Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

effe1986

[Sondaggio] - App Immuni - L'avete installata?

[Sondaggio] - App Immuni - L'avete installata?  

  1. 1. App Immuni - Attualmente ho l'app installata sullo smartphone?

    • SI
      42
    • NO
      64
  2. 2. Se ho risposto no, perchè?

    • Non la reputo utile
      31
    • Temo per la mia privacy
      11
    • Non ho uno smartphone / non ho uno smartphone compatibile
      7
    • Si, l'ho installata
      42
    • No, per altri motivi
      21


Recommended Posts

Il 22/10/2020 Alle 19:11, Fox Vega ha scritto:

non l'ho scaricata e non lo farò:

1- perchè non mi fido minimamente del sistema Italia e del governo

2- perchè a mio parere non serve assolutamente a nulla

3- perchè mi pare evidente che non c'è nessuno che abbia la minima idea di come farla funzionare, forse nemmeno gli ideatori

Per quanto riguarda il primo punto non sono d'accordo: il codice di Immuni è disponibile su github, tutti possono darci un'occhiata per vedere se c'è qualcosa di "sospetto". Penso che il 90% delle app che usiamo siano molto più invasive. Già entrare in un qualsiasi sito ed accettare dei banalissimi cookies..

 

Sul secondo punto, dovrebbe installarlo un buon numero di persone, non possiamo sapere se non serve a nulla fino a quando non la usano un tot di persone. E' come dire che la forchetta non serve a nulla a delle persone che mangiano solo brodo.

 

Sul terzo basta leggere un po' sul funzionamento, però mi rendo conto che l'informazione data sull'app non sia completa, cioè i media, i politici ecc.. al posto di dire * potrebbero "insegnare" al popolo ad utilizzare l'app, magari mandando in onda una pubblicità per spiegarne il funzionamento.

Comunque penso ci sia il tutorial dell'app appena la installi. 

 

 

Credo di essere abbastanza obbiettivo, io non ho l'app perché non la posso installare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, sol invictus ha scritto:

Ribadisco il mio fermo NO al download almeno fino a quando non verranno stabiliti a livello ministeriale dei protocolli che stabiliscano la soglia minima di amplificazione dell'RNA virale oltre la quale si diventa un reale pericolo per sè e per gli altri.

Non ha alcun senso che vengano buttate nel calderone dei positivi, come avviene adesso, anche persone in cui siano state riscontrate tracce di virus minimali, frammenti innocui di rna virale, addirittura virus morto non ancora smaltito, o concentrazioni talmente basse da non risultare pericolose.

 

Datemi le soglie ed un sistema di tamponatura immediato e allora scaricherò la app.

Invece ha senso. Se non si conosce bene qualcosa, come in questo caso il virus, bisogna far entrare nel "caso peggiore" anche il caso più stupido. Posso capire l'incazzatura nel non conoscere tutti i parametri che determinano la diffusione del virus, ma non puoi saperlo fino a quando gli scienziati non daranno responso e non si può aspettare con il rischio di peggiorare la situazione.

 

Per la questione dei tamponi sono d'accordo: al posto di far aspettare le persone per ore e fare 5 tamponi in 4 giorni ai calciatori, fate più tamponi, anche per avere più dati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, juventudes ha scritto:

Per quanto riguarda il primo punto non sono d'accordo: il codice di Immuni è disponibile su github, tutti possono darci un'occhiata per vedere se c'è qualcosa di "sospetto". Penso che il 90% delle app che usiamo siano molto più invasive. Già entrare in un qualsiasi sito ed accettare dei banalissimi cookies..

 

Sul secondo punto, dovrebbe installarlo un buon numero di persone, non possiamo sapere se non serve a nulla fino a quando non la usano un tot di persone. E' come dire che la forchetta non serve a nulla a delle persone che mangiano solo brodo.

 

Sul terzo basta leggere un po' sul funzionamento, però mi rendo conto che l'informazione data sull'app non sia completa, cioè i media, i politici ecc.. al posto di dire * potrebbero "insegnare" al popolo ad utilizzare l'app, magari mandando in onda una pubblicità per spiegarne il funzionamento.

Comunque penso ci sia il tutorial dell'app appena la installi. 

 

 

Credo di essere abbastanza obbiettivo, io non ho l'app perché non la posso installare. 

forse non mi sono spiegato bene...

sul primo punto non è solo il problema privacy a lasciarmi dubbi proprio per i motivi che hai detto tu. 

E' l'organizzazione che in questo paese manca, non siamo ne la Cina nè la Corea del sud, qui non c'è una rete efficiente in grado di sostenere un progetto del genere che comunque reputo farraginoso e lacunoso da quanto ho letto.

E lo stiamo vedendo sotto tantissimi aspetti che non sto qui ad elencarti perchè non basterebbe un'ora per descriverli.

Senza contare che abbiamo la maggioranza della popolazione formata da over 60-70 che a malapena sanno usare un cellulare

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Fox Vega ha scritto:

forse non mi sono spiegato bene...

sul primo punto non è solo il problema privacy a lasciarmi dubbi proprio per i motivi che hai detto tu. 

E' l'organizzazione che in questo paese manca, non siamo ne la Cina nè la Corea del sud, qui non c'è una rete efficiente in grado di sostenere un progetto del genere che comunque reputo farraginoso e lacunoso da quanto ho letto.

E lo stiamo vedendo sotto tantissimi aspetti che non sto qui ad elencarti perchè non basterebbe un'ora per descriverli.

Senza contare che abbiamo la maggioranza della popolazione formata da over 60-70 che a malapena sanno usare un cellulare

Hai ragione su questo aspetto, a livello organizzativo facciamo sempre pena e questo economicamente è un gran problema. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che leggendo il topic si capiscono tante cose. Soprattutto si capisce perché fra poco saremo di nuovo tutti chiusi in casa.

Il primo veicolo d’infezione purtroppo non è la scuola e non sono nemmeno i mezzi pubblici pieni. Il primo veicolo d’infezione è la mancanza di senso civico della gente, e purtroppo per questa non c’è vaccino o medicinale che tenga.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, juventudes ha scritto:

Invece ha senso. Se non si conosce bene qualcosa, come in questo caso il virus, bisogna far entrare nel "caso peggiore" anche il caso più stupido. Posso capire l'incazzatura nel non conoscere tutti i parametri che determinano la diffusione del virus, ma non puoi saperlo fino a quando gli scienziati non daranno responso e non si può aspettare con il rischio di peggiorare la situazione.

 

Per la questione dei tamponi sono d'accordo: al posto di far aspettare le persone per ore e fare 5 tamponi in 4 giorni ai calciatori, fate più tamponi, anche per avere più dati.

Ammesso e non concesso che di questo virus si sappia davvero così poco, questa linea della prudenza per eccesso (chiamiamola cosi) mi pare contraddica il fatto che la quarantena sia stata portata  da 15 a 10 giorni con liberazione a prescindere dopo 21 giorni anche qualora non-negativi: il che significa che sono state identificate delle soglie minime al di sotto delle quali la presenza di virus non è considerata un rischio.

In altre parole il positivo non e più in grado di nuocere: ma il fatto che si sappia che non possa piu nuocere non può che provenire da delle evidenze scientifiche ragionevolmente acclarate. Ovvero, per buona logica esistono già dei parametri per stabilire quale sia la soglia di rischio.

 

Dopodiché, in termini pratico-logistici sarà molto più facile e rapido classificare tout-court tutti i positivi come bombe biologiche potenziali invece che valutarne il rischio effettivo di ognuno.

Ma finché sarà così il sottoscritto farà a meno dell'app.

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, ninius82 ha scritto:

Diciamo che leggendo il topic si capiscono tante cose. Soprattutto si capisce perché fra poco saremo di nuovo tutti chiusi in casa.

Il primo veicolo d’infezione purtroppo non è la scuola e non sono nemmeno i mezzi pubblici pieni. Il primo veicolo d’infezione è la mancanza di senso civico della gente, e purtroppo per questa non c’è vaccino o medicinale che tenga.

Non è assolutamente vero. 

Con  mia stessa sorpresa stiamo letteralmente traboccando di senso civico oltre ogni più rosea aspettativa. E che lo si faccia per paura o per coscienza non ha alcuna importanza. Fatto sta che in questa situazione gli italiani stanno reagendo con una disciplina ed un senso civico (sorprendentemente) encomiabile. Altroché.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Granpasso ha scritto:

Sostanzialmente sono d'accordo ma con riferimento alle tue due richieste, credo che la scienza non abbia ancora risposte sulla prima e il sistema sanitario non sia in grado, proprio per carenze strutturali, di garantire la seconda. Detto questo, a mio avviso è proprio il sistema di tracciamento che ha poco senso. O meglio ne ha se i contagi sono pochi, quando diventano migliaia e' impossibile tracciare tutti i contatti di ogni persona positiva. Continuo a ritenere che l'uso della mascherina sempre o quasi, le misure igieniche e, soprattutto, la riduzione al minimo indispensabile di ogni contatto sociale siano gli strumenti migliori per contenere i contagi.

La mancanza di soglie di rischio pare sia dettata dalla linea della prudenza assoluta in mancanza (pare...) di una conoscenza completa del virus: cosa che mi è stata confermata (anche a brutto muso, diciamo così...sefz ) da una biomedica attualmente in servizio a NY

Ecco la sua chiosa finale:

 

Quoto

 


e meglio definire uno positivo e farlo stare a casa piuttosto che mandarlo in giro ad infettare il popolo...
 

 

 

 

Quanto al resto sono d'accordo che l'utilizzo di massa di una app in presenza di un contagio di massa DEBBA per forza implicare una capacità di risposta di massa del servizio sanitario. Cosa cui non siamo manco lontanamente vicini.

 

Aggiungo anche un'altra cosa: per quale ragione app di questo tipo funzionano in Oriente, Cina in particolare, ma floppano in Occidente dove non mi pare che abbiano dato risultati signif8cat8vi?

E qui la risposta non può essere che socioculturale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
33 minuti fa, sol invictus ha scritto:

Non è assolutamente vero. 

Con  mia stessa sorpresa stiamo letteralmente traboccando di senso civico oltre ogni più rosea aspettativa. E che lo si faccia per paura o per coscienza non ha alcuna importanza. Fatto sta che in questa situazione gli italiani stanno reagendo con una disciplina ed un senso civico (sorprendentemente) encomiabile. Altroché.

Sono di ieri le scene di guerriglia urbana di Napoli, l’app l’han scaricata 4 gatti, a me sembra che la paura sia l’unico deterrente che abbiamo per evitare il baratro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, sol invictus ha scritto:

Ammesso e non concesso che di questo virus si sappia davvero così poco, questa linea della prudenza per eccesso (chiamiamola cosi) mi pare contraddica il fatto che la quarantena sia stata portata  da 15 a 10 giorni con liberazione a prescindere dopo 21 giorni anche qualora non-negativi: il che significa che sono state identificate delle soglie minime al di sotto delle quali la presenza di virus non è considerata un rischio.

In altre parole il positivo non e più in grado di nuocere: ma il fatto che si sappia che non possa piu nuocere non può che provenire da delle evidenze scientifiche ragionevolmente acclarate. Ovvero, per buona logica esistono già dei parametri per stabilire quale sia la soglia di rischio.

 

Dopodiché, in termini pratico-logistici sarà molto più facile e rapido classificare tout-court tutti i positivi come bombe biologiche potenziali invece che valutarne il rischio effettivo di ognuno.

Ma finché sarà così il sottoscritto farà a meno dell'app.

Io dico sempre che del virus si sa poco anche se in realtà non è vero, però un conto è conoscerlo con ampia previsione sul futuro, un altro è doverci lavorare in fretta e furia, però mi son preso la licenza di dire che si conosce poco!


La questione della quarantena non la riconosco come un motivo per credere che siano state individuate delle soglie precise, qualcosa si saprà pure, ma penso che dalla precisione siamo ancora lontani. Supponendo però che sia come dici tu (può darsi!) la quarantena sarà stata ridotta per snellire qualche processo burocratico/economico/sociale che non conosco, non è il mio campo, ma penso che dei motivi dietro ci saranno.

Personalmente sono sempre stato molto cauto sul giudicare la gestione della pandemia da parte del nostro governo e dei governi mondiali, non per qualche ragione, ma perché è un evento gigantesco, improvviso e che non è mai accaduto (e non si può confrontare con le altre malattie del passato, perché Il mondo è diverso). Infatti la cosa che più mi ha dato fastidio è che in generale si sapeva già che avremmo potuto subire una pandemia del genere, solo che l'interesse dei paesi non va mai a favore di ciò che dice la scienza, ma non voglio andare oltre perché scriverei un post troppo lungo. 

 

Dicevo che sono andato cauto dal criticare, ma negli ultimi tempi ci sono un sacco di cose che non mi stanno piacendo, una piccola di queste è la gestione e l'interesse verso questa app. Per questo sono d'accordo sulle idee di chi non vuole installarla (io stesso non la installerò mai fino a quando non avrò un telefono nuovo che non mi posso permettere, dopo aver acquistato un pc nuovo  per studiare/fare esami senza aver diritto a bonus; non spenderò nemmeno 1 euro di tasca mia per prendere un cellulare in questo momento), sono anche però convinto che l'app sia uno strumento utile e che i motivi riguardanti il non fidarsi dello Stato non siano una buona scusante per non installarla... 
Secondo me stiamo affrontando male la pandemia, nonostante abbiamo molti più strumenti per stare attenti e per poterla gestire, rispetto a marzo abbiamo avuto delle marce in più disponibili, ma è come se non le sfruttassimo bene. Questo è ciò che vedo. Poi sono puramente ignorante su praticamente tutto, quindi avrò detto una marea di stupidaggini, metto sempre in dubbio anche ciò che dico!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, ninius82 ha scritto:

Sono di ieri le scene di guerriglia urbana di Napoli, l’app l’han scaricata 4 gatti, a me sembra che la paura sia l’unico deterrente che abbiamo per evitare il baratro.

Sono d'accordo, abito in provincia, vedo persone che fino a quando non hanno paura di chiudere non fanno praticamente nulla per evitare il macello. 
Nel periodo di lockdown tutti a piangere perché non si lavorava, nel post lockdown tutti a non rispettare le norme (tranne pochissimi come me), vedevo auto di vigili urbani non fare nulla davanti a persone senza mascherina, per dirne una...

Non è una cosa generale, però molte persone non hanno seguito/non seguono nessuna regola. Senso civico 0 e mi incazzo perché per colpa di questo tipo di persone sarò costretto a chiudermi in casa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, ninius82 ha scritto:

Sono di ieri le scene di guerriglia urbana di Napoli, l’app l’han scaricata 4 gatti, a me sembra che la paura sia l’unico deterrente che abbiamo per evitare il baratro.

A Napoli non avviene mai nulla per caso ed è da capire fino a che punto vi siano state infiltrazioni camorristiche, che sono sempre assai abili a sfruttare ogni occasione pro domo propria.

Resta il fatto che stiamo parlando di un solo episodio in otto mesi, in una realtà ad alto rischio: e non vi sia stato invece un dilagare del malessere in tutto il Meridione (come temevo) già durante le fasi più dure del lockdown. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, ninius82 ha scritto:

Diciamo che leggendo il topic si capiscono tante cose. Soprattutto si capisce perché fra poco saremo di nuovo tutti chiusi in casa.

Il primo veicolo d’infezione purtroppo non è la scuola e non sono nemmeno i mezzi pubblici pieni. Il primo veicolo d’infezione è la mancanza di senso civico della gente, e purtroppo per questa non c’è vaccino o medicinale che tenga.

Esattamente... 34mln di italiani hanno la app di FB ma non installano questa per problemi di privacy.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, sol invictus ha scritto:

Fatto sta che in questa situazione gli italiani stanno reagendo con una disciplina ed un senso civico (sorprendentemente) encomiabile. Altroché

Ma io non sono così convinto.. fosse come dici te non saremmo a sto punto..e vale per gran parte dei paesi europei 

Share this post


Link to post
Share on other sites

No perché il mio smartphone non la regge (per l'utente sopra, io ho disinstallato pure quella di FB) e poi quando sento il governo o lo Stato lanciare iniziative che prevedono l'uso di pc/tablet/smartphone mi sale l'orticaria. 

Tanto per motivi di lavoro sono comunque controllato e tamponato con una discreta frequenza

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho detto non può FAR COMPRARE alle persone qualcosa, ma se mi danno 100 euro li butto subito su un telefono nuovo e scarico immuni dopo l'accensione.
Questo dico. 
20 euro li hanno tutti, ma non puoi costringere come usarli, l'investimento deve farlo lo stato. Non solo pagheremo più tasse in futuro, non solo non c'è lavoro, devono pure dirci come spendere 20 euro? 
 
Mettete un buono di 100 euro, fate accordi con tutti i magazzini di tecnologia e poi vi faccio vedere quanta gente se lo prende.
 
Io sarei il primo ad installarla, tra l'altro le persone nella mia condizione non sono nemmeno tante, cioè credo che almeno 7 italiani su 10 abbiano un cellulare che può installare immuni. Io per il momento non ce l'ho, ho dovuto prendere un pc nuovo (a rate e senza sconti) per poter fare gli esami online, altro non posso fare. 
Stai a casa allora, e l'identico discorso della mascherina, se non c'è l'hai stai a casa. Non interessa nessuno se hai o meno 50 centesimi per la mascherina. Se non ne possiedi una stai a casa. Il governo già ti impone una scelta sui 50 centesimi, non c'è nessuna differenza con i 20 o i 100 euro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, sabala ha scritto:
Il 21/10/2020 Alle 12:12, juventudes ha scritto:
Ho detto non può FAR COMPRARE alle persone qualcosa, ma se mi danno 100 euro li butto subito su un telefono nuovo e scarico immuni dopo l'accensione.
Questo dico. 
20 euro li hanno tutti, ma non puoi costringere come usarli, l'investimento deve farlo lo stato. Non solo pagheremo più tasse in futuro, non solo non c'è lavoro, devono pure dirci come spendere 20 euro? 
 
Mettete un buono di 100 euro, fate accordi con tutti i magazzini di tecnologia e poi vi faccio vedere quanta gente se lo prende.
 
Io sarei il primo ad installarla, tra l'altro le persone nella mia condizione non sono nemmeno tante, cioè credo che almeno 7 italiani su 10 abbiano un cellulare che può installare immuni. Io per il momento non ce l'ho, ho dovuto prendere un pc nuovo (a rate e senza sconti) per poter fare gli esami online, altro non posso fare. 

Stai a casa allora, e l'identico discorso della mascherina, se non c'è l'hai stai a casa. Non interessa nessuno se hai o meno 50 centesimi per la mascherina. Se non ne possiedi una stai a casa. Il governo già ti impone una scelta sui 50 centesimi, non c'è nessuna differenza con i 20 o i 100 euro.

No, non sto a casa, sono uno dei pochissimi che rispetta tutte le regole, ora va a finire che io devo stare a casa mentre gli altri fanno i cavoli loro senza rispettare un *? A prenderlo in quel posto sono sempre le brave persone in questo paese, non c'è niente da fare.

 

Ps: per te non c'è differenza tra 20 euro o 100 euro, per me sì, poi ci metto anche la questione di principio. Da questo stato io e la mia famiglia non abbiamo mai ricevuto nulla, abbiamo sempre pagato, fatto le cose correttamente, come giusto che sia in un paese civile, ma  nel frattempo abbiamo visto/vediamo/vedremo persone sopraffare ogni regola senza subirne alcuna conseguenza. Lo abbiamo sempre preso in quel posto e sinceramente sono stufo di questo. E proprio adesso mi si viene a dire che visto che non ho il telefono nuovo dovrei comprarmelo perché senò non dovrei uscire, facendo un confronto con una mascherina? 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
No, non sto a casa, sono uno dei pochissimi che rispetta tutte le regole, ora va a finire che io devo stare a casa mentre gli altri fanno i cavoli loro senza rispettare un *? A prenderlo in quel posto sono sempre le brave persone in questo paese, non c'è niente da fare.
 
Ps: per te non c'è differenza tra 20 euro o 100 euro, per me sì, poi ci metto anche la questione di principio. Da questo stato io e la mia famiglia non abbiamo mai ricevuto nulla, abbiamo sempre pagato, fatto le cose correttamente, come giusto che sia in un paese civile, ma  nel frattempo abbiamo visto/vediamo/vedremo persone sopraffare ogni regola senza subirne alcuna conseguenza. Lo abbiamo sempre preso in quel posto e sinceramente sono stufo di questo. E proprio adesso mi si viene a dire che visto che non ho il telefono nuovo dovrei comprarmelo perché senò non dovrei uscire, facendo un confronto con una mascherina? 
 
Benissimo, stiamo a casa tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, sabala ha scritto:
9 minuti fa, juventudes ha scritto:
No, non sto a casa, sono uno dei pochissimi che rispetta tutte le regole, ora va a finire che io devo stare a casa mentre gli altri fanno i cavoli loro senza rispettare un *? A prenderlo in quel posto sono sempre le brave persone in questo paese, non c'è niente da fare.
 
Ps: per te non c'è differenza tra 20 euro o 100 euro, per me sì, poi ci metto anche la questione di principio. Da questo stato io e la mia famiglia non abbiamo mai ricevuto nulla, abbiamo sempre pagato, fatto le cose correttamente, come giusto che sia in un paese civile, ma  nel frattempo abbiamo visto/vediamo/vedremo persone sopraffare ogni regola senza subirne alcuna conseguenza. Lo abbiamo sempre preso in quel posto e sinceramente sono stufo di questo. E proprio adesso mi si viene a dire che visto che non ho il telefono nuovo dovrei comprarmelo perché senò non dovrei uscire, facendo un confronto con una mascherina? 
 

Benissimo, stiamo a casa tutti

Stiano a casa le persone che non rispettano le regole di distanziamento/non indossano la mascherina/ non rispettano le altre norme igieniche. Io non voglio stare a casa, sono una persona per bene che rispetta il prossimo e che ha fatto il suo dovere di cittadino. Questo io e poche altre persone. Stiano a casa quelli che hanno causato l'incremento dei casi a causa delle loro disattenzioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Era uno strumento utile, dal nessun costo che non andava a ledere nessuna libertà. Non serviva una copertura al 100%, sarebbe stata utilissima già col 50/60%.
Invece niente, per una psicopatologia collettiva non si ha avuto nessuna utilità con asl e regioni che hanno remato contro.
Il confronto con la mascherina era ovviamente una forzatura. Si poteva essere tutti utili, ognuno nel proprio piccolo. Si è scelto l'egoismo di chi temeva chissà quale controllo ed ora saremo nuovamente controllati tutti.
Comunque quel che fa più rabbia e leggere scuse improbabili da gente che tante volte scrive cose intelligenti.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, sabala ha scritto:

Invece niente, per una psicopatologia collettiva non si ha avuto nessuna utilità

Non è una psicopatologia ma qualcosa di molto diverso: chiediamoci perché abbia funzionato in Cina MA abbia floppato in tutto l'Occidente (non solo nella asseritamente indisciplinata Italia).

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.