione di ridare un ossatura europea a una squadra martoriata e a fine ciclo. Lo stesso scopo delle acquisizioni di Tevez e Llorente ai tempi, poi con loro ci è scappata anche la grande stagione (dopo annate in cui gli operai ci facevano uscire ai gironi, guarda un po' cosa successe quando si alzò il tasso tecnico). I gregari con i piedi montati al contrario non ti danno un'ossatura europea, perché in Europa il calcio è fatto da tutti fuorché dai gregari. E i gregari/operai di livello che potrebbero trovare spazio costano cari e non ce li si può permettere. Di Maria non è qua per portarci la Champions, ma per aiutarci a ripartire e a ricostruire e, perché no, tappando anche qualche buco in una zona di campo dove non abbiamo per ora nessuno di buono da schierare. Tuttto il resto che hai scritto sulla "squadra da amare e rispettare prima di tutto" sono solo i soliti ragli sull'amore per la maglia, sul blasone che sono purtroppo condivisi da una grossa fetta di tifoseria ed evidenziano il problema. Che diventa evidente e molto preoccupante quando ai Di Maria e ai Ronaldo si preferiscono i Dybala e i Morata. E poi si ha il coraggio di pretendere la CL da dei giocatori dei quali i 3/4 di loro non farebbero nemmeno tribuna nelle altre big, e, non contenti, si addossa la colpa addirittura a chi vale qualcosa, solo perché non bacia la maglia o non giura amore eterno al bicolore.
  8. Ti seguo dai tuoi post su Ronaldo, le tue opinioni calcistiche mi lasciano spesso perplesso. Partiamo dall'assunto che questo "zerbinaggio" è semplicemente un normale confronto contrattuale botta e risposta come se ne vedono tanti. Quest'aura di "ridicolo" che la gente vede attorno alla faccenda è unicamente frutto di un brainwashing a regola d'arte fatto dai mass-media nostrani sul nome di calciomercato più caldo di una delle squadre più importanti d'Italia. Di Maria, a livello di valore di mercato, di palmarés e di importanza nel panorama calcistico, è profilo più di spicco sul quale ha puntato la squadra più seguita d'Italia. Ricamarci sopra, con varie invenzioni e pareri "accreditati" una vicenda è un comportamento tipico della stampa italiana. Tre giorni fa, la Gazzetta scriveva "Juventus, abbandonata la pista Di Maria", dopo aver scritto esattamente tre giorni prima "Di Maria alla Juve, il sì in arrivo da Ibiza", per poi scrivere di nuovo IERI: "Di Maria, balletto in barca in attesa della Juve". Non rendersi conto di quanto i media, all'asciutto di notizie di calciomercato della Vecchia Signora, abbiano mangiato sopra e speculato su questa trattativa mi pare molto ingenuo, per non dire altro. Però fa comodo utilizzarli comunque come conferma per un proprio pregiudizio negativo su un giocatore. Mi hai poi fatto sbellicare quando hai scritto "più dignitoso partire da profili più bassi ma più vogliosi". Te lo dico io qual è un profilo basso ma estremamente voglioso: Bernardeschi. Lo stesso che tu, qualche commento più sotto hai apostrofato come "tozzo di pane raffermo". Eppure rispetta benissimo la caratteristica che hai elencato. E come lui, tanti altri nei vari anni, mi sovvengono: Lichtsteiner, Sissoko, Matuidi, Morata, De Sciglio, Kean. Non sto dicendo che questi elementi non possano avere un ruolo anche importante in una Juve titolare (forse uno solo per volta, però, dato che atletismo e voglia non compensano di certo la mancanza di tecnica, perlomeno non sempre), ma pensare che prendere un giocatore di caratura mondiale con un grande palmarés, perdipiù a parametro zero, sia una mossa stupida di mercato perché bisognerebbe favorire "profili più bassi" o "gente che debba adorare la maglia bianconera" è un punto di vista figlio di una concezione anacronistica di una squadra di calcio. La Juve "operaia" in Europa è sempre stata triturata, calpestata e macellata. Se parliamo di campionato, le cose magari cambiano, ma mi sembra che qua ci sia una leggera ossessione per qualche altra coppa. L'unica cosa su cui posso concordare è che il giocatore in questione ha sicuramente la testa al Mondiale e non lo ha mai nascosto; questo verosimilmente potrebbe inficiare le sue prestazioni. Se il tuo commento avesse ruotato attorno a questo punto, non avrei avuto nulla da dire (come non ne ho avuto per molti altri), ma se mi parli di "zerbinaggio", e di "dobbiamo preferire profili bassi ma vogliosi" mi viene proprio da ridere. Inoltre è sciocco pensare che un giocatore con un anno di contratto possa capovolgere una stagione; fino a prova contraria (e non c'è una prova contraria, date le numerose cessioni e i piazzamenti in calando degli ultimi due anni), la Juventus è una squadra in ricostruzione che sta facendo un enorme fatica a fare mercato e che ha un budget limitato e che se deve mantenere lo status quo di "big Europea" per FORZA ha bisogno di qualche giocatore di peso che possa dare un'ossatura e un imprinting a ciò che si sta costruendo. La stessa cosa è stata fatta con Tevez e Llorente ai tempi, e si è cercato di farla con Suarez. Ben venga allora una delle ali più forti al mondo dell'ultimo decennio, titolare FISSO in nazionale albiceleste, e vade retro adoratori della "Juve operaia" che prima riempie di insulti e critiche i loro idoli quando giocano (Lichtsteiner, Matuidi, Morata e vari altri), e poi gli costruisce le statue e li elogia quando smettono di giocare. Tanta incoerenza in questo gruppo di fanatici che purtroppo a quanto vedo rappresenta la maggior parte della tifoseria, e io sono dell'opinione che la tifoseria è lo specchio della società. Facciamoci due domande se veniamo schiaffeggiati in Europa, d'altronde ai Ronaldo e ai Di Maria preferiamo i Morata e i Dybala.
  9. Il problema è che tu non hai iniziato a dire "da NOVEMBRE (2021)" che Dybala fosse prossimo al rinnovo nell'immediato, lo dicevi già a Gennaio - Febbraio 2021 (ci si mette due secondi a ripescare i post se non li hai cancellati, per chi volesse verificare) e hai continuato questa tiritera fino a due giorni fa, anche in quei momenti o episodi nei quali i giornalai erano compatti sul dire che le trattative si stessero complicando. Addirittura sei arrivata a screditare le parole del presidente in persona quando uscì allo scoperto dicendo che era stata fatta al giocatore una proposta economica da top 20 mondiale, rifiutata, perché Dybala è un professionista e come tale fa i SUOI interessi e non quelli della squadra a cui appartiene, al contrario della narrativa delle bandiere, altrimenti avrebbe accettato quell'offerta. Un conto è avere opinioni personali calcistiche, che, sebbene assurde, possono comunque essere comprensibili se si pensa che questo sia un forum di tifosi, anche se dire che "Dybala è il migliore del mondo dopo Messi e Ronaldo, perché alla fine cos'ha in meno di Neymar?" come dicesti al sottoscritto in una discussione due anni fa sarebbe un pelino fuori dal mondo, un altro conto è millantare una conoscenza superiore e più profonda delle trattative. Spezzo una lancia a favore dell'utente a cui hai risposto al messaggio, che ha perfettamente ragione: per mesi e mesi, nei topic di Dybala, quando si metteva in ragionevole dubbio la permanenza dell'argentino, scattavi subito a rispondere dicendo "il contratto per Paulo è già pronto, manca solo la sua firma che, vedrete, arriverà fra pochissimo. Ho le mie fonti certe". Capisci ora che il trollaggio che alcuni utenti ti stanno facendo adesso non solo è comprensibile, ma è sacrosanto? La presa in giro è totale quando in questo messaggio che sto quotando dici che "tutti i giornalisti e media accreditati davano il rinnovo per fatto da Novembre"; a parte che NON È VERO, quindi le tue fonti segrete e interne quali sarebbero? Non c'erano, e il tuo atteggiamento dell'epoca in inglese è chiamato "wishful thinking". E se ci fossero state, bella affidabilità, dato che Arrivabene ha appena detto che la decisione di rinnovare Dybala ha iniziato a marcire internamente nella presidenza proprio da Dicembre.
  10. Mamma mia! Il montage originale a cui fa riferimento l'inizio di questo video è forse il progenitore e il capostipite dei montaggi su Youtube di Cristiano e del calcio originale! Quanti brividi e sensazioni ha regalato quel montage alla community, come infatti dicono in tanti nei commenti, ricordando i vecchi tempi del 2012... Ha ispirato una generazione di adolescenti, me compreso, e stravolto le modalità di editing dei video e dei montaggi degli highlights calcistici su Youtube. Per chi non conoscesse il video in questione, lo posto qua. Certo, è over-edited, con tante transizioni ed effetti ottici al limite dell'incomprensibilità di ciò che sta accadendo, ma è davvero un reperto storico della community e un bel ricordo per chi come me è appassionato di montaggi e highlights calcistici, d'altronde ha 22 MLN di visualizzazioni. Ringrazio l'autore di questo post, chissà perché questa versione v2 del video che ha postato nel thread non mi fosse comparsa su Youtube... Che dire, l'editing di Lasselson è sicuramente molto maturato e meno "tamarro" del video originale del 2012, e ha usato inoltre tante inquadrature "rare" delle azioni di Ronaldo che ormai conosco a memoria ed alcune non le avevo nemmeno mai viste! Bel video e bellissimi ricordi
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.