Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Daniele B.

Utenti
  • Content count

    880
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

648 Eccellente

2 Followers

About Daniele B.

  • Rank
    Io tifo per, non contro!
  • Birthday 05/08/1974

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    München

Recent Profile Visitors

4,617 profile views
  1. Daniele B.

    La Top 11 delle Juventus Legend

    Mi ci metto anche io a cazzeggiare Buffon Camoranesi Chiellini Cannavaro Cabrini Pirlo Zidane Baggio Platini Nedved Ronaldo
  2. Daniele B.

    Juventus - Atletico Madrid 3-0, commenti post partita

    Sontuosi! Grandissima carattere e classe! Tutti da 10 CR7 da 11!
  3. Come tu hai un opinione sulle cose così ce l'ho io, ad esempio su chi critica dopo aver stabilito ogni record e dominato una partita con una decina di occasioni nette e tenuta in bilico solo dall'arbitro e dal fato... xxx
  4. Ci vorrebbe anche nel forum uno che invita alla calma e soprattutto alla razionalità
  5. Bonucci ha bisogno del Chiello accanto, insieme si compensano perfettamente e Giorgione lo tiene sul pezzo per 90'. Non è Chiellini e sia Rugani che Benatia sono meglio in marcatura, ma è un centrocampista aggiunto e per costruire dal basso è indispensabile. Per questo Allegri lo fa giocare sempre.
  6. Anche a me è piaciuto ieri e in altre uscite. Purtroppo il paragone lo fai con Chiello che è in un periodo mostruoso e con Bonucci che comunque fa delle aperture di 40-50 metri che pochi altri fanno pur garantendoti buona copertura e velocità come secondo centrale. Pretendere che Rugani sia a quei livelli vuol dire pretendere che sia fra i top 10 al mondo nel ruolo. Non può esserlo se non gioca con continuità per vari anni, ne Bonucci ne Chiellini erano a questi livelli alla sua età.
  7. Non proprio politically correct ma hai colto nel segno 😂
  8. Non sono luoghi comuni, il fenomeno dei genitori fuori controllo è molto più accentuato in Italia che altrove. Non solo nello sport, ma anche nella scuola. Vivo in Germania e ho una figlia di 8 anni. La situazione è molto diversa, lo sport fa parte del curriculum scolastico e le famiglie in generale sono molto meno sedentarie e tendono molto meno a viziare i figli. Nelle scuole ha ancora ragione l'insegnante e non il bambino a priori. Poi hanno altri problemi ma non questi. Il mondo un po' l'ho girato e conosco famiglie di tantissime nazionalità e culture (Giapponesi, brasiliane, americane, e tante altre) e ti assicuro che l'Italia è in una situazione disastrosa per quanto riguarda l'educazione dei figli. Questo si rispecchia anche nello sport.
  9. Quando ero un ragazzino io, si usciva di scuola, si pranzava e poi si giocava al pallone fino al tramonto. Io avevo due ferri da stiro al posto dei piedi, però al campetto ogni tanto qualcuno bravino emergeva e andava a giocare in una squadra locale. Oggi i ragazzini giocano alla playstation o al nintendo e se giocano a calcio è perché pagano la squadra non perche sono bravi. I genitori allora, non gliene fregava niente se vincevi o perdevi, l'importante era che tu andassi a scuola e che tu non ti facessi male, per il resto se eri bravo giocavi senno non giocavi o non venivi nemmeno convocato. Oggi il genitore paga e quindi vuole che il bimbo giochi e vinca, accompagna il bimbo alle partite e inveisce contro allenatore e squadra avversaria. Gli allenatori poi, si sentono in gran parte piccoli Sacchi de noantri e fanno fare a bambini di 9-10 anni la zona e il calcio totale ma non gli insegnano i fondamentali, come marcare come giocare palla al piede, il dribbling, tirare... perché non lo sanno ne fare ne insegnare... Risultato: un disastro su tutta la linea... la gran parte dei ragazzi delle giovanili non solo non sa giocare e se hanno un minimo di talento sono pure arroganti e viziati. Trovarne uno bravo e con la testa sulle spalle è un mezzo miracolo.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.