Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

bobminator

Coordinatori
  • Content count

    1,982
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

bobminator last won the day on October 12 2020

bobminator had the most liked content!

Community Reputation

4,498 Guru

About bobminator

Contatti

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno
  • Provenienza
    Isola D'Elba

Recent Profile Visitors

33,026 profile views
  1. Bray Wyatt licenziato dalla WWE Clamoroso annuncio della WWE, che con una scarna nota sul proprio sito ufficiale ha comunicato il licenziamento di Bray Wyatt, augurandogli il meglio per il proseguo della sua carriera. Pochi istanti dopo la nota sul sito, anche su Twitter è arrivata l’ufficialità di un licenziamento che è anche più scioccante di quello di Braun Strowman, avvenuto dopo WrestleMania Backlash. Tre volte campione mondiale e figura estremamente popolare in tutte le sue incarnazioni, Wyatt era definito da molti un genio creativo ed era riuscito a conquistare definitivamente pubblico e critica col suo personaggio The Fiend, vero e proprio top seller. Bray è solo l’ultimo di una lista incredibile di rilasci ma anche addii della WWE, e saluta la WWE dopo oltre una decade. Wyatt non appariva dalla puntata di Raw post WrestleMania 37, evento in cui ha perso contro Randy Orton.
  2. Data per certa la presenza di CM Punk per la AEW a Chicago CM Punk ha iniziato a mostrare interesse nel fare un ritorno nel wrestling professionistico, e non gli ci è voluto molto tempo per trovare una compagnia disposta a metterlo sotto contratto. Alcuni giorni fa, infatti, Ringside News ha pubblicato la notizia di un accordo tra Punk e la AEW, accordo che la fonte ha dato ormai per firmato al 100%. Resta dunque da capire quando avverrà l’attesissimo suo debutto con la sua nuova Federazione, dopo anni di inattività. Sono passati sei anni, infatti da quando CM Punk ha lottato per l’ultima volta. Una inattività tale percui, sempre secondo Ringside News, la WWE non era interessata a riaverlo all’interno del proprio roster.Bodyslam.net, ha aggiunto un ulteriore dettaglio alla notizia; di fatto non soltanto confermandola, ma anche aggiungendo un ulteriore dettaglio piuttosto importante. Secondo questa fonte, infatti, al 100% CM Punk parteciperà ad una o a più date tra quelle che la AEW ha già fissato a Chicago. La AEW, infatti, sarà a Chicago mercoledì 1 settembre per Dynamite, poi il 3 settembre per Rampage ed infine il 5 settembre per il Pay per view All Out; è ovviamente quest’ultima la data di debutto più probabile, ma potrebbe non essere l’unica. Di sicuro, secondo la già citata fonte, CM Punk parteciperà ad almeno una di queste date.Credo al 100% alla notizia[Ringside News] e molte altre cose che mi hanno detto confermano il motivo per cui lo credo. Mi è stato detto che è al 100% per Chicago. Vogliono CM Punk a Chicago. Vogliono che lui sia lì. Non è una questione se, ma quando. Sai che hanno Dynamite, hanno Rampage e hanno All Out. “ Il debutto in AEW di CM Punk sconvolgerà senza dubbio il mondo del wrestling professionista. Ricordiamo che il suo non è l’unico top name che si dice abbia firmato per la federazione di Tony Khan. Diverse voci, infatti, parlano di un interesse estremamente vivo anche per Daniel Bryan. Addirittura lo stesso Bodyslam.net ha scritto che anche questo contratto sarebbe già stato firmato. Al momento, siamo in attesa di ulteriori conferme a questa indiscrezione.
  3. CM Punk è in trattativa con l’AEW per un potenziale ritorno sul ring Malgrado oltre sette anni di assenza dal mondo del wrestling, il nome di CM Punk è sempre rimasto un importante punto di riferimento in molti fan, che durante questo lasso di tempo hanno più volte chiesto all’ex WWE Champion di tornare sul ring. Dopo il suo abbandono alla WWE l’atleta di Chicago non ha più lottato per alcuna compagnia, limitandosi a due apparizioni, mascherato, in show indie. Ha tentato invece, senza successo, una carriera nel mondo delle MMA, rimediando due nette sconfitte in UFC (con la seconda contro Mike Jackson diventata no-contest, ndr). I fan hanno sperato in suo cambio di idea dopo il ritorno a WWE Backstage e il ruolo di analista, ma Punk non andò oltre la semplice presenza nel programma. Sebbene abbia sempre espresso poco interesse nel tornare sul ring, recentemente ha aperto la porta ad un possibile ritorno, ponendo però due condizioni: un grosso stipendio e delle storyline interessanti, con la possibilità di lavorare con wrestler mai affrontati prima.A distanza di mesi, nel pomeriggio si è tornato a parlare prepotentemente di lui grazie ad una potenziale notizia bomba emersa su Fightful Select, che ha fatto immediatamente il giro del web. Secondo quanto riportato in esclusiva da Sean Ross Sapp, Punk è attualmente in contatto con dei dirigenti di una compagnia per un suo ritorno. Varie fonti hanno confermato al giornalista come la destinazione più probabile per lui sia la AEW. Sebbene non ci siano (ovviamente) conferme da parte di Punk o della AEW, a sostegno di questa possibilità ci sarebbero alcune importanti figure in WWE. Queste hanno recentemente confidato a Sean Ross Sapp di ritenere che CM Punk sia diretto in All Elite Wrestling. È bene sottolineare come, al momento, non ci siono contratti firmati o piani creativi per lui. Con il ritorno dei fan nelle arene, si dice che altre compagnie abbiano espresso il loro interesse a lavorare con Punk, non avanzando però alcuna offerta fino ad oggi. Dave Meltzer ha confermato il report di Sean Ross Sapp aggiungendo che, pur non sapendo a che punto siano i colloqui tra le due parti, questi vanno avanti già da un po’ di tempo. Non è nuovo l’interesse della AEW nei confronti del nativo di Chicago e non è nemmeno un segreto che Punk sia sempre stato un obiettivo di Tony Khan. Quest’ultimo aveva tentato di ingaggiarlo prima della nascita ufficiale della compagnia, ma in quell’occasione Punk accettò l’offerta di FOX.Con la terza edizione di All Out in programma il 5 settembre alla Now Arena di Hoffman Estates, nella zona di Chicago, sono inevitabilmente partiti i rumors di una sua possibile presenza al pay-per-view. Considerando che difficilmente le parti lasceranno trapelare qualcosa nel caso in cui venga trovato un accorso, non rimane che attendere per scoprire se il 2021 sarà l’anno che segnerà l’atteso ritorno di CM Punk nel mondo del wrestling.
  4. Sonya Deville potrebbe tornare a lottare Sonya Deville potrebbe tornare sul ring come lottatrice, in occasione del Women’s Money In the Bank Ladder Match al pay-per-view di domenica. Alcune voci già parlavano intorno alla metà di giugno del fatto che la Deville si stesse allenando per il suo ritorno sul ring. Ora Fightful Select riferisce che c’è stata una spinta significativa per coinvolgere proprio la Deville nel Money In the Bank Ladder Match di domenica. La voce è stata poi nel corso della giornata parzialmente smentita, poi nuovamente riproposta. Questo rende dunque l’idea di come ci sia in ogni caso molta confusione in merito a questo possibile scenario.Fonti della WWE avrebbero dichiarato di aspettarsi un ritorno sul ring di Sonya Deville. Sempre secondo la stessa fonte, la Deville sarebbe stata particolarmente apprezzata per il suo lavoro svolto in tv con il suo nuovo ruolo come authority. Secondo quanto riferito, la WWE voleva inizialmente che la Deville tornasse sul ring per il cammino verso WrestleMania 37, dunque alcuni mesi fa. Tuttavia questo ritorno sarebbe stato ritardato; i motivi di questo ritardo non sono stati rivelati. Ricordiamo che è rimasto solo un posto a disposizione per il MITB Ladder Match femminile, dopo che proprio Sonya Deville ha annunciato questa mattina la presenza della WWE Women’s Tag Team Champion Natalya. La canadese si unirà dunque a Liv Morgan e Zelina Vega per Smackdown. I quattro concorrenti di RAW sono invece Asuka, Naomi, Nikki A.S.H. e Alexa Bliss. La Deville manca dal quadrato da quasi un anno, per la precisione da Summerslam 2020. In quella occasione perse un No DQ Loser Leaves WWE match contro l’ex amica Mandy Rose.
  5. Addio a “Mr. Wonderful” Paul Orndroff Paul Orndroff, meglio noto in WWE come “Mister Wonderful” si è spento poco fa. Aveva 71 anni.Paul Orndroff è stato uno dei più importanti “cattivi” della WWE degli anni 80. Dotato di un fisico a dir poco scolpito, la sua rivalità più famosa è stata ovviamente quella con Hulk Hogan, contro il quale combatteva al fianco di “Rowdy Roddy Piper”. Grazie proprio a questa rivalità, Paul Orndroff ha preso parte al main event della prima storica edizione di Wrestlemania al Madison Square Garden; egli lottò proprio in coppia con Piper, venendo sconfitti da Hulk Hogan e Mister T. Qualche anno dopo la WWE provò anche a girarlo face, tuttavia senza ottenere lo stesso successo del suo personaggio da heel. Negli ultimi anni, le sue condizioni di salute erano particolarmente gravi. Orndroff era infatti affetto da diversi problemi legati alla demenza senile. Alcuni video recenti di fatto evidenziavano una situazione già compromessa, quantomeno per quanto riguardava le sue facoltà mentali.
  6. Grave infortunio per Bayley, sarà fuori nove mesi Bruttissime notizie in vista del ritorno on the road della WWE, che perderà una delle proprie protagoniste. La WWE ha infatti annunciato che Bayley ha subito un infortunio in allenamento che la terrà fuori per circa nove mesi. Mentre la WWE non aveva inizialmente specificato di cosa si trattasse, PWInsider è stato il primo sito a riportare la diagnosi, che era poi quella temuta da molti in seguito ai tempi di recupero dichiarati dalla WWE: lesione al legamento crociato. Attuale sfidante al titolo di SmackDown per Money In The Bank, dove avrebbe dovuto sfidare Bianca Belair in un “I Quit Match”, Bayley non potrà ovviamente essere parte dell’evento e stanotte a SmackDown verrà rivelata la sua sostituta. Ovviamente è al momento difficile effettuare alcun tipo di ipotesi, non conoscendo la tipologia di infortunio. Qualora dovesse essere confermata la necessità di fermarsi per nove mesi, per Bayley sarebbe a rischio addirittura la partecipazione alla prossima edizione di Wrestlemania.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.