Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Recommended Posts

Adesso, VincentJuventus ha scritto:

Ah ok

 

Vabbè ora prendo la macchina del tempo con la PS7 .ok  .sisi 

 

sefz 

Vedi post sopra

Ho aggiunto 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Unreal Engine 5 su PS5: la grafica next gen mostrata da Epic Games con una nuova demo189

Unreal Engine 5 su PS5 si mostra con la demo tecnica Lumen in the Land of Nanite, che dimostra le potenzialità della grafica next gen sulla console Sony.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   un'ora fa
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Unreal Engine 5 - Demo Lumen in the Land of Nanite su PS5 video
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Epic Games ha presentato oggi Unreal Engine 5 su PS5 con una prima tech demo chiamata Lumen in the Land of Nanite, diffusa pubblicamente e visibile nel trailer e nelle immagini riportate in questa pagina, funzionante sulla console next gen Sony.

Si tratta di una demo tecnica che mostra Unreal Engine 5 e la sua gestione della grafica next gen in tempo reale, fornendo un esempio di quello che il nuovo motore grafico di Epic Games dovrebbe essere in grado di fare su PS5 e Xbox Series X, oltre che sulle schede grafiche PC più o meno moderne (considerando che l'engine sarà comunque utilizzabile anche sulle console di attuale generazione).

In particolare, vengono messe in evidenza due caratteristiche di Unreal Engine 5, su cui si basa il nome della demo, che si propongono come obiettivo il fatto di poter raggiungere un fotorealismo possibile in precedenza solo con l'uso della computer grafica pre-calcolata.

Nanite è un sistema di virtualizzazione dei micropoligoni che consente ai grafici di applicare un enorme numero di dettagli alla scena. La geometria virtualizzata consente di importare direttamente all'interno di Unreal Engine 5 un numero incredibile di poligoni, da elementi Zbrush a scansioni in fotogrammetria fino a dati CAD facendo funzionare il tutto.

Non è ben chiaro come funzioni tecnicamente, ma si tratta di una tecnologia che effettua uno streaming e uno scaling dinamico dei dati automatizzato, che non richiede di calcolare dettagli su normal map o aggiustarli manualmente, il tutto senza perdita di qualità.

Lumen è invece un sistema di illuminazione globale dinamico che reagisce in tempo reale ai cambiamenti della scena e calcola tutti i riflessi e i rimbalzi della luce nelle ambientazioni. Questo dovrebbe consentire una riproduzione della luce molto più realistica, corrispondente a quanto pare all'utilizzo del ray tracing.

La demo Lumen in the Land of Nanite comprende peraltro l'uso della simulazione fisica e della distruzione dinamica degli ambienti attraverso Chaos e il sistema di rendering Niagara VFX.

Unreal Engine 5 sarà disponibile dal 2021, con uscita definitiva prevista per la seconda metà dell'anno, con supporto per PS5 e Xbox Series X oltre a PC, Mac, iOS e Android e per le console di generazione attuale.

 
 
 
 
 
 
 
 
Unreal Engine 5 - Demo Lumen in the Land of Nanite su PS5 commentata
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

PS5 userà l'architettura RDNA 2 di AMD, come confermato dal CEO Lisa Su55

Lisa Su ha confermato che PS5 utilizzerà l'architettura RDNA 2 di AMD, già in azione nella tech demo mostrata da Epic Games per presentare l'Unreal Engine 5.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   un'ora fa
 
 
 
 

PS5 avrà una GPU basata l'architettura RDNA 2 di AMD. La conferma è arrivata da Lisa Su, il CEO di AMD, che ha commentato su Twitter la tech demo mostrata da Epic Games per presentare l'Unreal Engine 5, che girava proprio sulla console next-gen di Sony.

Lisa Su: "Fantastici nuovi contenuti su PS5. È bellissimo vedere Radeon RDNA 2 in azione. Una nuova e grandiosa demo da Epic Games."

In realtà era noto da tempo che le console di nuova generazione avrebbero goduto dell'architettura RDNA 2, ma ora si ha un'ulteriore, autorevole conferma della cosa. Da notare che ancora non sono state annunciate delle schede video per PC basate su questa architettura, ma che la loro presentazione dovrebbe arrivare a breve.

In altre notizie, l'Unreal Engine 5 permetterà un'altissima scalabilità dei giochi su tutte le piattaforme, Unreal Engine 5 su PS5: la grafica next gen mostrata da Epic Games con una nuova demo, Fornite anche su PS5 e Xbox Series X, la nuova politica di royalty di Epic Games e un nostro "ve l'avevamo detto".

Share this post


Link to post
Share on other sites
INFORMAZIONI GIOCO
  • 43
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
 
Di 

Riccardo Arioli Ruelli

 
 
13 Maggio 2020, Ore 20:31

La presentazione dell'Unreal Engine 5 nell'ambito della Summur Game Fest di Geoff Keighley ha permesso di dare un primo sguardo alla grafica della next-gen ed in particolare alle potenzialità della nuova PlayStation 5di Sony. Tra gli elementi più sbalorditivi spicca il sistema di illuminazione globale Lumen.

Stando alle parole della stessa Epic, il Lumen è una soluzione di illuminazione globale completamente dinamica che reagisce alla scena e ai cambiamenti di luce. Il sistema rende dettagliatamente i riflessi e le iterazioni luminose con le superfici in ambienti enormi, su distanze che possono variare dai pochi metri a diversi chilometri. I designer potranno quindi cambiare l'angolazione di una fonte di luce e Lumen provvederà ad adattare la scena di conseguenza.

I risultati di questa tecnologia sono ben visibili nella tech demo fatta girare su PlayStation 5. Stando a quanto dichiarato da Kim Liberi di Epic in un'intervista concessa a Digital Foundry, a reggere l'intero impianto del Lumen è il sistema di accumulo temporale già visto con Unreal Engine 4: "L'accumulo temporale è più di un semplice anti-aliasing temporale e gioca un ruolo enorme nel modo in cui riusciamo a rendere le cose così belle. L'illuminazione globale, senza un'intelligenza temporale, non è ancora raggiungibile via hardware. Stiamo migliorando la comprensione di come l'accumulo temporale può aiutarci e ci sono state enormi migliorie grazie a questo. In questo modo ci stiamo avvicinando ai rendering dei film...il Lumen GI non funzionerebbe allo stesso modo senza di esso".

Insomma, questa tecnica consente di riversare i dettagli dei fotogrammi precedenti in quelli successivi, andando in questo modo a sollevare la GPU di alcuni calcoli e aumentando qualità e risoluzione grazie anche ai nuovi SSD. Nei fotogrammi che abbiamo catturato da "Lumen in the Land of Nanite" le possibilità offerte dal nuovo Unreal Engine 5 e dal sistema di illuminazione globale Lumen emergono in tutta la loro pienezza. Niente Ray Tracing quindi (che sarà comunque supportato dall'Unreal Engine 5) ma una nuova tecnica di rendering capace di restituire un'illuminazione globale di qualità eccezionale, il tutto in tempo reale su PS5 e alla risoluzione dinamica di 1440p come confermato dagli sviluppatori di Epic. Se queste sono le premesse della next-gen, ne vedremo delle belle!

FONTE:EUROGAMER
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Unreal Engine 5: la tech demo possibile solo su PS5 e non su Xbox Series X, secondo Jeff Grubb

 

Secondo Jeff Grubb di Venture Beat, la tech demo di presentazione dell'Unreal Engine 5 sarebbe possibile solo su PS5 e non su PC o Xbox Series X.

 

 

La tech demo di presentazione dell'Unreal Engine 5 sarebbe possibile solo su PS5 e non su Xbox Series X o PC, questo almeno stando a quanto supposto da Jeff Grubb di Venture Beat nel suo commento a quanto visto questa sera.

Prima di parlare di console, Grubb ha introdotto un tema importante, che molti sottovalutano sempre quando si parla di next-gen: "La tech demo dell'Unreal 5 che gira su PlayStation 5 (saltata a 1:20). Non è un gioco, ma mostra come saranno i giochi. È più importante dell'hardware. Il più grande ostacolo alla grafica fotorealistica è il costo. Gli strumenti abbassano i costi."

Quindi è venuto al punto. Secondo Grubb ci vorranno un paio d'anni prima di vedere qualcosa di simile nei giochi. Xbox Series X produrrà risultati altrettanto buoni, ma questa demo è stata evidentemente costruita intorno alla I/O super veloce di PS5, ossia la sezione super rapida è evidentemente stata pensata per sfruttare i caricamenti istantanei delle risorse resi possibili dall'SSD della console, ciò di cui hanno parlato moltissimi sviluppatori.

L'SSD ultrarapido non andrà infatti a sostituire CPU o GPU come dicono alcuni (facendo ironia), ma consentirà di caricare texture e modelli in modo immediato, aumentandone la densità sullo schermo. Sostanzialmente andrà a eliminare alcuni grossi colli di bottiglia.

In altre notizie sull'argomento, l'Unreal Engine 5 permetterà un'altissima scalabilità dei giochi su tutte le piattaforme, Unreal Engine 5 su PS5: la grafica next gen mostrata da Epic Games con una nuova demo, Fornite anche su PS5 e Xbox Series X, la nuova politica di royalty di Epic Games e un nostro "ve l'avevamo detto".

 

 

 

Fonte: Multiplayer.it

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

PS5, presentazione il 4 giugno con una grande quantità di giochi, secondo altre fonti

PS5 potrebbe essere presentata il 4 giugno con una grande quantità di giochi, altre fonti confermano tale data per l'evento ufficiale di Sony, anche se si tratta ancora di informazioni da confermare.

 

PS5 sta per entrare nel vivo dell'azione e le voci di corridoio insistono sul 4 giugno come possibile data della sua presentazione, secondo alcuni con una grande quantità di giochi da mostrare, come riferito di recente dal giornalista Jeff Grubb.

Grubb, che di recente ha fatto parlare di sé anche per la dichiarazione secondo cui la tech demo di Unreal Engine 5 sarebbe possibile solo su PS5 e non su Xbox Series X, ha confermato le voci di corridoio che vogliono la presentazione di PS5 il 4 giugno, cosa di cui si parla ormai da tempo ma che non è mai stata confermata in via ufficiale da Sony.

Si tratterebbe inoltre di un evento ricco di giochi, una "Slate of PlayStation", come riferito da Grubb, con un gioco di parole rispetto all'iniziativa State of PlayStation organizzata da Sony, per indicare appunto una tavolata di titoli da presentare insieme alla nuova console.

Su quali giochi ci possano essere, ovviamente, non si possono che fare delle supposizioni per il momento. Tra i più indicati c'è un remake di qualche tipo da parte di BluePoint, che secondo alcuni potrebbe essere Demon's Souls, poi Horizon Zero Dawn 2 da parte di Guerrilla e infine si è parlato molto anche di un nuovo Silent Hill da parte degli autori dell'originale ma sostenuto da Sony Japan, che dovrebbe dunque essere un'esclusiva. Questo oltre ad ulteriori third party e altri giochi interni, ovviamente, tra i quali segnaliamo la presenza di Fortnite su PS5 e Xbox Series X al lancio delle console.

Per il resto, nelle ore scorse è emersa una sorta di conferma che PS5 userà l'architettura RDNA 2, in seguito alla presentazione dell'Unreal Engine 5 sulla console Sony, che ha dato un ottimo assaggio di quello che si potrà vedere con la next gen.

 

image.png.30ecd95a1133cd622d0aa71df2e5484c.png

 

 

Fonte: Multiplayer

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

PS5, l'SSD è un vantaggio che i PC impiegheranno anni a colmare per Tim Sweeney

L'SSD di PS5 e integrazione tra esso e l'hardware di Sony è un vantaggio tecnico che i PC impiegheranno anni a colmare per Tim Sweeney, il boss di Epic Games.

 

La velocità dell'SSD di PS5 e soprattutto integrazione tra esso e l'hardware di Sony è un vantaggio tecnico che i PC impiegheranno anni a colmare. Lo ha detto Tim Sweeney, il boss di Epic Games, rispondendo ad una domanda su Twitter.

Un utente, infatti, gli ha chiesto come fosse possibile che PS5 potesse essere meglio di un PC di fascia alta, dotato anche lui di un SSD PCIE 4.0 NVMe. La risposta di Tim Sweeney, il boss di Epic Games e anche la mente dietro tutte le meraviglie tecniche compiute da questa azienda negli anni, è stata molto chiara e ben poco evasiva. E il suo parere, consentiteci di sottolinearlo, è decisamente più autorevole di tutti gli altri sentiti in questi mesi.

Innanzitutto ha rimandato alla conferenza di Mark Cerny per tutti i dettagli tecnici. Poi, però ha aggiunto "Lo stack di software e hardware fa di tutto per ridurre al minimo la latenza e massimizzare la larghezza di banda effettivamente accessibile dai giochi. Su PC, ci sono molti livelli e costi generali. Poi c'è il problema di far passare le texture compresse dall'interno nella memoria video alla RAM, la decompressione software, il driver della GPU che le rielabora tutto e diverse transizioni kernel nel mentre."

In altre parole il PC, essendo una macchina complessa e con decine di variabili, non è pensato solo per i videogiochi, né dal punto di vista hardware, né da quello software. È un discorso che si fa dalla notte dei tempi confrontando PC e console, iPhone e Android: il software cucito sopra l'hardware consente di sfruttare al meglio la potenza di quest'ultimo. Solo che in questo caso le differenze sembrano più marcate del solito.

"Le ricerche di Intel per creare NVDIMM non volatili sono molto eccitanti e potrebbero migliorare il trasferimento di dati nei PC nei prossimi anni," ma al momento PS5 ha questo vantaggio tecnico rispetto anche a macchine che sono molto più costose di una PlayStation 5.

Per provare a spegnere ogni polemica sul nascere: questo non vuol dire nello specifico che PS5 (o immaginiamo Xbox Series X) sono più potenti di un PC di fascia alta, solo che ci sono alcuni vantaggi tecnici che consentiranno loro di fare delle cose meglio o più facilmente, con un dispendio minore di risorse hardware.

 

 

 

fonte: Multiplayer

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

PS5: il successo potrebbe dipendere dal colore, secondo una curiosa analisi

Il successo di PS5 potrebbe dipendere dal colore: è questa la curiosa dichiarazione dell'analista giapponese Hideki Yasuda dell'Ace Research Insitute.

 

SSD? GPU? TeraFLOPS? Assolutamente no. Il successo di PS5 potrebbe dipende da un altro elemento: il colore. No, non stiamo scherzando. Questa è la curiosa dichiarazione fatta dell'analista giapponese Hideki Yasuda dell'Ace Research Insitute.

La dichiarazione è stata riportata dal sempre attento Daniel Ahmad di Niko Partners. Da quanto leggiamo (grazie a Google translator) secondo Hideki Yasuda non saranno le prestazioni hardware a decidere la prossima generazione di console. E, a differenza di quanto sostengono in molti, non lo faranno nemmeno i giochi. In realtà sarà il colore a decidere le sorti di PS5. Se Sony presenterà una console bianca, infatti, le sue vendite saranno influenzate negativamente.

Secondo l'analisi, infatti, il bianco è un colore che non viene preso molto sul serio dai giocatori più adulti. Ha funzionato bene con Wii, ma quella non è l'audience alla quale si rivolge Sony.

Ahmad ha commentato tutto con un "certamente è un punto di vista interessante," ma non ha potuto evitare di mettere un "lol" alla fine del tweet. Noi, proprio oggi, stiamo parlando della conta dei pixel della demo per PS5 dell'UE5 o dell'SSD della console che sarà un vantaggio tecnico difficile da colmare per i PC, solo che adesso ci sentiamo un po' sciocchi a non aver compreso appieno il nocciolo del problema.

 

 

 

Fonte:Multiplayer 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho annullato il pre order di ghost,mamma mia che roba vista e rivista .ghgh praticamente la copia bruttarella di Ac e Far cry

 

inizio a credere che non siano i giapponesi a fare brutti giochi,ma è il giappone a renderli brutti sefz

 

Dopo infamous e Horizon pensavo di potermi fidare ciecamente nei SP,e invece .doh tanta delusione

Share this post


Link to post
Share on other sites

non saprei che pensare

la ps4 pro doveva avere giochi a 60 frame

invece stanno tutti a 30  ecc

10 minuti fa, nostalgico del trio ha scritto:

Ho annullato il pre order di ghost,mamma mia che roba vista e rivista .ghgh praticamente la copia bruttarella di Ac e Far cry

 

inizio a credere che non siano i giapponesi a fare brutti giochi,ma è il giappone a renderli brutti sefz

 

Dopo infamous e Horizon pensavo di potermi fidare ciecamente nei SP,e invece .doh tanta delusione

a me sembra la copia di rdr 2

presentata il 4 giugno e vendita a dicembre ?

 

Ac uscirà a sto punto a dicembre o poi faranno l'aggiornamento?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, blue ha scritto:

non saprei che pensare

la ps4 pro doveva avere giochi a 60 frame

invece stanno tutti a 30  ecc

a me sembra la copia di rdr 2

presentata il 4 giugno e vendita a dicembre ?

 

Ac uscirà a sto punto a dicembre o poi faranno l'aggiornamento?

Rdr2 graficamente è stato un ow quasi da ps5,purtroppo peccava in lentezza,questo invece ha sicuramente una discreta grafica ma delle animazioni davvero brutte per un tripla A,in più il combat system sembra poter venire a noia dopo la prima ora

 

Ac penso uscirà a ottobre,al lancio con le nuove console .sisi

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, nostalgico del trio ha scritto:

Ho annullato il pre order di ghost,mamma mia che roba vista e rivista .ghgh praticamente la copia bruttarella di Ac e Far cry

 

inizio a credere che non siano i giapponesi a fare brutti giochi,ma è il giappone a renderli brutti sefz

 

Dopo infamous e Horizon pensavo di potermi fidare ciecamente nei SP,e invece .doh tanta delusione

.ehm Horizon Zero Dawn è dei Guerrilla non dei Sucker Punch .sisi

 

 

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, blue ha scritto:

non saprei che pensare

la ps4 pro doveva avere giochi a 60 frame

invece stanno tutti a 30  ecc

a me sembra la copia di rdr 2

presentata il 4 giugno e vendita a dicembre ?

 

Ac uscirà a sto punto a dicembre o poi faranno l'aggiornamento?

Impossibile per via della Cpu scadente che Pro abbia tutti i giochi a 60

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

PS5: il successo potrebbe dipendere dal colore, secondo una curiosa analisi

Il successo di PS5 potrebbe dipendere dal colore: è questa la curiosa dichiarazione dell'analista giapponese Hideki Yasuda dell'Ace Research Insitute.

 

SSD? GPU? TeraFLOPS? Assolutamente no. Il successo di PS5 potrebbe dipende da un altro elemento: il colore. No, non stiamo scherzando. Questa è la curiosa dichiarazione fatta dell'analista giapponese Hideki Yasuda dell'Ace Research Insitute.

La dichiarazione è stata riportata dal sempre attento Daniel Ahmad di Niko Partners. Da quanto leggiamo (grazie a Google translator) secondo Hideki Yasuda non saranno le prestazioni hardware a decidere la prossima generazione di console. E, a differenza di quanto sostengono in molti, non lo faranno nemmeno i giochi. In realtà sarà il colore a decidere le sorti di PS5. Se Sony presenterà una console bianca, infatti, le sue vendite saranno influenzate negativamente.

Secondo l'analisi, infatti, il bianco è un colore che non viene preso molto sul serio dai giocatori più adulti. Ha funzionato bene con Wii, ma quella non è l'audience alla quale si rivolge Sony.

Ahmad ha commentato tutto con un "certamente è un punto di vista interessante," ma non ha potuto evitare di mettere un "lol" alla fine del tweet. Noi, proprio oggi, stiamo parlando della conta dei pixel della demo per PS5 dell'UE5 o dell'SSD della console che sarà un vantaggio tecnico difficile da colmare per i PC, solo che adesso ci sentiamo un po' sciocchi a non aver compreso appieno il nocciolo del problema.

 

 

 

Fonte:Multiplayer 

 
Non credo proprio che il successo di PS5 dipenda dal colore della console.

Avrei potuto capire se avesse parlato della forma della console....

Per dire, se dovesse avere una forma molto particolare, personalmente sarebbe un grosso problema per via dello spazio. A malincuore non potrei prenderla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Trezegol_88 ha scritto:

Non credo proprio che il successo di PS5 dipenda dal colore della console.

Avrei potuto capire se avesse parlato della forma della console....

Per dire, se dovesse avere una forma molto particolare, personalmente sarebbe un grosso problema per via dello spazio. A malincuore non potrei prenderla.

Infatti la cosa del colore è anche per me una cavolata 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.