Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

  • Annunci

    • VS Info

      Nuova versione VecchiaSignora.com: nuovo login e nuove funzioni   10/01/2018

      Benvenuti nella nuova versione di VecchiaSignora.com. L'aggiornamento all'ultima versione disponibile vi permetterà un'esperienza d'uso moderna e velocizzata dei contenuti del forum. Abbiamo così deciso di raccogliere alcune delle nuove funzioni a vostra disposizione.   Nuovo login In questa nuova versione del forum non esistono più gli username ma soltanto i nomi visualizzati. Questo significa che per effettuare l'accesso al forum il nome utente che dovete utilizzare è quello che vedete accanto ai vostri post! Ovviamente resta invariata la vostra password d'accesso           Nuova modalità provvedimenti Modalità provvedimenti completamente rivoluzionata. È presente una lista di infrazioni standard alla quale corrisponderà un punteggio di provvedimento. Raggiunti i 10 punti di provvedimento il ban è automatico e irreversibile. Ogni punto di provvedimento può avere una sua scadenza. Indipendentemente dall'entità del provvedimento, l'utente sanzionato sarà obbligato ad accettare il provvedimento ricevuto prima di poter di nuovo interagire nel forum     Per uniformare le vecchie sanzioni alle nuove abbiamo deciso di resettare tutte le barre dei provvedimenti. Si riparte tutti da zero qui, ferme restando le sospensioni e i ban già assegnati.     Citazioni parziali Tra le nuove funzioni di questa versione del forum una della più utili sarà sicuramente quella che permette di citare soltanto una parte selezionata di un post. Basta soltanto selezionare il testo al quale si vuole rispondere e poi cliccare su "cita questa parte"         Menzioni dirette Altra utilissima funzione del nuovo forum sarà sicuramente la menzione diretta; all'interno di un post è sufficiente digitare la @ e poi il nome dell'utente, scegliendo dal menu a cascata, per far apparire una menzione diretta. L'utente menzionato riceverà una notifica.       Emoticon istantanee L'istantaneità di utilizzo di questa nuova versione del forum è palese anche nell'inserimento delle emoticon nei messaggi: basta digitare il codice relativo e verrà immediatamente visualizzata la relativa emoticon durante la composizione del messaggio
          Inserimento media   L'inserimento di un media non è mai stato così istantaneo. Basterà solo incollare il relativo link nell'editor per veder comparire immediatamente il contenuto che si vuole inserire nel post. Questa funzione permette così la visualizzazione istantanea di foto, video, tweet, post di Facebook, altri topic del forum e molto altro!
            Queste e molte altre sono le nuove funzioni del forum. Non vi resta che provarle e iniziare a postare! Usate questa discussione per commentare la nuova versione del forum!

sol invictus

Utenti
  • Numero contenuti

    1.862
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Comunità

3.109 Guru

Su sol invictus

  • Titolo utente
    NO all'ossessione da Champions

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno
  • Interessi
    Storia militare; psicologia sociale, sociologia e scienze umane in generale; cinema

Visite recenti

6.147 visite nel profilo
  1. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Posto questo articolo di D. Raineri sul Foglio di oggi (fossi in lui comincerei a guardarmi alle spalle ed a stare attento a ciò che mangio , che dalle parti del Cremlino non sono ben visti i giornalisti ficcanaso ) che parla di Novichok e di Duma posto di seguito il link ai laboratori svizzeri Spiez che smentiscono le parole di Lavrov e già che ci sono lo incollo di seguito, così è più chiaro. Per chi non lo sapesse, Porton Down è il laboratorio inglese che per primo aveva rilevato l'avvelenamento da Novichok di Skripal e sua figlia. I risultati di Porton Down erano poi stati confermati dagli svizzeri il 4 aprile. Successivamente Lavrov aveva citato l'agente BZ come la sostanza rilevata dagli svizzeri. Con quest'ultimo comunicato gli svizzeri smentiscono definitivamente Lavrov e riconfermano trattasi di Novichok. https://mobile.twitter.com/SpiezLab/status/985243574123057152/photo/1
  2. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Dici che si vede?
  3. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Immagino che il piano Marshall che ha ricostruito l'Europa messa a fuoco da zio Benito, zio Adolf e zio Josif, nonché quella strana cosa che si chiama Democrazia (che l'Italia non aveva mai avuto fino a quel momento) nonché l'idea stessa di capitalismo (che l'Italia ferma alle massaie rurali di autarchica e fascistissima memoria manco sapeva cosa fosse) siano cose irrilevanti. Quella democrazia capitalistica la cui introduzione, anzi il cui solo esistere come concetto filosofico, ha aperto la strada anche in italia all'idea di benessere diffuso, cosa che invece prima era castale. Quella liberaldemocrazia che sviluppando la società in senso civile la ha anche progredita in senso economico: e la controprova qual'è? Che i regimi autoritari dell'Europa dell'est sotto dominio sovietico, non solo non avevano libertà civili, ma neppure benessere economico. Ebbene, tutte queste cose, piaccia o non piaccia, sono arrivate con la Coca Cola, il chewing gum e di boogie-woogie. Sono arrivate con gli americani. E se il prezzo della Liberaldemocrazia e del benessere economico goduto dal 1946 ad oggi sono la NATO e le basi americane in Italia, allora per quanto mi riguarda lo pago molto volentieri. Anzi, per me possono pure raddoppiarlo il numero di basi USA nel Bel Paese. No, ma in fondo lo scemo sono io che perdo tempo a rispondere a chi si rifiuta di vedere queste realtà palesi.
  4. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Bro, chiedi cose impossibili. Te lo ricordi il discorso degli euromissili? Gli SS-20 sovietici puntati sull'Europa andavano bene e garantivano la pace, mentre i Pershing USA installati (dopo gli SS-20) in Europa che puntavano sulla Russia erano invece una minaccia alla pace.... Sono riflessi pavloviani trasportati in ambito ideologico e per quanto riguarda l'Italia risalgono al periodo 1943-1948, sia per gli estremi sinistri che per gli estremi destri: vecchi schemi giunti fino ad oggi e che a seconda dei periodi si abbeverano di nuovi stimoli e pretesti: prima l'internazionalismo sovietico, poi la contestazione post-sessantottina, poi l'odio nei confronti di Israele, adesso l'antiglobalismo. Che poi, molti di coloro che a suo tempo erano internazionalisti anti-USA adesso si riscoprono antiglobalisti anti-USA. Che pare un paradosso, ma in fondo non lo è, perché i cervellini sono sempre gli stessi: vuoti.
  5. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Bè considerato che Al Sisi ha vinto con il 97% ( ) dei voti e Assad con il 92,20% ( ) presumo che Erdy non vorrà sfigurare davanti ai due fenomeni: ma per non esagerare forse si accontenterà di qualcosa meno del 90% ( ) Il caro vecchio leader bulgaro Zhivkov sarebbe orgoglioso di loro...
  6. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    A domanda risponde, parte 4 Oggi parliamo di Powell, fialette e sostanze chimiche Dunque vediamo. 1) Tirare in ballo la fialetta di Powell per dimostrare che il governo siriano non dispone di armi chimiche è uno specioso espediente retorico volto a distogliere l'attenzione dal vero problema, che sono le armi chimiche che il regime di Assad ha ammesso di avere nei propri arsenali. È un tipico caso di argomentum ad hominem con cui la disinformacija russa invade l'Occidente e che gli "utili idioti" occidentali rilanciano a piene mani: insomma, Powell 15 anni fa ha mentito su Saddam e l'Iraq, perciò 15 anni dopo Assad e la Siria sono per forza innocenti. Una logica assurda che non sta in piedi, perché è come dire che se mio nonno 15 anni fa ha accusato ingiustamente il suo vicino di essere un ladro, il rapinatore che adesso abita di fronte a me deve essere per forza innocente. Delirio logico. 2) "Eh ma l'americano Powell ha mentito su Saddam e adesso un altro americano può mentire su Assad: il modus operandi degli yankees è sempre quello...". Allora vediamo: ogni volta che mi capita di tracciare una linea di continuità, relativamente ad azioni ed obiettivi, tra il regime sovietico pre-1989 ed il regime attuale di Putin, qualcuno immancabilmente obietta (nonostante siano passati solo 29 anni) che si tratta di un paragone impossibile, che sono situazioni differenti, epoche diverse e blablabla. Questi stessi soggetti però, quando si parla di Stati Uniti, non esitano a paragonare amministrazioni americane enormemente diverse tra di loro (Obama è stato enormemente diverso da Bush e Trump è enormemente diverso da ambedue), dimenticando (o fingendo di non sapere) che ogni nuova amministrazione che si insedia alla Casa Bianca, applica per prima cosa e come regola non-scritta della politica americana, uno spoil-system selvaggio, con il quale di fatto epura ogni residuo della vecchia amministrazione, così da modellare la nuova a propria immagine e somiglianza. E questo vale per i vertici di tutte le agenzie federali, per i servizi segreti, per l'amministrazione pubblica ecc ecc. In altre parole ogni 4-8 anni l'amministrazione USA si rinnova completamente e lo fa quindi molto più velocemente rispetto all'amministrazione russa, che invece si incancrenisce per decenni attorno allo stesso leader e quindi muta fisionomia molto più lentamente. Eppure nel caso russo non può esserci linea di continuità, mentre nel caso americano invece si: gli USA che cambiano sono sempre gli stessi, mentre i russi che non cambiano sono invece diversi. Coerenza logica, non c'è che dire 3) Dice: "Assad aveva armi chimiche, ma le ha distrutte nel 2013 sotto supervisione americana". Vero, ma la distruzione completa era vincolata alla disponibilità del regime di rivelare tutte le proprie scorte e tutti i propri possibili luoghi di stoccaggio: in pratica era legata alla buona fede del regime. Punto secondo: il cloro non era compreso negli accordi di distruzione e barili bomba al cloro sono stati sganciati su Aleppo con decine di vittime (chiedere ai fanti della prima guerra mondiale se non è tossico il cloro ad alte concentrazioni). Punto terzo: un precursore del Sarin è l'alcool isopropile che è un comune detergente acquistabile su Amazon a 30€ x 5 litri: basta mescolarlo ad un secondo precursore leggermente più complesso e ottieni il Sarin, operazione fattibile in tempi rapidi in un comune laboratorio al riparo da occhi indiscreti, oltretutto senza che sia necessario produrne in grandi quantità visto che, se inalato, bastano 50 mg per finire al Creatore: anche perché la distruzione valeva per le scorte, ma non prevedeva anche l'eliminazione dei chimici in grado di produrle ( ). Punto quarto, se anche il Sig. Assad avesse distrutto tutte le sue scorte nel 2013, nulla vieta che in questi anni i suoi amici iraniani gliene abbiano regalate un po' delle loro, residuate della vecchia guerra Iran-Iraq. Quindi, pensare che Assad non possa avere usato armi chimiche solo perché non ne aveva più avendole distrutte, è semplicemente ridicolo e pretestuoso.
  7. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Banale. Se ti fossi sforzato un po' di più avresti vinto un like come l'altra volta. Peccato, sarà per la prossima. Provaci ancora (zio) Sam...
  8. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Riguardo a Barzah e sul perché sia stata rasa al suolo. 1) Barzah non è (non era ) un centro per la produzione di armi chimiche, bensì un centro di sperimentazione e studi di genere chimico-ambientale. In altre parole era un sito dove ad attività di tipo civile-industriale venivano associate ricerche di tipo militare. Relativamente alla Siria era il principale centro di ricerca di questo tipo. 2) per sua natura di centro di ricerca, Barzah non era un sito adibito a produzione né a stoccaggio di armi chimiche, che logica e sicurezza vogliono siano tenuti separati, anche solo, per evitare incidenti. Un centro del genere al massimo può custodire limitate scorte di prodotti chimici necessari all'attività di ricerca e sperimentazione, ma ovviamente in modiche quantità 3) il sito era sotto i riflettori da anni. Quindi solo dei * vi avrebbero nascosto dentro scorte di armi chimiche col rischio di essere sputtanati. Se io sono sospettato di essere un ladro, non mi tengo certo la refurtiva in casa, ma la nascondo altrove. L'assenza di elementi chimici o attività incompatibili come rilevato nel rapporto OPCW si spiega in questo modo 4) Se anche, per assurdo, vi fossero state scorte di armi chimiche nascoste in sotterranei segreti, queste non avrebbero rilasciato alcuna nuvola tossica se fossero state colpite da un missile: e questo perché sostanze come il Sarin sono altamente corrosive e non possono essere stoccate "pronte all'uso" ma tenute suddivise in componenti innocui chiamati "precursori" che vengono mescolati solo immediatamente prima dell'uso. Quindi se anche fossero state colpite, le varie componenti si sarebbero sparse sul terreno, ma non avrebbero prodotto alcuna nuvola tossica, a meno che nello spendersi sul terreno non fossero entrate a contatto tra di esse. 5) La testata di un missile tomahawk porta 450kg di alto esplosivo, che produce una palla di fuoco ad altissima temperatura. Siccome una delle due componenti del Sarin è l'alcool isopropile che è altamente infiammabile, il calore prodotto dall'esplosione lo avrebbe incendiato all'istante vaporizzandolo senza dargli la possibilità di mescolarsi con l'altro precursore (metil-fosforo) e quindi senza che potesse formarsi una nuvola venefica. 6) Perché dunque Barzah è stata distrutta se non conteneva armi chimiche? Perché il drago si ammazza tagliandogli la testa. Barzah rappresentava il sito di eccellenza di Assad, utilizzabile anche per scopi militari, con strumentazioni e laboratori non rimovibili facilmente. Distruggendo il sito si rallenta il programma di ricerche militari e si manda un segnale inequivocabile al regime: "abbiamo colpito in alto: possiamo colpire ancora più in alto. Quindi attento a quello che fai Ma quanti anni hai bimbo?
  9. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    A domanda risponde parte 3. Oggi parliamo di fatti e di versioni Posto di seguito il link dove l'OMS afferma di avere curato 500 persone con sintomi di avvelenamento anche pesante da sostanze chimiche altamente tossiche. http://www.who.int/mediacentre/news/statements/2018/chemical-attacks-syria/en/ Sono importanti questi passaggi: "sintomi compatibili con l'esposizione ad agenti chimici altamente tossici [...] con distruzione del sistema nervoso centrale": quindi non si tratta (come asserito dai soliti cosiddetti "media indipendenti") di "polvere" o di "semplice fumo da esplosione", che soffoca ma che non distrugge il sistema nervoso centrale, come invece fanno i gas nervini come il Sarin. Eppure per Mosca non c'è stato "alcun attacco chimico su Douma". Almeno fino a ieri, quando i militari russi a Douma hanno "provvidenzialmente" trovato un contenitore usato per il cloro, che Mosca ha immediatamente attribuito essere dei ribelli: peccato che dopo la resa ed il ritiro dei ribelli dalla città nessuno è potuto entrare a Douma, tranne i russi e i governativi siriani, che quindi hanno potuto eventualmente inquinare la scena del delitto, cancellando o aggiungendo prove a loro piacimento. Ri-peccato che neanche il cloro sia in grado di distruggere il sistema nervoso centrale.
  10. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Continuiamo con la lista delle menzogne che Mosca ci propina e a cui abboccano gli "utili idioti" di casa nostra. È importante sottolineare come, a differenza di quanto asserito da Mosca, gli ispettori OPCW hanno tutti i permessi in regola infatti: E dopo tutto questo teatrino noi davvero dovremmo credere alle minkiate che sparano Mosca e i suoi sottocoda assadisti?
  11. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Proseguiamo con il gioco "a domanda risponde". Parliamo oggi di false flag. Ecco, appunto: come dicevo, gli "utili idioti" filo-Putin e Assad, cercano di coglionare noi, che conosciamo bene per averli visti in azione durante tutti gli anni Settanta ed Ottanta della guerra fredda, i metodi ed il modo di pensare di Mosca e associati
  12. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    1 - Atti di fede Il regime di Assad si è reso responsabile dell'utilizzo di sostanze chimiche contro i suoi nemici. Non lo dico io ma lo dice la apposita commissione ONU incaricata di indagare sulla faccenda, e il caso in questione è quello di Khan Shaykhoun. Tale commissione ONU OPCW-JIM era stata autorizzata ad indagare dal Consiglio di Sicurezza ONU, del quale fa parte anche la Russia. La Russia quindi, a suo tempo ha ufficialmente dato piena patente di legittimità alla OPCW-JIM: ergo se avesse avuto qualche rimostranza da fare sulle capacità, neutralità ed indipendenza della commissione, avrebbe opposto il suo veto e non l'avrebbe autorizzata ad operare. A quel punto la commissione ha indagato ed ha trovato il regime di Assad colpevole dell'utilizzo di sostanze chimiche. Ma non solo. Nel corso del suo lavoro sul terreno in Siria, la commissione ha trovato indizi circa almeno altri due casi di guerra chimica attribuibili al regime di Assad ed ha quindi chiesto al Consiglio di Sicurezza ONU una proroga del suo mandato (che era in scadenza). A quel punto la Russia ha opposto il suo veto e la commissione è stata sciolta. Non solo: la Russia ha contestato il lavoro degli ispettori considerandolo improvvisamente non-imparziale. Dunque esiste un precedente certificato: Assad ha usato sostanze chimiche contro i siriani, che è un dato incontestabile a meno di non volere mettere in dubbio la parola dell'ONU, ma allora a quel punto va bene qualsiasi cosa e liberi tutti. Quindi Assad è colpevole e se l'ha fatto una volta può farlo una seconda ed una terza. Di fronte a questa evidenza ci viene però chiesto di NON CREDERE alle prove certificate ma di credere alla parola di chi dice (Russia, Assad...) che queste prove certificate non valgono. Ci viene chiesto insomma di ignorare la parola dell'ONU e di fare invece atto di fede cieca verso un dittatore come Assad e ad un autocrate come Putin. Naturalmente, con lo stesso principio di "fede" gli amici occidentali di Assad e di Putin (responsabile il primo e correo il secondo di Khan Shaykhoun) vorrebbero adesso che noi si credesse alla loro parola anche nel caso di Douma: a quale parola poi non si sa, visto che su Douma tra Mosca, Damasco e Teheran hanno cambiato versione almeno due volte, dapprima negando qualsiasi attacco e poi parlando di "false flag", ossia di un attacco autoinflitto dai ribelli. Il tutto utilizzando lo stesso schema di Khan Shaykhoun, dove avevano cambiato versione addirittura tre volte (nessun attacco, false flag, incidente) Quindi abbiamo un precedente certificato (Khan Shaykhoun) ed un identico modo di agire: però nonostante tutto questo dovremmo lo stesso dare fiducia A Putin e Assad. 2 - Discorso di Mattis Faccio notare che il discorso di Mattis secondo il quale gli USA non disporrebbero di prove, se non quelle fornite dai media è "vecchio", risale cioè al 12 aprile, ovvero a prima che venissero lanciati i missili (15 aprile) e pertanto: 1) l'amministrazione USA era ancora in fase di valutazione se attaccare o meno 2) era necessario sollevare una cortina fumogena per confondere le idee al nemico e la sorpresa implica non mettere le carte in tavola 3) le informazioni intelligence, come ho spiegato nel mio ultimo post di pg 75 non possono essere divulgate e soprattutto dopo essere state raccolte devono essere interpretate, valutate tecnicamente dagli enti che le hanno raccolte (NSA, NRO, CIA, Pentagono) ed infine fatte oggetto di valutazione politica da parte degli organi esecutivi (Trump e staff).Tutto questo è un lavoro che non si ferma mai ed è costantemente aggiornato e lo era anche mentre Mattis parlava ed anche fino ad un minuto prima dell'attacco: in questo ambiente, dove contano anche i secondi, tre giorni (12-15 aprile) sono una enormità Per quale strano motivo, quindi, Mattis avrebbe dovuto squadernare dettagli ai giornalisti, quando ancora i servizi li stavano elaborando per la decisione finale? Riferendosi agli amici occidentali della Russia, Lenin aveva parlato di "utili idjoti": ebbene, considerando tutti quelli che da noi abboccano alla propaganda di Mosca (e di Damasco e di Teheran), non posso che essere d'accordo con lui.
  13. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Scusa, e questo casa dovrebbe dimostrare? La guerra in Siria non è mai stata un conflitto religioso, ma solo ed esclusivamente politico. Gli unici che hanno soffiato sugli aspetti pseudoreligiosi sono stati l'Iran (per via dei luoghi santi sciiti nei pressi di Damasco) e l'Isis che però non è la causa della guerra civile siriana ma una delle conseguenze. Il resto è solo (geo)politica. Quindi che ci siano dei cristiani che stanno dalla parte del regime non significa proprio nulla e la loro parola e presa di posizione hanno esattamente lo stesso identico valore della parola e presa di posizione dei musulmani che invece si oppongono al regime. In sostanza, non è che un cristiano ha per forza ragione e sta sempre dalla parte del "bene" ed un musulmano per forza torto e sta sempre dalla parte del "male". Ovviamente, a meno di non volere leggere tutta la situazione con gli occhiali del settarismo ideologico.
  14. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Esatto quoto ogni singola parola. A molti sfugge un fatto è cioè che certe informazioni non si possono svelare perché altrimenti rischi di bruciare la fonte che te le ha fornite, oppure di svelare il modo in cui le hai ottenute. Nel caso delle armi chimiche, le prove possono essere di due tipi. Il primo tipo sono gli indizi recuperati sul terreno: reperti, testimonianze, video, immagini che dai luoghi colpiti dall'attacco vengono fatti filtrare in Occidente. Questa è una prima fase che coinvolge generalmente fonti cosiddette "open" (giornalisti compresi, laddove presenti). Sulla base di questi indizi ci si può fare un'idea immediata di quello che è successo. A questa fase preliminare ne può seguire una seconda, che riguarda le commissioni ONU (o di altri enti) come la UN OPCW, con esperti inviati sul terreno ad indagare, ma le cui conclusioni richiedono mesi. Ossia diventano di fatto inutili qualora sia richiesta una risposta immediata. Il secondo tipo di prove sono quelle che provengono da fonti "covert", quindi frutto del lavoro di intelligence. Possono essere di vari tipi, e nel caso di utilizzo di armi chimiche è plausibile che siano state di tipo elettronico, informatico, immagini o al limite umane. È del tutto ovvio in questo caso che NON si possono svelare le informazioni ottenute in questo modo perché si otterrebbe il risultato di mettere l'altra parte al corrente dei dispositivi puntati contro di lui e quindi di consentirgli di prendere le opportune contromisure: che significano "indurire" il sito rispetto alle intercettazioni elettroniche e satellitari, rafforzare i sistemi informatici antiintrusione, adottare forme migliori di mascheramento e inganno, indurlo a guardarsi al proprio interno per scovare eventuali infiltrati. Giusto per dirne una: se io, potenza A inserisco un trojan in una rete informatica della potenza B e attraverso questa porta ottengo info riservate, non posso certo annunciare al mondo di averle, perché questo consentirebbe a B di trovare la falla nel proprio sistema e chiuderla mandandomi a...trojan tutto il lavoro di infiltrazione Nessuno, con un briciolo di buon senso, può rivelare le sue fonti al proprio nemico
  15. Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

    Una delle domande che gli scettici si pongono è perché Assad avrebbe dovuto usare armi chimiche proprio in un momento in cui sta vincendo la guerra? Daniele Raineri ci offre la spiegazione (per chi ha voglia di leggerla e dispone di cultura sufficiente per non accontentarsi degli slogan da tweet)
×