Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Hookie

Utenti
  • Numero contenuti

    1.825
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Comunità

718 Eccellente

Su Hookie

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Visite recenti

3.704 visite nel profilo
  1. Ho visto gli highlights. Giusto una nota: nel primo tempo, mi pare dopo l'occasione di Tourè, c'è una palla che spiove sulla destra, Zanimacchia va per prenderla (non riuscendoci) e si sente gridare distintamente "Controllo orientato!". Se era Zironelli, è esattamente quello che voglio sentire da un allenatore di giovani.
  2. Maniero. Se n'era anche parlato, ma IMHO è meglio così. Uno dei quali portiere
  3. Il regolamento lo impedisce, e meno male
  4. Ti ripeto: con questi numeri non puoi fare una statistica. Terzo portiere, di che cosa stiamo parlando? Bah, considerando quanto era stato investito sul suo ingaggio (zero), non mi pare proprio certissimo che fosse lui il "prescelto". I viola l'avevano anche sostituito impunemente con Tatarusanu, quindi che non fosse un fenomeno era abbastanza palese. Era, ed è rimasto, un secondo portiere economico e affidabile. Ed ha pure fruttato un po' di plusvalenza. Quando hanno voluto investire davvero per un sostituto di Buffon, l'hanno fatto. 25 anni contro 28, differenza irrilevante vista la longevità dei portieri Perin è un gatto, ma di piede il polacco in confronto è Messi.
  5. Per quanto io sia d'accordo sul fatto che "coso" andrà via prima di Perin (perché si venderà meglio), il resto del discorso non sta in piedi: non puoi fare una statistica con un solo giocatore. Non è "tipo Van Der Sar", è solo lui. L'unico altro portiere straniero è stato Manninger, una riserva.
  6. Hai ragione, infatti personalmente non ho rinunciato, ma non mi faccio illusioni. Poi nello specifico, Mencucci è solo l'ultimo di una lunga lista di tifosotti frustrati che, avendo vinto poco o nulla, ne incolpano l'altrui forza invece della propria insipienza. Squallore, ma non è rimasto praticamente nessuno a farlo notare. Cincotta è un ottimo allenatore ma un personaggio, diciamo, controverso: tu Paolo ricorderai certamente le sue vicende con la Fiammamonza. Poi che in Italia, e nel calcio in particolare, ci sia una mentalità bacata, non è scoperta di oggi: la prima volta volta che ebbi l'occasione di giocare al campetto all'estero, mi sorpresi per il fatto che nessuno rompeva i cosiddetti. Il calcio femminile, duole dirlo, faceva eccezione più che altro perché interessava a pochi.
  7. Ma senza andare tanto lontano, Conte alla Juve è stato perfetto quando c'erano giocatori fatti e finiti, in parte di medio livello. Quando il livello è salito, ci ha fatto un gran regalo andandosene. Va bene teleguidare i giocatori quando sono appunto di medio livello e hanno già raggiunto il loro massimo. Ma teleguidare dei giovani in formazione è sbagliatissimo IMHO, devono imparare a PENSARE. E se si dimostrano incapaci di farlo, tanti saluti e auguri.
  8. Grazie per la precisazione. Si è trattato quindi di una questione mentale: una delle tante cose da imparare è che le partite si vincono e si perdono sul campo, ed è lì che bisogna dimostrare quanto si vale (anche se c'è chi perde gli scudetti in albergo ).
  9. io penso che la discriminante sia solo e soltanto una: se la Juve riterrà questi giocatori meritevoli di un investimento, oppure no. Nel secondo caso, problema risolto. Nel primo caso, il modo per far quadrare i conti lo troveranno, come sempre.
  10. Già, invece in giro ci sono i moralizzatori cuor-di-leone che pur di spalare fango vanno a cercare i profili instagram dei ragazzini di 14 anni. Che schifo. Per questo la Juve, qualsiasi Juve di qualsiasi livello, deve vincere sempre. Per questo la prima squadra deve vincere per 30 anni di fila. Questa gente la voglio gialla dal mal di fegato cronico. Voglio che non possano nemmeno pronunciare il nostro nome senza che gli venga una crisi isterica. Non devono morire, no. Li voglio vivi e vegeti, che rosichino fino a dover mangiare semolino perché si sono consumati i denti.
  11. Le isole felici, purtroppo, non esistono. Soprattutto in Italia. Nello specifico, mi rifaccio a chi ne sapeva: "Godi, Fiorenza, poi che se' sì grande, che per mare e per terra batti l'ali, e per lo 'nferno tuo nome si spande!"
  12. Zironelli più di una volta ha parlato di responsabilizzare i giocatori: al di là di tutte le questioni tecnico-tattiche, mi sebra la cosa più importante. Perché fino alle giovanili ci si può permettere di giocare sotto ritmo, a sprazzi, fare il fenomeno da campetto eccetera, perché in linea di massima si riesce a recuperare con il talento individuale. Nel calcio professionistico, anche di basso livello, se uno sbaglia mette in difficoltà tutta la squadra, e se sbagli troppo vieni regolarmente punito. "Ci vuole equilibrio" (cit.)
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.