Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'dazn'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2018-2019
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendari

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Partenza

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Partenza

    End


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Partenza

    End


Gruppo


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Trovato 2 risultati

  1. Visione più nitida, collegamenti stabili, utenti in crescita. L’investimento comincia a pagare, Dazn raccoglie i primi dati confortanti. L’anticipo del sabato è una garanzia, soprattutto se scende in campo la banda CR7: Parma­Juventus di sabato scorso è stata la partita più vista sulla piattaforma di Perform nelle prime tre giornate di Serie A, con un’audience media stimata di 723.525 spettatori e una reach, cioè una copertura complessiva di oltre 1.083.000 persone raggiunte. Sono i dati pubblicati da Nielsen Sport. «Rispetto alla prima giornata registriamo una significativa crescita nel numero degli utenti e un costante trend di miglioramento in termini di reach – commentano da Dazn Italia, che ieri ha nominato Veronica Di quattro executive vice president –. Questi dati premiano l’impegno profuso nelle prime settimane dall’ingresso nel mercato italiano». Un bel salto in avanti dopo i primi giorni di assestamento, alle prese con una serie di difficoltà tecniche, oggi superate. «Siamo soddisfatti di queste stime iniziali, per noi rappresentano un punto di partenza e un ulteriore stimolo per aumentare il nostro impegno finalizzato a rendere l’esperienza dei nostri clienti sempre migliore». Clienti di cui Nielsen ha rilevato anche abitudini e provenienza. Dall’inizio della Serie A, il 46% degli spettatori di Dazn si è connesso da dispositivo mobile, il 31% si è collegato ad una smart tv e il 23% ha visto le partite sul web. Dal punto di vista geografico, nello stesso arco di tempo, se Parma-Juventus è stata la sfida più vista, le città che hanno registrato il maggior numero di contatti sono state Roma, Milano e Napoli. Fonte: La Gazzetta dello Sport Arrivati dopo tre giornate di campionato a un margine di sicurezza accettabile nel rapporto con il mondo esterno, quelli di Dazn iniziano a uscire allo scoperto: prima di tutto fornendo i primi numeri di accesso al servizio. E non a caso il dato che sbuca è quello di Parma-Juventus, l’evento più atteso dell’ultimo weekend calcistico e soprattutto la prima verifica dopo una serie di miglioramenti attuati sulla potenza di trasmissione in streaming – abbinati a una maggior consapevolezza nella nuova esperienza da parte del pubblico. E quindi le rilevazioni d’ascolto affidate all’istituto Nielsen consegnano il dato di 723mila spettatori per Parma-Juventus con i contatti che hanno superato il milione di unità. Sono dati ovviamente minori di quelli delle normali trasmissioni in pay-tv per le gare con le big in campo, ma è un numero che permette a Dazn di iniziare a cantare vittoria, e dopo gli scenari da incubo della prima giornata, con tutte le difficoltà di ricezione in giro, è una specie di uscita a riveder le stelle. Più interessante è la ripartizione tra i modi di fruizione. I dati rilasciati sono questi: Parma-Juve è stata vista dal 46 per cento degli utenti su dispositivi mobili, ovvero tablet e smartphone, il 31 per cento ha visto la gara sui televisori (ovvero sulle smart-tv o comunque su tv collegate con chiavetta al wifi di casa), mentre il restante 23 per cento si è goduto la partita direttamente dal sito web di Dazn, ovvero su computer fissi o notebook collegati al wifi di casa (sempre assai consigliabile collegare tutto via Lan, ovvero con il cavo ethernet che va al router, rispetto al wi-fi on air vero e proprio). Il dato dei dispositivi mobili può essere sorprendente, ma va tenuto conto delle moltissime persone in vacanza lontano da casa. Fonte: La Repubblica
  2. Dazn annuncia di aver assoldato Cristiano Ronaldo come primo global ambassador. Insomma, ha scelto il top e questo la dice lunga sulle ambizioni del progetto di sviluppo della piattaforma web che si propone di replicare, con lo sport, il successo planetario che ha avuto Netflix con serie tv e film in streaming.L’acquisto dei diritti tv di tre partite a giornata per il ciclo 2018-21, con una spesa di 193 milioni a stagione, presuppone un piano nel medio-lungo periodo e una certa pazienza nel ritorno dell’investimento da parte degli azionisti, che possono godere delle spalle solidissime di Len Blavatnik, il 48° uomo più ricco al mondo. Ora il salto in avanti con Cristiano Ronaldo, per aggredire non solo l’Italia ma anche gli altri territori in cui la piattaforma è operativa, oltre a future nazioni come gli Stati Uniti dove Dazn sarà lanciata entro la fine dell’anno. Peraltro anche gli abbonati degli altri Paesi potranno seguire le partite di Ronaldo con la Juventus, visto che la piattaforma web possiede i diritti della Serie A e della Champions in Germania, Austria, Canada e Giappone. Non a caso è stato ritagliato per il portoghese il ruolo di ambassador globale. Cosa significa? CR7 contribuirà a far conoscere Dazn agli appassionati di sport attraverso pubblicità, interviste media, contenuti social, partecipazione a eventi. Un primo assaggio si avrà già questa mattina quando sarà messa online sulla piattaforma l’intervista esclusiva a Ronaldo, nella quale l’attaccante parla della sua nuova avventura con la squadra bianconera: «Voglio vincere la Champions con la Juve. Ci focalizzeremo su quella, con i miei compagni, ma senza ossessione, passo dopo passo, e poi vedremo: se quest’anno, l’anno prossimo o quello dopo... L’obiettivo peril club è vincere il campionato, la Coppa Italia e naturalmente fare del nostro meglio in Champions». E poi svela un sogno, a proposito del figlio Cristiano Jr di 7 anni: «È molto competitivo. È come me da piccolo. Non gli piace perdere. Diventerà come me, ne sono sicuro al 100%. Fonte: La Gazzetta dello Sport
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.