Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Search the Community

Showing results for tags 'parma'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2019-2020
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendars

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Found 9 results

  1. In questo periodo se lo stanno domandando in tanti: dal prossimo 30 giugno, scadenza naturale di tutti i contratti della SerieA, dove giocherà Dejan Kulusevski? Ancora col Parma, dov’è finito in prestito via Atalanta, o alla Juventus, proprietaria esclusiva del cartellino del giocatore a partire proprio da quella data? Noi de IlBiancoNero,lo abbiamo chiesto pure ai nostri utenti attraverso un sondaggio, che ha dato questi risultati: oltre il 60% lo vorrebbe subito in bianconero, il restante 40% gli lascerebbe finire la stagione al Parma.Quel Parma che, a gennaio scorso, si rifiutò di privarsi del giocatore (specifichiamo: non di sua proprietà) e ancora oggi vorrebbe trattenerlo fino al termine della stagione. Perché, è il ragionamento fatto dal DS dei ducali Daniele Faggiano, “è vero che il giocatore ce lo abbiamo in prestito, ma se non è finito il campionato deve continuare a rimanere un giocatore del Parma”. In base a quale norma?La normativa FIFA stabilisce, in linea generale, che i contratti decorrono dalla data di tesseramento fino alla fine della stagione. Essendo stata quella in corso prolungata al 20 agosto, il Parma ritiene quindi di potersi tenere Kulusevski fino a quella data. Recentemente però, causa emergenza Covid e conseguente stravolgimento dei calendari, la FIFA si è limitata a proporre alle singole federazioni una proroga delle scadenze contrattuali fino al nuovo termine della stagione.La FIGC, col presidente Gravina, aveva annunciato una delibera in tal senso, ma ad oggi non ce n’è traccia. Anche avesse tracciato delle linee guida, non avrebbe potuto entrare a gamba tesa in una trattativa privata tra le parti, in questo caso Atalanta, Parma e Juventus. La prima ha ceduto a titolo definitivo il cartellino del calciatore alla Juve, avendolo dato poi in prestito al Parma quest’ultimo ritiene di potersi trattenere Kulusevski fino al 20 agosto. Per poterlo fare dovrebbe trovare però un accordo con la Juve, e non dare tutto per scontato come pensa Faggiano. Lui che, a gennaio, bloccò il passaggio dello svedese in bianconero facendo valere i propri diritti sul prestito. Che scadrà il prossimo 30 giugno. Se Paratici decidesse di prendersi il giocatore, non esisterebbe nessun cavillo della normativa FIFA al quale appellarsi. Perché la Federazione Internazionale si è limitata a “proporre” una proroga ai singoli contratti, non l’ha imposta. Non può farlo lei e nemmeno la FIGC. Restano quindi da capire le intenzioni della Juventus: vorrà fare un piacere al Parma, per una pura questione di gentleman agreement, oppure se ne fregherà delle buone maniere e si comporterà come fece Faggiano lo scorso gennaio, facendo valere il proprio diritto di proprietà? Anche solo per scongiurare al giocatore possibili infortuni, e non ritrovarsi magari a settembre con un nuovo acquisto già fermo ai box. Vero che la Juve non potrebbe comunque utilizzare Kulusevski fino all’inizio della prossima stagione, però non ne metterebbe a repentaglio la salute fisica. Tra’altro, il 30 giugno scadono in automatico pure le assicurazioni stipulate dai singoli calciatori con le agenzie, e il calciatore dovrebbe rinegoziarla. Per carità, lo svevo-macedone potrebbe pure rinnovarla pur di continuare a giocare, ma è una decisione che non potrà prendere da solo ma insieme al nuovo proprietario del suo cartellino. E non col Parma, che non lo è nemmeno mai stato. Personalmente, io sto col 60% degli utenti de IlBiancoNero. Perché rischiare? E soprattutto, perché fare un piacere a Faggiano che si è guardato bene dal farne alla Juve lo scorso gennaio? Da noi in Piemonte (e non solo qui, mi pare) si dice “chi la fa, l’aspetti” ilbianconero.com
  2. Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic, Matuidi; Ramsey; Dybala, Cristiano Ronaldo.
  3. Juventus (4-3-3): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Rabiot; Douglas Costa, Dybala, Cristiano Ronaldo.
  4. IACOPONI-CACERES: NON È RIGORE, OK VAR Al 21’ il Parma chiede un rigore, ma sbaglia: contrasto aereo tra Gagliolo e Mandzukic, il croato devia il pallone di testa, non con il braccio. Il silent check del Var (Chiffi) conferma la scelta di Giacomelli. Al 28’, giallo esagerato a Scozzarella che respinge il tiro di Spinazzola con il braccio. Al 45’ Giacomelli assegna un rigore alla Juve per una trattenuta di Iacoponi su Caceres che non c’è: Chiffi gli suggerisce di andare al monitor,e umilmente l’arbitro torna sui suoi passi. Nella ripresa, al 14’ ancora Iacoponi protagonista: intercetta il tocco di Bernardeschi con il petto, non con il braccio. Qui Giacomelli sceglie subito bene La Gazzetta dello Sport Riuscire a sbagliare quello che c’è da sbagliare è un’arte. A Giacomelli, fra l’altro, riesce benissimo. Regala un rigore alla Juve (si vedeva live che era stato Caceres a tirare l’avversario), gliene nega uno abbastanza clamoroso (tutta colpa del... palo), dà sempre l’impressione di fischiare dove spira il vento. RIGORI SÌ E NO Cross in area del Parma, Caceres trattiene Iacoponi per il braccio sinistro, poi va a terra. Senza VAR sarebbe stato un errore clamoroso (e Giacomelli sostiene pure la sua tesi con protervia con i difensori del Parma). Lo salva Chiffi al VAR, review che dura un secondo. Non interviene invece sul calcio di Gagliolo su Khedira, netto: il bianconero colpisce il palo e questo fa sì che il pallone possa tornare nella sua disponibilità senza quell’intervento. Mai penalty il tocco di petto (braccia al corpo) di Icoponi. DISCIPLINARE Va bene a Barillà: l’intervento su Khedira è brutto, piede a martello, per fortuna (di tutti) basso. Inventato il giallo a Scozzarella: pallone sul fianco, non era neanche punizione. Il Corriere dello Sport
  5. Juventus (4-3-3): Perin; Cancelo, Rugani, Caceres, Spinazzola; Khedira, Pjanic, Bernardeschi; Douglas Costa, Mandzukic, Cristiano Ronaldo.
  6. Szczesny 5,5 (Non dà l'impressione di essere sicuro. Sulla traversa di Stulac su punizione non ci arriva, eppure il tiro è centrale. Sul gol di Gervinho si fa sorprendere dal tocco di testa di Inglese. In un altro paio di occasioni è titubante.) Cuadrado 6 Bonucci 6 Chiellini 6 Alex Sandro 6,5 Khedira 5,5 Pjanic 5 Matuidi 7 Bernardeschi 5,5 Ronaldo 5,5 Mandzukic 7,5 Emre Can 6 Douglas Costa 6,5 Dybala s.v Allegri 6,5 La Gazzetta dello Sport Il Corriere della sera La Repubblica La Stampa Juventus, le pagelle: Douglas Costa brilla e Matuidi torna a volare Cuadrado multifunzione: diagonali impeccabili da terzino e un assist perfetto da ala SZCZESNY 5,5 Sorpreso da Inglese sul gol, era apparso incerto anche sulla traversa di Stulac e non solo. Bene su Rigoni nel finale di primo tempo. CUADRADO 7 L’assist per Mandzukic è specialità della casa, le diagonali perfette con cui salva su Di Gaudio al 9' e Gervinho al 16' possono se- gnare la nascita di un gran terzino. BONUCCI 6 Primo tempo con troppe sbavature, con un passaggio sbagliato che apre un contropiede e Inglese che si infila tra lui e Chiellini sul gol. Nel secondo migliora. CHIELLINI 6 Anche per lui qualche insolita distrazione: un retropassaggio di testa a Cuadrado che lancia il Parma e il citato spazio lasciato con Bonucci a Inglese sull’1-1. ALEX SANDRO 6,5 Provvidenziale su Gervinho al 9' del primo tempo, poi lo soffre un po’, ma è costante nell’appoggiare l’azione offensiva e decisivo nell’avviare il 2-1 pescando Mandzukic. Come a Verona contro il Chievo due settimane fa, nella ripresa il brasiliano prende quota. KHEDIRA 6 Solita intelligenza nel trovare gli spazi, ma è poco incisivo nelle due occasioni in cui si libera al tiro. Dybala (35' st) 6 In attesa di ritrovare una maglia da titolare, entra con la determinazione giusta. PJANIC 6 Si prende subito un cartellino giallo con un intervento evitabile. Un tocco per Bernardeschi a fine primo tempo è fra i pochi lampi di classe. Emre Can (28') 6 Dà sostanza. MATUIDI 7 Impreziosisce la solita partita di corsa e lotta con un gol bello quanto pesante, festeggiato con la consueta esultanza da “charognard” (avvoltoio). BERNARDESCHI 6,5 Si accentra spesso per lasciare spazio a Cuadrado. Spunti interessanti, anche se è un po’ morbido su Gobbi che crossa per l’1-1. Douglas Costa (11' st) 6.5 Accelerazioni e dribbling preziosi. CRISTIANO RONALDO 6,5 Si muove con intelligenza e lotta, poi nelle zone decisive i tocchi non sono sempre alla sua altezza. Però la sua è una prova corale di buona sostanza. MANDZUKIC 8 Ha già imparato come sincronizzarsi con CR7 e sfrutta le attenzioni che il portoghese svia su di sé: pronti via e gol. Quindi lotta come sempre e serve un assist di tacco a Matuidi per il 2-1, degno di due finalisti del Mondiale. ALL. ALLEGRI 7 Più che i cambi degli uomini, stavolta riesce a cambiare la testa dei suoi nell’intervallo, dopo un primo tempo in cui una Juventus svagata aveva concesso un contropiede dopo l’altro. Tuttosport Topic in aggiornamento
  7. Pronti via e la Juventus è in vantaggio: regolare il contrasto tra Mandzukic e Iacoponi, che pasticcia. Dall'altra parte Gagliolo interviene con l'anca su Pjanic: timide proteste, Doveri assicura di aver visto. Al 9' puliti e tempestivi gli interventi di Alex Sandro e Cuadrado per anticipare Di Gaudio nell'area piccola. Al 13' Pjanic con il piede a martello su Di Gaudio, giusta l'ammonizione. Al 40' bravo l'arbitro a cogliere la simulazione di Bernardeschi, con relativa ammonizione. Nella ripresa, da segnalare il brutto intervento nel finale di Cuadrado su Ceravolo: meritava il rosso. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  8. Juventus (4-2-3-1): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Can; Douglas Costa, Dybala, Mandzukic; Ronaldo.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.