Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Magisto

Utenti
  • Content count

    1,295
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

2,440 Guru

About Magisto

  • Rank
    Odi profanum vulgus et arceo...
  • Birthday 05/14/1985

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Taupo, New Zealand

Recent Profile Visitors

11,641 profile views
  1. Magisto

    VIDEO Il saluto ad Andrea Barzagli

    Ciao Andrea! Grazie di tutto!!!!
  2. Dal video: - Pique, compagno di Messi (Messi) - Henry, ex compagno di Messi (Messi) - Rooney, ex compagno di Ronaldo che odia Ronaldo (Messi) - Bonucci, voto imparziale (Ronaldo) - Wenger, voto imparziale (Messi) - Modric, compagno di Ronaldo (ex equo) - Van Persie, voto imparziale. Messi (indeciso) - Ibrahimovic, ex compagno di Messi e che ha sempre subito smacchi da Ronaldo (Messi) - Reus, voto imparziale (Messi) - Bale, compagno di Ronaldo (Ronaldo) - Maradona, argentino (ci pensa...poi dice Messi) - Lampard, voto imparziale ma non troppo visti i numerosi precedenti tra Chelsea e Manchester (Messi) - Ronaldo il gordo, che chiaramente non potrebbe mai dire che un altro Ronaldo è meglio (Messi) - Mourinho, ex allenatore di Ronaldo (non si capisce dove voglia arrivare, ma penso Messi) - Ferguson, ex allenatore di Ronaldo (Messi, poi Ronaldo...io la interpreto come ex equo) - Guardiola, ex allenatore di Messi, catalano (Messi) - Pelè, intervistato da quell'accozzaglia di Fanboys di Messi a ESPN (Messi) - Van der Vaart, voto imparziale (Messi) Anche io potrei fare un montaggio del genere, dove magari chiedono a gente come Pepe, o altri che preferiscono Ronaldo e fare il mio montaggio personale. Molti di quelli che ho visto nel video non direbbero Ronaldo neanche se li pagassero, ma sarebbe lo stesso se si chiedesse a gente a cui sta sul cacchio Messi. Detto questo, ognuno ha le sue preferenze, ma portare un video del genere come esempio (soprattutto analizzando gli intervistati) non è che conti poi tanto. Questi intervistati non sono la totalità di chi segue e/o lavora nel settore. Capiscono di calcio? Certamente. Votano tutti basandosi puramente su ciò che pensano realmente, oppure anche in base a simpatie/antipatie personali? Non possiamo esserne certi. Per me il giocatore più forte non è quello che ha necessariamente quello che ha la magia nei piedi. Il calcio è fatto di tante sfumature. Ma anche questo è opinabile.
  3. * loro. Furono i primi a deriderci ed a dire che 'noi italiani piangiamo sempre'. Fui contentissimo del fatto che subirono la medesima sorte o, come da te precisato, addirittura peggiore.
  4. Hai colto il punto. E condivido quel che scrivi. Io, tuttavia, visto il modo in cui siamo usciti e lo "spettacolo" offerto, considero la stagione fallimentare. Dal punto di vista del "prodotto Juventus", per me, abbiamo fallito alla grande. Possiamo rifarci, certamente, ma occorrono davvero delle decisioni importanti. Quoto anche le virgole! Ci riusciresti tranquillamente, se avessi il loro conto in banca!
  5. Mi focalizzerei maggiormente su chi ha votado De Sciglio...
  6. Eh, a me non consola affatto che Benfica ed Atletico siano messe peggio. Che poi, a conti fatti, sarà vero? Il record delle finali perse lo abbiamo noi, alla fine della fiera. Per me anche il fatto di farsi condizionare da una presunta maledizione è un fatto di mentalità. Non credo che, se mai disputassimo una finale con CR7 in campo, quest'ultimo se ne curerebbe. Diverso è il discorso per chi, come alcuni nostri senatori, vivono nella paura costante di prendere goal e lo dichiarano anche in televisione. Diverso è il discorso per chi, nella sua carriera, ha sempre toppato i grandi appuntamenti e non esce di casa per paura delle critiche. È qui che si vede la differenza tra il campione e chi si culla o si accontenta. Mi viene da pensare a Gattuso. Era in mezzo a tanti campioni, ma lui che tecnicamente era dieci gradini sotto agli altri, non si è mai risparmiato in campo. Ha lottato, ha sempre avuto quel fuoco dentro, ha vinto. Non è mai sceso in campo con la paura. È un caso raro, il suo, ma mi serviva per sottolineare come la mentalità, ad alti livelli, sia indispensabile e faccia spesso la differenza tra un ottimo giocatore ed un campione. Un allenatore può provare a lavorare anche sull'aspetto mentale dei giocatori, ma che messaggio vuoi dare se appena segni un goal metti un centrale per coprire? L'allenatore deve essere una guida, ed il giocatore deve essere bravo a trarre il meglio da ciò che gli viene insegnato. Questo non vuol dire seguire tutto alla lettera come un robot. Sei serio sull'allineamento dei pianeti?
  7. La mentalità non è Champions o non Champions, è essere determinati a dare il 100% ed a lottare con le unghie e con i denti per raggiungere determinati risultati. Io, se vedo la mia squadra scendere in campo nel secondo di una finale di CL e prendere 3 goal senza giocare, se permetti, non penso proprio che si stia davvero cercando di vincere. Se vedo la mia squadra stare ferma quando l'altra è in possesso, senza pressare, non vedo tutta questa volontà di portare a casa il risultato. Molti giocatori si consolano con lo stipendio a sei cifre, probabilmente. CR7, che si becca 30 e passa milioni, sbraccia ed esorta i compagni a correre ed a pressare. Corre e prova sempre a risolverla, anche se nessuno lo aiuta. Questa è mentalità. Ed esiste sia se giochi contro il Frosinone sia se affronti il Barcellona. Queste sono le cose che fanno la differenza quando si tratta di innalzare il livello. E vale sia per i giocatori, che per l'allenatore, che per i dirigenti. Se io sto giocando per un obiettivo importante, a volte devo anche rischiare la giocata, non solo fare la cosa più facile. Devo giocare per vincere, non tanto per provarci. Poi può andare anche male, ma l'approccio alle partite è fondamentale. Se sono un allenatore, devo anche fare sì che la squadra non viva sempre all'insegna della calma, ma che alzi i ritmi quando occorre. Devo avere le palle di panchinare chi sta facendo schifo, anche se mette il broncio. Se sono un dirigente che dice di voler primeggiare in Europa, devo avere la fermezza di tagliare i rami secchi e prendermi dei rischi.
  8. Be', perdonami, ma allora tu non hai mai letto il regolamento del forum. Dare patenti di Juventinità è vietato dal regolamento stesso. Così, giusto per fartelo notare. Che poi la gente che le dà non venga mai richiamata be'...non dipende da me. Sappi che è vietato, comunque. Guarda, io quel che ha detto Adani non l'ho neppure sentito e non potrebbe importarmene di meno. Indi per cui la parte del tuo post relativa a lui o alle sue dichiarazioni mi è irrilevante. Analizziamo gli altri punti, piuttosto. Vuoi che la squadra migliori, ma non la mentalità. Devo dissentire, perché avere un'ottima squadra di cagasotto è sì meglio di una di scarpari, ma oltre ad un buon tasso tecnico ed atletico bisogna lavorare anche sull'approccio alle partite, sulla mentalità. I giocatori non vanno solo fatti crescere dal punto di vista tecnico/tattico o da quello atletico. Se la mentalità nel calcio non contasse, non esisterebbero casi come Cassano e non esisterebbero i CR7. Giocare sperando di vincere è ben diverso da giocare PER vincere. La storia del calcio è piena di giocatori tecnicamente straordinari, che si son persi o non hanno vinto quanto avrebbero potuto. Mi dici che il problema non è Allegri, ma gli uomini logori. Ecco, per me il problema sono Allegri E gli uomini logori. Abbiamo visto quest'anno partite dove i giocatori erano in forma imbarazzante, alcuni perché alla frutta, altri perché (secondo me) allenati con metodi sbagliati. Allegri ed il suo staff sono responsabili di chi va in campo e di come si allenano. I giocatori che non hanno benzina o hanno la testa altrove devono giocare meno. Ma anche lì, chi li schiera in campo? Però c'è anche un'altra cosa che andrebbe analizzata. Perché questi giocatori fanno una fatica enorme in fase di possesso? Perché fanno fatica a fare tre passaggi di fila? Ovvio, lì l'allenatore non ha colpe, ma cosa è successo? Io non penso che giocatori del tasso tecnico di Dybala, Alex Sandro, Cancelo o Pjanic abbiano di colpo perso la capacità di passare il pallone. Qualcosa non va anche a livello mentale. A meno che la "Matuidite" non sia contagiosa...
  9. Mai scritto "mentalità Champions". Ho parlato semmai di mentalità difensivista, che rende anche i giocatori più offensivi troppo propensi a coprire. A me del Milan frega zero, lo stai mettendo in mezzo tu per portare acqua al tuo mulino. Così come non ho mai scritto di puntare solo sulla CL. Ma la squadra, incluso lo staff, va costruito con l'obiettivo di arrivare in fondo a tutto. E questo va fatto con giocatori adatti, che abbiano idea di cosa fare in campo. Uscire nel modo in cui siamo usciti noi è una pessima pubblicità per il prodotto che si vuole esportare, ossia il marchio Juventus. Nessuno ha la certezza di vincere al 100%, non si chiede questo. Si chiede, giustamente, di DIMOSTRARE di voler arrivare in fondo. Il ciclo di questo tecnico si era concluso a Cardiff, e con il suo quello di alcuni giocatori. Ai piani alti stanno riconfermando tutti, invece, nonostante la squadra sia in una fase di involuzione continua da due anni. A te va bene così, sei contento e festeggi. Giustissimo così, ci mancherebbe. Però ci sono anche quelli che, nonostante il risultato, guardano anche a ciò che la squadra ha prodotto ed al potenziale, che secondo me è tanto, non sfruttato a dovere. E sì, ci si rammarica. Perché si poteva fare di più, che è un dato oggettivo. E tu non puoi dare del rosicone a chi non la pensa come te, soprattutto quando si cerca di analizzare i problemi della squadra/società. Se a te vanno bene le statistiche e ti piace fingere di non vedere i problemi, a me sta benissimo. Che tu venga a darci (perché non sono solo) patenti di juventinità, un po' meno.
  10. Come non darti ragione? Fondamentalmente abbiamo una proprietà che ha sempre pensato prima allo scudetto ed ai ricavi. Il titolo nazionale è sempre venuto prima di tutto. E la mentalità è quella tuttora. Noi, se vinciamo tanti meglio, se no va bene uguale. L'importante è vincere il campionato ed arrivare almeno si quarti di CL. Contano solo i risultati, perché portano soldi. E non importa come arrivino. Peccato che chi vuole aumentare i ricavi pensa che giocando di melma aumentiamo la visibilità. Si comprano maratoneti, gente che la palla l'ha vista in foto, perché in campionato fanno comodo. Si tiene in panca un allenatore che ha chiaramente finito il suo ciclo da almeno due anni, perché non si lamenta e si fa andare bene tutto. Sì tramanda una mentalità difensivista, dove si pensa prima a non prendere goal e si cerca di speculare sul risultato. Sono gli stessi senatori ad inculcare queste idee, col benestare del tecnico. I nostri terzini offensivi vengono trasformati in muli da traino per difendere, i centrocampisti vagano senza sapere che fare perché l'unica cosa che conoscono sono i movimenti difensivi. Gli attaccanti vengono utilizzati come centrocampisti box-to-box. Non vinciamo da 23 anni, vero, ma la cosa triste è che a me sembra che ai piani alti vada bene così, dato che quando perdi una finale 1-4 con quasi tutti i tuoi giocatori che non scendono in campo nella ripresa tu dirigente non ti fai vedere incazzato ed anzi, fai i complimenti e confermi tutti. Il vero obiettivo non è la CL, ma vincere 10 scudetti di fila. Se la coppa arriva, tanto meglio. Vediamo se qualcuno lassù ha le palle per provare a dare una scossa a livello di mentalità, o se confermeranno tutti o, peggio, ci riporteranno il fuggitivo. La stagione è fallimentare, con buona pace dei pretoriani di allenatore e società. Siamo usciti dalla CL contro una squadra nettamente inferiore, che a livello di gioco ci ha messo sotto. Il mondo intero ha visto questo scempio. Però si vogliono aumentare i ricavi e portare il marchio ovunque. Ma se fai schifo, perché mai un appassionato di calcio in Asia o America dovrebbe essere interessato a seguirti? Probabilmente si compreranno le maglie dell'Ajax; perlomeno hanno fatto divertire ed appassionare chi li guardava. Ed abbiamo anche comprato il miglior giocatore del pianeta. Ah già, quello serviva solo per vendere le magliette...
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.