Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Askeladd

Utenti
  • Content count

    321
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

519 Eccellente

About Askeladd

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Askeladd

    Milan - Juventus 1-3, commenti post partita

    Trovo curioso che, quando siamo noi a perdere con assenze e per ricambi non all'altezza, la cosa viene raccontata mediaticamente come una nostra mancanza, e si esaltano le qualità dell'avversario e del suo organico, al contrario, metti nella stessa situazione una squadra di Milano, e il non avere ricambi adeguati in rosa diventa improvvisamente un alibi. Vorrei ricordare che ieri abbiamo giocato con Frabotta titolare. Al Milan mancavano 3 titolari (Ibra, Rebic e Bennacer) e a noi mancavano 3 titolari (Morata, Cuadrado, Alex Sandro) poi non so se la presenza o meno di Tonali possa fare qualche differenza in una partita persa 3 a 1.
  2. Ovviamente tra tutti gli esempi che si potevano fare, tirano fuori questo, nonostante Chiara Appendino non abbia mai commentato vicende calcistiche a differenza del sindaco di Napoli, che non solo fa foto con il presidente, ma non perde occasione per commentare il calcio, lasciandosi andare a cose agghiaccianti come Higuain che non potrebbe più passeggiare sereno per Napoli. Poi ci dobbiamo sentire che questa è Sky-Juve.
  3. Askeladd

    Juventus - Cagliari 2-0, commenti post partita

    In pratica vinci per 9 anni consecutivi il campionato per poi essere inferiore a squadre che fanno ridere da anni. Ovviamente la nostra pessima partita con il Barcellona fa testo, ma il Milan che per poco non esce ai preliminari con il Rio Ave no, il Napoli che prende schiaffi da un AZ Alkmaar rimaneggiato no, L'Inter che non ha ancora vinto una partita in Europa no. Ovviamente alcune di quelle squadre sono state più in forma, ma nel corso di una stagione può capitare. Ora io capisco non essere arroganti, capisco rispettare gli avversari, ma dire che il Sassuolo sia superiore alla Juve senza CR7 è demenziale. Neppure Suma e Pellegatti in questo momento avrebbero il coraggio di dire che il Milan è superiore. Inviato dal mio MAR-LX1A utilizzando Tapatalk
  4. Io da sempre sono dell'idea che la rosa deve avere 11 titolari + 7 alternative di livello (un secondo portiere affidabile e due alternative per reparto, possibilmente con giocatori duttili che possono fare più ruoli) e il resto della rosa che sarebbero l'ultimo dei centrali, l'ultimo dei terzini, l'ultimo dei mediani, il terzo portiere, insomma quei gregari che non giocano mai, li fai con i migliori del U23. Bisogna considerare una cosa, che certi giocatori, che magari sono anche meno scarsi di quanto possano sembrare, tipo Rugani, se non giocano con continuità quando poi vengono chiamati in causa non è detto che poi offrano un rendimento migliore del giovane promosso in prima squadra. Quelli del U23 non devono sostituire i Dybala, e neppure le prime riserve, devono completare la rosa in modo da non aver bisogno di prendere il gregario riempitivo dalla provincia, il Padoin, Rincon, Sturaro di turno, che comunque a bilancio pesa maggiormente, e quello che rimane si può investire sui titolari. Inviato dal mio MAR-LX1A utilizzando Tapatalk
  5. Askeladd

    Inter - Juventus 1-2, commenti post partita

    Ma non è che servisse questa partita, in nazionale Ronaldo segna praticamente sempre e viene affiancato da un trequartista/mezza punta. Poi può anche essere che il suo partner ideale è uno alla Benzema, ma non significa che non possa giocare anche con attaccanti di tipo diverso.
  6. Askeladd

    Inter - Juventus 1-2, commenti post partita

    Comunque dopo aver visto Conte andarsene in quel modo, rivederlo 5 anni dopo, nella sua prima partita da ex, e al termine della gara fare nei nostri confronti gli stessi discorsi che faceva a suo tempo con i squadroni europei, ha un qualcosa di poetico.
  7. Comunque se si vuole ragionare in maniera razionale, senza lasciarsi andare ad isterismi vari, da un certo punto di vista una logica c'è in questa scelta. Se davvero hanno puntato personaggi come Guardiola per ripiegare su Sarri, significa che non puntavano il nome in se, ma ad un certo tipo di filosofia di gioco, quindi da questo punto di vista ha più senso un Sarri come ripiego che magari un Mourinho, in quel caso significava puntare solo ad un nome "mediatico" fine a se stesso. Quindi, vorrei pensare che hanno preso Sarri semplicemente perchè era il migliore tra i "prendibili" con quel tipo di filosofia di gioco. Anche perchè avere le "idee chiare" può aprirsi a diverse interpretazioni, magari le "idee chiare" non erano tanto sul nome dell'allenatore, quanto su una tipologia di gioco su cui vogliono puntare. Poi ribadisco che io, per il tipo di personaggio che è, e per la retorica che lo accompagna, non lo avrei mai preso, ma io di certo non ho la competenza tecnica per prendere certe decisioni, e chi lo fa ha sicuramente parametri che a me sono ignoti. Quindi non mi permetterei mai di dare dell'incompetente a Paratici o Nedved perchè non hanno assecondato le mie fantasie di tifoso. Posso solo dire che spero che alla base della scelta ci sia appunto una logica ben precisa su un percorso o un idea da seguire anche nei prossimi anni.
  8. Tralasciando i discorsi sul gioco, sull'età, sullo stile, e sulle stupidaggini dette, io uno che piange quando gioco ogni 3 giorni non lo avrei mai messo sulla panchina di una squadra ambiziosa. A me sembra una soluzione di ripiego, perchè tolti i top, in giro non è che ci fosse molto altro, e probabilmente viene ritenuto meno rischioso di un Simone Inzaghi o Di Francesco. A questo punto viene da pensare che l'addio di Allegri fosse dettato da una situazione ormai troppo logora per proseguire. A oggi, l'unica cosa positiva a mio avviso è che rappresenta un cambio di mentalità a livello di gioco. Poi il personaggio in se rimane quello che è, sono certo che si adeguerà all'ambiente, in fondo anche l'Allegri milanista era molto diverso dall'Allegri juventino, ma sono curioso di vederlo in un contesto mediaticamente meno protetto di quello napoletano, su questa panchina battute omofobe e sessiste non passerebbero in omertosa cavalleria come a Napoli, mi auguro che se ne renda conto.
  9. Askeladd

    Juventus - Torino 1-1, commenti post partita

    Quando sento parlare di DNA mi viene sempre l'orticaria. Cosa significa DNA? Come se poi dirigenti, allenatori e giocatori fossero sempre gli stessi. DNA è un concetto aberrante, come se fosse qualcosa che non si può cambiare, ed è soltanto una superstizione ridicola, che ci puoi pensare a caldo nello sconforto di una sconfitta, ma di certo non può essere presa sul serio parlando razionalmente. Al massimo sarebbe più corretto parlare di mentalità aziendale, che è quella di privilegiare un certo tipo di giocatori e allenatori, ma è un discorso differente. Oppure si può parlare di un ambiente che vive con troppa ansia la CL caricando di eccessive pressioni la squadra quando si trova ad un passo. Ma non esiste il "DNA". La differenza tra noi e squadre come il Bayern Monaco o Liverpool essenzialmente sta nell'aver ottimizzato al massimo il periodo migliore, voglio dire il Bayern ha vinto 3 Coppe negli anni 70, poi quella dopo nel 2001, cos'è per circa 20 anni il suo DNA è andato in vacanza? Come quello del Real Madrid, andato in letargo dagli anni 50 agli anni 90? Non so se è stata una serie di circostanze sfortunate o altro, ma il nostro problema è che nei due periodi in cui avevamo una squadra dominante in Europa, negli anni 80 con Trapattoni e negli anni 90 con Lippi, non ci è riuscito di vincerne 2 o 3. Negli anni del Trap andavo alla scuola materna e non posso giudicare, ma nel periodo di Lippi ero adolescente, e ragionandoci con il senno di poi, penso che forse il limite di quella squadra fu quel continuo rimescolare le carte in tavola ogni estate... Ho sempre il rimpianto che se alla squadra del 96/97 fosse stata confermata nei suoi uomini migliori e rinforzata negli anni a seguire, forse la nostra storia sarebbe diversa ora. La Juve di Capello poi, potenzialmente poteva essere dominante come quelle, ma purtroppo venne scelto l'allenatore sbagliato nel momento sbagliato per fare la differenza in Europa. E questa ansia da finale che abbiamo è nata dopo le due finali consecutive perse da Lippi, che hanno gettato le basi per la terza sconfitta qualche anno dopo, sono convinto che l'atteggiamento pavido di Lippi nella finale con di Manchester fosse figlio più di quella doppia batosta che dell'assenza di Nedved, per quanto sicuramente pesante e decisiva. Motivo per cui penso che a prescindere da tutto, Allegri andava cambiato dopo Cardiff, perchè 2 sconfitte in finale pesano, e pesano di più in un ambiente ansioso come il nostro. Detto questo penso che in Italia stare troppi anni sulla stessa panchina, sopratutto in squadre come la Juventus, sia logorante, e che a prescindere dai risultati dopo massimo 4-5 anni sia giusto cambiare. Allegri va rispettato, e sicuramente il suo l'ha fatto, dal punto di vista dei risultati ha fatto il suo, e di certo non si può addossare a lui, ma neppure a questo gruppo, dirigenti compresi, la colpa di non aver vinto la CL dal 96. Questa gestione è cominciata 9 anni fa, si è partiti quasi completamente da zero, e solo da 3 anni cominciamo questa competizione con l'ambizione dichiarata di vincerla, bisogna tener conto anche di questo, quando si fanno le valutazioni. Però forse è giunto il momento di provare qualcosa di diverso, che non significa vincerla per forza il prossimo anno, ma cominciare a ragionare in maniera diversa. A prescindere da discorsi tecnico-tattici che lasciano il tempo che trovano, ma serve qualcuno che non si faccia condizionare dalle pressioni ambientali, e che se ne freghi del passato, forse per questo l'ideale sarebbe un allenatore straniero.
  10. Su DAZN anche se ha risposto in portoghese non mi sembra che gli avessero tradotto le domande, magari lo capisce ma non si sente ancora così sicuro da esprimersi in italiano davanti alle telecamere per evitare figure alla De Boer.
  11. Comunque a me sembrano le parole di uno che non è così sicuro di essere riconfermato. Agnelli non è Berlusconi e non fa il fenomeno in conferenza stampa insultando un allenatore, con cui sicuramente ci sarà un rapporto umano di rispetto reciproco. Probabilmente dopo la fine del campionato ci sarà l'annuncio, sia in un senso che nell'altro.
  12. A volte penso che quel passaggio da Zoff a Maifredi, anche se sono passati quasi 30 anni, riesca ancora a condizionare mentalmente certi tifosi. Con Zoff vincemmo Coppa Italia e Coppa UEFA con un classico gioco all'italiana, ma erano gli anni dell'esaltazione del milan di sacchi e allora venne voglia di cambiare con Maifredi che era vicino a quella filosofia. Poi è andata male e si è tornati con Trapattoni. Io non sono un hater di Allegri, non lo vedo come il diavolo e non penso che abbia tutte le responsabilità sulle sconfitte, però penso anche io che se si vuole fare un certo passo in avanti, bisogna cercare un altro tipo di allenatore. In fondo a questo punto si può anche rischiare di non vincere un campionato, nella peggiore delle ipotesi è davvero difficile pensare di scendere sotto il quarto posto (ma anche sotto il secondo) quindi il rischio di qualcosa di diverso si potrebbe provare. Detto questo Agnelli non è un Berlusconi, che insulta e bullizza i suoi allenatori in conferenza stampa nell'accondiscendenza generale, non lo ha fatto con Del Neri, figuriamoci con Allegri. Se ci sarà un cambio verrà annunciato a fine stagione. Voglio credere che se non fosse ambizioso non avrebbe preso Ronaldo, perchè se ti accontenti di vincere il campionato e dei quarti di finali di CL non serve un investimento del genere, Ronaldo è stato preso per fare un ulteriore salto di qualità, che non significa che debba andare bene subito, ma che si lavora in quella direzione, e se basta una battuta d'arresto per ritornare sui propri passi, allora non ha avuto senso prenderlo.
  13. Askeladd

    Juve di Allegri pre e post Cardiff, statistiche

    Io non sono un hater di Allegri, ma anche io avrei cambiato dopo una seconda finale persa, se non altro perchè sono risultati che purtroppo condizionano, e in un ambiente come il nostro che ha molta ansia nei confronti di questa manifestazione servono persone che non sentono il peso del passato. E secondo me ci possiamo permettere il rischio di puntare su un allenatore meno affermato dal punto di vista dei risultati, ma che può migliorare dal punto di vista dell'immagine e del gioco di questa squadra. Detto questo, non ritengo Allegri un incapace, e non era facile calarsi nella realtà Juventus nel modo e nelle circostanze in cui si è calato lui, ha i suoi difetti, ma anche dei meriti, però non è che si debba avere per forza il Ferguson o il Wenger, e ogni tanto cambiare anche solo per rinnovare curiosità ed entusiasmo nell'ambiente ci sta.
  14. In realtà a prescindere dall'esito di questa stagione, Auriemma dovrebbe sperare che dopo il sesto consecutivo ci si possa concentrare maggiormente su l'europa lasciando un po' di punti in campionato, però c'è un distacco tale che bisognerebbe avere una squadra sul serio dello stesso livello della Juve per approfittarne e non solo a chiacchiere come Roma e Napoli, che oltretutto sono al massimo del proprio potenziale, dovrebbero trovarsi i nuovi Messi e Iniesta in rosa presi a due lire o provenienti dal settore giovanile per colmare (temporaneamente) il gap. Se poi le milanesi dovessero tornare su livelli accettabili, a entrambe non resterà che lottare per il quarto posto.
  15. Che poi riguardo al 2006, la Juventus è stata l'unica tra le squadre coinvolte ad aver fatto tabula rasa del settore dirigenziale, a differenza di Lotito e Galliani, che comandano ancora in lega e contro cui a quanto pare non si può dire contro nulla.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.