Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Fogueres

Oscar alla carriera internazionale di Chiellini-Bonucci

Recommended Posts

4 ore fa, Nord est ha scritto:

È tutto molto bello, ma quest'anno alla Juve così forti precisi e affiatati non li ho mai visti. 

Chiellini è stato sempre infortunato.

Comunque l'anno passato fa poco testo... praticamente non c'era un allenatore

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, th3 fool ha scritto:

Ma dai dove volevi andare a euro 2016 con quella squadra e quell'allenatore...

Ancora c’è chi scredita Conte?

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Maxxo74 ha scritto:

Chiellini è stato sempre infortunato.

Comunque l'anno passato fa poco testo... praticamente non c'era un allenatore

Sì vero anche questo....

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Maxxo74 ha scritto:

esatto... si parla sempre di Baresi, Cannavaro (non dico Scirea perchè è di un altro livello in tutti i sensi), Nesta ma proprio perchè hanno alzato col club o la Nazionale i trofei piu ambiti. Ora entrano di diritto in questo gruppo anche Chiellini e Bonucci e le persone (anche quelle a cui stanno a antipatici) li dovrànno ricordare per forza

Io lo dico da anni che Bonucci non é molto inferiore ai sopra citati, ma la maggior parte qui dentro era quasi indignata quando paragonavo Bonucci a certi campioni.

 

Per me come difensore d´impostazione/libero Bonucci é inferiore solo a Scirea e forse a Baresi negli ultimi 40 anni, nel calcio Italiano.

 

Chiellini per me vale Cannavaro o Vierchowod. Non credo che sia lesa maestá dirlo ora.

 

Nesta, Scirea e Maldini per me rimangono comunque un gradino o due sopra a tutti gli altri. Baresi ci va vicino, ma lui non era fortissimo in marcatura. Era un pó come Bonucci molto bravo ad impostare e bravo a difendere, ma non un fenomeno nella marcatura come Gentile, Vierchowod, Chiellini.

 

Diciamo che tutto sommato per me Bonucci-Chiellini vale piú o meno Ferrara-Montero. E non é poco!

 

La mia graduatoria dei difensori centrali juventini dagli anni 80 in poi:

 

****** (il numero uno) SCIREA

***** (eccezionali) GENTILE, FERRARA, MONTERO, BONUCCI, CHIELLINI, CANNAVARO, THURAM

**** (fortissimi) BRIO, KOHLER, BARZAGLI, VIERCHOWOD (arrivato comunque tardi alla Juve, ma ha vinto la Coppa dei Campioni, ragione per cui lo metto in lista qui)

** (forti) CARRERA, IULIANO, JULIO CESAR eccettera

* (buoni) LEGROTTAGLIE (il secondo Legro fu buono, il primo osceno), MELLBERG, CACERES, PORRINI eccettera

 

Avró probabilmente dimenticato qualcuno….

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Maxxo74 ha scritto:

Chiellini è stato sempre infortunato.

Comunque l'anno passato fa poco testo... praticamente non c'era un allenatore

E quello che penso anch io

1 ora fa, Rettiliano Mutaforma ha scritto:

Io lo dico da anni che Bonucci non é molto inferiore ai sopra citati, ma la maggior parte qui dentro era quasi indignata quando paragonavo Bonucci a certi campioni.

 

Per me come difensore d´impostazione/libero Bonucci é inferiore solo a Scirea e forse a Baresi negli ultimi 40 anni, nel calcio Italiano.

 

Chiellini per me vale Cannavaro o Vierchowod. Non credo che sia lesa maestá dirlo ora.

 

Nesta, Scirea e Maldini per me rimangono comunque un gradino o due sopra a tutti gli altri. Baresi ci va vicino, ma lui non era fortissimo in marcatura. Era un pó come Bonucci molto bravo ad impostare e bravo a difendere, ma non un fenomeno nella marcatura come Gentile, Vierchowod, Chiellini.

 

Diciamo che tutto sommato per me Bonucci-Chiellini vale piú o meno Ferrara-Montero. E non é poco!

 

La mia graduatoria dei difensori centrali juventini dagli anni 80 in poi:

 

****** (il numero uno) SCIREA

***** (eccezionali) GENTILE, FERRARA, MONTERO, BONUCCI, CHIELLINI, CANNAVARO, THURAM

**** (fortissimi) BRIO, KOHLER, BARZAGLI, VIERCHOWOD (arrivato comunque tardi alla Juve, ma ha vinto la Coppa dei Campioni, ragione per cui lo metto in lista qui)

** (forti) CARRERA, IULIANO, JULIO CESAR eccettera

* (buoni) LEGROTTAGLIE (il secondo Legro fu buono, il primo osceno), MELLBERG, CACERES, PORRINI eccettera

 

Avró probabilmente dimenticato qualcuno….

 

Dal 1995in poi per me il migliore e’ chiellini .

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Nord est ha scritto:

È tutto molto bello, ma quest'anno alla Juve così forti precisi e affiatati non li ho mai visti. 

Sono grandissimi professionisti e come al solito, se la Juve non ci mette del suo, la Nazionale difficilmente vince.

 

Ma onestamente, da Juventino, prima di dargli tutto questo riconoscimento a livello internazionale, vorrei vederli sollevare la coppa con la Juve.

 

Per la cronaca, la famigerata "bbc" è diventata ciò che è diventata quando il nostro centrocampo era composto da grandissimi campioni.

 

Ora, due terzi della stessa torna in auge in una Nazionale che schiera un centrocampo di rispetto.

Sarà un caso? Per me no...

 

Da che mondo è mondo, è il centrocampo a fare la differenza, sempre, nel bene e nel male.

 

Chi vede questo post come una critica, ci ha capito poco.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah sinceramente non gli ho visto fare interventi difensivi eclatanti come quelli di Chiellini. A parte saper lanciare lungo e fare gol anche importanti non è una bestemmia dire che come difensore è scarso. Tanto per dire, il ragazzino di 19 anni del Belgio lo ha fatto impazzire, più volte in carriera si è fatto uccellare da attaccanti scarsi, purtroppo nell'uno contro uno è nullo, becca 1 intervento buono su 10. Ha fatto un buon europeo ma niente di memorabile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da google traslate ( non posso mica tradurre “a mano”😁) interessante parte di  articolo del inglese

Ottima analisi.

 
 

 

 

 
 

L'errore più grave dell'Inghilterra nella finale del Campionato Europeo non è stato nel prendere i rigori, ma nel giocare per loro.  La mentalità dell'Inghilterra è migliorata incommensurabilmente sotto Gareth Southgate, ma vacillando contro avversari spietati come l'Italia ha dimostrato che hanno ancora bisogno di acquisire un istinto omicida.
 Southgate ha fatto molto bene con l'Inghilterra, ripristinando identità, affinità e speranza, guidando la squadra a una semifinale della Coppa del Mondo nel 2018 e ora alla finale del Campionato Europeo.  Nel solito crollo emotivo che segue una campagna inglese, è necessario affermare con enfasi che Southgate, ferito così gravemente da sentire che il suo "stomaco è stato strappato", è assolutamente l'uomo giusto per guidare la squadra alla Coppa del Mondo 2022.
 L'Inghilterra ha una rosa giovane e si sta sviluppando.  Jude Bellingham, Bukayo Saka, Jadon Sancho, Reece James, Phil Foden, Declan Rice e Mason Mount erano tutti idonei per il Campionato Europeo Under 21 di questa estate, così come gli infortunati Mason Greenwood e Trent Alexander-Arnold.  "Sappiamo che questa squadra non è ancora al suo apice", ha giustamente osservato Southgate.
 Il rispetto che Southgate suscita è ben meritato, ma resta la necessità di un'analisi ravvicinata delle questioni residue dell'Inghilterra se l'Inghilterra vuole superare il limite.  L'attenzione a Wembley era principalmente sui rigori, vale a dire la decisione di Southgate di chiedere al giovane Saka di prenderne uno, e l'incalzare Sancho e Marcus Rashford con solo pochi secondi rimasti per prendere i loro, senza dare loro il tempo di ambientarsi.
 Ma questa non era una giornata sportiva scolastica, con una richiesta tramite il megafono del direttore di casa per i volontari per la staffetta.  Southgate ha avuto il suo ordine pianificato e la preparazione che l'Inghilterra fa per le sparatorie è meticolosa.  L'errore non è stato lo shoot-out, ma nel non cercare di abbattere l'Italia nel primo tempo.
 I lati della forte mentalità e nous tattico dell'Italia danno solo opportunità fugaci agli avversari.  La velocità dell'Inghilterra nel muovere la palla ha creato il vantaggio di Luke Shaw al secondo minuto.  Quindi vai per loro di nuovo, e rapidamente.  Sedersi su un guinzaglio sottile era una ricetta per il disastro.
 Le statistiche raramente raccontano la storia completa, ma sono abbastanza schiaccianti sulla mancanza di avventura dell'Inghilterra, sicuramente dopo l'intervallo.  L'Italia ha avuto il 62 per cento di possesso palla e 13 tentativi in porta, sei del monterget, contro i quattro tentativi dell'Inghilterra, due in porta.  Per una squadra con le risorse offensive dell'Inghilterra, gestire un tiro in porta all'ora è scarso.
 Contro la Germania, con successo, e contro l'Italia meno, Southgate ha adattato la sua squadra per combattere i punti di forza degli avversari, usando i terzini.  Intende una spinta più offensiva in futuro.
 "Questo deve essere l'obiettivo", ha detto.  “Beh, guarda, abbiamo scelto una squadra a causa di un problema tattico che pone l'Italia, e [in base all'area] del campo dove dovevamo esercitare pressione su di loro e dove pensavamo di poterle far male.
 “Per i primi 45 minuti tutti sarebbero d'accordo che ha funzionato.  Non abbiamo tenuto abbastanza bene la palla per 15-20 minuti e sappiamo che con centrocampisti della qualità di [Marco] Verratti e Jorginho, sarà sempre un punto di forza dell'Italia”.
 Il momento chiave è stato al dieci minuti dell'inizio della ripresa, quando l'omologo italiano di Southgate, Roberto Mancini, è stato decisivo e ha eliminato Ciro Immo-
 bile, inviando Domenico Berardi.  Liberò Federico Chiesa e Lorenzo Insigne.  Ha confuso la difesa inglese.
 "Sono andati con un falso nove per un periodo, che è difficile da affrontare", ha detto Southgate.  Se i tuoi difensori escono lasciano degli spazi, se restano dentro ti sovraccarichi a centrocampo".
 L'Inghilterra a volte sedeva troppo in profondità.  Troppo cauto.  La squadra di Mancini pressa e pressa, attacca e attacca e pareggia meritatamente con Leonardo Bonucci a 12 minuti dall'ingresso di Berardi.
 L'Inghilterra non ha risposto.  “Non abbiamo creato le occasioni che avremmo voluto”, ha riconosciuto Southgate, “ma sei contro una squadra che è incredibile in termini di potere difensivo, come squadra, non solo con i due difensori centrali.  ''
 Bonucci e Chiellini, dimostrano gli antichifurfanti, sono spietati.  Questa è la mentalità killer che decide l'ordine in cui le squadreraccolgono le medaglie.  Guarda Chiellini che ha tirato indietro Saka verso la fine dei tempi regolamentari, prendendo un'ammonizione ma chiudendo una minaccia.  Guardalo mentre si attacca a Raheem Sterling verso la fine dei tempi supplementari, sommergendolo.  Guarda quella sporca sfida di Jorginho a Jack Grealish, un cinico tentativo di fermarlo.  L'Inghilterra è diventata più streetwise, ma ha ancora molta strada da fare.
 Southgate si è leggermente imbrigliato alla domanda sul fatto che l'Inghilterra fosse "troppo gentile" per chiudere una vittoria.  "Non sei una squadra 'bella' per arrivare a una finale", ha risposto.  “Abbiamo superato molti ostacoli che non siamo stati in grado di superare in passato.  Abbiamo portato l'Italia, top, top team, e imbattuta in 30 [ora 34], fino alla fine”.
 Eppure l'Inghilterra ha giocato ai rigori.  Con dieci minuti rimanenti di tempo supplementare, l'Inghilterra ha iniziato a rigirare la palla sul retro.  Perché?  Solo perché l'Inghilterra aveva prevalso negli ultimi due rigori, contro la Colombia in Russia e la Svizzera nel jolly-up della Nations League per il terzo posto?
 Ma contro l'Italia?  Con Gianluigi Donnarumma in porta?  L'Inghilterra doveva correre più rischi, introducendo prima Sancho e Rashford.  Southgate ha portato Grealish in campo solo dopo nove minuti di tempo supplementare.
 Alla domanda sull'esperienza, Southgate ha risposto: "Come manager impari sempre.  Questi giochi ti portano attraverso incredibili montagne russe e ci sono così tante decisioni da prendere durante le quattro o cinque settimane.  Non li farai mai andare bene.  Se non ho ricevutocorrettamente le chiamate ieri sera, così sia.  Devo conviverci".
 Ha sempre la sua gestione degli uomini nel modo giusto.  Southgate ha parlato individualmente con ciascuno dei suoi giocatori prima che lasciassero Wembley per trascorrere del tempo con le loro famiglie.  Il mese scorso ha dimostrato che ha una squadra e una squadra da amare.  In porta, Jordan Pickford ha messo a tacere i suoi critici con un'eccellenza costante, il suo stop al tiro e due parate ai rigori.
 Sarebbe difficile, e odioso, scegliere il meglio di una difesa eccezionale in Kyle Walker (rapido, instancabile e determinato), John Stones (elegante, calmo intercettore), Harry Maguire (dominante nell'aria e pronto a rompere le linee  ) e Shaw (creazione e punteggio, difesa e sovrapposizione).  Tutto superbo.  Probabilmente Shaw lo considera il miglior difensoredell'Inghilterra.
 A centrocampo, la combinazione Rice-Kalvin Phillips ha impressionato.  Phillips merita particolarmente di essere nella squadra del torneo per il terreno che ha coperto e alcuni dei passaggi che ha fatto.  Rice, a 22 anni, è probabilmente un futuro capitano dell'Inghilterra.
 L'astuzia e la minaccia del gol di Sterling sono state particolarmente importanti nella corsa verso la finale.  Harry Kane ha goduto di una buona fase a eliminazione diretta fino alla finale, quando ha incontrato Chiellini e Bonucci.  A 22 anni Mount è un talento straordinariamente maturo, già campione d'Europa con il Chelsea.
 Di quegli occasionali titolari e habitué delle riserve, Kieran Trippier, Foden, Saka, Sancho, Grealish, Tyrone Mings e Rashford hanno fatto tutti bene.  La traiettoria dell'Inghilterra è verso l'alto.
 Il debriefing di ieri con Southgate è stato un amore in confronto agli accesi dibattiti con i suoi predecessori.  Questo è stato un torneo di profondi positivi per l'Inghilterra, semplicemente con qualche ritocco in termini di mentalità e processo decisionale.  Sii più audace.  Sii più veloce.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Shingo Tamai ha scritto:

Sono grandissimi professionisti e come al solito, se la Juve non ci mette del suo, la Nazionale difficilmente vince.

 

Ma onestamente, da Juventino, prima di dargli tutto questo riconoscimento a livello internazionale, vorrei vederli sollevare la coppa con la Juve.

 

Per la cronaca, la famigerata "bbc" è diventata ciò che è diventata quando il nostro centrocampo era composto da grandissimi campioni.

 

Ora, due terzi della stessa torna in auge in una Nazionale che schiera un centrocampo di rispetto.

Sarà un caso? Per me no...

 

Da che mondo è mondo, è il centrocampo a fare la differenza, sempre, nel bene e nel male.

 

Chi vede questo post come una critica, ci ha capito poco.

Vabbè ma è normale che in un contesto di squadra forte loro si esaltano .Mica possono giocare solo loro 2 e poi tutte pippe 

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, Paol ha scritto:

Mah sinceramente non gli ho visto fare interventi difensivi eclatanti come quelli di Chiellini. A parte saper lanciare lungo e fare gol anche importanti non è una bestemmia dire che come difensore è scarso. Tanto per dire, il ragazzino di 19 anni del Belgio lo ha fatto impazzire, più volte in carriera si è fatto uccellare da attaccanti scarsi, purtroppo nell'uno contro uno è nullo, becca 1 intervento buono su 10. Ha fatto un buon europeo ma niente di memorabile

I numeri dicono che ha fatto un grande Europeo al di là del goal in finale.

Umanamente dopo la parentesi milanista per me Bonucci è morto però il valore in tandem con Chiellini lo riconoscono a tutte le latitudini.

 

Chiellini e Bonucci mostruosi, mai dribblati agli Europei: “Lo convinco io a venire ai Mondiali”

Ieri sera tutto il mondo ci ha invidiato la coppia centrale di difesa formata da Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci: una muraglia umana, una diga vivente. I due hanno chiuso i campionati Europei con una statistica mostruosa: nessun avversario li ha mai dribblati. Ed ora sono in molti a chiedere al Capitano azzurro di continuare a giocare fino ai Mondiali che si giocheranno in Qatar nel dicembre del 2022.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.