Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

LuffyBianconero

Utenti
  • Content count

    16
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

45 Neutrale

About LuffyBianconero

  • Rank
    Pulcino

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

2,408 profile views
  1. LuffyBianconero

    Atletico Madrid - Juventus 2-2, commenti post partita

    Vorrei fare una analisi lucida e a freddo di ieri, dopo 4 partite ufficiali: dopo le prime 3 di serie A, abbiamo visto una juve sicuramente diversa da quella dello scorso anno, però è rimasto, almeno per ora, un fattore comune: partita che spesso acquisisce 2 volti diversi, un tempo fatto bene, uno male. Almeno così era l'anno scorso, quest'anno già c'è un miglioramento, 60-70 minuti al top e poi un vistoso calo di forma e attenzione, che ha portato a due rimonte (Napoli, e ieri), ma io parlerei più di disattenzione organizzativa per i gol presi, non di forma in sè, non abbiamo subito più di tanto su azione, nel senso, era l'atletico, se non tirano in porta significa che non gli fai vedere palla, quindi quelle 3-4 conclusioni pericolose le puoi subire, come le subiscono altri top team. Ieri era la prima del girone, sulla carta la più difficile del girone, ma come dico e penso sempre io ogni anno, è meglio farla ora, meglio sbagliarla ora, che andarsi a giocare la qualificazione lì, magari all'ultima giornata. Quindi partita più difficile, in un momento in cui ancora tutto è concesso. Io sono rimasto sorpreso, non pensavo che potessimo gestirci in maniera tale da fare 2 gol a madrid senza subire chissà quali pericoli, almeno fino a quel momento. Sono contento, a caldo è ovvio che ti rode da morire, ieri mi sono imbufalito a vedere simeone esultare in quel modo, ma è il suo modo di essere, molto verace, molto aizzatore delle folle, come conte, quindi non posso che accettarlo, sta a noi zittirlo sul campo, unico giudice supremo. Per come è arrivato, questo pareggio sa di sconfitta. Ma per come ci si presentava alla partita, direi che se si sistemano alcune organizzazioni in difesa, se de ligt prende fiducia, se il centrocampo alza la tecnica, non lasciando al solo pjanic il compito di far gioco ma dividendolo (Tra ramsey, rabiot, khedira), magari possono avere tutti meno pressioni e far meglio, insieme. Ovvio, ho parlato di tanti se, e con i se non si va da nessuna parte, ci vogliono i fatti. Siamo ancora un cantiere, io non mi aspettavo di vedere una juve già abbastanza rodata col gioco di Sarri ora, sono sorpreso dell'enorme lavoro svolto. Penso e spero che miglioreremo di mese in mese, vedremo se mister, staff e giocatori sapranno adattarsi evitando crolli sul più bello, perchè ad allegri si poteva contestare tutto, ma sul più bello, tranne casi disastrosi tipo juve-real 0-3, bayern juve 4-2, e lo scorso anno, lui c'è sempre stato, al di là del peggioramento della mentalità e del gioco post-Cardiff (col senno di poi, ok è facile parlare, però poteva essere un buon momento per chiudere il ciclo), il nostro ex mister ci ha fatto fare un bel balzo in avanti in europa, il suo ciclo era finito e quindi giusto dividersi, adesso bisognerà vedere con questa nuova filosofia, che io ADORO e approvo al 100%, con i giusti accorgimenti, se sapremo azzannare la preda e non ce la lasceremo scappare quando dovremo farlo, o se cadremo proprio nel momento cruciale. Mi fido dei nostri ragazzi e dei nostri colori, gli chiedo solo di dare tutto fino alla fine, senza rimpianti, senza freni a mano, senza paura. Mi sono dilungato ma spero, per chi leggerà, che si potranno avere spunti per parlarne.
  2. Ti ringrazio per aver condiviso la tua esperienza di (quasi) 40 anni con me e con chi ci legge, mi piace sempre capire cosa c'è stato prima, cosa significa essere juventini da una vita, come è cambiata negli anni la juve, in cosa è rimasta uguale, è tutto molto affascinante e sicuramente aiuta molto a capire la mentalità dei tifosi in generale e dell'attuale proprietà gestita dalla famiglia storica che ci ha fatto sempre avere successi (gli Agnelli, di cui io ho solo vissuto Andrea, il più attuale, giovane e moderno, non ho potuto godere dello stile, della saggezza e dell'eleganza dell'avvocato, di Boniperti, di Platini, il Trap, Scirea, Baggio, Lippi, Del Piero stesso.. che ho vissuto negli ultimi 2 anni da calciatore juventino e basta.). Solo grazie a questi discorsi, racconti, condivisioni, posso solo toccare un minimo di quello che è stata la Juve passata e forse capire il motivo per cui abbiamo in bacheca solo 2 champions (nonostante si siano vinti tutti i titoli europei disponibili nella storia, almeno una volta). Da quello che ho letto su questo forum, che secondo me è realmente sottovalutato dai molti che lo frequentano, ci sono testimonianze di tifosi di diversissime generazioni, accomunati tutti dalla stessa passione e dallo stesso amore di 2 colori, che quando parlano, fanno capire cosa è la juve per loro, cosa è stata in passato, cosa ha fatto di fantastico, cosa ha sbagliato, tutto... e le tue parole confermano semplicemente che la juve ha sempre mantenuto uno stile "sicuro" vincente almeno tra le mura locali, in Italia, in serie A, non hanno mai provato a svoltare a livello mondiale, se non con timidi approcci come detto da te (Maifredi, purtroppo andato male) o, sicuramente, con Lippi, con il quale si potevano raccogliere almeno 4 o 5 volte tanto i risultati che ha ottenuto, sempre da come ho letto qui, non per esperienza mia diretta. A questo dovrebbe servire il forum, almeno alla base, a condividere tutti i nostri pensieri, nella maniera più civile possibile, perchè le critiche ci sono, ci saranno sempre e ci DEVONO essere, non è sempre tutto da accettare per buono, come di sicuro non è sempre tutto da buttare. Grazie ancora, #finoallafine
  3. Seguo il forum dal 2012, ho scritto solo 10 messaggi, l'ultimo risale al 16 luglio 2014, all'annuncio di Allegri. Non ho mai smesso di leggere e seguire il forum, è un mio compagno di vita giornaliero, oggi però mi sento di scrivere. Le sensazioni sono abbastanza simili a quel periodo, anche se l'abbandono di Conte era stato molto amaro e inaspettato. Ho (e abbiamo) sognato Guardiola per un mese, chi più, chi meno, chi per nulla, è stato bello, emozionante, senza ovviamente contare i vari insulti o flame a chi non credeva o a chi credeva, quello per me è in ogni caso da condannare (utenti di forum, giornalisti, che siano), ora è arrivata la realtà. Fa parte del "gioco", del mercato, della vita. Non sempre si ottiene ciò che si vuole e (all'apparenza, ovviamente) che secondo noi può essere l'unica soluzione possibile. Mi sono preso un giorno per riflettere a fondo su quello che è successo, non mi importa di retroscena, di tentativi, marzo, aprile, maggio... Allegri è e sarà sempre ringraziato, almeno per quanto mi riguarda, per tutto ciò che ha fatto. Poteva lasciare post-Cardiff? Sì, sarebbe stata la scelta migliore(forse). Non lo ha fatto, ha sbagliato? Ni. Parlare col senno di poi è facilissimo, magari lasciando nel post-Cardiff ci saremmo "disperati" e qualsiasi allenatore al di sotto di Guardiola-Klopp (ai tempi, credo, più imprendibili di oggi) sarebbero stati accolti sicuramente con un maggiore pessimismo(se è poi vero che AA cercava Sarri ben da prima... figurarsi il casino post-annata con finale di Champions, prendendo magari Maurizio quell'anno che aveva fatto solo un'annata di napoli, venendo da empoli e serie minori... apriti cielo). Passiamo al presente. Sarri è il nostro nuovo allenatore. C'è chi lo ripudia per il suo passato, per il suo "stile", per dichiarazioni, insulti, gestacci... posso capirlo. Non è facile accettare una figura come lui sulla nostra panchina, almeno per chi ricerca un certo "stile Juve", che non rivede totalmente in lui. Ci può stare. Posso capire qualsiasi motivazione, per chi non riesce ad accettarlo, però io voglio solo dire una cosa: vediamolo all'opera. Non fossero uscite le notizie su Guardiola, se non meno di un mese fa si parlava di "va bene chiunque, basta che sia Allegri-out", ci sarebbe stata la stessa reazione? Non credo proprio... tutto ciò è stato generato dal sogno-Pep, che ora, a caldo, ha portato delusione, incredulità e quasi abbandono di tifo. Non voglio convincere nessuno, ognuno faccia ciò che meglio crede per se stesso, ma vorrei solo dire che la Juve rimane la Juve, chiunque sia seduto in panchina e chiunque calci il pallone in campo. Se non vi va più, non tifate, non seguite più... però sono sicuro che la Juve vi mancherà, non potrete farne a meno. Io seguo il calcio da soli 10 anni, prima nemmeno lo seguivo, mi sono innamorato della Juve negli anni tra i più brutti della sua storia, ovvero nel biennio Ferrara-Zaccheroni-Del Neri... quindi di sicuro non ho iniziato a tifare perchè fa figo e perchè ha vinto 8 scudetti in fila, ho iniziato nel momento peggiore, ahahah, ha anche portato fortuna... gli anni successivi abbiamo e stiamo scrivendo la storia. E in questi ultimi 10 anni, solo quest'ultimo anno mi ha portato all'esasperazione nel vedere una partita, è stata una sofferenza, si vedeva in campo che i giocatori e l'allenatore erano arrivati al capolinea di quel ciclo fantastico, durato 3+5 anni, tra conte e allegri. Negli ultimi mesi non riuscivo più a seguire una partita per intero, è incredibile. Non immagino chi tifa da 20, 30, 40 anni... ne avrete viste di tutti i colori, ma forse mai come quest'anno, nonostante ci sia Cr7 in campo, ha dell'incredibile. Non c'è Guardiola... c'è Sarri, prendiamolo come un modo di svoltare in ogni caso il gioco, il modo di stare in campo. Mettetevi anche nei panni di Sarri in questo momento, lo aspetta un anno complicatissimo... Deve colmare il vuoto lasciato dal non arrivo di Pep, colmare il vuoto dell'anno soporifero e sterile di Allegri... e convincere i tifosi con i risultati sul campo, per togliere questo scetticismo e rifiuto nei suoi confronti. Dovrà lavorare e impegnarsi al massimo, a partire dalla Supercoppa che, se verosimilmente sarà in Agosto, dovrà cercare di vincere a tutti i costi... perchè almeno partirebbe con il piede giusto... non voglio immaginare cosa succederebbe se la perdesse... viene giù il mondo. Diamogli fiducia, è il nostro allenatore ora... se fallirà, probabilmente cadranno delle teste (Paratici, Nedved?), ma in ogni caso... se lo hanno fatto, si fidano, e di sicuro AA, Pavel e Fabio, insieme a Chiellini e forse il Barza da dirigente/membro staff, indirizzeranno Maurizio nella direzione giusta, facendogli capire cosa vuol dire essere alla Juventus e cosa è la Juventus. Io credo in questo, il tempo ci darà risposte. Fino alla fine, Forza Juve e, da ieri, forza Sarri! Che ci smentisca sul campo più che con parole o "bello" stile, le partite, le finali, le competizioni ad eliminazione diretta e non, si vincono sul campo, sia che si indossi una tuta, sia che si indossi uno smoking.
  4. Quoto. Se qualcuno lo sa lo dica, perfavore.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.